Fonseca-Pellegrini, contrapposizione pericolosa: atteso un faccia a faccia a Trigoria

23
2744

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Dopo il ko di domenica, che ha fatto infuriare Paulo Fonseca, nella Roma si respira aria tutt’altro che serena. L’allenatore è sempre più solo e finito in un angolo dentro Trigoria, scrive l’edizione odierna de Il Tempo (A. Austini).

Ma il rush finale di stagione può cambiare le sorti del suo futuro dentro la Roma, e per questo il tecnico portoghese dovrà prima di tutto riacquistare forza dentro lo spogliatoio, apparso meno compatto attorno all’allenatore dopo la sconfitta contro i partenopei.

Lo strappo con Dzeko è insanabile, racconta Il Tempo, ora per Fonseca urge un confronto con Lorenzo Pellegrini al rientro dalla nazionale. Perché le parole post-Napoli dell’allenatore e del neo-capitano hanno creato una contrapposizione pericolosa.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteVILLAR: “Io un po’ Iniesta e un po’ Busquets. La Roma è speciale, il mio futuro è qui”
Articolo successivoI Friedkin già al lavoro sul mercato: sprint per Gollini, piace Mukairu

23 Commenti

  1. Di Fonseca Pellegrini mi frega il giusto.
    Ora Friedkin ci dimostri cosa vuole fare.
    Uno stadio da almeno 50.000 posti e investimenti per una squadra forte per quest’ estate.

    Tutto il resto è relativo, anche con Guardiola ma con Mayoral e Ibanez, non si vince lo stesso.

    Ci dica cosa vuol fare, più che altro mi metto l’anima in pace e continuerò a tifare e guardare la Roma in tv, ma con le patatine e una birretta, senza pretese. E Senza bruciori di stomaco ogni volta.

    • Guarda che l’ha detto molto chiaramente.
      Lo ha detto lui, lo ha detto il figlio, lo ha detto Fienga, lo ha detto Pinto.
      Chi altro te lo deve dire?

      Squadra sostenibile investendo su giovani di prospettiva e mantenendo i migliori in rosa.
      Mi sembra un concetto chiaro.

    • Il problema è solo che “Squadra sostenibile investendo su giovani di prospettiva e mantenendo i migliori in rosa” è sinonimo de “nun se vince un caxxo”, tutto qua. Direi che a un popolo giallorosso affamato di vittorie, della sostenibilità non gliene frega un beneamato, e non passerà molto tempo che al posto di quel braccino corto di Friedkin verrà invocato uno sceicco…le chiacchiere le porti a zero solo con le vittorie, ma mancando quelle, chiunque si alzi la mattina ha vita facile per contestare qualcosa o qualcuno (siamo già a Pinto che non convince “a pelle”)

    • CriPtico,
      hai ragione: non si vincerà un caxxo.
      Tu ce l’hai lo sceicco? Portalo.
      Non ce l’hai? E allora resta Friedkin.

      Di ‘sto periodo già non essere falliti o non aver venduto mezza squadra per me è qualcosa.
      Vediamo che faranno le milanesi in Estate eh…

    • @Anto caro, sta storiella dei giovani ha un po stufato.
      Guardiamo la realtà, non abbiamo il potere e la forza di dettare le regole (e ingaggi..) se Zaniolo diventa un campione, arriva lo sceicco Bin Salam e Mortadellah e se lo porta via, Friedkin non può far nulla.
      Allora serve una società forte e un lungo programma a medio lungo termine con un allenatore.
      Fergusson con il Manchester United, ha vinto tutto, dopo 7 anni e la Champion dopo 13 anni..
      Cambiare un allenatore dopo un anno e mezzo significa ricominciare d’accapo.
      Anch’io comincio a dubitare di Fonseca, ma un altro allenatore non serve a nulla, se non hai una squadra base consolidata. Secondo me.

    • @Anto, guarda che con me sfondi una porta aperta. Mi sono sentito dare del pallottaro per anni, così come ora mi daranno del friedkiniano, perchè ho sempre provato a capire le scelte societarie inquadrandole in un contesto più ampio. Ma quello che ti ho riportato è semplicemente l’umore di una piazza che dopo neanche un anno di Friedkin inizia già a rumoreggiare pericolosamente, a torto o a ragione, e che non perdonerà un caxxo a nessuno, anzi abboccherà ai fomentatori di professione che stanno già attaccando a testa bassa ogni cosa che si muove. Stanno lasciando per ultimo il boccone migliore (Friedkin), ma vedi che già sono tutti in discussione ogni giorno, dall’allenatore ai dirigenti, compresi gli ultimi arrivati. Aspetta che esca il vero nome del prossimo allenatore, poi vedi cosa si dirà di Friedkin…

    • me sbellico dalle risate… ma ancora non avete capito che se non ciai una lira non puoi fare come l inter con 300 milini di investimento e un allenatore che prende 1 milione al mese , puoi fare come fece viola PROGRAMMAZIONE , se quell ebete di Pallotta invece di dar via piu giocatori cercava di tenere i migliori non dico i fuoriclasse che qua non potevano starci ma ripeto i migliori e ogni anno ne aggiungeva qualcun altro avresti avuto una squadra nel tempo ben messa e con la possibilità di giocarsi lo scudo , come dire dai via allison e sala compra 3 giorncatroi funzionali giovani ma non zombiii o pastore di pecore

    • Da Siviglia in E. L. ha discusso con mezza squadra. Gli manca Bruno Peres…se si permaloso non puoi allenare.

  2. Ma di ciò che succede ai Gobbi ed al Bilan mai un rigo ? solo qa noi si devono rompere i gabbasisi ? Alla minima stronxata, subito pettegolezzi e fiumi di inchiostro. E’ proprio vero ormai sanno solo fare gossip ! Di calcio ? nada !

  3. Questa “tiritera” è la stessa di un anno e mezzo fa quando si paventava la possibile venuta di Conte nella panchina giallorossa. Parliamoci chiaro, Allegri è improbabile possa calcare i campi di Trigoria, perché sebbene sia un allenatore vincente, è anche un allenatore molto esigente nella scelta dei calciatori (vedi Milan e Juve);tale concetto lo ha anche ribadito chiaramente nell’intervista di Sky. Perciò finiamola con sta “telenovela” che in quanto tale è stata costruita soltanto perché si sa già l’epilogo: Allegri finirà in una squadra che può spendere i soldi per permettersi i giocatori che vuole lui, e i giornali diranno che l’allenatore ha rifiutato la Roma quando in realtà non ci sono mai state reali possibilità, generando poi un ulteriore delusione tra i tifosi.

    • Tutto giustissimo e condivisibile, aggiungere solo UNA COSA alla fine:

      “generando poi un ulteriore delusione tra i tifosi CHE NON VOGLIONO RAGIONARE”.

      Perchè basterebbe fare 2+2 per capire che la telenovela Allegri è pari pari a quella di Conte.
      E leggendo le dichiarazioni di domenica sera è chiarissimo che non parla della Roma.
      Però andremo avanti 2 mesi a friggere Fonseca parlando dell’arrivo del Messia,
      poi lo faranno fuori e chiunque arriverà… beh, non sarà Allegri!

  4. credo, che si debba tornare al 4-2-3-1 o 4-3-2-1, coi 5 dietro siamo troppo chiusi anche in fase di costruzione e sempre con un cc in meno (se non ci sta veretout o villar/diawara insieme). poi pellegrini in nazionale gioca sempre bene nel 4-3-3 modulo in cui rende meglio, nè dietro le punte nè a cc ad impostare.
    portiere
    karsdorp-smalling-mancini-spinazzola
    veretout-villar-pellegrini
    zaniolo-miki
    mayoral (dzeko quando gli torna la voglia di giocare)
    SFR

    • Si ha litigato anche con il pizzicagnolo sotto casa, con il verduraio e il ciabattino…..

  5. È Sarri il prescelto mettiamocelo bene in testa l’unico che mette tutti d’accordo sia per le intenzioni dei friedkin che possibilità che esperienza il resto sono baggianate.

  6. Chiudemo sta stagione ner mijor modo possibile e poi arivederci e grazie…pertanto, Daje Fonseca fino a che nun te scade sto casso de contratto!

  7. Ragazzi che amarezza!!!! Ogni anno ci troviamo a pensare e scrivere le stesse cose……
    Fonseca, Allegri, Sarri, Gattuso…….. In campo ci scendono i giocatori ! Comincio a pensare che per amore della Roma abbiamo tutti quanti sopravvalutato i nostri giocatori……;
    Ci siamo esaltati per le prime partite di Ibanez e Kumbulla……ma sono dei giovani che debbono crescere…forse tra un paio di anni saranno veramente forti;
    Un giocatore forte come Smalling arrivato a Roma è stato colpito dalla nube tossica di Trigoria e via infortuni a gogo;
    Il Portiere…….lasciamo stare, sarebbe meglio giocare con il portiere volante come facevamo da ragazzini;
    Karsdorp e Spinazzola……forti con i deboli …..poi incontri la Lazio e Lazzari sembra un fuoriclasse;
    Villar un gran bel prospetto ma ci vorrano altri due anni per essere in grado di prendere per mano la squadra;
    Pellegrini……il giocatore più sopravvalutato della storia della Roma, si diceva che la clausola di 30 Milioni fosse troppo bassa…..non mi sembra ci sia la fila per pagarla;
    Cristante…..giocatore medio;
    Dzeko…….mi devono spiegare perchè a settebre è stato trattenuto, è un giocatore vecchio e demotivato e lo si sapeva….forse Milik 15/16 goal li avrebbe già fatti…..
    Servono giocatori di personalità tipo Strootman, Naingollan, Giocatori alla Ibraimovic, alla Maicon, De Rossi
    Personalmente considero gia da grande squadra solo : Mancini, Veretout, Zaniolo, Mikitaryan, El Sharawi.
    In Futuro Ibanez,Kumbulla e Vilar e forse Raynolds
    Gli altri sono e resteranno giocatori mediocri. Per cui puoi chiamare Sarri, Allegri, Guardiola non andremo cmq da nessuna parte.
    solo per ricordare la formazione che abbiamo ceduto:
    Allison
    Rudiger Marchinhos Benatia Palmieri Florenzi
    Paredes Pjanic Naingollan Strootman
    Salah Osvaldo Lamela

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome