Svolta alla Roma: Totti diventerà direttore tecnico

32
44

ULTIME AS ROMA – La Roma da tempo sta programmando i nuovi quadri dirigenziali in vista della prossima stagione. E così, aspettando che il d.s. Petrachi trovi l’accordo col Torino per liberarsi, forse già la prossima settimana Francesco Totti sarà nominato direttore tecnico.

Un passo avanti nella carriera che lo terrà a contatto con tutte le scelte di campo: dalla scelta dei giocatori al rapporto continuo con l’allenatore: ciò che predilige. Al presidente Pallotta e ai suoi dirigenti, però, non riuscirà quell’accoppiata di capitani che avevano studiato e che avrebbe mantenuto a Trigoria quei simboli e quella romanità che i tifosi pretendono, visto che De Rossi invece non ha accettato la proposta di fare il vice Ceo.

Un incarico importante per una carriera che lo avrebbe portato a occuparsi di tutti i principali progetti del club, a contatto diretto con Pallotta (visto anche l’ottimo inglese di De Rossi) e a rappresentare la Roma anche nelle sedi istituzionali. In alternativa aveva la chance di fare il vice di un nuovo tecnico in panchina: ma Daniele ha scelto di giocare almeno un altro anno, con tutte le polemiche che ne sono seguite.

(Gazzetta dello Sport)

32 Commenti

  1. Ma come ,Comare Ferrazza non aveva scritto che oggi si doveva dimettere da dirigente?
    La Grande Stampa Romana ha colpito ancora…

    • Fatti un giro sui commenti dell’articolo “Totti possibile addio dopo Roma-Parma”.

      Poi leggiti i commenti qui sotto.

      Poi dimme se non siamo una tifoseria di schizofrenici.

    • Il vero problema della Roma non è la Stampa romana che sbaglia, ma Pallotta che fa cilecca.

  2. Non è che avessero offerto a De Rossi un ruolo di “magazziniere” , sarebbe stato operativo e in posizione apicale. Tutto questo casino non ho ancora capito a chi ha giovato. CUI PRODEST?
    FORZA ROMA

    • ma tu pensi che quella sparuta folla di circa 200 persone all’eur pseudo tifosi giallorossi,fossero li per manifestare il loro disappunto contro la societa per il caso DE Rossi???gente che qualche ora prima non sapeva dove fosse la sede della AS Roma, ma non viene il sospetto che quel cartellone con scritto su NO ALLO STADIO non sia opera loro ma di chi ha fomentato il caso De Rossi??? e che vuole a TUTTI i costi bloccare i lavori per il nuovo stadio. Articoli scritti sempre a senso unico in malafede sulle pagine del menzognero di proprieta………Non è stato rinnovato il contratto a De Rossi per la sua eta e CONDIZIONE fisica, il danno alla cartilagine del ginocchio è molto piu seria di quanto si possa pensare tanto che nell’ultimo infortunio aveva pensato di lasciare.

    • non vinceremo mai niente grazie a quel tipo di tifosi che hanno manifestato…
      società criticabile per mille motivi (lo faccio io per primo) ma la scelta di non rinnovare il contratto a un giocatore rotto che difficilmente troverà altre squadre dove lucrare,è stata una delle poche scelte nell’interesse esclusivo della Roma…..
      Dzeko e Manolas via per Pallotta??meglio,qualsiasi pretesto è buon per liberarsi di certi papponi…

  3. Lo so che Totti non si tocca. Ma dove sono le esperienze e competenze, per poter dare a Totti una carica di così vitale importanza per una squadra? Vedo in questo un arrendevolezza da parte di PALLOTTA. Ormai sa che lo stadio non si farà, la Champions è saltata, l’intenzione è ridimensionare fortemente, arriverà un allenatore minore, largo ai giovani abbassare il monte ingaggi, e metto Totti a una carica di responsabilità, cosa che dopo la vicenda de Rossi è un po’ come gettare acqua sul fuoco, il prossimo anno ci giochiamo il centro della classifica col Sassuolo.

  4. Non credo che in caso di No allo stadio Pallotta possa restare…
    Né tantomeno mettendo Totti come parafulmine…
    Spero abbia ragione De Laurentis sull’ ipotesi che tanti cambiamenti siano sentore di un passaggio di consegne societario

  5. Il ruolo da dirigente a De Rossi non interessa, però vice-allenatore (se fosse vero) non sarebbe stato male: avrebbe iniziato la carriera e sarebbe stato a contatto con la squadra. Che ne avrebbe pensato il nuovo allenatore?

  6. Se dovesse accettare questo incarico mi domando quali conseguenze potrebbe avere sul rapporto tra Totti e De Rossi. A meno che non sia il presupposto di chissà cosa (vendita della società?)

  7. Mi sembra strano che Totti, dopo quello che è accaduto tra l’azienda e De Rossi, voglia continuare ad essere partecipe di questo scempio (negli ultimi due anni c’è stata una continua vendita dei giocatori più forti, rimpiazzati con mezzi giocatori). L’unica speranza che ho, è che, appena il progetto stadio verrà approvato (se verrà approvato), Pallotta possa vendere la Roma al fondo del Qatar, ad una cifra maggiore rispetto a quella che otterrebbe vendendo la Roma oggi. Forse Totti resta in attesa di questa transizione…

  8. Condivido al 100%il piano di Pallotta solo sono stati sbagliati i tempi per l’ annuncio così dando in bocca alle pseude radio romane (non aspettavano altro) per riempire il vuoto per la fine del campionato. Per quanto riguarda lo Stadio vedrete che daranno l’annuncio ufficiale prima delle elezioni votazioni elezioni sperando che i noti palazzinari non mettano il bastone fra le ruote.

  9. Qui si promuovono dirigenti si aumentano stipendi a chi sta dentro le sedi, ma poi si fa la mano piccoli coi giocatori…
    Meritavamo la Champions, NO!
    Questa è la dimensione della Roma e il prossimo anno sarà pure peggio.
    Mo questi se credono che piano Gasperini e 4-5 giocatori a 800 mila euro e quello magicamente te li rivende a 80 milioni e così per tutti gli anni fino a quando non apre il porchettaro dentro al Ballotta Stadium
    Se se, sognate sognate…
    Caccia i soldi degli introiti Champions Ballò, e quelli di Strootman e pagaci i giocatori.
    Facesse togliere 8 scartine e ne piasse 4 boni…

  10. Il male della Roma si chiama Baldini. Se leggete la sua carriera senza Capello noterete che non ha fatto altro che danni. Finché Pallotta si fiderà di lui non se ne esce.

  11. Ma infatti è inspiegabile. Com’è possibile che un De Rossi non abbia accettato una proposta così allettante? Ora se ragioniamo con lo stesso metro un bravissimo Macellaio può fare il Ceo alla Montana, od un ottimo fabbro/saldatore lo può fare a Fincantieri o uno che ha lavorato in linea 30 anni lo può fare in FCA. A nessuno viene in mente cne forse l’idea di essere parcheggiato da una parte per chi vive il calcio come Daniele e non ne fa una questione di soldi, non allettava. Che le emozioni da calciatore non sono le stesse da dirigente per lui che magari prospettava altro? Non penso che Daniele abbia preso cuor leggero la scelta e ha stretto i denti spesso per scendere in campo. La Roma dice che la porta è sempre aperta allora vedremo come finirà e magari tra un anno Daniele tornerà…

    • Il tuo ragionamento potrebbe pure essere corretto sennonché non parliamo più di un ventenne, purtroppo, ma di un giocatore ultratrentenne e, soprattutto, con problemi di cartilagine al ginocchio.

  12. Dicono quali competenze ha Totti,ma scherziamo 30 di carriera sono una garanzia.Ma parlate soltanto per aprire la bocca,avete da ridire su tutto,amate la la Roma in ogni cosa la criticate.Indegni.

  13. Strano il mondo del calcio. Si diventa dirigenti e direttori senza dover studiare nulla. E’ sufficiente saper giocare a pallone

    • Infatti non è così,funziona così solo nella Roma,improvvisati e dilettanti,cariche che,poi,al livello operativo,si traducono in niente,vertici societari che di organizzazione e gestione di un club di calcio,ma anche di management di una azienda calcistica hanno esperienza 0,grazie al kaiser che poi il DS fa il presidente o Baldini decide tutto.Quando Sabatini si dimise,fu lui stesso a consigliare il successore all’esperto management Italiano,Pallotta tornò ad affidarsi a Baldini,per forza!

    • Infatti,
      alla Juve mica c’è Nedved,
      all’Inter mica c’è Zanetti,
      al Milan mica c’è Maldini,
      alla Lazio mica c’è Tare…..
      E’ un’allucinazione collettiva.

    • Infatti Zanetti non fa niente,rappresentanza,Nedved ha avuto la fortuna di essere amico di Agnelli,se Tare adesso è in regola significa che ha ottenuto la qualifica di DS,perciò deve per forza aver seguito il corso a Coverciano,Maldini ha seguito corsi in USA e parla Inglese

    • Totti è un RETTORE a confronto di tanti laureati sapientoni bla bla bla…e non parlo di Donatella 😀

  14. L’ho già scritto ieri.
    Totti sta seguendo un percorso preciso, come giusto che sia.
    Poi sarà quello che hanno deciso lui e Pallotta fin dall’inizio.

  15. Pallotta sa bene di non potersi permettere che Totti (e Bruno Conti in scadenza di contratto)lasci ora la Roma,ma è una scelta di convenienza,la carica di Direttore tecnico è superiore a quella del DS e già il DS è stato scelto da altri,il DT è colui che organizza e sceglie gli uomini di tutta l’area tecnica,dal settore giovanile,agli scout,al DS,allo staff medico etc,gli lascerebbero la libertà di decidere,agire e cambiare uomini ? Corvino è il DT della Fiorentina,Sartori da DS è diventato DT dell’Atalanta,solo per fare degli esempi

  16. questi giornalai oramai non sanno più che scrivere la scorsa settimana dicevano che totti si sarebbe dimesso oggi addirittura diventa direttore generale ma fatela finita di scrivere ca@@ate che poi c’è gente che vi viene pure appresso. Forza Roma

  17. Il male della Roma sono quei pseudo tifosi che dicono di tifare Roma, invece tifano solo per il settore dello stadio e dicono solo la MAGLIA

  18. Sai cosa vi dico !!!! Questi ci stanno prendendo in giro !!!!
    Mai visto una societa’ monnezzara come questa americana .
    Cari tifosi siete delle piccole formiche manipolata dal sistema ,
    Vi raggirano come e quando vogliono senza farsi nessun problema .
    Vi daranno il contentino dell’ allenatore , TOTTI sara’ dirigente tecnico
    Placheranno i vostri bollori da tifosi con menzogne e false promesse
    Come si diceva una volta e’ il cavallo campa.
    Popolo fregnone e’ cosi’ che va la storia .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome