Atalanta-Roma, le scelte di Fonseca: Peres-Spinazzola sulle fasce, fuori sia Under che Kluivert

24
2191

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Fazio più di Cetin, con Bruno Peres schierato a destra e Spinazzola preferito a Kolarov. Sono ancora da sciogliere un paio di dubbi di formazione, ma Fonseca ha dato qualche indicazione sull’undici che domani sera affronterà l’Atalanta.

Scontata la presenza di Mancini a centrocampo, che farà coppia con Veretout. Sulle corsie d’attacco il mister sembra orientato ad affidarsi a gente più esperta come Mkhitaryan e Perotti e discapito dei giovani e discontinui Kluivert e Under. Pellegrini rientra dal turno di squalifica e tornerà a giocare alle spalle di Dzeko.

Questo dunque le probabili formazioni di Atalanta-Roma, gara che si giocherà domani allo stadio Atleti Azzurri alle ore 20:45, diretta tv su DAZN:

Atalanta (3-4-2-1) – Gollini, Toloi, Palomino, Djimsiti, Castagne, De Roon, Freuler, Gosens, Gomez, Ilicic, Zapata.
A disp.: Rossi, Sportiello, Caldara, Hateboer, Czyborra, Bellanova, Masiello, Gosens, Pasalic, Malinovsky, Muriel.
All.: Gasperini

Roma (4-2-3-1) – Pau Lopez, Bruno Peres, Smalling, Fazio, Spinazzola, Veretout, Mancini, Mhkitaryan, Pellegrini, Perotti, Dzeko.
A disp.: Fuzato, Cardinali, Cetin, Jesus, Ibanez, Santon, Kolarov, Villar, Kluivert, Perez, Under, Kalinic.
All.: Paulo Fonseca.

Giallorossi.net – A. Fiorini

24 Commenti

  1. Cor palolopez in porta. Stamo apposto. È questo il problema. Per fortuna pipplaivert e stampellarov fuori. Mi aspetto che dzeko faccia qualche gol magari

    • per tutti quelli che dicevano il F.P.F. è una cagata pazzesca non è vero posso comunicare che il Manchester city si è beccato 30 milioni di multa ed esclusione dalle coppe per 2 anni . tutto questo per sponsorizzazioni farlocche , aspetto notizie per squadre italiane che hanno taroccato i bilanci . mi rendo conto che non c’entra un emerito kaiser con atalanta – roma , ma la cosa la trovo interessante . le indagini vanno dal 2012 al 2017 ,per ora . l’UEFA ha ingaggiato esperti che stanno controllando tutti i bilanci .

    • S.P.Q.R. : in Italia il caso più eclatante è l’Inter col gruppo Suning, che tramite sponsorizzazioni farlocche ha alterato il fatturato di quel club…

  2. A vedere così le squadre, la loro nettamente meglio nella panchina, magari avere in panca Malinovsky, Muriel, Hateboer e Pasalic.
    Per i titolari… sinceramente tolti i 3 attaccanti dell’Atalanta con chi fareste a scambio? io sineramente nessuno.
    Speriamo di giocare come contro la lazie… loro hanno anche la champions.

  3. So PAULO can wait… He knows it’s too late as he’s walking on by
    My soul slides away… But don’t look back in anger don’t look back in anger
    I heard you say…. At least not today…
    (cit.)

  4. Sai le risate che si fa gomez quando vede fazio davanti…a dovè aver paura dell’atalanta, bah! Tre mesi fa dovevamo temere il Cagliari, oggi i bergamaschi. Di quegli altri non parlo proprio. Andare in champions sarà complicato ma secobdo me domani sarà più importante il piglio del risultato. Non resta che avere fede 🧡❤️

  5. La lentezza di Fazio proprio contro l’uragano Atalanta mi preoccupa. Comunque l’Atalanta la temo più in trasferta per come gioca. E come ho scritto in un altro post, poiché non sono abituati a gestire la pressione, la testa a mercoledì ce l’hanno sicuramente e non vorranno spomparsi per giocarsi l’occasione della vita In champions. Tutto sommato in campionato ci sono tante altre partite da giocare. Domani possono anche perdere.

  6. Ancora con Perotti titolare, che ha solo 30 minuti di autonomia, ma perché no perez titolare a inizio partita? Con l’Atalanta te la devi giocare aggredendola fino alla fine e senza lasciargli gioco spazi. Fonseca basta Perotti

  7. All’Atalanta bisogna contrapporre 11 atleti, ovvero 11 che corrono.
    Vincerà la squadra che prevarrà nei duelli individuali.
    Fonseca ha scelto l’esperienza, specie in difesa.
    Ha fatto bene?
    Mah, chi lo sa!
    Perso per perso io avrei osato di più, molto di più, gettando nella mischia almeno uno tra Cetin ed Ibanez.
    Il rischio è che Gosens ridicolizzi Peres e lo stesso facciano Ilicic e Gomez con Fazio.

  8. Ziopeppo,vedendo i giocatori del Sassuolo con quali dei nostri li scambieresti? Probabilmente con nessuno! E allora perche ci hanno fatto 4 pere? Qui non contano i nomi conta il valore dei giocatori in se stessi e la voglia di seguire l’ allenatore e i suoi dogmi.Cosa che i nostri ancora non hanno,sono sicuro che Gasperini non scambierebbe nessuno dei suoi con i nostri proprio per motivi di interpretazione del gioco e della difficolta che i nostri avrebbero a apprendere appunto i suoi metodi,specie quelli durissimi per quello che riguarda gli allenamenti!

  9. Se fosse questa la formazione, è completamente riggettato il mercato di Petrachi. Non considerati gli acquisti di Gennaio dal mister. Perez è da 3 settimane qui e va ancora in panca, nonostante under sia in panca con lui. Gli altri 2 vanno in panca per fare numero, Ibanez ammenochè domani Fonseca non ci stupisce, è il 6 centrale non entra neanche nel ballottaggio per affiancare smalling, visto che si parla di Cetin-Fazio. A Villar che è un centrocampista di ruolo, viene preferito un difensore, che il centrocampista lo faceva anni fà in serie B al Perugia e lo rifà ogni tanto, in casi estremi. Meno male che il mister aveva chiesto al ds Petrachi acquisti per migliorare. Forza Roma comunque e speriamo di trovare un’Atalanta col pensiero al Valencia.

  10. Il rimescolamento tra difesa e centrocampo è un pochino da (allenatore) disperato.
    Schierare Fazio in una partita del genere significa cercare alibi preventivi, andando in apparenza sullo pseudo-sicuro e scartando a priori difensori e centrocampisti “residui” che non vedi proprio.
    Sostanzialmente si affida allo “stellone” (che compensi la sfiga sugli infortuni e sul timing delle squalifiche nonchè dell’inaspettato scadimenti di forma-concentrazione di Smalling).

    Ma il peggio viene in attacco: dove abbiamo la dimostrazione che Fonseca non ha alcuna idea di come modificare il gioco, più che “il modulo” (che sotto pressione conta relativamente), se non cambiando gli uomini.
    Col “gioco” di Fonseca – cioè possesso palla e inserimenti tra le linee – devi avere velocità di movimento, capacità di saltare l’uomo e, soprattutto, di tirare (centrando la porta). Se non non fai male.
    E se non fai male, dopo un po’ se ne accorgono (tutti gli avversari finora incontrati) e ti travolgono asfissiando gli innocui portatori di palla e ripartendo.

    Da questo punto di vista Mhkitaryan e Perotti sono meglio di Klujvert e Under. Ma non fino al punto da minacciare l’avversario facendogli sentire che puoi “far male”. Sono fisicamente a durata limitata e inoltre funzionano comunque a intermittenza; il che assommato a com’è Dzeko da circa due anni, lascia pensare a una sterilità offensiva piuttosto prevedibile.

    Poi, boh…la difesa avversaria potrebbe sottovalutarci e avere grosse distrazioni; Pau potrebbe (ri)svegliarsi e essere decisivo…La distrazione mentale per la partita di Champions agire sul livello di “intensità” dell’Atalanta…nel calcio tutto è possibile. Più fattori possono combinarsi; ma sarebbe sempre lo “stellone”.
    E sia chiaro: chi ha veramente voglia di combattere se lo chiama.

    Ma questo aspetto riguarda i giocatori.
    L’allenatore in confusione che cerca lo stellone, è un allenatore che non ha ancora capito che la squadra è in caduta libera (e lo è)

  11. Leggo tutti sti commenti Ma come si fa ad avere paura della Atalanta !!! Li dovremo prendere a pallonate ma chi sono sti bergamaschi…. anche noi se avevamo allenatore che allenava da tre anni senza vende nessuno giocavamo a memoria e forse dico forse stavamo lì con la Juve… faticano pure i gobbi con il cambio di allenatore si doveva prendere Allegri

  12. Mi sembra che Fonseca stia mettendo in campo una squadra logica, peraltro l’unica disponibile. Mancini a centrocampo è stata una sua invenzione ed ha funzionato.
    Speriamo bene ma ripeto il Mister ci sta mettendo il massimo impegno. Non è facile perdere Diawara e Zaniolo.
    Se le cose vanno male non è colpa sua.
    Forza Roma sempre!!

  13. Cetin, Fuzato, Perez, Villar, Ibanez, ragazzi presi per vedere in campo i vergognosi atteggiamenti di vecchi rottami o sopravvalutati, come Fazio, Dzeko prima e Kolarov, Cristante poi.
    Boh.

  14. serve una squadra organizzata, con movimenti, in fase difensiva, operati da tutti i giocatori.
    Una corsa continua, con pressing che la Roma non riesce a fare sempre.
    Atleticamente l’atalanta ci è sopra, possiamo solo sperare che la loro partita sia condizionata dal pensiero dell’impegno Champions.
    Al di là dei nomi che scenderanno in campo, bisogna stare compatti, cercando di rimanere concentrati e pronti a colpire.
    Molte, troppe volte, non si è riusciti a concretizzare palle gol, che poi hai rimpianto per non aver trasformato e che a fine gara hanno fatto la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Crediamoci.

  15. Perotti – Mkhitaryan : il ritorno dei morti viventi. Credo che almeno un esterno su due debba avere il cambio di passo. Serve esperienza in queste partite, ma non a discapito dell ‘incisività. Per il resto è una partita decisiva per la Roma : una sconfitta ci farebbe piombare a – 7 (-6, più gli scontri diretti). Perciò non bisogna smarrirsi, e continuare nel solco dell’ identità e dell’organizzazione di squadra tracciati da Fonseca da inizio anno, seppur studiando qualche utile variante. In questi momenti la facile soluzione appare quella di buttare tutto all’aria, e far saltare completamente il copione. Mentre bisogna crescere perseguendo l’idea di calcio che si ha in testa, che attraverso momenti di difficoltà, trova una sua sistemazione e fortificazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome