Cobolli: “Roma nel cuore, ma dissi no a Conti per giocare a tennis. Ora organizzo gli allenamenti in base alle partite”

4
286

NOTIZIE AS ROMA – Il tennista italiano Flavio Cobolli, entrato a ottobre scorso fra i primi 100 del mondo, ha rilasciato una lunga intervista esclusiva sull’edizione odierna del quotidiano Avvenire, parlando tra le altre cose del suo passato e la scelta di rifiutare la proposta di contratto di Bruno Conti per le giovanili della Roma, virando appunto per il tennis.

Queste le sue parole: “Fu una scelta istintiva. Mi divertiva di più giocare e vincere le partite da solo. Ho bisogno di sentirmi il protagonista di quello che succede, nella buona e nella cattiva sorte”.

E Bruno Conti? Si è dato pace? “Sì, certo (ride). Bruno è sempre stato fondamentale per me. Ci sentiamo regolarmente, è una persona d’oro e gli voglio molto bene. È anche grazie al suo aiuto se alla fine ho scelto il tennis. Mi diede la possibilità di continuare ad allenarmi per scoprire che cosa volessi fare veramente.

Ma naturalmente la Roma è sempre nel mio cuore. Ti rivelo un segreto. Cerco di organizzare gli allenamenti in base alle sue partite. Non ne ho persa una, anche qui in America. È l’unico motivo che mi fa “litigare” con la mia fidanzata. Ragazza meravigliosa, ma purtroppo è della Lazio (ride di gusto n.d.r.)“.

Fonte: Avvenire

Articolo precedenteRoma, ufficiale l’amichevole contro il Milan in Australia a fine stagione. Souloukou: “Onorati di rappresentare l’eccellenza italiana” (COMUNICATO)
Articolo successivoAncelotti accusato di evasione fiscale in Spagna: chiesti 4 anni e nove mesi di carcere

4 Commenti

  1. Con Carballes Baena sul cemento di Indian Wells può vincere e raggiungere Arnaldi nei 32mi. Poi entrambi potranno fare esperienza con Alcaraz e Medvedev (se non erro).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome