Basta alibi ai giocatori: Friedkin furiosi anche con i calciatori

27
2819

AS ROMA NEWS – L’allenatore è un tema, certo, scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport (R. Maida). Ma dei giocatori non parla nessuno? Come è possibile che un gruppo di professionisti molto ben remunerati, con un curriculum medio di assoluto rispetto, abbia sbagliato completamente la stagione?

Sono le domande che i Friedkin e Tiago Pinto, appena sbarcati da altri mondi, si pongono in queste ore senza ovviamente potersi dare risposte certe. Di sicuro da ora in avanti la Roma cambia registro. Non vuole più dare alcuni alibi ai giocatori, che troppo spesso in questi mesi hanno lamentato malesseri più o meno giustificati.

L’ultimo caso paradossale è emerso nella settimana di Manchester United-Roma. Di ritorno dalla trasferta di Cagliari, Fonseca ha sottoposto la squadra a una dura (e insolita) seduta di allenamenti. In questo contesto si è fatto male El Shaarawy, infortunandosi allo stesso muscolo che lo aveva fermato nelle precedenti settimane.

E a Old Trafford la Roma, come è noto, ha retto un tempo per poi liquefarsi. La circostanza ha creato un dibattito interno al gruppo. Ma il rilievo era di segno totalmente opposto a quello dei mesi scorsi, quando a Fonseca veniva rimproverato addirittura un ritmo di allenamenti troppo blando. Non può essere insomma sempre colpa dell’allenatore.

Questa logica dello scarico di responsabilità non piace, né ai Friedkin né a Pinto. Per perseguire obiettivi importanti occorre unità d’intenti, è necessario far coincidere l’interesse personale e quello collettivo. A Trigoria, specialmente dopo il famoso ammutinamento di gennaio, troppe situazioni hanno minato le motivazioni del gruppo, creando i presupposti per un finale di stagione imbarazzante.

Sarebbero stati i giocatori, più dell’allenatore, a dedicarsi inconsciamente all’Europa League trascurando il campionato. Da questo momento in poi certi comportamenti non verranno più tollerati. E Tiago Pinto analizzerà le situazioni per capire chi sia ancora in sintonia con i programmi di rilancio della Roma.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteVitek offre Tor di Valle a Lotito. E ora il progetto potrebbe diventare lo Stadio della Lazio
Articolo successivoRoma, Sarri chiede rinforzi per dire sì. E per la panchina spunta Gasperini

27 Commenti

  1. Comunque a Roma (tranne con Spalletti) hanno sempre comandato i giocatori,questi si vogliono salvaguardare x l’Europeo.

    Serve gente in dirigenza che li appiccica al muro.

    Panucci, Burdisso, Perrotta, De Rossi.

    Gente di campo che come diceva Marco Delvecchio quando perdi ti leva il saluto e ti da del lei.

    • Burdisso e derossi pure pure, ma Panucci il lanciatore di magliette , no per favore.
      Perrotta boh, che ci fai?

    • Julian ciao, erano solo dei riferimenti, su Panucci lanciatore di magliette non mi pronuncio, non valuto i calciatori da queste cose, ma è un parere personale, altrimenti dovrei schifare Totti lo sputatore e lo scalciatore, De Rossi lo sgomitatore etc…

      Erano riferimenti di piglio caratteriale, tutto qui. Perrotta mi sembra uno che quando gli pigliano i cinque minuti meglio stargli alla larga.

    • Sì ma questo quando se perde, ai calciatori je dà i giorni liberi pe’ annasse un po’ a divaga’… Quest’anno l’ha fatto tre quattro volte… Altro che “ritmi blandi”! Qui stamo proprio ai fondamentali pe’ un allenatore. A ‘sto punto lo ricorderemo come Er Mozzarella, o Er Libera Uscita…

    • Il mio sogno è che arrivi uno che strappi in faccia a gente come pastore, bianda ecc. il contratto e gli dica lontano dai giornalisti che o se ne vanno o li da in pasto ai tifosi fuori dal centro di allenamento.
      Inoltre visto che questo mese hanno fatto solo schifo, lo stipendio salta.

    • Ammutinamento a gennaio.
      Ad aprile hanno mollato il campionato con 10 giornate d’anticipo.

      Spero che i fredkin si ricordino tutto questo, quando tra poco dovranno scegliere chi cedere/regalare (spero quasi tutti) e chi tenere (spero zaniolo e pochi altri)

  2. ma chi dice certe cose?si continua a fare tutto il male per noi , ma si rendono conto questa gente cosa scrivono non si e mai trovato niente di scritto cosi delle altre squadre e tutto allucinante ma non capisco perche la Roma non protesta e prende atteggiamenti a chi scrive certe cavolate capaci di creare altro male,perche la direzione di questo sito non verifica e cancella chi scrive certe oscenita …….solo a noi cancella quando scriviamo quello che si meritano sti scriterati sporcatori di AMORE per la Roma

  3. Se una proprietà non ha ambizione né fame… Se non stabilisce regole chiare e ferree per tutti… I calciatori si sbragano non serve un genio per capirlo… Ok il cambio di allenatore ma serve una nuova marcia anche nella gestione societaria

  4. Gli inetti ne usciranno sempre con le mani pulite, purtroppo. Il calcio è rovinato da calciatori viziati e procuratori sciacalli. Fonseca è un “sintomo” ovvero qualcuno che non è riuscito a trovare soluzione a certi problemi pregressi. E sarebbe giusto che pagasse perché un allenatore oggigiorno questo deve saperlo fare, ma il problema a monte rimane e mi piacerebbe risolverlo in qualche modo anche se è tosta…

  5. E se ne accorgono adesso dei giocatori ? L’unico che li spalmava sul muro è stato cacciato ! Speriamo che finisca presto st’agonia perchè c’è da fare tanta pulizia, ma tanta, e non so se la nuova proprietà ci riuscirà. Spero solo che non si presti a compromessi….per l’ennesima volta. Certamente ci sono interessi che vanno salvaguardati ma se non si mostrano i denti non se ne uscirà mai e continueremo a vedere gli altri vincere. Perfino la lazie sta facendo meglio di noi in questi ultimi anni e la cosa mi disturba parecchio. E non mi si venga a dire che è tutelata dal panzone, io li vedo lottare e vincere al 96esimo, proprio come noi vè ?

    • Spiace doverlo ammettere ma Inzaghi ha dato un anima e coesione alla squadra, non c’è un calciatore che ne parla male anzi… Si butterebbero tutti nel fuoco per lui…
      Noi abbiamo smarrito identità… Non abbiamo programmi né regole… Chi provava a farle rispettare… Zeman Spalletti Ranieri è stato mandato via… Ci vorrebbe un Rocca

  6. E che volete analizza’?
    L’analisi è presto fatta: Pau Lopez, Mirante, Fuzato, Juan Jesus, Fazio, Santon, Bruno Peres, Carles Perez, Cristante, Diawara, Spinazzola a mezzo servizio, Dzeko a fine carriera, Pedro a fine carriera, nessuna alternativa a Veretout, può bastare?
    Chi l’ha fatta sta squadra?
    Chi l’ha lasciata in mano a Fonseca?
    Non v’era bastata la partita col Siviglia per capire il livello della rosa?
    Ora, dopo un anno, l’avete capito? Bene, agite.
    Basta perdite di tempo, temporeggiamenti, silenzi.
    La strada è una sola. Non ci sono bivi e scorciatoie.
    FORZA ROMA

  7. Quindi i Friedkin hanno già capito che in campo ci vanno i giocatori e non l’allenatore? direi che iniziano a essere dei veri intenditori di calcio! bene così…altri 6 o 7 anni e capiranno pure che devono comprare giocatori buoni, poi si che so’ caxxi pe’ tutti in campionato! 😉

  8. Ma in mano a chi stiamo?? Non si può passare da allenamenti blandi a allenamenti intensi da un momento ad un’altro… E poi ci lamentiamo degli infortuni

  9. Il problema di questi giocatori non è tanto la preparazione tattica. Ma quella fisica. Tutti questi infortuni sono spiegabili solo da una preparazione inutile. Basta con le solite corsette e sessioni di passaggi con il pallone. Questa estate chiudeteli per tre mesi in palestra a fare muscoli. Che questi non ne hanno mezzo. Vedi con una buona muscolatura non avrai tutti questi problemi. Di allenamenti con il pallone non servono tantissimi. Se è il tuo lavoro dovresti saperci giocare. Allena le punizioni, i calci d’angolo semmai visto che facciamo pena. E poi sessioni di allenamento in palestra ma con i pesi. Che questi principini probabilmente hanno paura di usare per rovinare le loro mani

    • è proprio l’eccesso di palestra, l’eccessivo allenamento muscolare che provoca tutti questi guai fisici.
      meno palestra, più lavoro sui fondamentali (palleggi, stop, tiri, angoli, punizioni, rigori…) come si faceva una volta.
      altrimenti, se lavori troppo sulla massa muscolare, perdi elasticità

  10. Non che abbiano tutti i torti eh. Oggigiorno, l’opinione pubblica tende a focalizzarsi su allenatori, dirigenti, proprietà, presidenti e compagnia cantando, dimenticando però che alla fine della fiera, sono sempre loro a scendere in campo. Per carità, lungi da me sminuire le figure sopracitate, però se la Roma ha molti meno punti rispetto a quelli che dovrebbe avere, la colpa principale è sempre di chi gioca le partite. Invece a me sembre che ogni anno i calciatori hanno sempre degli alibi…

  11. A 20 giorni dalla fine di questa orrenda e disonorevole stagione con resa incondizionata non si danno più alibi ai giocatori…….mah! Non ho parole…..e quale sarebbe la cura per cambiare registro? Invece di 30 giorni a Formentera ne faranno solo 29! Quello che più ci amareggia è che questi traditori ancora indossano la Nostra Maglia! Vergognatevi!

  12. La questione allenamenti non è facile
    Mi spiego
    Qualche anno fa c’era a Roma, tale Paolo Rongoni, noto come preparatore duro (pare che venga considerato il più duro e paragonato ad un marines).
    La Roma ebbe un’infinità di infortuni e di puntò il dito contro i suoi metodi eccessivi
    Ora il problema è opposto, allenamenti blandi ed infortuni a raffica
    La figura del preparatore è fondamentale, ma male si sposa con l’elevato numero di impegni
    Le squadre con meno infortuni sono quelle che non fanno le coppe
    È diventato molto difficile tarare gli allenamenti con gli impegni
    Non è impossibile, ma se hai una rosa con ricambi non all’altezza e quindi, gioco forza, in campo ci vanno sempre gli stessi, gli infortuni aumentano
    Serve una rosa con cambi in grado di fare rifiatare i titolari almeno nelle partite più semplici, una preparazione seria e differenziata in base al fisico dei giocatori
    In questo caso però, l’allenatore ha più difficoltà ad allenare insieme i giocatori
    Torno a dire, non è impossibile, ci sono squadre, soprattutto all’estero che ci riescono
    In Italia la Roma è molto falcidiata ma quest’anno con pochi allenamenti e causa covid, anche Inter, Napoli, Lazio, Milan, Juve e Atalanta hanno avuto parecchi infortuni rispetto agli anni precedenti, soprattutto in coincidenza con le coppe e quindi il doppio impegno
    L’inter appena fuori dalle coppe, ha ridotto gli infortuni ed aumentato la resa in campo
    Speriamo che Sarri o chi per lui, venga messo in condizione di lavorare ed avere ricambi all’altezza
    Ed una serie di preparatori che gestiscano al meglio i giocatori

  13. Noi tifosi romanisti… siamo furiosi….privi di responsabilità….

    Tutti quest’altri… sono i responsabili

    Forza grande Roma

  14. scusate ma mettetevi nei panni dei giocatori , perdono fanno schifo e su tutti i giornali e forum ecc ecc si dice solo che è colpa dell allenatore , voi che fareste cambiereste registro se danno la colpa ad un altro?? io vi dico che se invece di prendersela sempre con l allenatore una volta su due si sparava a zero sui giorcatori vedevi come cambiavano registro .
    Ve ricordate lo scudetto con l auto di cafu presa a calci?? e hanno vinto lo scudo pensa questi , praticamente con l assalto all arma bianca a fonseca stavano con pa pippa in bocca la coca in mano e la sdraia

  15. Sono mesi che lo dico … troppo facile sparare sull’allenatore … ma in campo ci vanno i giocatori che coadiuvati dai markettari delle radio, i famosi opinionisti da strapazzo, e da scribacchini fracichi … non fanno altro che aiutare i loro procuratori … una sozzeria completa … ok che Fonseca abbia di suo deluso e mostrato dei limiti, ma pensare che la colpa è solo sua è pura utopia … continuo a ripetere che la partita contro il MU ha mostrato il vero volto di questa rosa … per questo io più che l’allenatore vorrei sentire parlare di acquisti di giocatori di alto livello e di carattere

  16. Buongiorno a tutti cari amici giallorossi e sportivi. Tempo fa avevo scritto un post e avevo ricevuto diversi pollici avversi che per carità rispetto , visto che sono una persona civile e rispettosa. Detto questo riassumo in breve ciò che avevo scritto: secondo me in questa società ci vogliono dei manager (nei ruoli giusti) che masticano di calcio e che nei momenti di difficoltà facciano la voce grossa perché così non si può più andare avanti. Ma aggiungo che tutto ciò non basta , perché ci vorrebbe anche un amalgama di calciatori con carattere (positivo ovviamente) che hanno fame di vittorie e che non ci tengono minimamente a farsi sbeffeggiare a suon di goal a destra e a manca. Perché adesso come adesso purtroppo (secondo il mio parere) un 3/4 di squadra sono talmente scarsi e senza carattere ( che stenterebbero anche a far parte di una squadra di eccellenza). Sopratutto il carattere che in questi casi è ancora più importante , visto che almeno con quello in parte puoi migliorare il tuo livello di tecnica portandoti quindi ad un livello accettabile o anche di più.
    Quindi in parole povere un 3/4 di squadra dovrebbe essere mandato via ovviamente insieme all’allenatore (che tengo a precisare non è il solo colpevole di questo scempio). Perché il carattere serve anche a questo , se i giocatori si rendono conto che quello schema di gioco non va bene per loro dovrebbero tutti insieme non seguirlo più e riposizionarsi in campo con uno schema a loro più congeniale, magari appunto assumendosi ognuno il proprio ruolo naturale. Perché se un allenatore non è capace di sistemarli al meglio delle loro potenzialità, dei professionisti dovrebbero prendere loro la situazione in mano, e non lamentarsi poi come alcuni, perché se tu mi vuoi far fare brutta figura io ti rispondo in campo no, come dovrebbero fare tutti nella vita di tutti i giorni. Per ultimo vorrei aggiungere una cosa, se una volta per tutte non si diventa una società forte sotto il punto di vista Manageriale, Caratteriale e Comunicativo si potranno pure acquistare i fuoriclasse, ma la situazione resterebbe quasi invariata , perché ai primi battibecchi interni i giocatori sarebbero i primi a battere i pugni, per cui a maggior ragione ci deve essere per forza di cose una società forte sotto tutti i punti sopra elencati. Per ultima cosa, Forza Roma e W la Sardegna .

  17. Gli infortuni ci sono per la preparazione sbagliata ,se vedete le gambe dei giocatori della Roma rispetto x esempio al Manchester sono pesanti non sono agili ,altri con le gambe fanno 3 movimenti mentre noi ne facciamo uno.Pesantezza che ti porta a sforzare di più i muscoli e fare movimenti a volte sbagliati x rimediare alla velocità altrui

Rispondi a Barrett Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome