Bove scala gerarchie, la Roma lo blinda

28
941

AS ROMA NEWSRenato Sanches e Lorenzo Pellegrini tormentati dagli infortuni muscolari? Un bel problema per Mourinho, che deve fare i conti con la coperta corta centrocampo, resa ancora più sottile dallo spostamento di Cristante in difesa.

L’emergenza però è servita alla Roma per scoprire definitivamente uno dei suoi gioiellini scoperti dalla Primavera: si tratta di Edoardo Bove, 21 anni, talento cresciuto nel vivaio giallorosso e sbocciato in prima squadra dopo un lungo periodo di apprendistato sotto la guida di Mourinho.

“Cane malato”, il soprannome nato da una storpiatura del tecnico a sottolinearne la grinta e la corsa continua in mezzo al campo, Bove ha dimostrato di saperci fare anche con i piedi: decisivo già in qualche partita con gol pesanti, l’ex Primavera in questa stagione sta confermando di essere una pedina importante nelle rotazioni della mediana, specie quando serve un intermedio di sostanza in mezzo al campo.

La Roma in estate ha sacrificato altri prodotti del vivaio, ma di Bove non ha voluto farne a meno: per lui il futuro sarà ancora giallorosso. Pronto il prolungamento di contratto fino al 2027 con aumento fisiologico di stipendio: passerà dagli attuali 250mila euro ad almeno 1 milione. Uno step importante per la carriera di un centrocampista che un anno fa aveva accumulato appena 20′ in serie A e che ha saputo guadagnarsi con sudore e ascolto il rispetto di compagni e tifosi.

Fonti: Leggo / Gazzetta dello Sport / Il Romanista

 

Articolo precedentePruzzo: “Che voglia Lukaku, ha sorpreso tutti. Non è inferiore a Batistuta”
Articolo successivoJuventus senza pace, indagato Fagioli: avrebbe scommesso su piattaforme illegali

28 Commenti

    • Un tempo, il mio, l’ASRoma era composta da soli cani malati, molti dalla primavera, altri ne compravamo e tutti li tifavamo. In curva ci conoscevamo praticamente tutti, qualche “nemico per altre storie” lassù vicino la monte mario dove sedeva l’avvocato, in mezzo la tromba di Dante e poi migliaia di cani malati che tifavano altri cani malati.
      Una battaglia per ogni partita, poche gioie e sempre con il vento in faccia.
      Oggi avere un ragazzo che lotta, ci mette la faccia e la gamba sembra oro. E’ oro.
      Cresci ragazzo, cresci, che come te ne vorrei cento anche se me ne basterebbero altri 6/7!
      Forza Roma, sempre!

    • @Fred m’hai fatto torna’ indietro e senti l’odore dei fumogeni💛❤️

      Noi Romanisti d’altri tempi

    • URlo t’abbraccio forte, magari l’ho già fatto quando Pierino l’ha buttata dentro di testa, in tuffo. Oppure per una sciabolata di Spadoni, una capocciata di Pruzzo….
      Forza Roma,sempre!

  1. Così si fa. Bravo Edoardo. Grinta e tigna, che tra l’altro permetterebbero di avanzare Cristante, che secondo me da centrocampista avanzato farebbe molto, molto bene (del resto, in quel di Bergamo…)

  2. Bove mi sembra un giocatore che può ancora crescere. Forse col tempo diminuirà nel dinamismo ma aumenterà la visione di gioco, che comunque, intuitivamente, ha dimostrato di avere.

    Oggi è utilissimo ma a volte fa un po’ di confusione. Un po’ più di freddezza, con l’esperienza, farà di lui un signor centrocampista.

    • Vero, ma sta indubbiamente crescendo: perché ha umiltà e dedizione. E crescerà.

      Sotto con altri, allora: con l’arrivo sul mercato degli arabi, valorizzare un Pagano o un Pisilli, diventa una strategia necessitata. E che ridisegna, nei tempi e nei potenziali volumi finanziari, il concetto stesso di plusvalenza.
      La valorizzazione della rosa, procede sì di pari passo coi risultati, ma anche con l’addensamento di giocatori che crei nel vivaio, che diventa vero incubatore di valore aggiunto netto.

    • Adesso fa quello che gli chiede il mister. Morde chiunque passi e quando recupera palla la cede immediatamente e in sicurezza ma nei piedi e nella testa ha anche colpi migliori. Non dimentichiamo che in primavera, da centrocampista, ha fatto un anno come miglior realizzatore.

  3. maaaaa….quel fenomeno di Frattesi non doveva trascinare l’Inda di Spazeman! Quanta retorica dei servi giornalisti delle strisciate, ahò, mo’ Giroud è diventato un grande portiere e Pulisic che si è portato il pallone a casa ha segnato un gol regolare! Tornando a Frattesi, nessuno ha obiettato che un conto è giocare nell’Ascoli, nel Monza e nel Sassuolo, altro è giocare nell’Inter di fronte a 70.000 spettatori: quanti giocatori di belle speranze (e quanti milioni) si sono bruciati su quel palcoscenico spietato della Scala del calcio! E che bello pagare 35 milioni ar pomata Carnevali! Mentre il Nostro “t’amo pio Bove” si sta affermando con Mou allenatore e di fronte ai 65.000 dell’Olimpico, solo che non ha la grancassa mediatica delle strisciate…
    PS: ieri nella pupazzata della celebrazione di 100 anni di furti della famiglia Agnelli è uscita l’ennesima notizia dell'”ufficio Impicci juve”! Dopo il doping Pogba (fatto grave passato quasi sotto silenzio in pieno “stile Juve”, vero Gaetano?), Fagioli che scommette sui siti illegali! Non c’è niente da fare, c’è una genetica propensione a violare le regole e le Leggi perchè abituati a non rispettarle in quanto famiglia Agnelli, solo che ora la sede della Società si è trasferita in Olanda e hanno perso gli abituali riferimenti politici che aveva…

  4. bove emergente e frattesi in panchina….. i valori effettivi prima o poi si svelano….. meglio il cuore che il…. “cervello”…..

  5. Tra l’altro,questo ragazzo,oltre ad essere un gra professionista, sembra avere la testa a posto,al contrario di qualche suo coetaneo…..senza fare nomi…

  6. Bove è probabilmente dotato di mezzi tecnici superiori a quelli che mostra tuttora, intento com’è a inseguire e mordere ogni avversario nei suoi paraggi.
    Al momento sa che è questo ciò che gli chiede principalmente il suo tecnico e lui lo fa senza battere ciglio.
    Sembra un ragazzo molto equilibrato, non per nulla frequenta un corso universitario, non si è fatto prendere dallo sconforto quando per un paio di volte è finito nuovamente in un limbo di poche e sporadiche apparizioni.
    Appena riguadagnato il campo, lo ha fatto sempre con la solita tigna e atteggiamento propositivo. E’ anche parecchio furbo nello spendere i falli, a differenza di Paredes, i suoi sembrano quasi sempre accaduti per caso, e il rapporto coi cartellini è molto positivo.
    Avrebbe sicuramente meritato di scendere in campo nella finale di Budapest, guadagnata anche col suo decisivo apporto, al posto della mummia olandese.
    Mossa che, oltre all’affrettata sostituzione di Dybala (tenuto in campo per 100 minuti tre giorni dopo con lo Spezia), ha avuto il suo peso sull’esito finale della partita.
    Rinnovo oltremodo meritato, gli auguro un giorno di indossare anche la fascia da capitano.

  7. ragazzo serio, tignoso, rispettoso.
    Se migliora nello stretto e ci mette qualche botta da fuori può diventare veramente forte.

  8. Sono contento per Bove, accantonato in finale di coppa e ad inizio campionato, non si è perso d’animo, anzi si è fatto trovare pronto nel momento del bisogno. Sembra un ragazzo serio con la testa apposto e romanista. Ad avercene così nella Roma. Daje Edo.

  9. Erano 3 mesi che scrivevo di rinnovare il contratto a Bove. Un bravo a Pinto,se lo merita !
    Poi qualcuno osa dire che a Trigoria non leggono i miei post,che sono tutti per il bene della Roma.

  10. bravo Edo ragazzo con la testa a posto con una bella famiglia (che conosco) e dotato di ottima cultura….me sa che so pure pochi….viste le cifre de certe pipperarsugo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome