Con Petrachi nasce la Roma classe ’98

26
2396

ULTIME NEWS AS ROMA – Non è un mistero che Gianluca Petrachi abbia una leggera predilezione per i classe 1998, scrive oggi il Corriere dello Sport (R. Maida). Lo si è visto soprattutto lo scorso gennaio, quando il direttore sportivo ha puntato forte su tre calciatori tutti dello stesso anno: Villar, Perez e Ibanez.

E non si fermerà qui. Il ds ha messo nel mirino anche Nahuel Bustos, centravanti argentino del Talleres che guarda caso è anche lui un classe ’98. Sull’argentino c’è però molta concorrenza anche in Italia con Milan e Atalanta, ma la Roma si è mossa prima ed è in vantaggio sulle dirette rivali.

Nasce così la Roma dei 22enni. Villar, Perez, Ibanez ed eventualmente Bustos saranno i calciatori del futuro di questo club. Il difensore ha conquistato Fonseca per la sua personalità, i due spagnoli hanno già avuto modo di colpire positivamente grazie alle loro qualità. E Bustos potrebbe presto fare parte della classe dei 98 che sta nascendo a Trigoria.

Fonte: Corriere dello Sport

26 Commenti

  1. Più che all’annata (classe 98’) dovrebbe puntare alla classe intesa come qualità.
    Inutile prendere quei giocatori se poi perdiamo un 96 come Pellegrini, un 97 come Under e due 99 come Zaniolo e Kluivert che oltre a essere giovani sono anche i giocatori con maggior talento in rosa.

    • Completamente d’accordo.
      Ancora meglio sarebbe prenderne altri due come zaniolo e pellegrini. O tuttalpiù trattenere Riccardo e cala.

    • Kluviert non ha inciso più di tanto, pellegrini e zaniolo rimangono sicuri, under in fase molto calante giusto vendere… In cambio vengono Ibanez buon difensore ma attualmente va centellinato , Villar ha buone prospettive in cabina di regia ( lo paragono a tonali) , perez ottima ala di prospettiva, visto e piaciuto bustos …abbiamo il futuro in mano

    • Ti rivelo il programma settimanale secondo la prestigiosa stampa romana:
      ieri “Petrachi ormai ai margini”.
      Oggi “Petrachi punta i giovani del 98”
      Domani “Petrachi isolato dalla società”
      Mercoledì “il DS prossimo all’addio”
      Giovedì “irreperibile da mesi, Petrachi dove sei?”
      Venerdì “Petrachi, stretta finale per Bustos, Vertonghen e Lovren. Idea Messi in scadenza col Barça”
      Sabato “Petrachi in bilico, clamoroso ritorno di Monchi?”
      Domenica “la Roma del futuro si aggrappa a Petrachi”.

    • Oggi no. Però domani sono certo che troveremo un articolo che ci spiegherà come Petrachi è “sfiduciato”, “fuori sintonia” o “in rotta di collisione” con la Roma.
      Si accettano scommesse.

    • Fede sei un fenomeno, io cercherei pure de prende 2 giovani come Totti de rossi magari pure come batistuta e b. Conti.

    • E’ quello che mi chiedevo anche io … non era ai margini del progetto. Roba che non sentiva i dirigenti da tipo due mesi?
      Mah. Tutto e il contrario di tutto

  2. Quindi secondo Maida, Petrachi sceglie i calciatori in base all’anno di nascita…
    Tra le tante stupidaggini che scrivono, questa almeno è stata originale

  3. Continuiamo coi classe 98, e vediamo dove saremo fra 3 anni con PALLOTTA presidente…….. livello Sassuolo o giù di lì.

    • Sono molti anni, ormai, che la Roma pesca tra giocatori giovani o giovanissimi. Pjanic, Marquinos, Lamela, gli stessi Salah, Alisson e Strootman. Ma anche i vari Destro, Bojan o Jose Angel sono arrivati come giocatori da “under 21” o poco di più. Il problema non è (solo) l’età. Il problema è che devi essere bravo a pescare dalla cesta dei primi e non dei secondi…

  4. Al di là di ciò che ci racconta l’articolista è evidente come a Trigoria si assisterà a un ulteriore ringiovanimento della rosa per la verità già iniziato meritoriamente da Monchi. Ciò avverrà in primis con il taglio di calciatori ultratrentenni con ingaggi molto lauti dei quali alcuni sono in prestito e quindi fuori dal progetto tecnico .A molti è sfuggito come nello scorso mercato invernale siano arrivati tre calciatori piuttosto giovani e interessanti che si potranno rivelare molto utili alla causa . Qualche piccola eccezione verrà però fatta per calciatori di grande spessore morale e sportivo ….

  5. Nahuel Bustos potrebbe essere, il condizionale è d’obbligo parlando della Roma, una tra le poche piste reali ma ad oggi il problema non è solo capire gli acquisti ma capire soprattutto le cessioni. Sino a quando la Roma continuerà ad avere in rosa o sul groppone tutta una pletora di giocatori inutili non ne uscirà mai! Che vendi Kluivert e Under e ti tieni i Pastore, i Nzonzi, Gonalons e tutti gli altri non ha senso. Vendi i validi e ti tieni le mezze sexxe che continuano a toglierti soldi e indebolire la squadra. Inutile sbandierare ambizioni da grande quando hai in pancia giocatori da Spal.
    Devi toglierti queste maledette zavorre inutili e prendere gente su cui puoi fare affidamento.

    • Ti comunico che nzonzi è stato ceduto, idem gonalons e pastore ( in Giappone) , in via di definizione Kolarov,Fazio, Juan jesus, perotti e under …. Kluviert richiesto dal Barcellona con l’offerta di 25 milioni… Florenzi cercato dalla Fiorentina e Samp, Olsen richiesto dal Newcastle e in Italia da Spal e Torino …. Quindi si muove tutto, anche per gli acquisti quasi certi di montiel, verthonger,il riscatto di smalling, Bonaventura,kanouri,bustos,e per ultimo El sharawii ….

    • In che mondo vivi? Che significa “puntare sui ragazzi per il futuro” o “valorizzarli per le plusvalenze”, visto che in realtà sono la STESSA COSA. Fai plusvalenze quando no puoi trattenerli con lo stipendio, mi pare ovvio e scontato, se Allison si “accontentava” di 3M di stipendio o la Roma poteva dargliene 8 netti tranquillo che stava ancora qua! L’ho già scritto sommando gli stipendi NETTI dei giocatori che la Roma ha “venduto” per le sole plusvalenze (secondo alcuni) cioè i vari Alisson, Salah, Pijanic, Rudiger etc. il conto è di 110M€ NETTI, cioè quasi 200 lordi… per i soli 11 titolari. Non solo la Roma non se li può permettere, ma pochissime (quasi nessuna) possono farlo! Perchè devi avere un bilancio da 500M e oltre per spendere così tanto per i titolari! O pensate che per “l’amore per Roma” sarebbero tutti rimasti a prendere un decimo di quello che prendono ora? Se e quando Zanilo o Pellegrini varranno 10M di stipendio netti, o la Roma sarà cresciuta per darglieli oppure se ne andranno. Ma parlo pure di Villar etc. etc. Dzeko prende 6M… praticamente come una RISERVA del City e la Roma NON GLI PUO’ dare di più. Quindi più sono bravi a trovare giocatori forti non esplosi e maggiore il rischio che dopo 2/3 anni non riesci più a trattenerli.
      Questo con Sassuolo, Udinese o Spal non ha nulla a che vedere, oppure a che vedere con tutti

  6. PETRACHI si è trovato a luglio scorso a risolvere tutti danni che gli avevano lasciato Monchi e altri. Ha dovuto piazzare Schick, Nzonzi, Defrel, Manolas e tutti quanti non servivano più in quel momento, compreso Florenzi e cercare di ricostruire una squadr, dopo l’esperienza Di Francesco ( e mezzo anno di papà Ranieri), partendo da un allenatore con un pò di carisma. Cosa si poteva chiedere di più ad un D.S. per organizzare, senza soldi, una squadra per fronteggiare le altre già strutturate? Merito a PETRACHI.

    • E quest’anno si sta preparando per una bella ripulita…fuori i soliti nomi formando questa squadra… Pau Lopez ( mirante, cardinali), Zappacosta (montiel),verthonger (Mancini), smalling, Spinazzola (bouah), veretout ( Bonaventura), diawara ( kanouri), zaniolo (Perez),pellegrini ( mikitarian) , El sharawii, Dzeko ( bustos)

  7. Anche Mbappè, Alexander-Arnold e Pulisic sono classe ’98.
    Ma noi quelli forti forti non li prendiamo più.

    • I giocatori pagati 64M (o equivalenti) ti informo NON li abbiamo mai presi, Pulisic, che dei 3 è quello che prende meno, prende 7M cioè più di Dzeko. Quando mai abbiamo preso NELLA NOSTRA STORIA giocatori del genere? Batistuta lo abbiamo preso a fine carriera e Sensi non prese Ibrahimovic che aveva già in mano per questione di budget e ti ricordo che quell’anno la juve prese a peso d’oro Tezeguet e la lazio prese Crespo… per dire, altri tempi, visto che il centro dei soldi dl calcio era l’Italia e manco allora eravamo “i primi” (l’inter per decenni ha speso più di noi non vincendo quasi mai nulla e prendendo tantissime “sole” strapagate!). Oggi l’Italia no è il centro del calcio, e manco quelli più ricchi di noi (come sempre, MAI la Roma è stata tra le società più ricche) possono prenderli! Tifa la Roma, non il MERCATO di fantasia.

    • Era per dire che i classe 98 che interessano a Petrachi sono quelli mediocri.
      Ti assicuro che la Roma la tifo e la seguo assiduamente più o meno dal 1985, quindi grazie del consiglio ma non ne avevo bisogno. Saluti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome