Friedkin, obiettivo raggiunto: dopo 22 anni la Roma esce dalla Borsa (COMUNICATO)

90
3537

NOTIZIE AS ROMA – I Friedkin ce l’hanno fatta: la Roma esce dalla borsa. Nell’ultimo giorno utile, il gruppo americano ha superato la soglia del 95% necessaria per il successo dell’offerta.

Ora i Friedkin avranno diritto di acquistare i titoli residui (cosiddetto squeeze-out) e potranno poi procedere al delisting del club da Piazza Affari, che si concluderà probabilmente entro la fine di agosto. A quel punto, dopo 22 anni, la Roma uscirà definitivamente dalla borsa.

Di seguito un estratto del comunicato pubblicato in merito dal club giallorosso: “Sulla base dei risultati provvisori comunicati da Equita SIM S.p.A., in qualità di intermediario incaricato del coordinamento della raccolta delle adesioni, risultano portate in adesione all’Offerta, durante il Periodo di Adesione terminato in data odierna, come da ultimo prorogato, complessive n. 34.713.618 Azioni, rappresentative di circa il 5,520% del capitale sociale dell’Emittente.

Pertanto, tenuto conto delle Azioni portate in adesione all’Offerta, delle n. 565.964.248 di Azioni, pari all’89,995% del capitale sociale dell’Emittente, già detenute, direttamente e indirettamente, dall’Offerente e delle n. 2.500.000 Azioni, pari al 0,398% del capitale sociale dell’Emittente, acquistate in data odierna dall’Offerente su Euronext Milan tramite Equita SIM S.p.A., ad un prezzo medio ponderato di Euro 0,45 per Azione – e, comunque, ad un prezzo unitario non superiore al Corrispettivo dell’Offerta – lo stesso Offerente verrebbe a detenere, alla data di regolamento dell’Offerta e qualora i suddetti risultati provvisori risultino confermati, n. 603.177.866 Azioni, pari al 95,913% del capitale sociale dell’Emittente“.

Articolo precedenteRUI PATRICIO: “Dybala un grande acquisto del club, con lui possiamo crescere molto”
Articolo successivoStasera Roma-Nizza col rebus Dybala: il giocatore in panchina, Mou non rischia dopo il ko di Darboe

90 Commenti

    • State lontani dai fan token che sono una sorta di truffa.
      Andranno zampe all’aria entro un paio d’anni, sono tutti in rosso.
      Vedrete che pure i Friedkin lo capiranno e usciranno anche da lì.
      Datemi retta che di crypto ne capisco.

  1. Di borsa non capisco nulla. la cosa che mi fa godere di più è che questi quello che vogliono ottengono.
    Ho capito che sta cosa era fondamentale per la Roma, e siamo tutti contenti che sia accaduto.
    Daje avanti così!!!!

    • A questo punto io devo ringraziare Pallotta che ha venduto la società a questi autentici top player ,dalle palle ottagonali.

  2. Grande operazione finanziaria del presidente Friedkin 👋
    Finalmente è stata messa una pietra tombale su una scellerata speculazione che ha fatto soltanto male alla Roma. 👈

    • Dipende tantissimo dai punti di vista, e comunque non la definirei affatto speculazione!!! La Roma entra in borsa a maggio 2000, per opera del presidente Franco Sensi, collocando circa 13 milioni di azioni (circa il 29% del capitale) a 5,5 euro per azione ed incassando un totale di oltre 71 milioni di euro. Quello stesso anno, a luglio, prendiamo Batistuta dalla fiorentina a poco più di 36 milioni di euro, Emerson dal leverkusen a circa 18 milioni di euro, Samuel dal boca jr a circa 20 milioni… e in quello stesso anno calcistico (giugno 2001) vinciamo il nostro 3o scudetto scucendolo direttamente dalle maglie di quegli altri!!! In quel preciso momento per il presidente Sensi, quella necessità era indispensabile, non avendo ricchezze infinite. I limiti dell’essere quotati in borsa, semmai, si sono rivelati a lungo termine e comunque molto più in là nel tempo. La volatilità di un titolo azionario è già mediamente elevata, ancor più se connessa ad una società calcistica che non crea valore effettivo (come potrebbe essere un bene o un servizio tangibile e concreto), ma legata ad un andamento di uno “spettacolo”. Diciamo che allora e per tutto il periodo Sensi (padre-figlia), l’essere entrati in borsa ha assicurato alla società di vivere momenti esaltanti (e altri meno), inquadrando il discorso negli anni 2000, dove i presidenti erano ancora all’antica e si basavano solo e soltanto sulle proprie ricchezze. Gli speculatori in senso mooolto ampio (non demonizzo le presidenze attuali e soprattutto, come tifoso della ASRoma, sono grato alla famiglia Friedkin, più che mai), sono i presidenti di oggi, le società cinesi, russe ed americane, i fondi e gli arabi, perchè loro a differenza dei Sensi, Moratti e Berlusconi (intesi solo come presidenti calcistici), non sono tifosi della squadra, (anche se lo possono diventare), ma imprenditori che puntano ad un ritorno economico nel tempo (breve o lungo che sia).
      p.s. i dati citati sopra li ho “rispolverati” da vecchi articoli finanziari del periodo, spero di aver riportato correttamente valori e cifre.

    • Sei sicuro di conoscere il significato del termine speculazione?
      E soprattutto, chi è che avrebbe “speculato”?
      Il Presidente Sensi? I soldi dell’OPV sono entrati nelle casse della Roma, mica le sue.
      Ha puntato la pistola alla tempia di qualcuno per costringerlo ad aderire?
      Semmai gli speculatori di professione sono entrati in gioco dopo: un titolo con bassi volumi di scambio e volatilità elevata si presta benissimo ai giochini di questo particolare tipo di investitori.
      Diciamo invece che l’ingresso in borsa ha impedito nel corso di questi venti anni che la Roma cadesse preda dei Viperetta et similia.
      Oltre a garantire i soldi per finanziare la campagna acquisti del terzo scudetto,
      Adesso, nelle mani di un solido gruppo imprenditoriale internazionale, era diventato un orpello che intralciava la libertà e velocità di manovra della proprietà.
      Ma continuo a non comprendere cosa vi fosse di scellerato in ciò che fu fatto allora: fu una scelta legittima, così come fu una libera scelta quella di aderire all’offerta.
      Qualcuno ha perso, anche tanto, altri hanno guadagnato, così come nell’ordine delle cose.
      Il tutto in perfetta legalità.
      E alla Roma non ha fatto alcun male, anzi…

    • Caro Zenone lei ha perfettamente ragione . Fu un’operazione del tutto sconsiderata .Franco Sensi fu evidentemente mal consigliato da chi gli girava intorno . Una società calcistica che non produce alcun tipo di dividendo non dovrebbe mai quotarsi in Borsa . I Friedkin lo hanno capito e hanno provveduto tempestivamente al delisting….

  3. Mitici friedkin

    Ora il gioco diventa importante….

    C’è lo spazio per l’ingresso di capitale rilevante per la costruzione dello stadio…. ora Dan friedkin è il padrone di poter fare quello che vuole…. anche l’ingresso di soci potenti

    Onore a Dan friedkin
    Forza grande Roma ale’

    • Tipo Alice Walton, la donna più ricca del mondo, amica intima della famiglia Friedkin?
      Se ne era parlato tempo fa, poi non si è saputo più nulla

    • Nuova circolare per gli avventori del ponte d’ariccia…”Si prega la gentile clientela che al fine di facilitare le operazioni di lancio giù dal ponte è possibile creare coppie e gettarsi 2 a 2, ringraziando anticipatamente per l’attenzione si coglie l’occasione per augurare un buon volo.”

  4. Finalmente I giornalisti non potranno più fare I conti in tasca alla Roma 😁😁.
    Se ci portano un centrocampista e un difensore di livello la stagione inizia nel migliore dei modi.

    Forza Roma e grande presidente

  5. Lo dicevo giusto poco fa in altro Thread. Una palese dimostrazione che quando questa “Presidenza” si prefigge un obbiettivo lo raggiunge superando qualsiasi difficoltà Una dimostrazione di forza, potenza e caparbietà che fanno ben sperare Complimenti ai Friedkin. piu’ che dovuti. 💛💖Sempre Forza Magica Roma💛💖

    • Immettere fondi e spendere senza rendere conto a nessuno.

      Soldi tuoi, capperi tuoi…. dimme niente.

  6. Un altro obiettivo realizzato da Dan & Ryan.
    Non un trofeo, va bé, ma sempre funzionale alla Società.
    Quindi, chapeau.

  7. Come dicevo stamattina…vedo una professionalità ed una decisione nel mirare e raggiungere gli obiettivi prefissati…che forse non c’è mai stata in 95 anni di storia della Roma. Noi abbiamo vissuto la passione di Viola e di F.Sensi, ma quella era una gestione familiare, seppur di successo. Ora c’è un progetto chiaro, ambizioso e nemmeno troppo di lungo periodo. Chissà come mai adesso non c’è più la suddivisione tra Cesaroni e non,…mi rivolgo a tutti gli scienziati che criticavano chi criticava …quelli che vedevano l’invisibile, per 10 anni abbiamo subito uno speculatore finanziario di cui stiamo ancora curando le ferite.

  8. Daje! Un tassello dopo l’altro, i Friedkin non conoscono ostacoli.
    Il gigante addormentato si sta veramente svegliando…invece per noi sarebbe forse il caso di non svegliarci!

  9. un altra ottima notizia … ci sto prendendo gusto a nostri grandissimi proprietari!!! sono gia pieno di tatuaggi di Lupi ma se mi portano a casa uno scudetto giuro che mi faccio anche i loro nomi 🤣🤣🤣
    sempre stato fiero di essere Romanista ma devo dire che a 45 anni con questi proprietari ho il petto piu in fuori di molti altri anni !!!
    peccato che non riesco a trovare la maglia di Dybala per mio figlio … sold out

  10. E moh?!?!?!

    E mo so caz@#@#i….

    Si…. Dell’altri……

    Dajeeeee ROMA 💛❤️…
    Dajeeeee PRESIDENTE 💛❤️….
    Dajeeeee MOU 💛❤️…..
    Dajeeeee ragazzi giallorossi 💛❤️…

    Fatece diverti’…

  11. Questa notizia è più importante anche di dybala e winaldum messi insieme.👍👍👍
    Siamo solo agli inizi.
    Che la Forza sia con noi🙂

  12. PASSO CLAMOROSO IN AVANTI.
    D’ora in poi non dovremo più giustificare niente a nessuno visto gli obblighi che comporta stare in borsa quando ci sono picchi anomali delle azioni.

    Sto presidente è un orgasmo continuo, DAJE ROMA!

  13. SIIIIIII… io amo questi Americani….li ringrazio per tutti gli sforzi finanziari che stanno facendo, cosa che non era assolutamente scontata in un periodo cosi complicato dove la congiuntura economica è in forte contrazione…. ringrazio anche tutti i tifosi hanno ceduto le quote della nostra Società aiutando la Proprietà ad uscire dalla Borsa lasciandoci liberi da quei vincoli e dagli esosi costi che eravamo costretti a rispettare

    • Io Nun li considero manco cugini ,sono intrusi in questa città,poi Nun ho capito ma perché invece del ponte di Ariccia Nun se buttano da Ponte Milvio,Nun me posso più manco anna ‘a magna’ un panino con a porchetta x colpa de sti falliti

  14. Siamo nelle mani di gente che sa benissimo quello che fa e quello che vuole….noi tifosi meritevamo una presidenza di questo calibro…. grazie mille per tutto….

  15. Non mi viene semplice lasciare un commento su una news ufficiale relativa sì alla ROMA, nel senso dell’attuale società, ma avulsa dai miei normali interessi che riguardano principalmente il calcio in senso tradizionale.
    Però voglio dire che, bazzicando una tantum il forum di investing relativo agli azionisti di ASROMA, ho trovato una lotta in corso tra chi invitava a “resistere” e non aderire all’Opa, perché non contento del premio, portato ieri l’altro a 0,45 per azione, dai FRIEDKIN, e chi paventava che, chi non avesse aderito, avrebbe finito col perdere i risparmi investiti…. e azioni divenute, ad Opa raggiunta, carta straccia.
    Io mi limito a dire che i tifosi della ROMA che hanno sottoscritto titoli tipo a 5 euro e si son trovati 0,43 o 0,45 a titolo, perdendo soldi, mi dispiace.
    A chi invece, libero di farlo, ha cercato di lucrare su una passione sapevano i rischi della Borsa e mi dispiace meno.
    Personalmente non sceglierei mai titoli di una società di calcio per trarne profitto se non, forse, nel breve o brevissimo termine.
    Mi auguro che non ci siano persone troppo danneggiate dall’Opa tra i tifosi risparmiatori, e potranno tornare con i piedi per terra quelli che, sperando non andasse in porto, tra DYBALA e simili, trofei sportivi e nuovo stadio, immaginavano un rialzo dei valori tale da farci notevoli guadagni.
    Spero che, oltre i loro legittimi interessi, le operazioni di Dan e Ryan possano veramente portare in alto la ROMA come pare dire, per tanti motivi, il corso degli avvenimenti.

    • Caro Sardegna hai detto cose giuste ma la borsa è spietata e a volte generosa,gli azionisti lo sapevano …

    • Tiziano e ti meravigli? Dai su le critiche poi sono sempre fini a se stesse.importante è che finalmente il famigerato “ambiente” che per decenni ci ha danneggiato ,ai friedkin je fanno na pippa co 2 mani.scusa la volgarità ma quanno ce vo ce vo….

  16. Nessuno si senta offeso
    Ma voglio farvi una domanda semplice semplice….
    Ma ancora state a pensare alla squadra provinciale???????
    Ma davvero????
    I nostri obiettivi sono ben altri.
    Il nostro nome lo impone.
    Quegli altri non esistono.
    As Roma per mille anni.

  17. Il cerchio si chiude.
    Il gigante è sveglio.
    A lazialò, coprite.
    🥶🥶🥶🥶🥶🥶🥶
    Ci saranno distanze siderali, e li fa freddo altro che il campo de transumanza la notte,eh.
    Fattela pijà da lotizio na copertina che st’anno te ammali. Coi rincari del gas te consiglio na bella stufetta a pellet che te riscalda tutto il casolare.
    E manco te brucia lu pecora.
    🤭

    • Zeno manco sai de che stai a parlare.
      Fai na cosa vai a fare la guardia al murales di Dybala, se metti le mani a conchetta te alzi pure due lire.
      E Nun te scordà de noi.

  18. Mi viene da riflettere alla luce dei fatti odierni
    Sulla premura dei tre porcellini di entrare nella lega superpippa….
    Forse che i soldi del Monopoli non bastano più????
    Osservate il mercato della mafia che ha monopolizzato il campionato t orino mal’ano
    Per tutto il secolo scorso e nel nuovo millennio…..
    Cosa sta succedendo????
    L’aS Roma è stata sempre relegata nel sistema Italia a fungere da sparring partner perché il potere economico era ad appannaggio dei lombardopiemontesi
    Il quadro cambia.
    Ci hanno frenato in tutti i modi perché sanno che un nome come il nostro si vende ovunque….
    Dici Roma e sai di cosa parli….
    Ricordo l’intervento di una manina interessata ai tempi del passaggio quasi fatto con kerimov se ricordo il nome e a quell epoca eravamo uno squadrone che poi venne smembrato con l’addio di capello e diversi giocatori non ultimo Walter Adrian Samuel il mito.
    Forza la Roma.

  19. PRESIDENTE GRAZIE, MA CHE ESTATE MERAVIGLIOSA CI STAI FACENDO TRASCORRERE, la coppa a Maggio, Matic, Dybala, lo stadio, L’uscita dalla borsa , Giorgino ( speriamo ) !!! Il 7 agosto io ci sono . Forza Grande Roma lo sai che io ci sono …

  20. Ogni tanto commento, ciao a tutti…

    I Friedkin hanno una mentalità USA, conta il business.
    Quello che fanno, che per i tifosi è pura gioia ( o Joya) , per loro è lungimiranza per ottenere il loro ROI ( return of the investment).
    Il loro obiettivo è fare salire il valore della AS Roma, per poi rivenderla, tutta od in Parte. Ricordiamolo sempre.

    Nel frattempo, si gode…e questo, calcisticamente parlando, ci mancava un bel po….

    Quindi , grande lavoro dell proprietà….
    Non so chi li consigli nelle scelte ( tipo Mourinho), ma stanno facendo ciò che alla precedente proprietà non era riuscito….vincere e dare emozioni positive. Sono di certo stati consigliati bene…

    Godiamocela …era ora…

    • Mi permetto di dissentire in parte sul fine dell’investimento AS Roma da parte dei Friedkin.
      Non parliamo di un fondo speculativo, che per sua natura investe in un asset sottovalutato per poi rivenderlo appena in grado di garantire un profitto dalla vendita.
      Il Friedkin Group non è Elliot, si tratta di imprenditori che, partendo dalla concessione in esclusiva della vendita del marchio Toyota in cinque stati USA, stanno costruendo un impero finanziario con attività ramificate nel business del turismo e dell’intrattenimento.
      Non fanno soldi coi soldi, ma producono ricchezza.
      Non posso prevedere il futuro, magari avrai ragione tu e venderanno tra qualche annetto, ma io credo che loro nella Roma abbiano intravisto una occasione per aumentare la loro visibilità nel vecchio continente e procacciare lucrose opportunità per le attività del gruppo.
      La Roma è entrata a pieno titolo nella loro holding, e dimostrazione ne sia l’attenzione e la vicinanza con la quale ne dirigono le vicende.
      Le loro mosse mi sembrano congrue con quelle di chi sa di avere un progetto a lunga scadenza e non un’occasione per una plusvalenza mordi e fuggi (quello che sperava di realizzare la vecchia proprietà).
      Tra non molto questi signori avranno investito nel club una cifra molto vicina al miliardo di dollari; non posso esserne certo, ma punto i miei due cent sulla convinzione che questi signori li vedremo qui molto a lungo, con, si spera, reciproca soddisfazione.

    • Io non penso sia così. Certo è strano immaginare che dei texani siano romanisti come noi, ma penso che al di là degli affari siano persone che mettono passione in ciò che fanno…da quando hanno acquisito la Roma si sono trasferiti in pianta stabile, non perdono una partita neanche amichevole e ora stanno in Portogallo. Non hanno la freddezza degli affaristi, hanno estremo rispetto della nostra passione e delle nostre tradizioni. Penso che per la nostra amata Roma il futuro sarà radioso, sarà inevitabile con una gestione del genere.

    • C’e’ sempre ‘na pecora nera in ogni famiglia. Qui pero’ le pecore so sbiatito-pigiamate e non nere. Grazie per la spolliciata, adesso torna a formello!

  21. Ci siamo tolti dai cojoni la Consob. Ora la proprieta’ ha le mani libere e investe senza rendere conto a nessun azionista ma solo ai tifosi . Tutto semplice e piu’ trasparente, dispiace percchi ha investito ma un broker minimamente serio non investe mai in club calcistici ne consiglia di farlo. E il panzone come fara’ il suo delistimg? Invece di soldi ricompra le azioni con le caciotte?

    • Tecnicamente si chiama il de-caciotting: ogni 1000 azioni na caciotta, ogni 2000 un pecorino romano e così via.

  22. ultimissime ANSA: la protezione civile ha intercettato la marcia di circa 8000 formellesi direzione Ariccia, seguiranno aggiornamenti.

  23. quello che dicono, fanno. Si chiama serietà, una cosa che negli ultimi 10 anni non era di casa a Roma. Grazie Friedkin, stiamo rivedendo la luce

  24. Entro sulla chat solo ora.
    Pardon, faccio mea culpa perché “lontano” dalla Roma mi logora…
    Faccio un applauso ai Friedkin ma anche a AleSsandRo e UB40 di cui condivido appieno le osservazioni.
    In particolare aggiungo che il post di UB40 è tanto più vero quanto è vero che in futuro rivedremo la Roma nuovamente quotata in Borsa.
    Giusto il tempo che i Friedkin completino l’OPERA DI INGRANDIMENTO DEL BRAND al punto di renderla stabilmente appetibile a chi avrà voglia di valorizzarla.
    Avanti popolo.
    La crescita è continua!
    Verrà il giorno in cui anche la Borsa capirà che OVUNQUE SI VADA NON SI TROVERÀ MAI NULLA PIÙ GRANDE DI/DELLA ROMA!!!
    FORZA ROMA

  25. Imprenditori veri e sani, ambiziosi ma mai un passo più lungo della gamba, individuano l’obiettivo e lo centrano come il più abile dei cecchini, zero chiacchiere e bla bla bla al vento solo fatti concreti e tangibili, questa è la nostra presidenza. Un rullo compressore che sta sdraiando la serie A. Grazie Dan, grazie Ryan.

  26. Per voi di Roma fate in modo che Dan Friedkin venga eletto sindaco di Roma niente niente che riesce a sistemare anche la città più bella del mondo

  27. Finalmente il destyling !!!
    20 anni fa conveniva la quotazione in borsa, oggi con regole diverse conviene uscire.
    Mossa intelligentissima dei Friedkin. Complimenti ancora.

  28. Signori….

    Ma Bah ….ma ndo stah ???
    Bah !!!!!?

    Tifa solo il pigiama ….

    Forza Roma
    Forza Presidente
    Forza Tiago pinto
    Forza Mou

    E forza tutti i giocatori che indossano e che indosseranno la nostra splendida e única maglia

    Daje Roma

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome