Cali di tensione e forma precaria: la Roma sfida il Manchester con tante incognite

23
2488

NOTIZIE ROMA CALCIO – Sono così tante le cose che non vanno nella Roma che si rischia di perdere il conto, scrive l’edizione odierna de Il Messaggero (S. Carina). Fonseca prepara la sfida al Manchester United con diverse incognite da valutare, a cominciare dall’aspetto piscologico: perché non è mai scontato che una squadra che ha staccato la spina in campionato ormai da un mese e mezzo, poi sia capace di riattaccarla per le due partite che valgono una stagione.

A questo si aggiunge la precaria condizione fisica di alcuni elementi chiave della squadra: diversi titolari che scenderanno in campo giovedì non sono al massimo. Mkhitaryan e Veretout sono ancora lontani dalla forma che li ha accompagnati nei primi 3-4 mesi della stagione, mentre Spinazzola e Smalling hanno pochi minuti nelle gambe dopo i loro rispettivi infortuni.

Il Manchester United dispone infatti di una fisicità che la Roma non possiede in partenza. Figuriamoci se almeno quattro elementi non sono al top. E questo è un fattore da tenere in considerazione nella preparazione del match. Bisognerà evitare ad ogni costo gli errori in avvio d’azione che sono costati ultimamente tanti gol e trasformato la Roma nella dodicesima difesa della serie A.

Il percorso (quasi) netto nella fase ad eliminazione diretta (doppio successo con Braga e Shakhtar, una vittoria e un pari con Ajax) fa morale ma non deve illudere. Considerando l’attitudine dei Red Devils di segnare nelle gare in trasferta bisognerà provare a fare altrettanto all’Old Trafford per provare poi a giocarsi il tutto per tutto nella gara dell’Olimpico.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteMilan e Juve, ora sono guai: Napoli e Lazio riaprono la corsa Champions
Articolo successivoEcco la Roma di Sarri: 4-3-3, difesa solida e attacco spettacolo

23 Commenti

  1. Già mi.immagino il primo tempo regalato agli avversari inspiegabilmente che ha compromesso il tutto. Ormai purtroppo è routine.

    • Stavolta sto con te cavolo! Vediamo la partita… E poi se ne parla! Fonseca e TUTTI i giocatori stanno puntando TUTTO sull’Europa League! Quindi trovo ingiuste tutte le critiche e chiacchiere! A partire da Sarri (che sarà… POI… Il benvenuto) con il suo “4-3-3” e pressioni sui giocatori ecc.. Ora c’è FONSECA e LA ROMA che giovedì si gioca il tutto per tutto! E… Se anche io fossi stato l’Allenatore, visti gli infortuni e tutti i problemi che girano intorno a Trigoria… L’All In lo farei proprio in Coppa! E invece di scrivere “articoli” destabilizzanti, scriverei tutt’altra cosa… A partire proprio dai problemi del Manchester più lo sgarbo della SuperLega… Quindi, Forza Roma e chi c’è ora! Daje!

  2. Forse con una difesa a 4 (o anche a 3 ma senza Cristante) ma con un centrocampo a 3 (magari con Cristante) riusciamo a limitare i danni…. Ma Fonseca non mi sembra così poliedrico…

  3. Se si uscirà dall’Old Trafford con due reti sul groppone, senza segnarne almeno una, il ritorno sarà problematico se non impossibile.
    Il risultato che lascia aperta qualche speranza può essere un 2 a 1,oltre naturalmente a un’eventuale pareggio con o senza gol o insperata vittoria..
    In ogni caso se ripeteremo la prova delle due partite contro l’Ajax, contro il Manchester non basterà passare il turno, i miracoli non avvengono in eterno….
    Comunque e’anche vero che da questa partita, gli unici che hanno qualcosa da perdere sono gli Inglesi che sono considerati a buon diritto i favoriti per alzare la coppa a Danzica, noi dovremmo essere le vittime predestinate ma talvolta il cacciatore diventa preda….

    • 1 a 1 a l’Old Trafford co’ gò de Smalling, corpo de testa da carcio d’angolo, e 0 a 0 all’olimpico…

  4. Qua si ignora il fatto che ANCHE in Europa League abbiamo giocato da vomito.

    Non e’ una ROMA a due facce : gioca SEMPRE da schifo.

    La fortuna ci ha tenuto a galla, e speriamo che continui.

    Altro non abbiamo : pallotto ci ha tolto tutto.

    L’unica certezza che abbiamo e’ che pallotto non c’ é piu’,

    quindi non siamo piu’ condannati a perdere sempre.

    Ma la squadra che ci ha lasciato fa ridere i polli.

    Solo la sorte ci puo’ far andare in finale.

    Bisogna CREDERCI !!!!

    Senza pallotto, SI PUO’ !!!!!!!

  5. …metto a confronto questo articolo con quello della cazzetta alla vigilia di milan manchester, quello dove l’ascaro zerbino di turno esaltava gli strisciati meneghini dicendo che loro rappresentavano l’Italia…”ah se avessi avuto una grande stampa romana…”

  6. So così tante le cose che non vanno nella Roma….beh se lo scrive il menzognero…come non credere.
    Ricordati di piazza di spagna
    Sempre forza Roma
    Ps: del pregiudicato panzone formellese mai una riga

  7. Dico solo una cosa, la questione infortuni e forma fisica negli ultimi anni alla Roma è semplicemente vergognosa, siamo ogni anno una delle squadre più “molli” d’Europa, si riparta da questo enorme problema, perché se quando incontri squadre come Napoli o Atalanta ti calpestano a 3000 e ti asfaltano fisicamente non può essere perché sono tutti dopati per come noi romanisti amiamo vedere le cose (sono sempre gli altri che hanno qualcosa di storto, noi siamo sempre speciali e questo è un modo distorto di amare i propri colori).

  8. Si gioca ogni tre giorni ed è normale che una squadra motivata come il Cagliari ottenga i tre punti,
    Ci propongono tante balle, si attacca Fonseca per malo principio.
    Il tifoso romanista è concentrato sulla sfida col M.U. e urla FORZA ROMA.

  9. Domani 13:30, TUTTI a Trigoria. Sosteniamo la squadra fino in fondo, per i giudizi e i bilanci c’è ancora tempo. Ve lo ricordate quel Roma-Bayern del “che sarà,sarà…” ? La nostra passione è ancora quella e noi abbiamo la fortuna di portare l’onore di Roma in giro per l’Italia e per l’Europa.
    Daje fratelli giallorossi , possiamo fare ancora la differenza!

  10. Io opterei x Smalling al centro e la fisicità di Cristante a centrocampo con Veretout. Nel centro dx considerando la velocità degli avversari metterei Kardorp che difensivamente se si applica può fare molto bene con la sua velocità. Esterno DX ovviamente Bruno Perez un pò più attento a coprire le spalle all’olandese lasciando un pò più libero Spinazzola di attaccare insieme a Miki e Dzeko con Pellegrini in appoggio ma più dedicato alla copertura in mezzo al campo

  11. Hanno fatto all-in sulla Coppa, rinunciando alla lotta (fattibilissima…) per un posto Champions, sono convinto tireranno fuori la prestazione dell’anno là, l’unico problema è: basterà????

  12. Società, tecnico, squadra, tutti insieme (immagino…) hanno deciso di [email protected] un campionato intero per fare all-in sulla Coppa e io sono sicuro che, soprattutto domani sera, faranno la partita dell’anno.

    Il problema è un altro: basterà?

    Avrà avuto senso buttare al cesso una, sicuramente fattibile, qualificazione in Champions per tentare il tutto per tutto in una partita “impossibile”?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome