Baldissoni: «Noi contro il razzismo, ma applicare la norma per le trasferte non ha senso»

0
431

baldissoni

AS ROMA NEWS (Sky Sport) –  Intervenuto telefonicamente presso l’emittente satellitare Sky Sport, il direttore generale della Roma, Mauro Baldissoni, ha così commentato la decisione della Corte Federale di sospendere la pena e riaprire le curve dei giallorossi: “La corte federale ha disposto la sospensione per acquisire maggiori elementi, deve fare le proprie indagini, sulla base dei riscontri da noi prodotti.” 

La Roma che ne pensa di questa sanzione?

“Ci sono due discorsi separati: siamo stati puniti per episodi che non riteniamo essere avvenuti. In passato siamo stati piùttosto duri nel condannare manifestazioni di razzismo in cui erano coinvolti i nostri tifosi. In questo caso non crediamo sia successo, è stato un grande equivoco, peraltro neanche percepibile. Riguardo la norma generale, dobbiamo rilevare una certa incongruenza nella sua appilcazione. Ha senso quando si vuole punire un intero settore, quando non si può identificare chi lo ha fatto. Per quanto riguarda le trasferte, non ha alcun senso, nei nostri dati forniti alla corte federale c’erano 900 persone che non risultano abbonate.”

Articolo precedenteCorte Federale, sospesa la pena: curve aperte per Roma – Catania
Articolo successivoLotito: «Io a capo del calcioscommesse? Pura fantasia»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome