CRISTANTE: “La scelta di De Rossi si sta rivelando azzeccata, ha trovato l’equilibrio perfetto. Crediamo alla finale” (VIDEO)

18
572

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Bryan Cristante risponde alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa alla vigilia di Roma-Feyenoord.

Queste le parole del centrocampista giallorosso sul match di ritorno del playoff di Europa League che si giocherà domani sera all’Olimpico e che stabilirà quale delle due squadre si qualificherà agli ottavi di finale:

C’è un record di presenze domani all’Olimpico. Quando può fare la differenza?
“Lo fa sicuramente, ringraziamo i tifosi, l’unico modo per ripagare questo regalo è vincere e passare il turno”.

Con Paredes il tuo ruolo è cambiato, sei tornato a fare la mezzala di inserimento. Sente più congeniale il ruolo di playmaker?
“Non c’è grande differenza, con l’esperienza e un po’ di partite sono riuscito a capire cosa richiede un ruolo e un altro. Ormai penso di saper gestire le diverse richieste dei due ruoli”.

Sei anni che sei qui: ti immagini qui anche a fine carriera? O pensi di fare un’esperienza diversa?
“Qui sono contento, è un posto dove mi trovo bene. Sono concentrato sul fare bene adesso, siamo in corsa per tutto. Non sento necessità di spostarmi, non ho questa esigenza”.

Come hai trovato De Rossi? Le urla di De Rossi ti hanno fatto effetto?
“L’ho trovato bene… Non ha bisogno di presentazioni. Arrivare a metà stagione in una situazione un po’ difficile con giocatori con cui aveva giocato poteva avere insidie, invece ha trovato l’equilibrio perfetto per gestire il gruppo e la situazione, che era tutt’altro che semplice. Siamo contenti di quello che stiamo diventando, sono idee nuove. Si sta rivelando la soluzione giusta, presa dalla società in un momento difficile. Poteva sembrare una mossa azzardata, invece penso che si stia rivelando quella giusta”.

Hai vissuto tre cavalcate europee: quanta consapevolezza c’è nel gruppo di arrivare fino in fondo?
“Giocando tante partite europee guadagni consapevolezza e questo può fare la differenza. Abbiamo una bella consapevolezza europea, sappiamo le scelte da fare. Domani è una partita secca, dovremo mettere tutta l’esperienza in campo per passare”.

Ci credete di tornare in finale?
“Certo, abbiamo le possibilità per farlo e ci troviamo benissimo con l’allenatore. Ci proveremo fino alla fine per arrivare in finale, e possibilmente vincerla”.

Articolo precedenteROMA-TORINO: arbitra Sacchi, Paterna al VAR
Articolo successivoDYBALA: “Stimolante lavorare con De Rossi. Il mio futuro lo vedo alla Roma. Mourinho? Andrà in un top club”

18 Commenti

  1. abbiamo praticamente tutta la rosa disponibile come non era mai siccesso in 3 anni.

    col frosinone vedere la panchina era un piacere ed un sollievo.

    deve essere un punto di forza.da qui a giugno.

    ❤️🧡💛

    • aridaje, era già successo nella settimana verso la Fiorentina, poi 3 infortuni nella stessa partita.. stamose zittiiiii

  2. In questo caso non possiamo non evidenziare l ottimo lavoro di Mou, che ci ha portato a fare due finali e dunque ha trasmesso alla squadra esperienza in Europa. Talvolta in Europa ci servirà l atteggiamento sporco e compatto per portare a casa le vittorie. E su questo De Rossi ha detto di essere d accordo con Mou.
    FORZA ROMA FORZA DANIELE

    • Bene, finalmente qualcuno lo capisce e non si fa abbindolare dalla comunicazione palazzinara da raccordo.
      La EL è un obiettivo, difficile, ma lo è…

    • “Poteva sembrare una mossa azzardata, invece penso che si stia rivelando quella giusta”. Detto da un ragazzo serio e lavoratore, fa ben sperare

    • penso che nessuno abbia niente da ridire su come mou abbia interpretato le due stagioni europee della Roma, era tutto il resto il problema

  3. 45 giorni fa, Cristante, nelle stesse interviste diceva le stesse cose su Mourinho, credo che sia umanamente impossibile aspettarsi dai calciatori interviste sincere ho sempre pensato che intervistarli è un esercizio inutile e lesivo della nostra intelligenza.
    Vorrei anche precisare che non sono d’accordo con Adriano, essere più cinici può essere ma rinunciatari no, e la differenza è enorme.

  4. Non sono d’accordo. Non credo che sappia gestire come dice lui entrambi i ruoli sia di mediano che di centrocampista di destra. Come mediano a due non gioca bene insieme a Paredes ( che e’ di altro livello) rende meglio come centrocampista di destra. Come mediano con Zorro faceva pure grandi errori. Meglio che facia quello che faceva con l’ atalanta.

  5. Dalle sue parole mi sembra di evincere che ci sia ben poco rimpianto per il recente passato, malgrado Bryan fosse uno di quelli praticamente mai in discussione e difficile da identificare come complottardo.
    Quando dice che “la situazione era tutt’altro che semplice” forse anche non volendo lascia intendere che di problemucci vari ce n’erano eccome tra il leader e la squadra, ed è difficile pensare che la cosa coinvolgesse solo qualche reietto o “anello debole” come nella fantasia di alcuni.
    E non credo abbia versato lacrime neppure il fedele soldato Bryan.

    • troppi film Sonny
      Bryan ha dato sempre tutto in campo
      dava il fritto prima e anche adesso
      non è che prima era sempre a terra e ora non cade più come è successo per l’anello debole.
      per me è lui il vero capitano

    • Stai tranquillo che Pellegrini va per terra lo stesso appena gli capita un contrasto di una certa entità.
      Adesso ha solo modo di liberarsi prima del pallone perché ci sono uno o più compagni che si smarcano e dettano il passaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome