Fantasia al potere: Elsha chiede spazio, Zaniolo spacca-partite e Volpato convince

60
1804

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – In una Roma che fatica a segnare con i suoi attaccanti, ci pensano i trequartisti a togliere la castagne dal fuoco a Mourinho.

Belotti delude, Abraham continua a non buttarla dentro nemmeno col vento a favore, Shomurodov non viene considerato. E così sono i calciatori più talentuosi a prendere in mano la situazione e a dare nuova linfa a una manovra offensiva che fatica a produrre gol.

E con Pellegrini che non può pensare di tirare la carretta da solo, si stanno facendo spazio altri suoi compagni di squadra. Tra i migliori c’è sicuramente Stephan El Shaarawy, uno dei calciatori più tecnici in rosa. Il Faraone sta ritrovando la brillantezza di inizio stagione, persa per colpa del solito maledetto infortunio muscolare.

La sua importanza nell’attacco giallorosso è fondamentale, ma deve giocare più vicino all’area avversaria per poter esprimere le sue doti migliori. Attaccante utilissimo anche a partita in corso. Esattamente come Zaniolo, lo “spacca-partite” che Mou ha utilizzato spesso facendolo partire dalla panchina.

Nicolò è uno di quei giocatori che può farti la differenza anche subentrando a partita in corso: quando la stanchezza comincia a fare capolino, i suoi strappi diventano incontenibili per i difensori avversari.

C’è poi un altro giocatore sempre più convincente che sta ritagliandosi uno spazio importante: si tratta del giovane Cristian Volpato, uno che ha dimostrato di saper dare del tu al pallone. Un anarchico, come lo ha definito Mourinho. Un calciatore creativo e imprevedibile, in grado di saltare l’uomo nello stretto e di intentarti la giocata.

Fantasia al potere: la Roma ha bisogno di giocatori così tecnici a ispirare le sue azioni offensive. I rientri di El Shaarawy e Zaniolo al top della forma sono una benedizione per l’attacco giallorosso, e l’esplosione di Volpato un’aggiunta assai gradita a un reparto che ha un bisogno matto di qualità. In attesa del rientro di Dybala: oggi per lui nuovi e decisivi controlli per capire se potrà sperare nel Mondiale.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedentePlayoff Europa League, lunedì il sorteggio a Nyon: il Barcellona è la squadra da evitare
Articolo successivoROMA-LUDOGORETS 3-1: i voti dei quotidiani

60 Commenti

  1. Andrò controcorrente, ma secondo me la cosa migliore è continuare con questo tipo di gestione. Abraham e Belotti hanno bisogno di giocare per ritrovarsi, e gli altri attaccanti li devi dosare per via di tutti gli impegni che abbiamo: non vanno spremuti. Quindi per me la soluzione migliore è la staffetta, quando devi spaccare la partita nel secondo tempo o se devi recuperarla.
    L’importante, per i ragazzi giovani, è la testa. Da ultimo vedo Zalewsky provare meno a saltare l’uomo, magari non è al top ma la sua spavalderia era un’arma in più, non deve pensare di essere arrivato. La testa è tutto, i mezzi tecnici ce li hanno.

    • Abraham va data fiducia perché ci hai speso 40 mln e se non recupera è una bella minus..
      Però io proverei a mettere elsherawy più avanti con Zalewsky dietro a sx (salta meno l’uomo a dx perché non è la sua fascia preferita).
      Sulla destra punterei su Kasdrop con compiti di solo contenimento. In avanti non è cosa sua.
      Il 433 o 4231 sarebbe ottimale però il mister non è convinto

    • Mah, a me ieri é parso di giocare con un uomo in meno (Belotti). Su Abraham sono d’accordo, nel senso che deve giocare perché perlomeno tiene impegnata la difesa avversaria, anche se non é in fiducia e si sta magnando gol a catena. Poi c’era anche Vina, che in teoria a difendere dovrebbe essere piú scarso di Kumbulla (perché costui non gioca mai?). Zalewski invece gioca fuori ruolo da quando é in prima squadra, e bisogna dire che quasi sempre lo fa meglio del “titolare”. Non ho capito bene nemmeno la gestione tattica di Camara e Pellegrini… quest’ultimo quasi sempre piú arretrato, perché?… cioé, ho capito andare a pestare i piedi ai costruttori da dietro bulgari (Camara), ma quando Pellegrini avanzava le volte che perdevi palla gli altri si trovavano davanti autentiche praterie. Ed é successo 3-4 volte, prima e anche diopo il gol loro. I bulgari sono stati ben piú coriacei del previsto, in prospettiva lanzio un test perfetto. Quindi testa al derby, la partita di ieri servirá parecchio sia a José che alla squadra. Non diamogli scampo!

    • Ce credo che Zalewski è “calato”… È calato per fare spazio a Spinazzola che purtroppo non è (al momento) quello che tutti ricordavamo… Per me, bisogna fare giocare chi è più in condizione… Chi deve “ritrovarsi” o rientrare in condizione deve partire dalla panchina! A testa bassa e con umiltà… Senza “piangere”… A Zalewski, secondo me, manca anche la stessa fiducia che proprio il posto da titolare gli aveva dato! In più, gioca totalmente fuori ruolo, ovvero, utilizzato a dx mentre lui e sx… Ovvio che fa fatica!

    • IDI non vai controcorrente…. È giusto quello che dici, Tammy lo abbiamo visto, GALLOTTI ha fatto del tutto per VESTIRE QUESTA MAGLIA, ONORARLA CON TUTTE LE SUE FORZE, ANCHE, RIFIUTANDO, OFFERTE MAGGIORI! 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Concordo. Solo giocando si trova la forma migliore. Ricordate Pruzzo nel campionato 1986, quello perso in casa contro il Lecce? all’andata aveva segnato solo un gol, poi al termine, fu capocannoniere con 18 reti all’attivo.

    • non condivido: sembra sempre che nessuno guardi la partita
      Condivido fave e piccioni
      Ad Abraham un poco di panchina farebbe non bene ma benissimo a favore di Shomurodov che pero’ e’ l’infame di turno ( con Kumbulla a ruota )
      Anch’io ho notato la strana e sbagliata posizione di Camara
      E’ Zaniolo fortunatamente a sgretolare la partita e a mettere in crisi l’intera squadra avversaria
      Condivido fave e piccioni : non diamogli scampo

    • sono d’accordo ma come dice D3 Zalewsky è fuori ruolo e speriamo che non gli fanno fare la fine di Florenzi, che alla fine lo avevano fatto diventare terzino o laterale basso che dir si voglia di ruolo

  2. io al momento con Elsharawy in queste condizioni farei il 4 3 3 potendo giocare davanti con Elsharawy Abraham Zaniolo + Zalewski, Belotti e Volpato a dare una mano. In mezzo al campo Cristante o Matic a schermare davanti la difesa + Camara e Pellegrini interni. Dietro invece Ibanez Smalling mi sembra la coppia più affidabile con il duo Ceilk Spinazzola o Kardorp Vina ad alternarsi sulle fasce.

    • mou non vuole abbandonare i tre dietro. magari un 343 allora con Zalewski a sinistra, Karsdorp/Celik a destra, Cristante o Matic accanto a Lollo al centro e El Sha Tammy Zaniolo in avanti.

  3. Ho temuto sinceramente che Volpato hapreso .l’ammonizione che per eccesso fdi votalira’ ne facesse un altro de fallo e si faceva buttare fuori per inesperienza ha giocato molto bene ha fatto bene ilmister a sostituirlo ( il rischio era troppo grande ,meglio così sui falli deve migliorare come nella fase difensiva però ogni volta che gioca migliora sa il mister come aiutarlo nella crescita

  4. Scusatemi, io ormai sono fissato,ma secondo me in Europa uno che in 45 minuti entra,ti cambia la partita e te la chiude mettendo a sedere tutta la difesa avversaria oggi lo trovi solo dalle parti del Real o simili.Onore al campione ritrovato e al gol capolavoro vera essenza del calcio

  5. Una vittoria nel Derby (che giochiamo in casa) sarebbe una ulteriore conferma di un periodo con 6 vittorie (tutte tranne con il napule). Forza Roma!

  6. non sono d’accordo su El Shaarawy.Non mi è mai piaciuto tanto come da due anni a questa parte in questo nuovo ruolo più arretrato che gli ritagliato mou, perché diventa un attaccante aggiunto.Penso che contro il Napoli avrebbe dovuto partire proprio con la stessa formazione;anche perché zaniolo più sfruttare meglio l’esuberanza atletica quando gli avversari sono stanchi.

  7. Christian Volpato tra l’atro mi sembra ben piazzato anche da un punto di vista fisico e può risultare utile a partita in corso. Deve però imparare ancora tanto e a non lavorare solo da metà campo in su ma anche in fase difensiva…

  8. Io vorrei solo sapere. E spero che qualcuno gli faccia mai la domanda: perchè la Roma non può giocare a 4 dietro (4231 o 433 è lo stesso), con i due esterni alti di ruolo.
    Mi sembra che così si esprima meglio la squadra, senza i quinti di centrocampo che non sono di ruolo e che arrivano spompati….
    Qualcuno che ce capisce mi spieghi per favore, perchè non capisco

    • Aspettiamo che qualche giornalista ponga tale quesito. Certo è che Spinazzola a sinistra non ha mai convinto e Vina al momento non convince in nessun ruolo e di conseguenza sei costretto a giocare a 3 dietro. Inoltre non avendo un difensore centrale mancino non puoi nemmeno spostarlo per necessità a fare il terzino ”bloccato”, cosa che potresti fare a destra con Ibanez che ha la velocità e la fisicità per fare quel ruolo secondo me. Ma a destra sei coperto con Karsdorp e soprattutto Celik. A centrocampo con Camara titolare e il rientro di Wijnaldum, secondo me, si aprirebbe la possibilità di vedere questo cambio di formazione. Come hai scritto tu daremmo la possibilità a Zalewski ed El Shaarawy di giocare in posizione avanzata.

    • Io credo che il problema nella Roma sia la prima impostazione dell’azione: soffriamo molto il pressing avversario e non abbiamo idee. Per anni lo schema è stato: palla a Kolarov o Spinazzola, i due con più personalità. I nostri difensori, partendo con soli due giocatori dietro se la fanno un po’ sotto. Con Fonseca giocavamo con i tre dietro e addirittura Villar che arretrava per impostare l’azione, togliendo ulteriormente consistenza a centrocampo. Ricordo in un derby che questo giochino ci è costato un gol per una palla persa.
      Poi per giocare a 4 dietro ci vorrebbero dei terzini più consistenti: a me Spinazzola piace molto, sia nella fase offensiva che difensiva, anche se gli infortuni ultimamente lo stanno frenando. Invece a destra Karsdorp non mi convince pienamente, sia in difesa che in proiezione.
      Ci vuole assolutamente un centrocampo forte fisicamente e tecnicamente e un uomo d’ordine che abbia visione, ritmo, tempi…. Cristante ci prova ma sbaglia troppi palloni. Ci vuole uno di quei giocatori che non perdono mai un pallone e non sbagliano un passaggio, uno che fa lanci lunghi millimetrici: esistono, ma a Roma non si vedono dai tempi di Pjanic (De Rossi)-Strootman-Naingoolan o prima ancora Pizarro.
      Se il nostro regista è marcato a vista devono proporsi gli altri e riuscire comunque a svolgere il compito, tutti devono saper fare tutto, invece da noi siamo sempre in cerca del salvatore della patria, quello che “pensaci tu”.

    • Perché gli schemi non contano assolutamente niente è la qualità dei giocatori che fa la differenza. Mourinho gioca malissimo da sempre ma quando hai la qualità anche il catenaccio diventa un gioco esaltante con densità e ripartenze. La Roma è l unica squadra che non fa il dai e vai , il primo Camarà lo faceva istintivamente adesso non lo fa più, gioca la palla indietro. Abraham ormai è totalmente involuto, una delle poche cose che sapeva fare ero lo stop a seguire , ieri lo ha fatto ha saltato l uomo ed è tornato indietro, pazzesco. Belotti senza il fisico è il nulla più totale. Per fortuna che a gennaio avremmo tutti e qualche acquisto in piu. Mourinho non potrà più lamentarsi avrà una rosa importante Al pari delle altre pretendenti allo scudetto e potrà dire la sua anche in EL.

  9. Ascoltiamo Fiorini il saggio, c’è da imparare e meditare.
    Oddio, tempo di prepartita… Come ieri mi aspetto tutte le Cassandre del caso… Chissà che quelli che asserivano che per la Roma sarebbe stata una passeggiata di salute e se non avesse passato il turno sarebbe stata una rovina per tutti!
    Chissà se finalmente alcuni di loro,hanno appreso che si trattava di una squadra bulgara ( piena di carioca) da affrontare con le molle e non di una squadra romagnola ( Lugodorez) formata di venditori di…pedalò!
    A proposito, siamo in attesa di quello che asseriranno quelli della radio…vabbe’ dai, ci sono anche loro…
    Pazienza, comunque FORZALUPI 💛💗

  10. La Roma sta, finalmente, tra ancora tante difficolta’ ed ostacoli, diventando una Societa’ importante e sta costruendo una squadra adeguata agli obiettivi prefissati .. i Campioni, credo in molti siamo d’accordo, servono e non ne abbiamo molti .. abbiamo Dybala e Smalling e Zaniolo e poi diversi buonissimi giocatori come Matic, Ibanez, spero Wijnaldum, Pellegrini, Camara, Cristante, El Shaarawy, Zalewski, e giovani di belle speranze come Volpato e Bove e Faticanti e altri che la Primavera ne sforna di continuo e sta solo all’occhio e alla sapienza del Mister capire se e quando utilizzarli .. in una Grande Squadra, i titolari sono piu’ di 11 .. ma anche i non titolari, tipo Shomurodov , anche loro avrebbero diritto a giocare .. largo ai giovani ma teniamoci i vecchiotti che sono forti ..

    • abbiamo un ottima rosa
      allo stesso livello delle altre squadre di vertice ( forse solo l’inter che pero’ ha inzaghi ha qualcosa di piu’)
      Rientrati Dybala e Gini dobbiamo far ruotare di piu’ gli uomini , senza preclusione alcuna (Shomurodov ,Kumbulla )
      C’e’ da dire che dopo due anni manchiamo ancora di un regista e ci stiamo imbottendo di trequartisti

  11. Il contratto di El Shaarawy andrebbe rinnovato perchè è chiaro il contributo che può darti questo giocatore con la sua tecnica e il suo impegno costante in un ruolo a lui non molto congeniale tra l’altro, come quello di esterno a tutta fascia. Tra Abraham e Belotti io ne farei giocare soltanto uno, ma ci manca appunto una seconda punta (Dybala è infortunato per ora, Shomurodov è fuori dalle rotazioni). Su Zaniolo aspetterei prima di esaltarmi troppo, indubbiamente quando entra così diventa devastante, non si può negare. Tuttavia si trova in una situazione contrattuale delicata, attendiamo test più probanti per dare un giudizio. Una chiosa su Zalewski: ma in una posizione più avanzata quale contributo potrebbe dare? Sembrerebbe frenato da questo ruolo, ma ad oggi Mourinho gioca con questo 3-4-1-2/3-4-2-1 che lo costringe a giocare in difesa perchè sostanzialmente è un 5-3-2. Forse in una sorta di 4231/4141 avrebbe un rendimento diverso anche in termini di finalizzazione e assist e ne beneficerebbe la squadra. Resiste questo dubbio amletico.

    • Ieri ha fatto due tre giocate da grande campione e il gol di lunedì la dice lunga sui piedi di questo giocatore. Ha 28 anni non scordiamolo se risolve i problemi muscolari è tanta roba, spacca la partita.

  12. Raramente ho visto gente uscire con questa classe dalla primavera e sto parlando di Volpato.

    come tocca il pallone, il fisico, la velocità, la fantasia e la personalità fanno pensare che forse potremmo aver trovato un fuoriclasse che potrebbe e ripeto, potrebbe prendere le eredità per talento e classe dei vecchi diamanti di Roma.

    la qualità mi sembra la più alta che si uscita dal dopo de Rossi.

    Facciamolo crescere!

    • PS: Spero che zalewsky non faccia la fine di Florenzi… la qualità è altra, è vero, ma il polacco non è un esterno di centrocampo ne tantomeno un terzino messo a fare il difensore.

      la mia speranza più grande è che non venga sprecato come talento.

  13. Il secondo di ieri mi ha insegnato con i fantasisti(Zaniolo,Volpato, El Shaarawy) che ha, possa giocare senza un centravanti di ruolo, major ragioni che Abraham e Belotti non sono in forma.

  14. Sempre sostenuto ELSHA: andare in cina ha riempito il conto in banca ma privato la ROMA di un’ ala di valore. Su Belotti ho ugualmente espresso parere contrario: fino ad adesso non mi sono sbagliato. Su Tammy ho gia’ scritto e l’ uzbeko andrebbe provato un paio di volte prima della sosta. Contentissimo per VOLPATO in attesa dell’ esordio di CASSANO.

  15. Secondo me su tutti devono giocare titolari fissi
    Zalekswky
    Zaniolo
    Ibanez
    Smalling
    Camara
    Pellegrini
    Matic
    Volpato

    In attesa di gini e dybala,ed abraham che si riprenda

    Il resto a partire da cristante non ci puoi fare affidamento,giocatori senza attrubuti, di seconda fascia se non terza.
    Forza ROMA

  16. volpato ha un sinistro che pochi possiedono
    non lo cambio con nessuno, già da ora a 18 anni…
    predestinato, come niccolò

    • ieri mi proprio piaciuto,degli strappi niente male,la ricerca del tiro,come dice il mister,quando imparerà anche a difendere sara’ forte forte

  17. Finalmente Zaniolo sul centrosinistra.
    Puo sfruttare meglio il suo sinistro = tiri coordinati ed assist ( a dx perde 1 tempo di gioco per posizionare palla sul sx).
    Camara utile nel pressing ma si rischiano praterie libere per gli avversari = richiesta più intelligenza calcistica.
    Viña ( troppe critiche) in fase difensiva migliore dell” attuale Spina e dell’ attuale Zalewski ( forse frastornato dai troppi cambi di zona ) ?
    Serve equilibrio in campo =
    Cristante + Matic + Camara ad unire difesa ed attacco , a fare il guastatore.
    45 minuti Pellegrini 45 minuti Zaniolo.
    Nicolò spacca gli avversari entrando nel secondo tempo.
    EVITARE Abraham Belotti insieme = troppo simili , rientrano insieme ed attaccano insieme , andando sulle stesse zone .

  18. Pellegrini….. Mai visto uno che calcia corner, punizioni, rigori e tiri dalla distanza tutti allo stesso modo……. Di piatto liftato….. Bha…. Ma dopo aver visto il giocatore del Ludo fare uno strappo di 50metri bruciando erba e avversari tirando una sassata di collo in corsa, non si è vergognato nemmeno un minuto ripensando ai suoi tiri dal limite da fermo e senza alcun disturbo? Tolti i rigori il peggiore in campo escludendo Belotti destinato in MLS già a gennaio in quanto inadeguato a livelli diversi alla lotta per la salvezza.

  19. Volendo fare delle analisi tecniche, per quel poco che ne so, direi che :
    Rui, buono tra i pali, mostra spesso ottimi riflessi, anche se talvolta sbaglia la lettura della traietoria, Molto limitato nelle uscite, ma alla sua età non impara più.
    Ibanez, a volte soffre i giocatori rapidi o molto tecnici, dovrebbe apprendere da Smallingi i tempi dell’anticipo. Ha mostrato buone progressioni e tecnica, ma spesso arriva ad un punto che non sa cosa fare con il pallone e l’azione sfuma. Ha il bel vizio del gol
    Smalling, che il tempo ce lo preservi, ma credo che sia quasi ora di cominciare a cercare una valida alternativa. L’anagrafe non perdona
    Vina, secondo me è uno su cui ci si può lavorare, e Mou lo sta facendo. Tigna, dinamismo e piedi discreti sono le sue doti, dovrebbe impara a giocare più di prma, e per farlo serve grande concentrazione e visione di gioco.
    Karsdorp è questo, e questo resta. Buone progressioni, qualche spunto interessante, ma azzecca pochi cross e non prova mai mai mai il tiro. Difensivamente da rivedere, non mi sembra che rincorra mai l’uomo.
    Zalewsky ha buona ersonalità ed intelligenza, è ancora argilla,e se si fida ed affida alle cure di Mou e dei futuri grandi allenatori che avrà (spero alla Roma), può diventare davvero un grande giocatore.
    Cristante se riuscisse a togliere uno, magari due tempi di gioco sarebbe un giocatorone. E’ tra i pochi che riesce a lanciare lungo con precisione ed ha un buon senso della posizione, il che nel ruolo che occupa è fondamentale. al bisogno ha anche una discreta castagna. Spesso ha il vizio di rllentare le potenziali azioni con dei passaggetti improduttivi ed a volte rischiosi.

  20. si continua a proporrePippurodov.ma se non gioca mai titolare ci sara’ un motivo.tutti.il loro spazio lo hanno trovato lui no

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome