Altro che “rammollito”, pugno duro di Mou con le riserve. Spalletti: “Hai capito quello che devi fare…”

52
2518

AS ROMA NEWS – Altro che rammollito. Mourinho è più duro che mai. In tanti si erano sorpresi del suo atteggiamento “buonista” che aveva dimostrato al suo arrivo qui a Roma. “E’ cambiato“, dicevano.

Ma quando mai. Mou è sempre lui. Il suo impatto nello spogliatoio giallorosso è stato devastante: lo Special One si è preso la grossa responsabilità di spaccare in due la squadra pur di affrontare una volta per tutte un tema irrisolto dentro la Roma, quello dei tanti calciatori non all’altezza.

Sono anni infatti che la squadra giallorossa non riesce a centrare la qualificazione in Champions. L’anno scorso addirittura non è stata nemmeno raggiunta la tanto bistrattata Europa League. A Roma c’è la moda di prendersela con l’allenatore di turno, ma forse il problema era (anche) altrove.

Mou lo ha individuato senza mezzi termini: tanti calciatori non sono da Roma. Kumbulla, Reynolds, Diawara, Villar, Borja Mayoral quelli “puniti” dal tecnico dopo la debacle di Bodo. Si salvano i giovani Calafiori e Darboe, che però sono ancora troppo acerbi per essere considerati delle prime scelte.

La scelta di spedire mezza panchina in tribuna, e di bocciare alcuni degli acquisti più importanti a livello di costi da parte del club di questi ultimi anni, è un segnale fortissimo da parte del tecnico. Un gesto che solo uno come Mou poteva avere la forza di fare. Con il placet di Spalletti a fine partita: “Hai capito quello che devi fare…”

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteL’Olimpico non perdona Spalletti: striscioni, cori e fischi. E lui alza la mano…
Articolo successivoCAGLIARI-ROMA: arbitra Pezzuto, Giacomelli al VAR

52 Commenti

  1. Grande Mou! Per aggiustate le cose bisogna capire dove sono rotte e poi, quantomeno provare ad aggiustarle! Ma se pur con rammarico e un pizzico di dolore se un arto è incancrenito, va amputato per salvare almeno la buccia e continuare, anche se con solo mezza squadra ad andare avanti

    • Nussun allenatore lo ha fatto, solo il suo carisma e i suoi trofei lo possono fare, ma è anche, purtroppo, la realtà…. Ci troviamo bravi ragazzi che non centrano nulla con Mou. Scrivono, senza saperlo, che Mou ha buttato 70 mln con questo gesto, Mayoral è ancora del Real e la Roma non ha obbligo di riscatto, Kumbulla è un prestito biennale con diritto di riscatto a 22 mln, ma non verrà esercitato, Villar è nostro con 8 mln… Non capisco i 70 mln dove sono usciti… Forse Diawara con i 23 mln per le plusvalenze vesuviane? La Roma lo ha quasi assorbito il bilancio.

    • Per la precisione Villar è costato 4 ml + 1 di bonus, mentre per Kumbulla si sono già concretizzate le situazioni che hanno trasformato il prestito in acquisto definitivo per una somma vicina ai 30 ml (da “Calcio e Finanza”: …… La valutazione di Kumbulla è stata invece pari a 28,5 milioni di euro, ai quali come valore netto a bilancio è stato aggiunto inoltre un milione di euro come onere accessorio capitalizzato ……).

    • Per la precisione su Kumbulla c’è l’obbligo di riscatto “al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi”. La cosa è bilaterale e anche il Verona dovrà accollarsi gli altri tre cadaveri dello scambio. Poi quali siano questi obiettivi, non è dato sapere.

    • Per “sogni di Latta” che afferma che Kumbulla non verrà riscattato: “Nella relazione al 31 dicembre 2020 del club giallorosso viene spiegato che le condizioni per il riscatto e quindi la trasformazione a titolo definitivo di tutte e quattro gli affari si sono verificate.”

  2. Aò,è la prima volta che un’allenatore esonera i giocatori e manco a dire 1 solo ma 3-4 tutti insieme.
    era ora.basta coi ricatti di questi signorini viziati e paraculeggianti,
    w murihno e w la roma

  3. Senza entrare nel merito delle emarginazioni decise dal tecnico, questo suo pronunciamento comporta che a gennaio si dovrebbero comprare un terzino destro, uno/due centrali, a seconda delle condizioni di Smalling, ed almeno un centrocampista di peso. Ovviamente, giocatori forti ed affermati, quindi certamente costosi.
    Vi sembra realistico?
    Nel frattempo, giocatori che lo scorso anno avevano mercato, alcuni anche medio alto ( Villar) non valgono più nulla e al massimo puoi piazzarli con una robusta minusvalenza ( Kumbulla, Diawara).
    Da ultimo, se da qui a gennaio qualcuno si fa male o c’è qualche squalifica,
    chi facciamo giocare?

    • Le tue osservazioni sono giuste.
      Però a volte, per intervenire su situazioni incancrenite, bisogna andare di clava.
      È quello che ha fatto l’allenatore. Ovviamente solo lui poteva farlo. Non credo lo spogliatoio si spacchi, ieri abbiamo visto che ha il pieno controllo della squadra maggiore. Del resto non credo che qualcuno abbia la personalità per mettersi contro un mostro sacro.
      A questo punto però la palla passa ai Friedkin, perché poi il problema numerico esiste. A gennaio la società deve fare la sua parte.

    • SE quello era il male ..costi quel che costi ma si DOVEVA FARE ! Non puoi ragionare se uno si fa male ……se si fa male giochi con quelli hai a sopratutto con chi non tira la gamba indietro

    • Il management dei giocatori deve essere costruttivo e non distruttivo. Concordo in pieno. Villar non sarà il nuovo Pizarro ma ora non vale più di Riccardi o Darboe.
      Spero solo che questa costosa decisione aiuti e difenda il progetto e che Mou non abbia esagerato come sembra di aver fatto. A mio parere TUTTI i giocatori della rosa sono patrimonio As Roma quindi da trattare con attenzione. In una fabbrica ci sono macchine più veloci e meno veloci ma non si deve spegnere nulla bisognerebbe farle funzionare tutte.
      Forza Roma

    • Daje che parlate de capitali svalutati. Ancora state a Pallotta er plusvalenzaro!?! A questi nun je ne frega n’casso de le minusvalenze, je frega solo che a’ rosa nun sia stragonfiata de carciatori che vadano a pesà sur monte ingaggi. Pertanto, se deve arivà n’giocatore nòvo, ne deve uscì uno vecchio. Punto! Li regalano pure i giocatori, purché se levino dar casso…

    • Erbetta Allegra, Robusta minusvalenza vorrei capire come:
      diawarà a livello di bilancio è praticamente riassorbito, dandolo via risparmi anche sull’ingaggio
      villar lo hai pagato due spicci (e se lo rivendi a due spicci fai pari) + ingaggio risparmiato
      Kumbulla ha il diritto di riscatto quindi non lo paghi apparte la parte onerosa del prestito
      Majoral vedi Kumbulla.
      io credo che liberandoci delle zavorre non solo ci guadagnamo ma liberiamo spazio per acquisti più sensati.
      con questo non sto a di che so pippe è bada bene, semplicemente non so adatti

    • Maria Giovanna,
      hai mai sentito il vecchio proverbio: “Il medico pietoso fa la piaga puzzolente”?

    • Rod,
      penso che adesso si sia capito (come dissi all’epoca) il senso di certe operazioni ‘estive’. Shomu fu preso perche’ gia’ allora c’era la volonta’ di sbarazzarsi della peggior zavorra degli ultimi 25 aanni: ergecoventosato! Poi kokkodenonna regalato al milan (ma gioca? Boh?). Cioe’ due spaccaspogliatoi oltre che rombacojomba. Fuori quelli, ecco il ripulisti finale. I Frieds, Pinto e Mou in 4 mesi hanno distrutto almeno il 70-75% di quell’edificio puzzolente messo su da pallotta, baldini, sabatini, monchi, petra…chi e i vari allenatori incompetenti, spalletti IN PRIMIS, in 10 lunghi anni.

    • pertanto dovevamo rimanere alla vecchia gestione?Tra l’altro ti assicuro che mou è tutto fuorchè cretino,anzi,pertanto per fare certe cose avrà certamente l’avallo della proprietà che ha capito che deve tagliare i rami secchi e il marciume che da sempre ha albergato nella as roma,ti ricorco che pè stato fatto fuori mezzo staff,dai magazzinieri ai repsonsabili sportivi,a friedkin non interessa avere un giocattolo per passatempo ,a lui interessa avere un CLUB di calcio dal resprirto internazionale e i soldi non sono un problema tanto che lo ha dimostrato con i continui versamenti per coprire il deficit

    • Se ricordo bene:
      Kumbulla fu preso dal verona da un assistente di petrachi, proprio quel personaggio che ci fece perdere a tavolino col verona e dopo un mese lasciò la roma per firmare col verona
      A quante persone si riferiva mou quando ha detto che c’è gente che si è riempita le tasche?

    • E’ stato pagato 13 milioni. Ti anticipo prima che qualcuno ritiri fuori la fake news dei 30 milioni.
      Non certo una quotazione da top player no ?

  4. Non solo. Senza smalling, mandare in tribuna kumbulla ha voluto dire che se si infortunava o veniva espulso un centrale giocava un primavera senza minuti in serie a contro oshimen, insigne, mertens, ecc….il rischio è stato altissimo, infatti ad un certo punto avevamo i due centrali a terra dopo il colpo contro il palo, ed il coraggio di mou è stato assoluto in una partita che la ROMA non poteva sbagliare. Così ha risposto lo special alle prime critiche della piazza. Così si costruisce una rosa vincente, basta centro benessere Trigoria. E lo dico da tifoso innamorato di Villar che ancora pensa possa dimostrare il suo valore, però serve personalità e una dedizione assoluta alla causa, altrimenti con mou sei fuori. FORZA ROMA

    • Il problema non è di perderli, ma di recuperarli. Perchè il limite di certi giocatori, prima che tecnico, è di personalità. E se hanno quella personalità che dimostrano, non servono a niente, non sai mai quando ci puoi contare e quando sono assenti in campo. E la Roma se vuole ripartire, deve eliminare dal suo DNA questi vuoti mentali, questa capacità di staccare la spina in qualsiasi momento. Questo è il segnale forte che deve dare l’allenatore, e non sarà indolore.
      Ma se vogliamo fare un salto di qualità, dobbiamo partire da questo. Tarzan Annoni con Mourinho giocherebbe, molti altri che abbiamo visto, più dotati di lui, ma molli e distratti, starebbero in tribuna.

    • Giusto o’rey, tranne che annoni era scarso con i piedi come veramente pochi. Penso questo sia il motivo del comportamento di mou. La prova potrebbe essere nel comportamento di abraham che si fa male alla caviglia già recidiva, gioca con la juve, gioca con il napoli, si fa male di nuovo e rimane comunque in campo a lottare e mettere la gamba. La mancanza di personalità, secondo me, è la prima causa dei mancati successi nella storia della ROMA.

    • Rega’,
      se ben ricordo (roba di 4-5 mesi fa) la motivazione dell’ingaggio di Mou fu proprio quella di portare SUBITO un atteggiamento ed una mentalita’ vincente. Poi mettere su una rosa all’altezza e cominciare a vincere. Finora ‘mission accomplished’. E siamo ancora quarti con tre sconfitte!

  5. SpecialOne: grande personalità! … che bravi a portarlo a Roma … ma è anche comprensibile (finalmente!) che ha tutta la società e Trigoria è dalla sua parte , altrimenti questa decisione le paghi dallo spogliatoio

  6. Meno male che è arrivato uno che ha fatto quello che gli altri non sono riusciti…grande Mou, hai capito che ci sono giocatori da play station…..giocatori che non meritano neanche di essere chiamati tali……hai detto bene qualcuno sta ridendo delle sole che hanno dato alla roma….continua cosi Mou , pugno duro con tutti.

  7. Io ho sempre pensato che se metà classe ha voti bassi, la colpa è prima di tutto del professore. Se il limite è tecnico, non è mandandoli in tribuna che lo risolvi, se è caratteriale, non è esponendo la squadra a figure di merxa mondiali che lo risolvi, ma i panni sporchi li lavi nello spogliatoio. Se Reynolds ora tira fuori le palline, non è che si trasforma in Cafù, idem Villar non diventa Iniesta, ma intanto a gennaio per prenderli ti offriranno 3 euro e un numero usato di Postalmarket, mentre i giocatori che ti servono come il pane, li strapagherai a peso d’oro. A gennaio poi ci devi arrivare, e giocando ogni 3 giorni con i soliti 13-14, non vai lontano, quindi ok, hai rischiato un all-in, ma a me importa del bene della Roma non di quanto è figo Mou. Giudizio sospeso, ma tanti tanti dubbi…

    • Sono assolutamente d’accordo.
      La strada scelta arriverà a dama se concordata con Friedkin che dovrà sborsare una marea di soldi già a partire da gennaio senza incassare perché le esternazioni di Mourinho hanno fatto terra bruciata intorno ai panchinari. E occorrerà ua buona dosa di fortuna, che notoriamente alla Roma manca, affinché non ci siano infortuni che costringano il mister a ricorrere a giocatori demotivati o a primavera acerbi.
      Inoltre servirà che i titolari mettano la stessa grinta e concentrazione mostrate ieri in ogni partita. Una tantum non serve a niente. E magari che la buttino dentro ogni tanto. I gol sbagliati da Abraham e Mancini bisogna buttarli dentro. Nelle ultime 3 partite di campionato un solo gol, un po’ pochino per arrivare quarti.

      Concludo ricordando che a margine del comunicato in cui si annunciava l’aumento di capitale sociale c’era una comunicazione che affermava che, in mancanza di risultati positivi e quindi di introiti da campo e sponsor, la società si vedrà costretta a ricorrere alle famose plusvalenze, anche se in modo non così massiccio a cui ricorreva il predecessore. Considerato che i panchinari li puoi solo svendere, che Abraham non è tuo, che Kumbulla lo devi ancora pagare, che Mayoral tornerà a Madrid, di plusvalenzabili restano solo i pezzi da 90, l’asse portante della squadra, quelli che bisognerebbe tenere per affiancargli altri calciatori validi. Non proprio una bella prospettiva.FORZA ROMA

    • Criptico, non ti credere di andare lontano con dei giocatori in campo che ti mollano in qualsiasi momento. Mourinho vuole dei gladiatori, non delle ballerine.

    • @O’Rey, con quelle ballerine l’anno scorso ci sei arrivato in semifinale di EL…saranno sempre meglio di gladiatori spompati o infortunati, o di bambini della Primavera…basta saperli mettere in campo nelle condizioni giuste, e se c’è riuscito un Fonseca, vuoi che non ci riesca l’allenatore più vincente del mondo?

    • TS, quella nota nel comunicato è semplicemente un atto dovuto, non c’è da nessuna parte il riferimento al mancato conseguimento di risultati sportivi: e il “seppur in misura limitata rispetto all’entità delle plusvalenze realizzate negli ultimi esercizi”, significa, per come lo interpreto io, cercando di salvaguardare i pezzi pregiati.
      La continuità aziendale è assicurata, e non in pericolo come appariva esplicitamente nelle ultime relazioni.
      D’altronde la proprietà ha già dimostrato di non curarsi troppo di realizzare minusvalenze pur di liberarsi di contratti onerosi e improduttivi.
      Ovvio che i Friedkin non cacceranno 200 mln l’anno ad infinitum solo per mandare avanti una malconcia baracca incapace di qualificarsi nemmeno per l’EL.
      Dopo lo sforzo economico che durerà più o meno un triennio, la Roma dovrà trovare un equilibrio contabile.

    • CriPtico non si trovano a scuola questi ragazzi. E non è colpa del professore Mourinho se alcuni dei suoi “alunni” sono dei caproni che non seguono le sue lezioni. Un caprone è un caprone e se non vuole imparare (e “studiare”) da uno dei migliori allenatori degli ultimi 30 anni (se non il migliore) allora è giusto che il professor Mourinho prenda i dovuti provvedimenti! La Roma non ha più bisogno di mezze seghe o di giocatori che si credono fenomeni. È ora che la musica cambi e solo uno con le palle come mister Mourinho poteva farlo capire a tutti, a costo di giocare anche con qualche primavera che, anche senza esperienza, ti darà il fritto in campo e non vedrà l’ora di poterlo fare. Basta con i piagnistei ed i malumori, questo allenatore è stato preso per fare una grande Roma ed è logico e scontato che per farlo ci vorrà del tempo. Ma Mourinho,lo ha già detto, non vuole che ne passi troppo e allora ci va giù pesante quando ci vuole. BASTONE E CAROTA e avanti così! DAJE ROMA DAJEEEEE 💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤

    • A critico,
      torna a formagello e commenta quello che fanno sarri, taresbulba, lopanzo etc…
      La MAGICA non e’ pane per i tuoi denti da ruminante!

  8. Un genio altro che bollito rammollito, saranno scontenti i caciottari.
    Forza Friedkin forza Special One forza Romaaaaa!!!

  9. Sinceramente non ho capito ancora se Kumbulla è quello che con la Roma in Norvegia sembrava un dopolavorista o quello che in Nazionale non ha quasi fatto toccar palla a Lewa….Dottor Jeckill( o come se scrive…) o Mister Hyde?

    • Non saprei; ma se Kumbulla dopo un partitone in nazionale gioca poi una partita come quella con il Bodo, merita dia andarci in tribuna, a calci nel culo. Non dimentichiamo che sir Ferguson a suo tempo tirò dritto per dritto uno scarpino in piena faccia a Beckam, con tanto di punti di sutura. (Beckam, non Kumbulla…)

  10. Contro il Bodo le riserve hanno giocato contro l’allenatore. Non hanno mostrato nè senso di attaccamento al gruppo nè professionalità. È difficile digerire l’esclusione, ma il modo giusto di reagire in un gruppo è lavorando sodo e facendosi trovare pronti alla prima occasione. Non mostrandosi svogliati, alimentando malumori e spronando i propri procuratori a cercare altre destinazioni possibilmente già a gennaio. Questo significa pensare solo a se stessi e non alla squadra. Perciò Mou ha ribadito che in un gruppo c’è un principio di autorità e uno di autorevolezza: l’autorità, sono io che decido, l’autorevolezza, siete voi che dovete dimostrare quello che valete con l’impegno e l’umiltà. Altrimenti… Tribuna!

    • le riserve perdevano 2 a 1…con l’inserimento dei “titolari” abbiamo preso altre 4 pere, perchè il problema non è solo chi gioca, ma come metti in campo la squadra, e se lo fai senza senso, anche 11 fenomeni possono fare figure di melma. Se hai un centrale lento, lo proteggi o lo lasci da solo ad affrontare giocatori che entrano in velocità? se metto per assurdo Miki centravanti, secondo te ha senso fare i cross in area o servirlo con palle basse e filtranti? sta all’allenatore adattare modulo e gioco a chi schiera in campo, e non il contrario. Un giocatore lento, ma che magari ha un buon senso della posizione, lo massacri se non lo proteggi con un centrocampo che lo aiuta. Poi avrai dimostrato che è una pixxa, se quello era lo scopo, ma siciamo sicuri che lo scopo di un allenatore debba essere quello? o piuttosto quello di portare a casa un risultato sempre e comunque? fosse anche col famoso bus davanti la porta? a me di quello che vuole dimostrare Mou non me ne frega niente, a me importa dei punti che fa la Roma (e delle figure di melma)

  11. Ma il problema non è stato mandare in tribuna quei cinque,
    il problema è stato mandarci SOLO quei cinque.

    Penso che Mourinho si stia rendendo conto di aver sopravvalutato molti giocatori,
    errore che continuiamo a fare anche noi.
    Per qualche motivo Cristante è una buona riserva e Pellegrini un campione assoluto,
    ma poi vai a vedere il rendimento medio e ti fai qualche domanda.
    Mkhytarian non ha più voglia: è una cosa passeggera o è un nuovo caso Dzeko?
    A Elshaa non riesce più niente, perchè?
    E in effetti Smalling comincia a diventare un problema, faccio mea culpa perchè ho
    sempre detto il contrario: soprattutto, possibile che per ogni cosa sta fuori un mese
    quando altri con lo stesso problema massimo una settimana?

    Però la rosa è questa, cerchiamo di capirlo.
    A meno di un suicidio della Juve sarà tosta entrare nei primi 4.
    Diciamo che è un anno di rifondazione e speriamo che tra Gennaio e Giugno
    si possano trovare giocatori più congeniali a JM,
    anche perchè nel prossimo bilancio non ci saranno più Pastore, Nzonzi, Fazio, Santon, e temo neanche Miki.

  12. Va bene tutto, ora però vediamo se la società, gli da retta e compra questi cinque sei giocatori che pretende lui già a gennaio.
    Lui sta facendo tutto il possibile per spingere certi calciatori a dire ok me ne vado basta , speriamo però di non trovarci dinnanzi ad altri Fazio e Santon che hanno preferito
    addirittura raccogliere le margherite di Trigoria piuttosto che giocare

  13. Ma si regà, Mou farà il triplete a Roma entro 3 anni e Pellegrini vincerà il Pallone d’oro, perchè è il nostro Capitano…mo’ tornate su Tik Tok, che è meglio…

  14. Così come la proprietà “ha dovuto spendere tanti soldi per ripulire”,anche lui prima deve fare pulizia per poi ricostruire. Ripeto non deve valorizzare quello che ha,deve scegliere quelli che possono seguirlo nel progetto da titolari o da riserve,magari solo per un po’ di tempo e quelli che devono sloggiare perché o fuori contesto ( una squadra deve avere giocatori con caratteristiche complementari) o scarsi o che hanno bisogno di troppo tempo e devono andare altrove a farsi le ossa. Un giovane inserito in un gruppo esperto e con meccanismi collaudati può crescere e permettersi anche errori,un giovane messo in mezzo ad altri giovani o ad un gruppo che ancora deve diventare squadra abbassa anche il livello degli altri

    • Pienamente d’accordo. Il problema è sempre l’atteggiamento, se metti in una squadra quadrata e con i dovuti attributi anche il Reynolds di turno, magari questo fa anche una bella figura e impara… Ma se i centrocampisti sono molli, gli attaccanti non tornano, gli esterni non si sbattono, allora anche uno con buone capacità e tigna sbanda… Io l’unica cosa che non avrei fatto, é stata fare entrare quanxhe titolare in Norvegia… Soprattutto perché i titolari entrati erano gli avanti e dietro é rimasto tutto uguale, col risultato che la squadra si è spezzata tra la voglia di chi voleva rimediare e la paura di chi continuava a fare errori dietro.

  15. Per quanto ovvio, l’allenatore la squadra blasonata lo prende o perché ha fatto bene altrove e con meno blasone, o perché ha rotto con una squadra più blasonata. Nel primo caso rientrano DiFra e Fonseca, nel secondo Mourinho.
    Quanto ai 25 trofei, arricchiscono naturalmente il curriculum ma come altri hanno scritto il trofeo che conta è sempre il prossimo.
    La Roma è squadra con limiti tecnici e psicologici; l’idea dei Friedkins è stata, prendiamo un tizio che lavora bene su entrambi i fronti. Speriamo abbiano messo in conto l’originalità del Mou, che non le manda a dire ed anzi le dice platealmente. Altrove ho paragonato la Società ad una nave che nella tempesta si affida al suo timoniere, e se anche proprio non si è convinti fino in fondo si crede comunque in costui (conosce il mestiere, lo ha scelto il padrone della nave, e comunque ci si trova tutti a bordo).
    Sui limiti psicologici Mourinho può raggiungere ottimi risultati già adesso; su quelli tecnici ha bisogno di giocatori affidabili, secondo il suo metro di giudizio. Ho già espresso la mia perplessità sulla seconda ed attuale scrematura dell’organico, dopo che era già stata fatta la prima. Ma comunque, se hanno ragione i colleghi commentatori sulla praticabilità economica dell’operazione, ripeto, c’è lui e dobbiamo affidarci a lui, nell’arco del triennio.
    Certo, dopo le rabbiose dichiarazioni in Norvegia, il dubbio se il Nostro non fosse più interessato a salvare se stesso dalle critiche è emerso. Un 6-1 preso in quel modo è obiettivamente un’onta per lui, ed allora speriamo davvero che dietro le quinte vi sia ben altro, ossia che l’allenatore in realtà è in perfetta linea con la proprietà e con Pinto, e dunque quel che ha espresso lui sulle riserve ben potrebbero dirlo anche questi altri tre.
    Diciamo in conclusione due robe positive. La prima, è che con il Napoli Mourinho s’è preso un rischio grandissimo, e gli è andata bene, e un allenatore che fa così merita rispetto e stima. La seconda, è che il tracollo col Bode Glimt non è affatto irrecuperabile, quindi, per quanto doloroso, può attestarsi ad incidente di percorso che tuttavia ha un effetto positivo sulla psicologia dei giocatori. Lo abbiamo visto col Napoli, ricordando come andò a finire l’anno scorso la analoga partita.

  16. Credo che il messaggio sia soprattutto per Diawara, che con i suoi continui no alla cessione ha impedito alla Roma di comprare il centrocampista richiesto da Mou, e per quelli che volessero agire come lui. Della serie ti faccio invecchiare per anni in tribuna così anche svincolato non vali niente. Fatti due conti e vattene a gennaio.

  17. Su diawara l allenatore ha perfettamente ragione, giocatore scarso ed arrogante, da ricordare il suo atteggiamento quando giocava nel Bologna. Quest’estate si è messo di traverso in un paio di occasioni per non essere ceduto. Fosse per me l avrei lasciato nei pressi del circolo polare artico……..anche gli altri giocatori sono mezze figure e nulla più.

  18. il comportamento di Mourinho e’ stato sleale e scorretto
    Se ottiene il risultato di smuovere i Friedkin ad accelerare i tempi nella costruzione di una grande Roma lo accetto ugualmente
    ma sempre scorretto rimane. Lo penso e lo dico lo 1–6 era scientemente voluto
    Se questo e’ il prezzo da pagare ok

    Certo che tenere in piedi la baracca fino a gennaio con 13 14 giocatori tenendoli sulla corda fisicamente e nervosamente non sara’ facile
    vedo Mickhi gia’ spompato , Karsdorp poco lucido ed in certi ruoli non vedo nessun ricambio

    Ammesso di arrivare a gennaio senza problemi nel frattempo vorrei vedere durante la partita degli schemi di gioco
    A parte la ripartenza dal basso e di Abraham al posto di Dzeko non vedo grosse differenze col gioco di Fonseca
    Se non un baricentro molto piu’ basso
    Non vedo tiri in porta , non vedo schemi di attacco , e troppo e’ affidato ad azioni personali
    Spero in meglio

  19. Dallo spazio intergalattico, in avvicinamento…

    ***non preoccupatevi di quella manciata di pagliacci dai 100 nomi diversi, stelline (de)cadenti sotto forma di carcasse abbandonate al moto ondoso perpetuo dell’inutilità: nessuno di loro è lontanamente paragonabile ad un solo tifoso giallorosso. Dopo aver monopolizzato queste pagine per anni, ingoiando ad ogni sabotaggio più centesimi di un lunatico distributore di caffè, non dovrebbero neanche accennare la parola “demansionamento” se iniziassero a pulire i tombini di Trigoria. Oltre a lucidare la scarpiera di MOURINHO, ovviamente.
    Orfani del cheeseburger come bonus contrattuale, si sapeva che i topolini bostoniani avrebbero stentato a digerire un VERO PRESIDENTE al posto del ristoratore-twitter. Annaspano senza attributi invidiando chi può parlarne, rimanendo incapaci di provare vergogna.
    Non meriteranno mai la nostra compassione.
    FORZA ROMA
    STOP***

  20. sempre stato e sempre rimarrò con Mourinho e mi sorprende come molti si sorprendano di Mourinho…
    è il mio allenatore ideale per noi proprio perchè è cosi, spacca la squadra, elimina chi non ritiene idoneo fregandosene delle plusvalenze (ci pensassero l’altri dirigenti a far quadrare i conti) e crea un gruppo che si “taglierebbero un braccio per lui” (Ibra???) che potrà non vincere lo Scudetto ma ieri c’hanno fatto vedere come sono sufficienti questi per fermare la capolista e ieri ho visto molti passaggi sbajati dal centrocampo in sù con un Abraham poco incisivo poichè non gl’arrivava un palla, ma lui fa giocare solo chi gli da fiducia anche se non al max fisicamente…
    un allenatore, diverso da quello di 10 anni fa, che sa usare la carota e il bastone e non è quello che abbiamo sempre chiesto!!! uno che non sia un “signor si” e che se serve un mercato più incisivo lo dice chiaramente in privato e in pubblico… ma soprattutto, come scrissi spesso nella vicenda Dzeko-Fonseca, è un’allenatore che si può permettere di richiamare e sgridare chiunque, nessuno può rispondergli “aaa io ho vinto qualche Scudetto e una CL ma te chi sei???”…
    infine leggo più di qualcuno parlare di rischio… ma per questo serve un Mourinho, un’allenatore che non si lascia influenzare dalla paura per non correre rischi, se vuoi vincere devi per forza correre dei rischi sul campo e finanziariamente… cioè mi sembrano quelli che si lamentano che non vincono mai al superenalotto però non ci giocano mai…
    che poi… ieri c’era l’ennesimo sold out e cè chi si domanda se non si l’allenatore idele per noi???

  21. Poveri tifosi che non avevano capito i danni fatti dar fruttarolo de boston. Spero che adesso proviate un minimo di vergogna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome