Alla scoperta della Real Sociedad: da Merino a Oyarzabal, quanti talenti in squadra. Mancherà l’ex giallorosso Sadiq

56
3608

AS ROMA NEWS – Sarà la Real Sociedad, attualmente terza nel campionato spagnolo, l’avversaria della Roma negli ottavi di finale di Europa League.

Un cliente scomodo dunque per i giallorossi, una squadra che gioca un calcio tipicamente spagnolo, con tanto possesso di palla e molta qualità in mezzo al campo e sulle ali.

La squadra basca è formata per lo più da calciatori iberici, ed è allenata da Imanol Alguacil fin dal lontano 2018, tecnico che come schema di base predilige per lo più il 4-3-1-2.

Le stelle della squadra sono Mikel Oyarzabal, esterno offensivo dalla grandissima qualità tecnica, e Mikel Merino, centrocampista centrale e leader dei suoi.

In questa stagione, stanno facendo molto bene anche l’esterno destro Brais Mendez e il centravanti norvegese Alexander Sörloth, che sta sostituendo l’ex giallorosso Umar Sadiq, infortunatosi al ginocchio a inizio stagione.

Il nigeriano salterà di sicuro la sfida contro la sua vecchia squadra. Una buona notizia, vista la facilità con cui stava segnando l’ex centravanti della Roma.

Giallorossi.net – G. Pinoli

Articolo precedenteSORTEGGIO EUROPA LEAGUE: la Roma pesca la Real Sociedad negli ottavi di finale. Date e orari dei match
Articolo successivoStadio Roma, Umberti (Pres. IV Municipio): “Abbiamo evidenziato diversi problemi, mi auguro che il club li capisca”

56 Commenti

  1. Pinò, te sei scordato de menzionà er giapponesino Kubo, che entra in tutte l’azioni offensive loro…na sorta de regista offensivo

    • Sono più forti del Betis, già lo dimostra la classifica della Liga, mi sembra che loro sono terzi e il Betis è sesto. Partite difficilissime, sia andata che ritorno…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • vedere che abbiamo fatto partire sadiq per due spicci mi fa incavolare molto.
      Pallotta era il numero uno a svendere i nostri talenti

    • Pure loro non è che sono così contenti di aver pescato la ROMA 💛♥️….

      Siamo una squadra tosta, rognosa, magari non esprimiamo un calcio spettacolare, ma siamo belli compatti, ma soprattutto, sembra che stiano entrando in forma…..

      Dajeeeee ROMA 💛♥️

  2. abbiamo evitato arsenal, betis e fenerbache che erano le squadre piu toste…tutto sommato ce la giochiamo con la sociedad…arsenal e betis sono superiori e fenerbache lo temevo solo per il fattore ambientale visto che gli stadi turchi sono delle bolgie…se la roma non avrà defezioni e o infortuni se la gioca tranquillamente..per fortuna una tra united e betis uscirà cosi come una tra sevilla e feberbache andra fuori.

    • Ripeto, il Betis è sesto in classifica il Società è terzo….È tostissimo! 💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • La peggiore tra tutte è solo l’Arsenal. Con le altre possiamo giocarcela tranquillamente

    • Il campionato spagnolo dice altro. Real Sociedad terza e più forte del Betis (+6 punti). Quindi dopo l’Arsenal la Real è la peggiore che ti poteva capitare

    • Dopo l’Arsenal siamo la squadra più forte e temibile dell’EL, quindi ai baschi gli ha detto malissimo

    • Città splendida Donostia.
      Comunque la questione è molto più sfumata eh, ad esempio quando ci sono passato (ormai una decina di anni fa) era il periodo di ricostruzione del San Mamés di Bilbao e i biancorossi in casa giocavano proprio nello stadio della Real Sociedad.
      Diciamo che in generale lì non si respira l’aria di indipendentismo basco, ma c’era comunque una certa simpatia per i tifosi dell’Athletic.

    • Giusto, W i Borboni, W il Papa Re, indipendenza per il Granducato di Parma, Piacenza e Guastalla!

    • Una cosa la so di te, notte fonda, sei giovane o è meglio che tu lo sia. Ho rapporti con i paesi baschi da quasi 30 anni…lassa perde. Vediti patria, quello è reale.

    • Dopo l’Arsenal siamo la squadra più forte e temibile dell’EL, quindi ai baschi gli ha detto malissimo

  3. addirittura Sadiq gioca con questi qua e segna pure con facilita’.annamo bene direi……mai lo avrei immaginato, contento per lui mi sembrava un bravo ragazzo

    • Ma perché in realtà noi abbiamo ragazzi ottimi, a Roma. Da sempre. Il problema è che non riusciamo a fargli fare il salto definitivo verso i campionati dei grandi di prima fascia. Rimangono lì, nel limbo, e molti si perdono, o non imparano tutto quello che li porterebbe a diventare forti.
      Ci sono problemi di strutture, culturali, di organizzazione a livello federale, oggi il torneo di Viareggio fa ridere, per dire.
      È davvero un peccato.

    • Invece pere si vedeva che aveva le potenzialità per fare una buona carriera.

      Il problema coi giovani del vivaio, purtroppo è sempre lo stesso: quanto tempo si vuole aspettarli, facendoli giocare?
      Perché o hanno le stimmate del predestinato fin da giovani o è capace che fioriscano anche dopo anni di gavetta o che alla fine non riescano proprio ad imporsi ad altissimi livelli.

    • Si arrivera’ prima o poi a capire l’importanza della squadra B
      Una cantera come la Roma sforna dei prospetti interessanti che pero’ hanno bisogno di esser seguiti ulteriormente tra i 18 e i 21 anni.
      C’e’ chi continua a parlare di costi
      Ma senza una squadra B rischiamo di limitare di molto l’utilita’ di avere un settore giovanile ( coi suoi costi dai pulcini ai 18 anni )
      E’ come fare 30 senza fare 31

  4. Nico Giraldi loro avranno pure questo fenomeno noi da un paio di partite abbiamo il campione europeo Spinazzola.Che non e’ male .

  5. Personalmente avrei evitato anche il Ferencvaros (mi pare che non schieri neanche un ungherese nella formazione titolare) in quanto con la finale a Budapest e con i parrucconi corrotti dell’UEFA, non si può mai stare tranquilli (eufemismo).

  6. Purtroppo giocheremo il ritorno in trasferta contro un avversario scomodo, ma la Roma di ieri sera non deve temere nessuno. Forza Roma.

  7. non dimentichiamo Leo Spinazzola campione ritrovato insieme a whinaldum Dybala Matic El Shaarawy smalling e ce vojo mette pure l’intera difesa .

    • E poi se anche Pellegrini e Abraham (gli ultimi rimasti leggermente fuori forma) ritroveranno la condizione migliore possiamo dire la nostra di sicuro

  8. Squadra molto forte difficile da giocarci, ma comunque la prima in casa stavolta è meglio con una squadra del genere, se si vince in casa poi lì te la giochi

  9. Non ho visto manco mezza partita dei baschi, ma vedo classifica e partite che finiscono spesso 1-0 e 0-1, immagino difesa rocciosa e tanto possesso palla, non esattamente il tipo di squadra con la quale andiamo a nozze. Ma magari la sfanghiamo con un 1-0 e 0-0.

  10. Squadra ostica soprattutto per lo stile di gioco. Starà a noi trovare le giuste contromisure.
    Se giochiamo con intensità la si porta a casa. Se giochiamo col freno a mano tirato come molte altre volte in stagione, usciamo senza se e senza ma.
    Comunque sempre meglio che l’Arsenal

  11. Se la Roma gioca come ha giocato l’incontro con il Salisburgo, passa il turno.
    L’unica avversaria improponibile era l’Arsenal.
    Certo, sarebbe stato meglio un avversario diverso, ma noi siamo la Roma.
    Sono loro che devono temere noi.

  12. Sarà Tosta, ma Mou si esalta contro le squadre che fanno possesso palla, se Paulo e Leo stanno bene nun ce n’è per nessuno: FORZA ROMA!

  13. L’importante era scansare l’Arsenal.
    Poi certo, ungheresi e belgi sarebbero stati preferibili, ma le altre sono tutte più o meno di livello simile, forti ma giocabili.
    Per me l’aspetto peggiore è che, poiché provenienti dagli spareggi, giocheremo la prima in casa.
    Siamo notoriamente più bravi a recuperare risultati anche pesanti all’olimpico, piuttosto che a mettere fieno in cascina all’andata per poi andarsela a giocare al ritorno in trasferta.

  14. Sono una squadra temibile soprattutto fuori casa (Hanno battuto lo utd a manchester per dire) quindi da un certo punto di vista meglio la prima qui all’ olimpico. Dovremo evitare di farli giocare troppo in contropiede, pensando anche di chiuderla con uno 0 a 0 o 1 a 0 per noi. Poi da loro dovranno aprirsi per provare a vincerla e li gli puoi fare male veramente.

  15. Cremonese docet,se non giochi con intensità oggi tutte le squadre di questo livello sono ostiche Bisogna essere uniti, uno per tutti e tutti per uno ,solo con questi presupposti possiamo arrivare fino alla fine e poi giocarcela Ma credo che i nostri abbiano imparato la lezione Daje Roma

  16. Non seguo la Liga da un po’ di tempo. So che è terza in classifica. Ma se doveste paragonarla ad ‘ una squadra italiana….. Diciamo come Atalanta?

  17. Quando abbiamo affrontato il Betis, erano gli andalusi più in forma e prima dello scontro diretto col Real Madrid, il Betis era 1° insieme ai madrileni, poi il Betis ha avuto un calo ed è 6° mentre è venuta fuori meglio la Real Sociedad che adesso è terza.
    Quando la Roma ha affrontato il Betis, non era al completo, era prima dei mondiali e con i problemi di infortuni era meno in forma di adesso.
    Quando affronteremo i baschi, saremo più in forma, saranno ulteriormente migliorate le condizioni fisiche di Wijnaldum, Spinazzola e chi ha avuto problemi e non è tutt’ora al 100%.
    Sostanzialmente la Roma è più forte della Real Sociedad che è comunque una bella squadra anche tosta, bisognerà stare al meglio e fare 2 grandi partite per andare ai quarti.

  18. Solita fortuna della Roma nei sorteggi…
    Mi ci sarei giocato casa…
    Abbiamo la calamita …
    Siamo fenomeni a pescare le squadre più toste…
    Partita dura, difficile…
    Dobbiamo migliorare davanti…
    Vedo ancora una grande fatica a fare gol nonostante i buoni giocatori che abbiamo.
    Non chiedo molto neanche alla nostra difesa ma spero che almeno una volta nella vita anche il nostro portiere faccia il fenomeno e ci salvi qualche risultato…
    A me mette paura anche lui…
    Non mi fa stare tranquillo…

  19. Si ma anche basta…. No’ questi so’ i più forti del mondo! Nun ve temo!
    Se la roma fa la roma manco li vedemo!
    Daje!
    PS. Ma avete sentito i giornali, radio e tv sulla rubbentus? Pare che c’ha già la EL in tasca. La roma invece pare che farebbe meglio a lascia’ perde e dajela vinta a tavolino!

  20. Sadiq mancherà ma a me dispiace sia stato venduto.
    Con Garcia fece 2 gol in due partite, è una sorta di Luca Toni più veloce, veramente un peccato.
    Sto ragazzo ovunque è andato ha fatto valanghe di gol.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome