Ancelotti: “Difesa e contropiede sono attualissimi. Mourinho il più grande di tutti”

50
1742

AS ROMA NEWS – Carlo Ancelotti, ex calciatore della Roma e attualmente allenatore del Real Madrid, ha rilasciato un’intervista all’edizione odierna del Corriere dello Sport.

Il tecnico ha esaltato lo stile di gioco di José Mourinho, molto simile al suo, che si basa su una difesa rocciosa e un contropiede letale. Queste le sue dichiarazioni.

Difesa e contropiede? Sono attualissimi. Contano le interpretazioni, gli adattamenti, i tempi di esecuzione. Come ha detto il più grande di tutti noi, Mourinho: ho vinto tante partite in questo modo”.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteCapello: “In questo Mondiale si celebra la fine del tiki-taka”
Articolo successivoArgentina, Scaloni: “Dybala sta bene, non ha giocato perchè non c’era l’occasione di inserirlo”

50 Commenti

    • si, sono i classici petomani da divano, campioni del sollevamento della forchetta e del lancio della fr€[email protected]
      Il problema è che non sono circoscritti al forum…ma questi sedicenti intenditori – magari gli stessi che criticavano Totti – si spacciano per professionisti, parlando sulle radio o scrivendo sui giornali.
      Amen

    • tifoso giallorosso… mi hai fatto venire in mente quelli (pochi ma c’erano) che sostenevano Totti fosse il problema della Roma e contestualmente proponevano Destro centravanti, che non rendeva a dovere perchè offuscato dalla (fastidiosa) presenza del CAPITANO…

      🤣❤️🧡💛🤣

  1. ok.. se questo lo dice uno di noi, magari uno come me che ha fatto sempre il direttore d’albergo, allora sono un pirla che cerca di fare il saputello sul gioco del pallone.

    Mi auguro che se lo dice Carletto che tutt’ora è una delle massime espressioni del nostro sport piu’ amato, gli venga dato credito !! eh!!!

    Aspettiamo la fine del Campionato.

    Pensiamo positivo e se J.M. se ne va,, so caxxi amari !!! Fidatevi !!!

    Sempre Forza la Roma !!!

    • Nn sarà xcaso quell’ albergo dove mi sono scordato di saldare alcuni extra?🍊..eheh.. mentre tu facevi outing io screditarvi..eh 🤣 no Alpitour 🐝🍊🌀

    • Si, ma quando Carletto parla delle tante partite vinte da Mourinho in questo modo non fa di certo riferimento alla Roma ma alle vittorie ottenute grazie agli interpreti del suo credo calcistico. Alla Roma ne vedo pochissimi e soprattutto vedo pochissime vittorie

  2. noi tifosi, che dovremmo fare appunto il “tifo”, siamo qui a criticare Mou per il suo “non gioco”…
    Ancelotti, uno degli allenatori più vincenti della storia, loda il “gioco” di Mou.
    chi avrà ragione????
    FRS❤️🧡

    • Non tutti noi, diciamo alcuni nostalgici ballottari orfani del non calcio cefalozucchinaro e inconcludente volto giusto a mettere in mostra qualche ragazzino per plusvalenzarlo e a gettare fumo negli occhi col “bel gioco” per fuorviare dai piazzamenti a metà classifica.
      Il tutto mentre Ancelotti e Mourinho facevano incetta di tituli.
      Questi nostalgici ovviamente ora diranno che Ancelotti è obsoleto glissando sul fatto che ha appena vinto Liga e l’ennesima Champions’, e Mourinho la Conference, delusi dal fatto che Carletto non abbia magnificato de Zerbi e italiano piuttosto che lo Special.
      Questo è il loro mondo di cartapesta……

    • ….ma dai Ancelotti è bollito, io che invece leggo i forum e sento le radio, ne capisco di calcio e confermo che Mourinho è il male della Roma….
      Mo muti per favore, con Jose al timone della nostra Roma, senza paura contro tutto e tutti!

  3. A quei quattro gatti polimultinick che denigrano Mourinho,fischieranno le recchie.
    Al loro romanismo non ho mai creduto,soprattutto di quello che idolatra Itagliano e il suo bel giogo. Per me sono infiltrati o rinnegati .
    In realtà Mourinho è il PRIMO allenatore del Mondo per titoli e carisma e i Friedkin devono rendersene conto.

    • Zeno’ Zeno.. che paroloni pesanti che usi..vuoi dire che ub sia tutto questo?..ma dai.. è molto ma molto meno..eh eh 🤣..

  4. Infatti, hanno stressato con questo calcio totale, amo i fabbro-ferrai in difesa, il caro vecchio pullman, i palloni in tribuna e Forrest Gump sulla fascia.

  5. Dato che noi siamo comuni mortali e di calcio non ne capiamo quanto chi lo vive, mentre lui è un signore allenatore, se avete il coraggio di controbattere, dedurrò solo che il detto “la mamma degli idioti è sempre incinta” è corretto.
    Non che non ne fossi già convinto, ma dareste la solita conferma.

    • Vabbè….ma falli controbattere che almeno se famo quattro grasse risate.

    • Il problema di ogni sistema di gioco è l’efficacia, ossia la capacità di andare in gol. Per quella, indipendentemente dal gioco che fai, serve gente che “vede” la porta.
      In questo momento noi non ne abbiamo.
      Si può arrivare al tiro 3 volte in una partita e vincerla e arrivarci 20 volte e perderla.

  6. Carletto ti voglio bene.
    Se prendiamo i tuoi giocatori del Real hai perfettamente ragione.
    Ma con organici meno scintillanti, coma la Roma oggi e chissà per quanto tempo ancora, un po’ più di gioco organizzato aiuterebbe.

    • Il problema non sta nel gioco che vuoi fare..

      Un allenatore basa il suo gioco anche in base agli interpreti.. (ovviamente poi ci sono i fissati con un credo che non mollano mai)..

      Se non hai interpreti che ti permettono di fare un gioco rapido, veloce, preciso.. Non puoi giocare così..

      Perché Cristante.. Matic.. Pellegrini.. Non sono calciatori rapidi e reattivi.. Anzi.. Tutto il contrario.. Camara e già più dinamico.. Ma meno tecnico e preciso..

      Ed è solo per questo che pensare a un calcio del genere è sbagliato in se.. Non hai gli interpreti.. Che oltretutto fanno anche poco movimento..

      Il centrocampo è lento e piatto per le caratteristiche dei calciatori.. E la Roma è risulta lenta e piatta..

      Ed infatti lo scorso anno.. Per chi ha memoria.. La Roma giocava meglio quando era presente Miky.. Che dava velocità, dinamismo, tecnica, visione al gioco..

      Senza Mikhitarian si è perso l’unico che dava velocità, reattività, precisione.. Ad un centrocampo lento..

      Se negli ultimi anni la Roma ha sempre segnato meno delle altre.. Arrivando sempre fuori dalla zona Champions.. Rischiando addirittura un ottavo posto..

      La colpa non è di tutti gli allenatori passati.. Ma per una squadra costruita male.. Oggi è Mourinho.. Ieri era Fonseca.. Che per dare un minimo di velocità al gioco provo’ a mettere Cristante centrale.. Il prossimo chi sarà?

      Perché fino a che non si portano gli interpreti giusti.. Può venire anche Guardiola.. Kloop.. Chi volete.. Ma la Roma non cambierà mai più di tanto..

      Gli interpreti con le loro caratteristiche fanno gioco.. L’allenatore deve saper mettere in condizioni giuste le caratteristiche dei calciatori..

      Forza Roma..

  7. Carle’ non capisci niente, ercaccola76 ha scritto che Mourinho è arrivato, che non ha gioco, che si era. ancora bono non veniva a Roma Me scuserai Carle’, ma tra te che hai vinto tutto 3 volte ed ercaccola76 io scelgo il secondo.

  8. Questo è, controllare il gioco avversario, rubare palla e innescare il contropiede da qualsiasi punto del campo.

    • forse a te te prendono in giro tutti.
      a me non mi è mai successo.
      anche perchè “tutti” include che ti prendi in giro da solo.
      correttamente potresti dire “alcuni” ci prendono in giro.
      ma se gli alcuni sono gli sbiaditi e gli strisciati , non fanno testo.
      Pensa invece alle furie rosse. E’ bastato che si mettessero in bianco azzurro (scelta scellerata) per far diventare una squadra ottima in una congregazione di giocatori balbettanti. Potenza del simbolo, il calcio alla visione di quella maglia li ha rigettati.

  9. Ma chi ha mai detto che il contropiede è un delitto?
    Lo fanno tutti, anche le squadre che in genere tengono tanto il pallone.
    Non è che queste se riconquistano palla con l’avversario scoperto cominciano a passarsi il pallone in orizzontale tanto per il gusto di farlo!
    E il contropiede presuppone cmq un’organizzazione: per essere efficace si deve ripartire in tanti e bisogna stare vicini.
    Riconquistare palla nei pressi della propria area e scaraventarla alla bell’e meglio verso due uomini circondati da difensori avversari non è contropiede, non è proprio calcio. A volte ti può dire pure bene, ma in percentuale risibile.
    E in ogni caso occorre anche avere un piano nel momento in cui l’avversario si chiude e non ti concede la ripartenza.
    Sì tratta di una questione di lana caprina alla resa dei conti: ogni schema tattico ha i suoi pro e i suoi contro, non ce n’è uno migliore o più efficace di un altro a prescindere.
    L’importante è scegliere quello che consenta al materiale umano disponibile di rendere al meglio.

    • Ci hanno provato fior di professori a scuola con Zanone..solo quando gli hanno messo in mano il Das hanno ottenuto qualche risultato..eh eh 🤣 eh eh 🤣🤣..Das Das

  10. a carle’…sara’ pure il piu’ grande di tutti mou,concordo,ma se l’ amereccano non gli compra i campioni ,a voja a fa’ chiacchiere da bar, da mo che aspettamo li campioni prima co ballotta ,mo co l’ amereccano,
    sognare non costa nulla pe’ carita’, ma a carle’ parlamose chiaro,ce vonno li campioni,se no passamo pe quelli che ciavemo l’ anello ar naso.
    solo la maglia forza ROMA

  11. A me sembra che parlano tutti personaggi, titolati o no che vedono la roma si e no con il contagocce…

    Che mourinho sia uno dei piu grandi allenatori della storia e fuori di dubbio, anzi, ma il campo sta dicendo altro e questo è un ulteriore dato di fatto.

    Che la roma giochi da un anno e mezzo un calcio inguardabile è un dato di fatto, che ci siano continui scarichi di responsabilità è un altro dato di fatto, etc etc…

    Abbiamo vinto una coppa dove eravamo le strafavorite insieme al totthenam, ma siamo anche arrivati sesti a pochi punti dal settimo e ottavo posto, con varie umiliazioni come il 6-1 di bodo, uscite in coppa italia, etc etc…

    Record in negativo contro le grandi.

    Quest’anno hai cominciato peggio di come hai finito lo scorso anno con dichiarazioni dell’allenatore fuori di testa.

    Possiamo dire tutto quello che vogliamo, grande mourinho, brava roma, stagione in linea, pellegrini che parla come se fossimo in zona scudetto, ma quello che vedo è tanta mediocrità di molti personaggi che parlano della roma senza neanche vederne le partite.

    Ci lamentavamo di piu quando facevamo i record di punti nella nostra storia che oggi… Assurdo.

  12. Mourinho a Roma ha fatto un enorme errore:
    dare credito a delle pippe immane che hanno giocato bene 3 mesi e sperare
    che finalmente diventassero giocatori di livello.
    Non faccio i nomi ma direi che è evidente.
    Poi certo sapeva di non poter chiedere 5 giocatori del livello di Wjina o Dybala,
    ma magari poteva chiedere la cessione dei miracolati,
    sempre che qualcuno se li volesse prendere…

    Poi c’è stata la sfortuna degli infortuni a raffica tra Ottobre e Novembre.

    Io aspetterei prima di bollare la stagione come fallimentare per la squadra,
    ma per alcuni mi auguro davvero che sia l’ultima possibilità.
    Magari rinasceranno al Sassuolo o al Torino dai!!!

    • ” Hanno giocato bene tre mesi”… ma dove ?

      Mourinho ha vinto una Conference League.

      Bravo e fortunato perchè ha vinto, lui che è un vincente.
      Il gioco è altra roba..

      Mourinho non ha mai sperato, sa benissimo che allena dei pippxoni e la società deve comprargli i GIOCATORI. A mio avviso, lui con la società è incaxxato nero.
      Il portoghese non è scemo: sa che non puoi rivincere come ľ anno scorso e per andare in Champions serve di più. Se non gli compri quelli forti , Mourinho lascia e torna in premier.

  13. Bisogna comprare i campioni, bella scoperta!
    Quelli che hanno gli anelli al naso chi sarebbero?
    Non devono partecipare? Non alzarsi neanche alla mattina?
    Spararsi un colpo di cerbottana e neanche lottare per raggiungere un obiettivo?
    Giochiamo allora in due o tre ( forse) e gli altri che indossino solo la maglia per stare fuori dai giochi, devono giocare solo i fenomeni,
    Un deserto del nulla, bene così?

  14. Spolliciatemi quanto ve pare, ma uno che fa giocare così male un Real di FENOMENI, vincesse anche cento Champions League, non me lo prenderei neanche gratis.

    Diciamocelo tra di noi, il Real ľ anno scorso giocava peggio della Roma di Mourinho
    ed ha vinto una Champions sculaxtissima, in un modo allucinante.

    La Roma di Mourinho giocava da schifo, ma Josè ha vinto la Conference co’ undici pippe al sugo.

    Risultato: bravo e fortunato il portoghese, solo sculaxto Carletto nostro.

    Ovvio che il buon Carletto “difenda” la difesa, il contropiede e Mourinho.
    Le sue squadre e quelle di Josè, mediamente non fanno altro.
    F.R.

    • vediamo un po’…..
      Ancelotti vince la Champion ed è un pippone (nota bene non la ha vinta una sola volta e con diverse squadre)
      Mou vince la Conference ed è un pippone (eppure è l’allenatore che ha vinto di più.
      Non scommettere mai non sei tagliato…..

    • Pasquone non hai capito una mazza di quello che ho detto, ma va bene lo stesso.
      Nun ce pensà…

  15. Personalmente 100 volte meglio un tradizionale gioco all’italiana che il noiosissimo tiki taka orizzontale inconcludente di Luis Enrique.
    Per me la Roma è costruita male e sarebbe difficile per chiunque proporre un gioco decente con questi interpreti.
    Le responsabilità di questo sono ovviamente di chi ha costruito la squadra in questi anni, quindi anche di Mou, dal momento che ha sempre avuto l’ultima parola su acquisti e cessioni.
    Che poi lo stesso tecnico abbia fatto poco per migliorare la situazione (passare a 4 dietro?) è altrettanto vero ma qualcuno ricorda forse un gioco spumeggiante delle sue squadre?
    Aggiungiamo la sfiga di aver perso un giocatore del calibro di Wijnaldum e per molte partite anche di Dybala (e qui la responsabilità è di chi non l’ha saputo dosare) e si spiegano le tante cose che sono andate storte in questa prima parte di stagione.
    L’augurio è che in qualche maniera Pinto riesca nel miracolo di rinforzare la rosa a saldo zero accontentando il tecnico nelle sue richieste.
    Se così non fosse sarà durissima entrare in CL la prossima stagione.

  16. Ringrazio per essermi stati vicino nel lutto: la Redazione giallorossi.net, Saverio e papamax che non ho il piacere di conoscere e l’amico Vegemite. Un particolare ringraziamento invio a Kawa62, perché l’amicizia prevalga sempre sulle incomprensioni che si possono essere create nostro malgrado.
    Su Mourinho attendo la fine della stagione, pur nella consapevolezza che neanche risultati sorprendenti faranno effetto sui cuori pelosi, come d’altronde è ora quando si ricorda a questi signorini del trofeo vinto: sbuffano e rimbrottano che sono stufi di sentirselo dire: più o meno come i lazziali.
    Forza Roma

    • Ben ritrovato Prohaska 👋
      Anche se la pensiamo diversamente su alcune cose che riguardano la nostra amata Roma, stiamo parlando di una passione alla quale dare il giusto valore: gli affetti veri sono altri.
      Quanto alle incomprensioni alle quali accennavi ritengo che molte dinamiche relazionali tra noi utenti sono falsate dal registro virtuale della comunicazione che induce a fraintendimenti e antipatie ingiustificate.
      Sono sicuro che nel mondo reale tu, Zenone, Kawa ed UB che vi siete spesso battibeccati potreste invece trovarvi in grande sintonia 😄
      Su Mou mi sono espresso più volte.
      In questa prima parte della stagione ritengo sia corresponsabile delle cose che non vanno.
      Ma per quanti errori possa aver commesso, il nostro destino è legato a lui almeno fino a giugno e quindi la società deve fare il possibile per metterlo nella condizione di lavorare al meglio.
      Non abbiamo alternative e comunque non ci stiamo affidando all’ultimo coglixne ma a un tecnico che ha dimostrato qualcosa in vita sua e dopo la Coppa vinta ritengo gli si debba dare ancora credito.
      Io al 4 posto ci credo ancora anche se è durissima.

  17. Ma che dici Carlè!
    Che ne sai tu meglio de Marione
    Austini Galopeira Bersani Leggeri e compagnia cantante.
    Quelli capiscono di calcio no te che non hai vinto niente. Taci.

  18. carletto te hai ragione a difenderlo, non potevi direatro del resto… ma con mancini ibanez cristante matic camara celik abraham e zaniolo 4 gol in 2 in 3 mesi ma dove andiamo …

  19. Dove sono finiti i maestri del tiki taka? Il calcio spettacolo quello pieno di statistiche e passaggi riusciti, poi però quando si analizzano i risultati viene a mancare l’equilibrio di una squadra. Nel calcio è importante vincere, non conta come. Mourinho ha vinto al suo primo anno, ed è scritto nelle pagine della storia della Roma con il suo “non gioco”. Allenatore vincente, mentalità vincente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome