Winterling via, bufera dirigenziale nella Roma

0
508

winterling

AS ROMA NEWS (Gasport, M. Cecchini) – A Trigoria sperano che il rinnovo imminente di Francesco Totti possa bastaere per ricompattare  l’ambiente giallorosso, dopo che la rimozione in corso di Cristoph Winterling da responsabile del marketing (al suo posto andrebbe uno fra Solem o Brambilla, che pochi giorni fa stava lasciando la Roma per andare al Coni) ha lasciato strascichi e molto mugugni e relativi veleni feroci sugli «epuratori», visto che l’uomo e il professionista era stimato da quasi tutti.

Quasi, perché l’area pallottiana (Pannes in testa) ha preteso l’addio, dopo una discussione – l’ennesima, raccontano – col global ceo Italo Zanzi sull’opportunità o meno di avere la scritta «Roma Cares» sulle maglie, cosa che allontanerebbe possibili sponsor. Da notare come Winterling fosse l’ultimo dirigente di peso di nomina dell’ex presidente DiBenedetto, visto che adesso gli uomini della Raptor – e società a esse collegate – hanno ormai preso in mano tutti i gangli del club. Ad esempio, persino a lavorare sul criticato nuovo logo della società (niente di rivoluzionario: la classica lupa che allatta Romolo e Remo) è stata Pam Harris, della nota LeadDog Marketing, che in passato aveva lavorato con Pannes. Insomma, in questa clima c’è bisogno davvero che il rinnovo di capitan Totti riporti unità negli uffici di Trigoria.

Articolo precedenteGarcia, difesa a tutto campo
Articolo successivoSTROOTMAN: «Roma, che feeling»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome