Conferenza KALINIC: “Una fortuna essere qui. Dzeko mi ha convinto a venire. Vedremo se il mister giocherà con due punte”

12
818

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Nikola Kalinic si presenta alla stampa e ai tifosi giallorossi questa mattina, nella conferenza organizzata dal club giallorosso a Trigoria. Il calciatore croato risponde alle domande dei giornalisti sul suo trasferimento alla Roma, sugli obiettivi prefissati e sulla voglia di affrontare questa nuova avventura.

Prende la parola De Sanctis: “Oggi presentiamo Kalinic, punta centrale che ci potrà dare una grandissima mano. Non avrà nessun tipo di necessità di ambientrarsi e siamo convinti di aver rinforzato la squadra anche in questo settore”. 

Ci racconti un po’ la trattativa con la Roma. Cosa significa per te tornare nel campionato italiano?
“Sono molto contento di essere qui. La Roma è una grande squadra, un grande club con una grande storia. Per me questa è una nuova avventura e spero di far bene”.

Quali sono i tuoi obiettivi e quelli della squadra?
“Primo non voglio avere infortuni perché negli ultimi 2 anni non ho giocato molto, è importante che gioco di più quest’anno. Per quanto riguardo la squadra pensiamo partita per partita, la Roma vuole giocare la Champions ma pensiamo partita per partita poi vediamo che succede.”

Hai temuto potesse saltare il trasferimento? 
“Sono arrivato l’ultimo giorno. Fortuna che adesso sono qui. Sono molto contento di essere qui ed è importante”.

Roma ha avuto un difetto di personalità. Ti senti un giocatore di personalità? La Roma ti ha scelto anche per questo?
“Sì, ho già giocato in Serie A e c’è differenza a giocare in Italia. Qui ci sono grandi giocatori, grandi attaccanti come Dzeko che sono 4 anni che gioca sempre bene. Però anche io posso fare bene, vediamo”.

Dzeko ha giocato una media di 45 partite a stagione. Ha pesato sulla tua scelta? Ci hai parlato?
“Vediamo, lui gioca sempre ed è un grande attaccante. Vediamo il mister se giocherà con una o due punte, vediamo. Ho parlato con Dzeko tutti i giorni, mi ha convinto anche lui.”

Sei sempre stato abituato a giocare punta centrale. Con un altro centravanti riusciresti ad interagire bene? Perché hai fatto fatica nell’Atletico Madrid?
“Sì, anche alla Fiorentina giocavo a sinistra quando c’era Paulo Sousa. Tutti i ruoli d’attacco vanno bene, ho fatto molte partite ad una punta, ma vanno bene anche due. Anche all’Atletico giocavamo con una punta, il Cholo è un allenatore italiano, lavora sulla tattica e sul contropiede. Per me è stata una buona esperienza lavorare con lui.”

Vedi delle similitudini tra Sousa e Fonseca? Come puoi migliorare?
“Conosco bene Fonseca, ha lavorato allo Shakhtar mentre anche io ero in Ucraina. E’ molto simile il gioco, con palla e possesso. Mi piace giocare così, vediamo.”

Sei stato vicino alla Roma in passato? Hai sentito Fonseca?
“Non lo so se sono stato vicino. Non ho parlato prima con Fonseca, adesso ci parlo.”

(Fine)

 

Articolo precedenteSmalling, domani alle 12 la conferenza di presentazione
Articolo successivoDE SANCTIS: “Mai e poi mai abbiamo pensato di cedere Riccardi, Bouah e Celar”

12 Commenti

  1. Su Riccardi immaginavo fosse una boiata: basta un solo sito/giornale e tutti gli altri ripropongono senza minimamente verificare, dato che fa comunque notizia

    • “Riccardi sarà venduto comunque anche se non andrà alla Juve”.

      Seguono 896 post deliranti al giorno in cui si straparla della vendita del nuovo Zidane.
      E poi niente, nessuno che se non altro un sussulto di dignità scriva
      “eh no, ho preso una cantonata, scusate, questa non era vera, ho sbagliato”.

      Che gente….

  2. Te credo che ti ha convinto lui a venire. Con uno così scarso dietor, Edin giocherà 40/50 partite quest’anno. Pure l’amichevole con l’oratorio di trigoria.

    • Ciao, leggo spesso i tuoi commenti e mi chiedevo (senza polemica sia chiaro), ma possibile che non ce n’è una che ti vada bene 😀

      Forza Roma

    • Hai scelto proprio qil calciatore sbajato su cui fargli questo appunto…con i nomi fatti sfido chiunque ad accontentarsi di Kalinic..vatti a vedere la fattura dei suoi (pochi) gol.. na roba …che te lo dico a fare

  3. Kalinic al posto di Schick personalmente è un grandissimo salto in avanti.
    Secondo me 5-10 gol può farli, l’anno scorso abbiamo fatto 3 punti in meno dell’Atalanta arrivata 3a, sicuramente qualche punto in più rispetto ad avere un nulla cosmico come Schick lo recupereremo strada facendo.

  4. A Kalinic . … convinto de che?? ahahahahah Fai er bravo va, fai quello che devi da fa da subentrante e il prossimo anno ARIA.
    E so già du’ volte che lo dico… Uno che si è rifiutato di entrare con la sua Nazionale si qualifica da solo… puoi dire quello che te pare.. ciuccio te conosco e nun te compro!!

    • Comunque ad onor del vero, guardando qualche video non è poi cosi’ malaccio in quanto a tecnica. Potrebbe essere stata una buona idea quella di prenderlo.

  5. Ragazzi Kalinic al posto della fata turchina è come Messi al posto di Cotechino….almeno questo sotto oltre al pelo ha le pa@@e che je fumano !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome