Dybala sceglie i fattori di crescita per andare al Mondiale: ecco di cosa si tratta

30
1118

AS ROMA NOTIZIE – Paulo Dybala punta il Mondiale. L’attaccante argentino sta lavorando sodo per poter coronare il suo sogno e con il passare dei giorni aumenta l’ottimismo, racconta l’edizione odierna del Corriere dello Sport.

La Joya, d’accordo con il suo entourage e con i medici della Roma, ha scelto di curarsi con i fattori di crescita, l’unica procedura consentita dai protocolli internazionali. L’utilizzo delle cellule staminali invece è proibito per legge sull’apparato osteoarticolare.

L’unica cura che si può fare è il Prp (Plasma ricco di Piastrine), trattamento multidisciplinare in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti che si ottiene da un prelievo venoso del paziente dal quale si isola un volume di plasma sanguigno autologo, con una quantità di piastrine molto superiore al normale.

I fattori di crescita intervengono sui tessuti lesionati. Dopo la centrifugazione a bassa velocità, le piastrine sono iniettate nella zona del corpo del paziente.

È previsto un trattamento a settimana per quattro settimane, e Dybala ha appena cominciato. In questa fase può fare solo fisioterapia, tra venti giorni potrà cominciare la riatletizzazione. L’obiettivo è quello di andare al Mondiale: entro dieci giorni Scaloni lo inserirà nelle preconvocazioni, il 14 novembre, e prima delle convocazioni definitive sarà effettuato un ultimo consulto. Quello decisivo.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteMou prepara la Roma anti Napoli e punta sulla coppia Zaniolo-Abraham
Articolo successivoSabatini: “Stare fuori dal calcio mi fa incaz*are. Spalletti un pazzo furioso sottovalutato. La Roma? Senza Mou non so cosa sarebbe”

30 Commenti

    • Male che vada nella Roma lo rivedemo il prossimo anno! Chissà perché per la Squadra che lo paga, ovvero la Roma, per un graffio se ne rimarrebbe fuori pure un mese! Per la Nazionale però si farebbe mettere anche una gamba di legno! Mi dispiace ma queste cose mi fanno infuriare! Con tutto il rispetto… Spero che non recuperi per il Mondiale… Bensì, gli auguro amorevoli cure… Con calma e tutto il tempo che ci vuole per stare in forma smagliante per la ripresa del campionato! Con la Roma! Stixxxxi del Mondiale!

    • @Nuova Alba te l’ho già ribadito una settimana fa, quello che dici è pura ipocrisia! non ti è mai capitato da ragazzo di evitare la scuola per un mal di testa e poi uscire la sera con gli amici dopo aver preso un aspirina? o di metterti in malattia dal lavoro per un mal di schiena per poi fartelo “passare” per uscire la sera con gli amici o la ragazza? chiunque se ne frega del proprio datore di lavoro a salvaguardia dei propri interessi. i calciatori professionisti di oggi non sono altro che dei bambini di qualche anno fa, bambini che hanno cominciato a giocare a calcio con un sogno, quello di diventare campioni del mondo con la squadra del proprio paese! hanno fatto sacrifici fin da piccoli per raggiungere quello scopo, o per lo meno di avere la possibilità di provarci. Il tuo ragionamento è assurdo, se io fossi Dybala e leggessi il tuo commento in campo con la maglia della Roma mi ci rivedresti solo nei tuoi sogni.

    • la chirurgia in un problema muscolare che non sia un grosso strappo…..? Diciamo che il riposo …..poi attività programmata e assistita ….porterebbe via più tempo ma eviterebbe rischi maggiori di ricadute. I mondiali sono i mondiali………..

    • Lui crede “purtroppo” più a la chirurgia. Noi artri, invece, credemo a lo sciamanesimo e a le curandere latino-americane…

    • Nico ..speriamo allora che conosci bene pure li Sigari cubani..eh egh eh..(in senso affettuoso però..)..eh eh eh

    • Perché sennò c’era er rischio che se giocasse er mondiale. Mentre invece così, guadagna tempo…

    • se dovesse andare al mondiale

      Scaloni lo farà giocare solo in situazioni di estrema necessità o se dovesse stufarsi di aspettare il miracolo di Messi che in nazionale non arriva mai ..

      sono piuttosto ottimista che il NS Paulo ci ritornerà sano e soprattutto spero felice e in forma

    • vedi te, è un calciatore .
      sino ad adesso ha sempre pensato alla roma ( e molto bene ) da gennaio ripenserà alla roma.
      perchè adesso non dovrebbe pensare al suo ultimo mondiale in carriera ?
      anche totti fece di tutto per giocare il mondiale in germania o sbaglio ?

    • Ciao Gio, non giudicarlo male, io sono convinto che Paulo è già innamorato pazzo di Roma, della Roma e dei suoi tifosi, ma ogni atleta, di qualsiasi disciplina sportiva, ha nel proprio cassetto dei sogni il desiderio di disputare un mondiale o un’Olimpiade. So cosa significa una tale rinuncia visto che ancora oggi sto piangendo perché a quattro mesi da un’Olimpiade ho visto quel sogno svanire per la rottura totale dei legamenti.

      Forza Roma, sempre

  1. Letta così sembra una cosa buona. Però mi faccio una domanda: perchè non lo fanno tutti? Quali sono le controindicazioni e i rischi?
    Qualcuno esperto in materia può dare lumi?
    Grazie

    • tanti atleti lo fanno, ovviamente non è indicato per tutti i tipi di infortunio, poi segue tutto un percorso di “fisioterapia”, si stima un recupero più veloce del 30% sui tendini, viene utilizzato principalmente su lacerazioni di muscoli e tendini per ridurre i tempi di recupero (fonte internet)

    • La terapia è in giro da circa 13 anni e i risultati sembrano indicare che il trattamento permetta una guarigione più veloce della lesione (e forse anche una minore probabilità di ricadute). Da allora ci sono state un sacco di pubblicazioni che confermano il risultato ma trattandosi di una terapia rivolta agli atleti d’elite, i casi, anche presi tutti insieme, non sono moltissimi.

      Da notare che la terapia non sembra funzionare nelle lesioni dei muscoli posteriori della coscia… o perlomeno così dimostrava 8 anni fa un articolo pubblicato sul New England Journal of Medicine (la rivista Top di Medicina su questo Pianeta…).

      Il guadagno in termini di tempo sembra essere notevole: dal 25 fino al 45% di tempo in meno per la ripresa dell’attività sportiva… di più non so…

      Ciao 😊.

    • l’unica controindicazione è che è molto costosa , quindi i comuni mortali non la possono fare, infatti Lotito ha fatto visitare Immobile da un veterinario , per provare un plasma ovino che ovviamente costa molto meno

  2. Se sta accelerando i tempi per andare al mondiale non e’ rischioso?
    Mah che la medicina e la chirurgie hanno passi avanti .o. se discute cio non toglie il rischio di una ricaduta piu’ seria

  3. Raga…..prendere o lasciare….. tra i motivi per cui è venuto alla Roma che non può ancora lottare per lo scudetto e che non gioca nemmeno in Champions, e addirittura con lo stipendio dimezzato, c’era il fatto che da noi poteva subito giocare titolare, con una squadra che gioca per lui e quindi convincere Scaloni a convocarlo.
    Se i problemi fisici continueranno a perseguitarlo questo sarà probabilmente il suo ultimo mondiale (che tra l’altro ha buone possibilità di vincere). Ci sta che adesso il suo unico obiettivo sia quello.
    Speriamo ci vada, che magari lo vinca, e che se andiamo in Champions ce lo godremo per i prossimi anni.

  4. Si si pensiamo sempre al mondiale…laROMA!!!prima di tutto!! ogni volta sti articoli che parlano di dybala e del suo mondiale…basta ! A noi interessa che dybala si tenga pronto per la ROMA!!

  5. io invece come spesso accade , vado in senso contrario….. e spero che Dybala guarisca presto.
    l’unica motivazione che posso avere per guardare il mondiale è proprio vedere Dybala in campo,anche se difficile prendere il posto a uno della coppia Messi-Lautaro

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome