Conte: “Accostato insistentemente a club importanti, per ora resto fermo a godermi la famiglia”

30
655

NOTIZIE AS ROMA – Non sembra pronto per il momento a tornare in pista Antonio Conte, ex allenatore di Inter, Juventus e Tottenham, accostato in queste ore al Napoli, e in precedenza alla Roma in caso di addio di Mourinho a fine stagione.

L’esonero di Rudi Garcia è ormai nell’aria da qualche ora, specialmente dopo la pesante intervista rilasciata dal patron Aurelio De Laurentiis che di fatto sfiducia l’allenatore francese. A prendere il suo posto sembrava destinato a essere proprio Antonio Conte, ma in questi minuti l’allenatore pugliese fa chiarezza sul suo futuro con un post sui propri account social.

“Sento voci insistenti di mercato che mi accostano a club importanti, scrive l’ex ct azzurro, “ma ribadisco che per adesso c’è solo la volontà di continuare a star fermo e godermi la famiglia“.

La candidatura di Conte per la panchina del Napoli perde bruscamente consistenza. Restano in corsa Igor Tudor e Marcelo Gallardo. Con Rudi Garcia che pare avere ormai i giorni contati.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

Articolo precedenteLUKAKU: “Se dicessi cosa è successo questa estate tutti resterebbero scioccati. Ringrazio Nainggolan per aver dato il contatto alla Roma”
Articolo successivoZaniolo: “Con la Roma le cose potevano finire diversamente. Ho delle colpe, ma non sono l’unico responsabile del casino successo”

30 Commenti

  1. ecco bravo, stattene a casa.
    come possono romanisti volere un gobbo?
    alcuni su sto sito persino quel x di bonucci….
    ma non scherziamo dai.
    se conte è l’alternativa allora mi tengo Mourinho

  2. Dispiace per Rudi ma so contento per il napule. Magari continuano anche peggio di così. Parliamoci chiaro tolte le strisciate (l’Inter ha una rosa straforte, il Milan ha gli arbitri a favore, la Juve non ha le coppe) per arrivare quarti bisogna superare, nell’ordine, Napoli, Atalanta, Fiorentina e Lazio.

  3. Prendiamolo prima che il napoli realizzi definitivamente di aver preso un brocco (che qui a Roma godeva pure di ammiratori… pensa te) e lo sostituisca con Conte. Con lui in panchina e questa squadra arriviamo tra le prime 4 con la pipa in bocca. Fai presto Dan

    • e in fatti tutti lo cercano nessuno lo prende ma chi te li dà tutti quei soldi .vivi sereno a casa tua

  4. Prima di dare addio a Mourinho ci penserei tanto prima di tutto perché è una persona seria….se poi la dirigenza prenderà la strada del esonero….il nome giusto per me è Thiago Motta… non ci sarà probabilmente nessuno d’accordo ma a mio avviso è un ottimo tecnico preparato e tosto al punto giusto.
    Forza Roma SEMPRE

  5. Peccato… ero curioso di vedere la riuscita di una coppia di arroganti: lui frequentatore di “ristoranti soltanto da 100 euro” in su e l’altro taccagno.
    @ Lupasas Con Mou in Paradiso concordo con te. Al momento è così. Il cammino è ancora (tanto) lungo.
    SEMPRE FORZA ROMA

  6. Beh, diciamo la verità, questo niet del gattochiomato, speriamo definitivo, mi mette di buonumore.
    La rosa del Napoli è sempre di un ottimo livello, sono campioni d’Italia uscenti, non possono essere diventati brocchi all’unisono, anche ammettendo che nella passata stagione possano avere overperformato.
    Conte, uno che nelle coppe prende spesso schiaffi, ma che in Italia riesce ad essere top, poteva essere il profilo adatto per rimetterli immediatamente in carreggiata.
    I giocatori napoletani non hanno mai avuto fiducia in Garcia, lo si capiva da certi atteggiamenti e sguardi già dalle primissime uscite.
    La pazza idea di De Laurentis di dimostrare che è il solo ed insostituibile pilastro del Napoli è andata velocemente dissolvendosi.
    Speriamo la paghi cara.

    • anche il milan ha vinto lo scudetto non di certo con la squadra più forte di tutti i tempi.. si è ripetuto o riconfermato l anno successivo? no!! questo perchè è stato un anno di grazia, proprio com’è successo al Napoli, molti giocatori mediocri che hanno beccato l’annata buona.
      Non è tutta colpa dell’allenatore, tolto Kim son praticamente gli stessi

  7. Penso che Conte ha deciso di starsene a casa a godersi la famiglia perché è stato cercato solo dalla persona con cui non vorrebbe avere mai a che fare, col quale sarebbe agli antipodi perché lavorarci a più stretto contatto è quasi impossibile, ovvero de ignorantis.

  8. visto che stai in famiglia invita pogba così gli dai i consigli giusti…su come gestire al meglio questa situazione …visto che tu ne sai qualcosa….sei uno dei personaggi peggiori in questo calcio malato…mi stai sul c…o da sempre…a noi non ce devi proprio pensa’!

  9. Allora, che Conte sia un grande allenatore credo non ci siano dubbi, quindi se il prossimo anno arrivasse alla Roma credo che pochi avrebbero qualcosa da obiettare, compreso che sia un professionista serio (il suo passato non conta, visto che ha vinto lo scudetto con l’Inter, squadra acerrima nemica della Juve!). I miei dubbi sono sulla sua tenuta “nervosa” fragile, come dimostrato in passato con la Juve (dimessosi ad inizio preparazione mettendo la Società in grande difficoltà, che poi con il solito culo trova Allegri sulla piazza….!), Chelsea (causa vinta contro la società per ingiusto esonero con risarcimento di 12 milioni di Pound), Inter (incredibile sbroccamento in diretta tv e come al solito dimessosi ad inizio stagione costringendo Marotta a trovare in fretta e furia Spiazeman), Tottenham (attacco inaudito a rosa e Proprietà a marzo dello scorso anno costringendola ad esonerarlo e nominare Stellini.sic!-come suo sostituto col risultato che gli Spurs non giocano manco la Conference!). Per non parlare del modo come ha interrotto il suo rapporto con la Nazionale, costringendo Tavecchio a nominare Ventura come CT (!!!). Insomma se prendi Conte prendi una mina vagante a livello emotivo, che se le cose non vanno come vuole dalla Società può sbroccare a all’improvviso, mettendo la Squadra in grande ansia ed incertezza, a maggior ragione in una piazza notoriamente emotiva ed umorale come la Nostra. In tal senso, anche se deve dimostrare tutto in carriera, vedere come Thiago Motta gestisce le sue emozioni, oltre le sue capacità tecnico.tattiche e gestionali che stà dimostrando a Bologna, mi sembra che abbia la testa giusta per allenare in grandi piazze, senza sbroccamenti improvvisi come è abituato a fare Conte.

    • Concordo pienamente. Da noi questo se ne andrebbe dopo due partite lasciandoci in braghe di tela sputando fiele sulla società, sui giocatori, sull’ambiente e sulla città perché ha un carattere di 💩e non si prende mai le sue responsabilità ma, se le cose vanno bene, solo i meriti

  10. Il campionato e’lungo, molto lungo, tutto può succedere pure che khiavica77 torni a fare Garrincha sulle fasce, eh già perché non mi si venga a dire che quei gol glieli aveva insegnati Spalletti a farli, e ora per colpa di Garcia non riesce a farli più.
    Khiavica 77 mi ricorda un altro fenomeno del Ca**, Zarate, anche lui appena arrivati in serie A faceva gli stessi gol poi PUFF..sparito come neve al sole, anche se lui poverino fu colpito si diede la zappa sui piedi quando disse che era più forte di Totti.
    Zarate era il degno rappresentante di una squadra e tifoseria di pagliacci, proprio come khiavica 77

  11. scusami cabcamb ma non sono d’accordo…i valori che un uomo ha dentro di sé sono la base di un essere umano…se ha vinto con l’Inter a me non interessa…forse è per questo che il mondo va a rotoli…perché non si dà più importanza ai valori che uno ha dentro…

    • Quando parli dei valori di certa gente, di sicuro stai pensando a De Andre’:
      Banchieri, pizzicagnoli, notai,
      dai venti obesi e le mani sudate
      e i cuori a forma di salvadanai….

  12. Caro Sugarshow credo che stiamo parlando di professionisti di alto livello che una volta che diventano allenatori top vanno dove trovano alti ingaggi e progetti tecnici importanti. Nel caso di Conte a mio parere dopo aver allenato la Nazionale si sia “purificato” del suo passato Juve e di sia aperto al mercato dei Top Trainer. Io credo che quello che tu dici sarebbe giusto se Guardiola andasse ad allenare il Real oppure se Zidane il Barca o Mou la Juve, la’ si che si potrebbe un importante questione morale! Ma per Conte la questione morale e’ superata ed e’ diventato un professionista al soldo del miglior offerente quindi se venisse alla Roma non lo riterrei uno sgarbo o un oltraggio ai nostri colori (come invece lo sarebbe stato il compianto Sinisa, bandiera della Lazio scudetto). Le mie riserve sono solo sulla tenuta caratteriale dell’uomo, abituato a rompere improvvisamente con la Proprieta’, per esempio Conte al Napoli con De Laurentis durerebbe 24 max 48 ore!

  13. cabcamb innanzitutto ti ringrazio perché scambiarci idee in modo educato come stiamo facendo è una cosa positiva…dopodiché io non parlo per tutti i romanisti ma per me….i valori di un uomo valgono molto di più…e poi fondamentalmente stiamo dicendo la stessa cosa perché tu hai detto che conte potrebbe lasciare la panchina in un secondo e poi parlare male della società…e questo è sintomo di pochi valori…detto questo il capitano della Juventus dei dopati a allenatore squalificato per calcioscommesse non lo vorrei mai alla Roma…ma Come….abbiamo sempre combattuto queste cose…e adesso ci mettiamo in panchina uno dei personaggi più zozzi dello zozzo panorama del calcio?io la penso così….cmq sarò sempre lieto di scambiare opinioni con te…buona giornata

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome