Addio a Esperia, la mamma di De Falchi. Trent’anni dopo è volata dal suo Antonio

18
774

AS ROMA NOTIZIE – (…) Esperia ha aspettato trent’anni per riabbracciare quel figlio strappato alla vita da una violenza brutale e insensata. Venerdì sera, la notizia l’ha data l’altro figlio Marco, con poche parole, lievi come una carezza. «Ciao mamma sei volata in cielo, da Antonio». (…)

Tutto, nella sua cameretta lunga e stretta, è rimasto esattamente dov’era quando Antonio è uscito di casa, all’alba del 4 giugno 1989, direzione San Siro, per andare a vedere la sua Roma. I poster, le foto, la maglia di Sebino, le sciarpe, il motorino coperto dalla bandiera, il cuore giallorosso.

Il cuore che gli scoppiò a diciotto anni, dopo che il corpo aveva subito i pugni, i calci, le cintate. Di Antonio, della sua storia drammatica e penosa, si sono dimenticati in tanti. Non i tifosi della Roma, che ne hanno fatto un vessillo, da mostrare e sventolare in tutti gli stadi del mondo.

Nel 2005, l’allora sindaco Veltroni promise di intitolargli il parchetto di via di Torre Spaccata — oggi peraltro in stato di abbandono –, ma non c’è mai stata una cerimonia ufficiale, l’apposizione di una targa, la cristallizzazione del ricordo. (…)

Ora che Esperia è volata in cielo, ogni tifoso si senta in dovere di coltivare il ricordo di Antonio De Falchi, figlio di Roma, ucciso barbaramente da un gruppo di ultrà milanisti il 4 giugno 1989.

(Gazzetta dello Sport)

Articolo precedenteZappacosta, domani comincia il futuro
Articolo successivoPrimo bilancio: nella sosta blitz a Boston da Pallotta

18 Commenti

  1. Ricordo questo episodio con commozione e rabbia.
    Non si può morire per una partita di calcio.
    Per questo è importante che la gente sia filtrata bene e vengano allontanate x sempre quelle che creano problemi.
    Antonio uno di noi.
    R. I. P.
    IL 27/10 PRESENTE ALL’OLIMPICO.

  2. Trovo strano che Veltroni si sia “dimenticato” di onorare una promessa…non gli è mai successo! Buon viaggio verso il tuo Antonio mamma Esperia…

  3. Mi unisco anche io alle condoglianze.
    Ma con il permesso della redazione vorrei sapere,chi e’il cretino che mette il pollice verso.
    Ma se non ti interessa, ma che leggi a fare la notizia? I commenti? Ci sono amici che hanno fatto,giustamente le condoglianze,per il decesso di una mamma, che non oso immaginare come abbia sofferto per 30 anni.
    E tu caro anonimo spolliciatore,che fai? Spollici. Io sono questo ti voglio chiedere,ma ti rendi conto?
    No dico ma ti rendi conto?

  4. In democrazia si può fare tutto, per carità, ma vorrei capire chi è il cogxione che ha spolliciato tutti … un affettuoso pensiero a Antonio e Esperia …

  5. Non c’e’dolore piu’grande per una madre,convivere per 30 anni con la morte del proprio figlio nel cuore,strappato poi,in modo cosi’barbaramente,alla vita terrestre.
    Ora puoi abbracciarlo,Riposa in Pace Esperia

  6. Non si puó perdere una vita per una partita di calcio. Se certa gente si interessasse di più alle problenatiche sociali capirebbe che il calcio è solo un gioco

    Condoglianze alla famiglia De Falchi.

  7. Testaccino, vuoi sapere quante gaffe o figure di merd* ho fatto in tanti anni? Ma non mi sognerei mai, di mettere un pollice verso ad un messaggio di condoglianze.
    Oggi se Antonio stava con noi era meglio, e penso che avevamo la stessa età, forse sarebbe stato un antisocietario o forse no.Forse avrenji litigato, a parole, sul sito. Ma questo sarebbe rientrato nella normalità delle cose. Ciò che non e’stato normale,per Antonio, e’stato quello di morire a 17 anni,per mano di 4 deficienti mentali. Ecco,io spero di non incontrare mai cojoni come quelli,sulla mia strada durante un incontro di calcio. 4 dementi,che se la presero con un ragazzino,solo perche’portava una sciarpa giallorossa.
    Ma torniamo a chi mette i pollici versi,gli rinnovo la domanda,se non sei d’accordo con chi fa le…

  8. Chi mette i pollici versi ma che problemi mentali c’ha?ma sti grandissimi pezzi de me#da!…R.I.P. mamma Esperia,ora potrai riabbracciare il tuo Antonio lassù,un figlio di Roma e della Roma,condoglianze alla famiglia De Falchi…ANTONIO PRESENTE,AVANTI CURVA SUD NEL NOME DI ANTONIO!!!

  9. Povera donna Chissà quale peso si è portato sulle spalle
    In qualunque contesto avvenga: La perdita di un figlio è sempre drammatica
    Le mie piu’ sentite condoglianze
    Solitamente evito però:
    Certo che mettere un pollice verso ad un messaggio di cordoglio…
    A volte vien proprio da chiedersi quale razza di Verme possa esserci dietro allo schermo di un pc (Senza offende questi nobili animali Papale, papale:
    “Dopo che hai compiuto tale gesto ti senti piu’ grande, mmigliore? Pensi di aver fatto chissà quale gesto?
    Per me sei e rimani una inconfutabile M… Anzi paragonarti ad essa è pure troppo!”
    Senza alcuna pietà ne compassione!

  10. El Flaco secondo te avrebbe lo stesso coraggio di persona?secondo me no perchè è solo una lu@@dissima me#da che si nasconde dietro una tastiera,purtroppo le zozzate che fanno le madri e le mogli si ripercuotono sulle loro menti bacate creandone frustrazione

    • @Ivan:
      Se posso Concordo!
      A questo punto visto che continua: posso dirlo con assoluta certezza E’ solo un Hater: uno di quei tanti parassiti che girano per l’etere divertendosi in questo modo Piu’ si riprendono e piu’ ci godono Evidentemente hanno seri problemi mentali L’unica cosa che può consolare è che prima o poi anche loro guarderanno le radici all’insu’ Mi auguro solo, che la dipartita di esseri cosi’ spregevoli, avvenga nel terrore e nella sofferenza piu’ indicibile Perchè verso st’invertebrati non ho alcuna pietà Daltronde nessuno è eterno Neppure st’imbecilli Perdonasse lo sfogo!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome