Cambia la responsabilità oggettiva: le società non più ostaggio degli ultrà

52
821

NOTIZIE AS ROMA – Il consiglio federale della Figc cambia volto alla responsabilità oggettiva. Che non viene cancellata dal Codice di Giustizia Sportiva, ma è ridotta nella sua forza. Sono state infatti approvate le linee guida per l’adozione di modelli di gestione e controllo idonei a prevenire atti contrari ai principi di lealtà, correttezza e probità, compresi quelli di natura razzista. «La responsabilità non è più oggettiva, ma è una responsabilità soggettiva», ha spiegato il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina al termine del Consiglio Federale di ieri.

Le linee guida approvate (controlli, codice etico monitoraggio, etc.) consentiranno ai club, una volta rispettati gli standard richiesti, di avere il riconoscimento di esimenti e attenuanti da parte della giustizia sportiva in casi di responsabilità oggettiva. Che, dunque, non saranno più ostaggio di ricatto da parte degli ultrà.

IL MODELLO«Questa è una svolta epocale,», ha sottolinerato Gravina. «Le società con questo modello, sulla falsariga della 231 (la legge amministrativa per le imprese, ndr) possono impegnarsi a prevenire ogni violazione ai principi di lealtà, correttezza e probità. Le responsabilità ora sono dei singoli». Sui tempi di adozione delle linee guida, il numero della Figc, è esplicito: «Il tempo è oggi: se una società ha interesse prima lo adotta e meglio è». Da chiarire, invece, in un prossimo incontro con il ministro dell’Interno Spadafora «dove arriva la competenza delle società e dove quella del responsabile dell’ordine pubblico».

A margine del Consiglio, ha parlato anche il presidente della Lazio, Claudio Lotito, andato sopra le righe. «Non sempre la vocazione buu corrisponde effettivamente a un atto discriminatorio o razzista. Ricordo quando ero piccolo, spesso persone non di colore, che avevano la pelle normale, bianca, gli facevano buu per scoraggiarlo a segnare il gol davanti al portiere. Andrebbe interpretato». Tra le novità approvate da Consiglio Federale anche la modifica del contributo di solidarietà: il 3% dell’importo per la cessione definitiva di contratto di un calciatore sarà destinato al contributo di solidarietà alle società (italiane) per le quali il calciatore è stato tesserato dall’età di 12fino a 21 anni.

(Il Messaggero, R. S. )

Articolo precedenteRoma a pezzi, Pellegrini: stop di 70 giorni. E si blocca anche Mkhitaryan
Articolo successivoUn’altra Roma per l’Europa

52 Commenti

  1. aaaaaah ecco,adesso si comincia a ragionare,anche perché AsRoma è la più multata in Italia (non c’erano dubbi) per ste cose.
    Per carità,AsRoma non ha di certo i problemi gravi di Agnelli o DeLaurentiis con i cosidetti Ultrà
    (anche perché in Sud ci stanno troppi galli che cantano)
    ma ora i simpaticoni alle dipendenze di Via Napoleone ci penseranno 2 volte prima di lanciare fumogeni in campo al grido di “Ballotta paga ‘a murta”

    • Ma cosa vuoi che sia per il facoltosissimo pallotta… Più o meno la mancia che lascia ai suoi lacchè.

    • e tu credi di offendermi dandomi del lacchè?
      Quanto sei ciccino?

    • Non mi sembra di averti dato del lacchè… Coda di paglia?
      Certo, quel nickname potrebbe fare pensare male…

    • Caro Kawa, noto con dispiacere la tua progressiva discesa negli inferi del marionismo, lo dico con dispiacere perché ti ritengo un vero tifoso al contrario di certi personaggetti che girano qua, ma poi, per carità, puoi sempre farmi cambiare idea.

      So che dirai “che me frega di quello che pensi”, ma il problema non è questo, il problema è come fai a pensare che un miliardario vi copra al punto da pagare delle persone per contrastare la vostra “azione” antisocietaria.

      La verità è che gli unici lacché qui, sono pagati da pregiudicati o perfino da palazzinari, tutta gente che è nemica della Roma perché osa rovinare il loro business millenario in questa città morente.

      Oltre ai lacché ovviamente ci sono i minus habens plagiati dai primi, ma questo è un altro discorso.

    • Ciao Adelmo, ti ringrazio per quanto di buono hai scritto sul mio conto. Pensa che giusto ieri un altro utente mi ha dato del laziale o giù di lì. Pazienza, la mia storia da Romanista parla per me.
      Marione me lo ricordo in curva; alla radio non l’ho mai ascoltato, nemmeno per un minuto. Però lo reputo un gran paraculo, molto più scaltro di tanti che lo criticano.
      Se mi leggi, sai che mi piace confrontarmi nel merito delle questioni: tecniche, gestionali, sociali, politiche, di qualsiasi tipo.
      Poi c’è la fase del cazzeggio e della perculatio; e lì devo ammettere che i paladini di pallotta sono tra i miei bersagli preferiti.
      Direi che su queste pagine, per un Romanista, si vede di molto peggio…

    • sono d’accordo con quello che dici, ma non su una cosa, non esistono né paladini né tifosi di pallotta.

      Esistono persone che capiscono cosa fa, e persone che non lo capiscono, tralasciamo pure il perché.

      tra quelle che capiscono cosa fa, ci sono i tifosi della Roma che voi chiamate Pallotta boys, ma anche i nemici della roma che proprio perché capiscono cosa sta facendo, intendono fermarlo in tutti i modi per impedire che la Roma diventi ciò che non è mai stata: una squadra in grado di vincere senza sfracellarsi e poter rivincere.

      Per le Milanesi questo è un pericolo che va evitato in tutti i modi.

      Ed ecco perché giornali e TV fanno di tutto per osannare le milanesi e deprimere la Roma, con l’ausilio della quinta colonna di giornalai nostrani e la clac in rete.

  2. Con la tecnologia di oggi che ti conta anche i peli del lato b sarebbe ora di liberare gli stadi da certa marmaglia senza prendersela con la società

    • ed infatti sarà così.

      L’armata brancamarione del no allo stadio è composta da chi non ce magna come il palazzinaro supremo, ma anche da chi fa business o proselitismo politico in curva.

      La distruzione del CUCS in sud ma anche degli ES in nord, da parte di gruppi quasi paramilitari che al contrario dei predecessori non mettevano la Roma al primo posto e la politica al secondo, ma pensavano solo a quest’ultima, ha decretato un radicale cambiamento di scopo delle curve.

      la sentono come casa loro, quello che ci fanno lì spesso ha poco a che vedere col calcio.

      Uno stadio in cui ti contano i tarzanelli non fa bene alle loro attività, ed ecco perché il no allo stadio.

      Tocca pazientare un altro po’, e poi credo che sta gente dovrà cambiare aria e trovarsi un lavoro vero.

    • Non ho un passato nella curva, solo TT e quindi certe dinamiche non mi appartengono anche perché non le ho mai condivise. Per capire, cosa c entra questo Marione a cui fai sempre riferimento con i risultati e
      ottenuti dalla Roma in questi ultimi 10 anni ? Il mercato di Monchi , i risultati ottenuti nei 2 anni di Garcia e poi il pessimo Difra i vari bidoni accattati o i campioni svenduti , le sceneggiate Totti, DDR e prima ancora Spalletti e poi lo Stadio con Parnasi. Mi sembra tutta farina del sacco del buon Pallotta. Non mi sembra o forse non è stato ancora scoperto che a Roma e nella Roma ci siano dinamiche del tipo juventino. Se così fossi, Pallotta faccia un sano esposto alla procura.

    • ma ti risulta che qualcuno tra i Boys, che sono tra i maggiori responsabili della fine del CUCS, sia finito ar gabbio con l’accusa di aver ricattato la Roma se non avesse accontentato le loro richieste (biglietti gratis, guarda un po’: i famosi prosciutti), pena incidenti in curva e relative multe?

      rispondi a questa domanda e ti rispondi da solo alla tua.

  3. E’ la fine di un’epoca…Addio trasferte a sbafo,biglietti gratis,stecche e mancette….
    Tanti mangia pane a tradimento in tutta Italia, dovranno finalmente mettersi a lavorare…

    • Si,ha detto esattamente così.

      Ce lo vedo proprio Lotito che dice ad Halle Berry o a Naomi Campbell “io c’ho la pelle normale e te invece sei sfortunata perché sei nera”

    • Amedeo…
      Lexington Steele il Rocco Siffredi nero in un vicolo ceco gli farebbe più male credo…… ? ? ?

    • La campagna contro il Razzismo, di fatto, è una campagna contro la Rozzezza.

      Le persone davvero pericolose, come dice Ame, sono poche.

      Ma mentre cento anni fa nessuno in Italia sapeva davvero come e dove fossero la Cina e i Cinesi (e potevi dire qualunque scemata senza che nessuno si offendesse) adesso non è più così.

      E poiché non puoi più ignorare le diverse etnie e culture esistenti, ciascuna di queste è chiamata a comportarsi correttamente nei confronti delle altre.

      Che poi vuol dire semplicemente immaginare come ti piacerebbe (e come non ti piacerebbe) essere trattato al posto di un altro (come insegnava appunto Confucio nel VI sec a.c…. ?).

    • Ciao Enrico,io credo che la migliore amica del razzismo,sia la sottovalutazione del fenomeno.Non vorrei che succedesse quello che è accaduto col bullismo,etichettato come “ragazzate”,ma quanti ragazzi si sono suicidati per le “ragazzate”.
      PS Non so se sei L’Enrico di RN di cui ho stima,anche se non sempre ero in sintonia.Un saluto comunque.

  4. Ormai lotirchio è la parodia di se stesso,sembra un personaggio di Crozza, non si distingue l’originale dalla parodia.

  5. Tutta colpa di CasaPound ? povera Italia!

    AAA cercasi neuroni da donare a esseri diversamente intelligenti ? ah dimenticavo oggi è prevista pioggia….tutta colpa di Salviniiii!

    • Che ci siano le organizzazioni di estrema destra dietro questi qua non è mica un segreto.

    • Ho l’impressione che tiri leggermente a destra,per carita’ tutto legittimo,ma che c’entra in questo contesto,ma se vuoi possiamo parlare di casa pound o di salvini,il fatto che tu li abbia accomunati è sintomatico.
      Forza Roma(quella di tutti)

    • C’è il solito provocatore che via Napoleone III se la sogna anche di notte 😀 comunque all’interno della Sud c’è anche qualche zecchetta, sorry, volevo dire zucchetta vuota, pochi ma ci sono!

    • Simpatico… mi ricordi quei pupazzetti che si appendevano al retrovisore della macchina…

    • Lei invece mi ricorda molto quelle cose marroni che si trovano per strada, lo consideri un complimento!

    • ahahahah sei comico come il tuo nick, mi dispiace ma a te nun te sarva nemmeno l’intelligenza artificiale 😀 Ciao nì

    • Ma non è che è razzista, sono gli altri ad essere neri. Come insegnano sia Salvini che i fascistoidi che si coprono dietro varie sigle. Che poi basterebbe studiare un po’…

    • Pensa che er biondo detto anche Trump, ai confini con il Messico ce voleva mette i coccodrilli, alla faccia del KKK e del colore della pelle!

  6. Come sempre in Italia qualcosa si muove a favore di qualcuno solo se c’è l’interesse per qualcun altro! Giusto non addebitare alle società colpe che oggettivamente non la riguardano, ma così se ne “scavalchera” qualcuna che direttamente a lei attribuibile. E la cosa si è smossa guarda caso ora che c’è di mezzo la Juve… Al tempo in cui la Roma pagava le scoregge dei tifosi nessuno ha fatto nulla!!! Forza Roma e..povera Italia.

  7. Leggo con piacere che quest’articolo tocca qualche nervo scoperto di qualcuno, considerati i pollici versi su alcuni post! Bene bene bene… Forza Roma

  8. Lotirchio solo pe’ sta frase andrebbe daspato a vita…se un “presidente” dice cose del genere durante una assemblea ufficiale, come si può pensare che il 18enne brufoloso possa accendere il neurone prima di fare buuu allo stadio? che poi il razzismo sia altro sono d’accordo, ma questo è uno che ogni volta che parla spara na caxxata dietro l’altra

    • Vero, il razzismo è altro, ma è anche questo: uscirsene con una frase che si basa su un profondo convincimento (io sono bianco e sono normale). E per me è ancora più grave, perché denota una profonda carenza culturale difficile da colmare.

  9. A parte la gaffe ridicola di Lotito sulla normalità del colore della pelle. che ne rivela il razzismo sottostante e la macchietta di personaggio che è (ma lo sapevamo), il concetto non è sbagliato di per sè. I buu si sono sempre fatti indipendentemente dal colore della pelle, semplicemente per scoraggiare o deridere un avversario. Oggi però sembra che ogni cosa si faccia è razzismo.
    Su questa modifica direi proprio che è giusta, finalmente si vadano a prendere quei quattro scalmanati nelle curve che fanno solo danni alla società (intesa non come club ma più in generale come comunità). E questo varrebbe in tutti i campi, non solo quello sportivo.

    • Giusto. I “buu” sono neutri.
      Le banane, i “negro” e ciarpame vario, no.

  10. caro KAWA62, devi sapere che il filosofo “Made in Colorado” rinuncerebbe pure alla pausa caffè per un succulento cheeseburger, unico sostentamento quotidiano fornitogli con un cesto di vimini dal cane del padrone. Al lordo delle putt*n*te, dovrebbero mancargli ancora una cinquantina di commenti.
    Poi, ovviamente… un beota tira l’altro

    • In base alle offese-boomerang che lanci e ti cascano sui piedi,si vede che sei ridotto al lumicino…

    • Se noi siamo beoti e te a tuo dire sei tanto fenomeno che ce fai qua?
      Ce stanno pure forum di Astrofisici Ingegneri Nucleari e Matematici.

    • il filosofo made in colorado, che in realtà è made in Rome dove è nato e tuttora vive ininterrottamente, è semplicemente in trasferta, ed è trattato molto meglio che con i cheeseburger.

      capisco che chi vive col reddito di cittadinanza per cittadini extraplanetari gli possa venire in mente solo il cheeseburger come pasto, però ti assicuro che c’è altro.

      non ti resta che sperare in un pianeta migliore, per dare un senso al tuo vagabondaggio cosmico.

    • Mettiamola così :
      Pur avendo un discreto repertorio di battute e frecciate, non vorrei mai inimicarmi Adelmo per non essere incenerito?

  11. Ma che vi aspettate da Lotito ? Uno che ha fatto il diavolo a quattro per far eleggere un presidente di Federazione che appena eletto si e’ beccato 6 mesi di squalifica dalla FIFA per aver parlato di uga buga e mangia banane.

    E solo perché il problema ha toccato la rubbe si fa qualcosa, senno’ si continuava come se niente fosse. Vabbé prendiamo quel poco di buono che fanno, e’ già qualcosa.

  12. Non partecipo al facile dileggio di Claudio Lotito,che è più romanista lui di tanti Romanisti Veraci che stanno sul Sito.

    • hai ragione tu partecipi alle riunioni del giuveclub,li’ non parlate di Lotirchio,ma di come gemellarvi.I tifosi del futuro,bravi!!!!

  13. Zenone e’ un geniale provocatore. A me invece mi fa tagliare con questo personaggio che ha creato sul forum anche se non è che si può sempre condividere. Irriverente provocatore che si diverte a prendere in giro chi si prende tanto sul serio. Meno male che c’e’ come step Amedeo e tanti altri se no qui sto sito lo chiamavano lagna&depressione.net

  14. finalmente si inizia a imboccare una strada che possa liberare le società da possibili ricatti o sanzioni immeritate, adesso che si applichi la legge e si liberi dalle solite sanzioni interpretative a cui noi facciamo sempre da apripista, il caso Petrarchi ne è un’ottimo esempio… la società deve fare tutto il possibile e non sostenere gruppi ma anche le forzze dell’ordine facessero il loro dovere individuando i singoli trasgressori per non punire tutti, riescono ad individuare e sanzionare chi cambia posto ma non chi arreca danni alla società e altri tifosi… speriamo solo poi noi si faccia come per la VAR…
    simpatica l’idea che “chi la pensa come me ha ragione e non può essere un prosciuttaro” come se i prosciutti li spedisse Pallotta…

  15. curioso anche come dopo la vicenda Rubentus si sia presa questa iniziativa…
    … come curioso che non si siano bevuti anche Ultrà romanisti… saranno più furbi dei rubentini o magari non cè quella criminalità influente che i media (e prosciuttari) vogliono far credere… riferendomi all’ultimo decennio…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome