Garcia ritrova l’attacco

0
392

totti-destro

AS ROMA NEWS (IL TEMPO, A. AUSTINI) – Il puzzle dell’attacco si ricompone. Gervinho e Borriello stanno bene, Destro è fuori dal tunnel, Totti è quasi prontoquattro frecce nell’arco di Garcia per rilanciare la sfida alla Juventus. La notizia più attesa di ieri è arrivata da Villa Stuart, dove le risposte dell’ecografia e della visita dal professor Mariani sono state le migliori possibili. La lesione miotendinea alla coscia destra, che Totti si è procurato un mese e un giorno fa in Roma-Napoli, è quasi rimarginata. Quanto basta per ottenere il via libera all’ultima fase del recupero: ieri, nel giorno di riposo della squadra, il capitano ha già provato i cambi di ritmo ed è tornato ad «assaggiare» il pallone, da oggi potrà aumentare i carichi di lavoro. Al momento non c’è bisogno della terza applicazione dei fattori di crescita, le due a cui si è sottoposto nelle ultime settimane hanno dato i risultati sperati. Il programma prevede una settimana di allenamenti sempre più intensi che, salvo contrattempi, lo riporterà a disposizione di Garcia all’inizio della prossima. Lunedì 25 è previsto un nuovo consulto da Mariani, la domenica successiva la Roma va a Bergamo ma l’obiettivo del capitano resta la gara dell’8 dicembre contro la Fiorentina di Montella. Detto questo, non è escluso che Garcia lo possa portare in panchina già con l’Atalanta.

Lo stesso percorso, ma con una settimana d’anticipo, lo dovrebbe fare Destro. Dopo la partitella e gli ultimi allenamenti conclusi senza accusare noie al ginocchio, finalmente è arrivato l’ok dei medici a Garcia: il centravanti è «convocabile» a partire da Roma-Cagliari di lunedì prossimo. L’occasione giusta per tornare a respirare l’aria di una gara vera, a sei mesi esatti dal maledetto derby di coppa. Se l’andamento della sfida con il Cagliari lo consentisse, il giovane bomber potrebbe giocare qualche minuto contro i sardi e lanciare la sua candidatura in ottica Bergamo.
Sarà invece disponibile da subito al 100% Gervinho, rientrato a Roma e atteso oggi a Trigoria nella doppia seduta in programma. L’ivoriano stavolta si è «gestito» in Nazionale, ha contattato giorno per giorno i medici del club (anche ieri) ed è pronto a giocare. Idem Borriello, che oggi dovrebbe allenarsi a parte ma ce la farà per il Cagliari, e Benatia, presente ieri a Trigoria con Totti, Castan, Balzaretti e Burdisso. Il marocchino avverte ancora un po’ di dolore al polpaccio ma ce la farà.

Oggi Garcia ritroverà anche De Rossi e Florenzi: il primo si porta dietro un problema all’alluce, ieri è stato spedito in tribuna da Prandelli ma non preoccupa. Domani sarà il turno di Pjanic (che ha giocato nella notte italiana a Saint Louis contro l’Argentina), Strootman, Bradley, Lobont, Torosidis, Jedvaj, tutti impegnati oggi sui campi in giro per l’Europa. Il «ritardatario» è il brasiliano Maicon, che stanotte a Toronto sfiderà il Cile e giovedì sarà a Trigoria. Una sosta benedetta, a quanto pare. Adesso il problema diventa quello delle scelte. La prima: come inserire Destro? La casella di centravanti spetta a Totti, quindi l’ex Siena contenderà un posto a Gervinho, Ljajic e Florenzi. Senza sottovalutare la concorrenza di Borriello. Un piacevole dilemma per Garcia, che si sente solo all’inizio di un lungo percorso in giallorosso. E guarda già al futuro: «C’è un vero progetto alla Roma sulla formazione dei giovani – dice il tecnico – per proporre uno stile di gioco in tutte le squadre, come fa il Barcellona con il 4-3-3 a partire dalle giovanili. Dobbiamo lavorare su questo con Baldissoni». La «scuola Roma» è molto più di uno slogan suggestivo.

 

Articolo precedenteStrootman, la Roma fa scudo: «Resta almeno 5 anni»
Articolo successivoTotti: «Applausi alla Curva Sud»

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome