Conferenza FONSECA: “Mancini può giocare a centrocampo, difficile vedere Perez titolare. Di Petrachi non parlo, ma siamo tutti uniti”

42
2539

AS ROMA NEWS ULTIME Conferenza stampa di mister Fonseca alla vigilia di Atalanta-Roma, gara che si giocherà domani sera allo stadio Atleti Azzurri d’Italia alle ore 20:45.

L’allenatore giallorosso risponde alle curiosità dei giornalisti presenti a Trigoria, la redazione di Giallorossi.net vi racconta in diretta l’evento riportando le domande dei cronisti e le risposte del tecnico portoghese.

Censi (Roma Radio): “Che partita si aspetta?”
“Partita molto difficile, l’Atalanta è una squadra aggressiva con grande qualità. E’ una squadra fortissima, è una delle partite più difficili che abbiamo”.

Serafini (Roma TV): “Ha pensato a cambiamenti tattici?”
“Vediamo domani. L’importante è non cambiare i principali principi della squadra. Dopo due sconfitte tutto è posto in dubbio, ma quando crediamo nel nostro lavoro significa che non è stato fatto tutto male. La squadra ha fatto bene in passato, questo è l’importante.”

Mangiante (Sky Sport): “Non avrà Cristante e Diawara, sta pensando di giocare Mancini a centrocampo?”
“E’ una possibilità”.

Mangiante (Sky Sport): “Perez è pronto per giocare titolare a Bergamo?”
“Devo essere sincero. Carles col Bologna ha fatto molto bene, sta capendo com’è il calcio che è molto diverso da quello spagnolo. Questa partita è molto particolare e non è la partita migliore per farlo giocare. Non è facile che giochi all’inizio domani”.

Pastore (Il Romanista): “Petrachi ha detto che ha smarrito umiltà dopo il derby?”
“So che ci saranno tante domande sulla conferenza di Petrachi, ma io non voglio commentare le sue parole. Sono totalmente concentrato sulla partita di domani. Non c’è nessuna divisione, siamo tutti insieme per fare una buona partita”.

Gianloreti (Il giornale di Roma): “Non converrebbe sfruttare Peres più avanti?”
“E’ difficile vederlo alto. Si dovrebbero cambiare troppe cose, e non ne abbiamo bisogno. Di Peres abbiamo bisogno come terzino in questo momento.”

Maida (Corriere dello Sport): “Lei è d’accordo con il Var Challenge? Kluivert e Under stanno deludendo?”
“Sono a favore di ogni cosa che possa migliorare il calcio, ma devo dire che non ho capito bene questa questione. Magari è meglio aspettare dopo per poterne parlare di questa questione. Di Under e Kluivert, hanno fatto buone partite. E’ vero che Kluivert dopo l’infortunio non è stato come prima, Under ha fatto due buone partite. Ma le sconfitte non sono colpa di due giocatori, ma di tutti. Ora abbiamo bisogno di esperienza, per i giovani è più difficile un momento come questo. Vedremo se domani giocheranno o no”.

Biafora (Tele Radio Stereo): “Meglio Cetin o Fazio in difesa con Mancini a centrocampo? E Peres giocherà titolare?”
“Queste due domande sono per sapere se giocheranno tre giocatori, Bruno Peres, Fazio e Mancini… (ride). Vediamo domani. Possono giocare tutti e tre. Ho un dubbio, ma è una possibilità”.

Salviani (NSL): “Lei ha parlato spesso di coraggio. E’ lei che non è riuscito a trasmettere il coraggio alla squadra o sono i giocatori a non essere abbastanza coraggiosi?”
“Questa squadra ha avuto quasi sempre coraggio, ogni tanto anche quando abbiamo perso. Posso parlare di alcune partite in cui abbiamo perso: per esempio con la Juventus abbiamo preso 2 gol in 8 minuti e se non hai coraggio puoi prenderne 4 o 5 di gol e in tutti i momenti la squadra ha reagito bene. Anche a Torino: all’intervallo il risultato era negativo, ma poi ha giocato con coraggio. L’ultima partita è il risultato della partita col Sassuolo: la squadra ha accusato tanto la partita col Sassuolo. Io che ho giocato a calcio per me è facile capire quando succede questo”.

Carboni (Centro Suono Sport): “Affrontate la migliore squadra con la pressione individuale, sarà importante pensare velocemente. E’ una valutazione che fa nella scelta degli uomini offensivi?”
“Sì, è una questione veramente importante in questa partita. Non abbiamo molto tempo per pensare o decidere, dobbiamo avere la decisione veloce. E’ una squadra che fa una pressione fortissima, che recupera molte palle in questo momento e dopo con il contropiede è molto forte. Non possiamo e non è possibile avere molto tempo per decidere e pensare contro questa squadra. Abbiamo lavorato su questi momenti della partita dove sarà importante avere successo per fare una buona partita”.

De Angelis (Rete Sport): “Come procede il recupero di Diawara? Mkhitaryan quando ha giocato è stato importante della Roma, in quale posizione secondo lei pensa che rende meglio e dove può essere utilizzato domani?”
“Dopo questa domanda saprete con che squadra giocheremo domani… (ride, ndr). Penso che Micki è un giocatore veramente importante, con esperienza e una capacità di decisione molto buona. Può giocare come ala, ma giocando dentro, come trequartista, in un sistema diverso può giocare in uno dei due davanti. Può fare anche il portiere, perchè è uno dei giocatori più intelligenti che conosca. Ma penso che come trequartista o ala venendo dentro sono i ruoli che fa meglio. Diawara è una situazione che sta migliorando giorno dopo giorno. Penso che la prossima settimana può essere decisiva. Sta lavorando bene, tutti i giorni parlo con lui e con il medico e ha un’evoluzione tutti i giorni. Speriamo che la prossima settimana possa avere la possibilità di iniziare con noi per vedere nella realtà come sta. I segnali, però, sono molto positivi in questo momento”.

Giallorossi.net – A. Fiorini

 

42 Commenti

  1. Domani sarà una partita da giocare alla morte. In caso di sconfitta il quarto posto è quasi perso e si aprirebbe il fronte del 5/6. Dobbiamo sorprenderli. Forza Fons!

    • dico semplicemente una cosa, la Roma vista al derby, è possibile rivederla ancora? (papere a parte ovviamente)

    • Il quarto posto non sarebbe comunque perso, perché assisteremo entro breve al crollo verticale sbiadito. Comunque domani vinciamo.

    • Beh, Realista, ieri sera cena tra vecchi amici con la scusa del fantacalcio: i laziali tutti super abbottonati (ci credono ma non lo dicono) e per lo juventino del gruppo indovina chi è la favorita? Eh già! Gruppo rodato, poche partite rimaste alla fine e comunque meno di Juve e Inter che han le coppe…
      Mi vien l’orticaria solo a pensarci! Qualcuno faccia qualche intercettazione, presto!

  2. Io sull’allenatore sospendo il giudizio in attesa di vederlo all’opera con una proprietà presentabile e non sciancata, con una società presentabile, con un DS di serie A, con giocatori forti e adulti.
    Senza ballotta insomma.
    Ha un altro anno di contratto.
    Se poi Friedkin portasse Allegri me ne farei certo una ragione.

    • Fonseca mi sembra (ma potrei sbagliarmi) una persona molto pacata e signorile. Non credo che alzi troppo la voce dentro e fuori dal campo. Con questa premessa, ha ancor più bisogno di una società solida ed efficiente alle spalle per farsi rispettare.
      Come possiamo facilmente immaginare, per la sua permanenza sarà decisiva la classifica finale (molto dipenderà da domani sera)

    • Fazio contro il gioco veloce dell’Atalanta non c’è lo vedo, meglio cetin! Ma comunque credo pure io che si scenderà in campo più o meno così

  3. Se giocheranno Kluivert e Under e non si sacrificheranno in copertura verranno travolti da Castagne e Gosens,spero proprio di no.Ma in linea di massima non vedo un solo reparto dove siamo superiori ai Bergamaschi,forse neanche in porta. Spero che Fonseca azzecchi la tattica giusta,ma consideriamo che Gasperini non e’ l’ ultimo arrivato e se vuole te la incarta!

  4. Siamo tre punti dietro all’Atalanta. Il che vuol dire che se avessimo battuto Torino, Sassuolo e Bologna adesso andremmo a Bergamo con sei punti di vantaggio e potremmo puntare ad un pareggio che lascerebbe questo vantaggio immutato.

    Purtroppo però non è andata così: ci siamo impippiti così tanto che nelle ultime 5 partite solo le ultime due della classifica (Brescia e Spal) hanno fatto peggio di noi…

    Quindi andiamo ad Atalanta con le pezze di dietro (come si dice) e qualsiasi risultato va bene: se siamo quelli delle ultime 5 partite finiremo a metà classifica e chi s’è visto s’è visto. Qualunque sia il risultato di domani.

    La nostra unica speranza di venirne fuori (secondo me) è Fonseca, sia per la possibilità di inventare qualcosa che ci restituisca efficacia (in attacco e in difesa) sia per l’effetto psicologico che può avere sulla squadra.

    Il resto non credo che serva.

  5. Vorrei più sincerità da parte del mister, dopo l’oscena prestazione contro il Torino lui ha visto del positivo dicendo ” abbiamo fatto 31 tiri” in realtà sirigu aveva fatto una parata in tutta la partita, contro la Juve ha visto una buona reazione, in realtà é normale che sul 2 o 3 a zero la Juve abbia aspettato la Roma, quando dirai stiamo giocando malissimo?

  6. P.Lopez
    Peres,Fazio,Smalling,Spinazzola
    Mancini Veretout
    Kluivert Dzeko Mkitaryan

    Squadra corta con baricentro 10 metri dietro del solito.
    Densità a centrocampo, anticipi e ripartenze (possibili solo con Kluivert che a Perotti fa in tempo a girargli attorno la telecamera)

    Tanta sofferenza ma la portiamo a casa.

  7. La società inesistente. Giocatori nse sa. Soldi nnt. Allenatore, non adatto e capace di creare con questa rosa (rosetta forse). Quindi per smuovere il tutto, indovina chi deve andarsene? Tu. Ma siccome la società è inesistente, ora come sempre, rimarrai e faremo schifo.

  8. La in attacco farei giocare 2 punte/pseudo punte veloci ed imprevedibili come Perez e Mikitaryan con Pellegrini alle loro spalle., ma io sono pazzo non fateci caso. Peggio di Dzeko 2020 non farebbero.

    • Ciao cic, se vuoi sorprenderli devi giocare con la palla a scavalcare la linea difensiva, quindi lanci lunghi e davanti gente veloce che gioca partendo larga, l’ideale sono 2 punte come Under e Perez, così gli allunghi la squadra e non gli permetti di fare pressing.

      ………..Pau Lopez
      …Cetin…Fazio…Smalling
      …………..Mancini
      ……..Veretout..Pellegrini
      ..Peres…………………….Spinazzola

      Under…………………………Perez

  9. Mangiante (Sky Sport): “Perez è pronto per giocare titolare a Bergamo?”
    “Devo essere sincero. Carles col Bologna ha fatto molto bene, sta capendo com’è il calcio che è molto diverso da quello spagnolo. Questa partita è molto particolare e non è la partita migliore per farlo giocare. Non è facile che giochi all’inizio domani”.

    Beh certo meglio Under… o Klaivert… o Pastore (ah no pastore non gioca…).

  10. Mettetecela tutta e dateci una gioia, sosterrò sempre i calciatori e l’allenatore, ognuno produce in base al proprio valore tecnico e caratteriale, le responsabilità stanno sempre a monte ed io non vedo l’ora di parlare di altra gente rispetto al fake che ci ha gestiti negli ultimi otto anni.

  11. Stavo sentendo i cori del Boca… con la bombonera PIENA… madò quanto ce vorebbe no stadio pieno de romanisti .. so 40 punti assicurati… DAJE ROMA DAJE!!!
    E già che non c’è cristante me sento mejo…
    DALE ROMA!

  12. Serafini (Roma TV): “Ha pensato a cambiamenti tattici?”
    “Vediamo domani. L’importante è non cambiare i principali principi della squadra

    E allora ciao Fonseca, buon esonero.

    E’ esattamente per colpa di questi principi del caxxo che facciamo ste figure.

    Vuoi andare in Champions ?

    Servono i PUNTI !!!!

    Non le poche e rare cose buone che hai visto in una partita persa !

    In Italia i PUNTI li fai se giochi all’ italiana, no alla spagnola !!!

    Ci arrivi o no ???

    E soprattutto : ci arriverà mai quel ritardato che ti ha portato qui ?

    Di’ a baldini che ti sei rotto il caxxo di fare ste figure e che da oggi si gioca in difesa.

    Senno’ salutame Garcia perché farai la stessa fine.

    E lo dico per il TUO bene che se fosse per me io me tenevo RANIERI e stavo apposto.

    Guai a chi critica il poro Fonseca !

    Giu’ le mani dal Mister, polli pallottari con gli occhi foderati di hamburgers !

    La colpa e’ di BALDINI che vuole il gioco offensivo per vendere fumo a VOI polli pallottari sfigati e perdenti che credete che se non si vince e’ colpa dell’ ambiente e non di sto patacca di presidente che abbiamo e di sto filosofo fallito a cui si affida il patacca ignobile che venerate !

    PALLOTTO VATTENE !!!!!!!!!!

    • Lo sto dicendo pure io da giorni… dateci un allenatore Italiano e normale che giochi all’italiana! No super offensivi come EDF o stranieri con idee strane!
      Torniamo sul podio la capitale lo merita!
      E poi sti giocatori non vogliono correre, quindi meglio un allenatore di ripartenza e difesa che uno che gioca nella metà campo avversaria e ad ogni imbucata prende gol!

  13. La notizia migliore è sui progressi di Diawara (e Zaniolo).
    Domani, boh. Speriamo di colpirli a tradimento e resistere finché non si rassegnino a pensare al Valencia.
    Giochiamo come se non avessimo nulla da perdere (e infatti è proprio così).

  14. tre acquisti, tre riserve delle riserve. miky prima torna a londra meglio è, kluivert non sa giocare a calcio perchè lui gioca a pallone, under nun se capisce anche se almeno qualche goal lo fa, perotti ti fa venire il latte alle ginocchia, dzeko pure lui non dzeka più, morale, sempre forza roma.

  15. Se veramente Diawara è vicino al rientro allora nulla è perduto.
    Zaniolo è importante, ma con Perez, Under, Kluivert, Mikitarian etc.. una pezza ce la possiamo mettere.
    Di alternative plausibili a Diawara invece non ce n’è.
    Al di là delle prestazioni deludenti di alcuni, soprattutto di Mancini e Pellegrini, il nostro crollo di rendimento è dipeso principalmente dall’assenza dell’ex Napoli che ha inciso sia nella capacità di filtro del centrocampo, sia, soprattutto, nella circolazione di palla.
    Fatta eccezione per il derby dove la sua assenza non è pesata, in tutte le altre partite sono balzati all’evidenza di tutti i limiti in quel ruolo di Cristante, il quale è più un’alternativa a Veretout che al Guineiano.
    L’alternativa, direi azzardata, sarebbe il lancio in prima squadra del giovane Villar.

  16. Mi sembra che la squadra e Fonseca hanno dato il loro meglio quando avevano le spalle al muro. Siamo (purtroppo) di nuovo in questa situazione. E l’unica cosa che mi fa sperare per domani. La Roma vista in questo 2020 ha fatto pena, ammettiamolo.

  17. Approvo l’idea di non “rischiare dall’inizio” Perez, l’ultima volta che abbiamo fatto una “genialata” (vero è che Gerson non è Perez) sappiamo bene come è finita: partita e giocatore bruciati!!! Forza Mister e Forza Roma

  18. Ormai commentare sempre le stesse frasi,sempre prima ogni anno.
    Na volta ci spegnevamo a aprile.
    Co sta dirigenza a fine febbraio siamo già fuori da tutto.
    Però continuate a giustificare con arbitri e sfiga.
    Giustificazioni da perdenti,il ds sclera come una signorinella al primo ballo,(invece di dimostrare il suo “coraggio” negli acquisti),il mister ripete la stessa formazione da settembre.
    Mi sembra sempre una squadra sull’orlo di una crisi di nervi.
    Una dirigenza che fa parlare il chief officer invece di scendere con i suoi camerieri di rappresentanza.
    Nessuno parla dei suoi colleghi,anzi va tutto bene.
    E intanto stiamo a 328 punti dalla prima.
    Il “presidente” desaparecido da 669 giorni,il dirigente ombra ha fatto una ridicola intervista d’insediamento,poi sparito con lo spessore caratteriale che lo contraddistingue.
    Vedo un grande futuro.
    Se ve ne andate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome