Il gruppo Friedkin fa sul serio: a Roma per comprare il club di Pallotta (FOTO)

111
9974

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Il gruppo Friedkin fa sul serio. E’ interessato a entrare nella Roma. E mira a diventare l’azionista di maggioranza. La trattativa, svelata in anteprima da Il Tempo lo scorso 24 ottobre, è entrata nel vivo.

Emissari del gruppo texano, che distribuisce il marchio Toyota in esclusiva in cinque stati americani, sono sbarcati nella Capitale e nei giorni scorsi si sono incontrati presso lo Studio Tonucci, che da sempre assiste Pallotta in Italia, con dei rappresentanti del club giallorosso.

Quindi la Roma è in vendita? Ufficialmente no, ma in realtà, da mesi, Goldman Sachs offre agli investitori sul mercato internazionale la possibilità di entrare nella società giallorossa: la banca d’affari ha preparato un documento di presentazione sulla Roma, che in gergo economico viene definito un “teaser“, nel quale, come Il Tempo può documentare, si parla nello specifico di “rara opportunità di possedere e controllare uno dei più prestigiosi club calcistici, sinonimo della città di Roma”.

Il potenziale acquirente della Roma è assistito dalla banca d’affari Jp Morgan che ha risposto nelle settimane scorse all’offerta di Goldman Sachs, manifestando un potenziale interesse. I texani coinvolgerebbero la holding “Friedkin Companies Inc.” per acquistare le quote del club e si sono già mossi per avviare la due diligence sui conti dell’As Roma Spv Llc, controllante con sede nel Delawara dell’As Roma, attraverso la holding Neep costituita in Italia da Pallotta & Co..

L’attuale presidente giallorosso, informalmente, ha fatto sapere di valutare la Roma un miliardo di euro, ora che il progetto stadio a Tor di Valle è vicino all’approvazione finale. Adesso dovrà decidere se vendere direttamente tutto il pacchetto. Se ne sta parlando già negli studi legali romani. E non solo.

(iltempo.it – F. Biafora – A. Asustini)

111 Commenti

    • Mah sai, una cosa è sicura :
      anche in caso di passaggio di consegne, i tempi del MAGNA MAGNA sono definitivamente rottamati.
      Quindi, nel giro di un mese di passerebbe da “Pallotta Go Home” a “Friedkin go home”

    • Ciao Roberto,è sempre un piacere vederti.
      Un abbraccio amico mio.

    • Vorrei sapere chi sono quei vermi(mi scusino i vermi)che hanno messo i pollici perche’ ho salutato un fratello che ha qualche problema di salute.Non mi frega niente per me ma almeno rispettate Roberto,quanto siete scesi in basso,avete toccato il fondo.

    • Roberto figlio della frustrazione, lo continuerai ad esserlo anche con altre proprietà.
      Forza Roma!!!!!!!!

    • Ciao Roberto
      Ciao Fabiano

      Un abbraccio fraterno

      Fabiano oramai quando vedono il tuo o il mio nik non hanno argomenti e allora come tu dici E io confermo i vermi escono fuori dal letame.

    • Sicuramente passare dagli gnocchi alla toyota è meglio.
      Ma io credo che il tipo non abbia la capacità economica per poter investire nella Roma.

      Ad oggi c’è Pallotta, che i soldi, dalla Roma, li ha presi – l’ha acquistata con un prestito a carico della Roma stessa (vendor loan), ricordiamolo.

      Magari questi ci mette 20/30 all’anno…che son sempre meglio di quello che fa Pallotta, ovvero prendere soldi.

      Se non ricordo male il vendor loan è decennale, per me i tempi di una cessione sono quelli: la scadenza del vendor loan.

      Sorrido quando si parla dei conduttori radiofonici…ma quello che con la Roma c’ha mangiato più di tutti, è proprio James Joseph Pallotta

    • Tifosogiallorosso, mi ricordi la Repubblica Democratica Tedesca, da piccolo pensavo fossero loro quelli democratici, invece erano uno dei regimi più feroci al mondo.

      Però si davano un nome che non c’entrava nulla con chi erano veramente.

      i tuoi teoremi pseudoeconomici sono una delle cose più spassose da leggere qui, insieme ai salti mortali e carpiati di chi malediva l’operazione Radja-Zaniolo-Santon+25 milioni, e oggi ci spiega perché aveva ragione a dire che Zaniolo è cosa buona e giusta.

      Pallotta che mangia sulla Roma dimostra l’enorme ignoranza (o malafede?) di chi ne parla, perché pure i bambini al primo ragioneria sanno che il possessore di azioni di una SpA (perché la Roma tale è, oltre ad essere quotata in borsa) guadagna solo tramite i dividendi, che a loro volta esistono solo quando c’è un utile d’esercizio.

      Che manca da anni.

      A differenza di altri soggetti prima di lui, Pallotta non percepisce alcuno stipendio per la carica di presidente.

      Poi se vogliamo tirar fuori il vendor loan di Roma 2000 di ben 10 MILIONI, per una società che ora ne vale 500 e dopo ben 3 aumenti di capitale per centinaia di milioni ad opera di Pallotta, dimme solo quando devo smettere di ridere, e ti prometto che ci proverò, ma non di riuscirci 😀

    • Ah dimenticavo!!
      Adesso cari lekkini e spolliciatori virtuali, ve tocca andavve a cercà un lavoro!!!!
      SEMPRE FORZA ROMA

    • Se i tempi di cessione e’subordinata alla scadenza dei vendor loan, Pallotto sai che ci mette a vendere Zaniolo, occhio ai lampioni fuori Trigoria, che il purciaro se vende pure quelli.

    • @TifosoGiallorosso: un estratto dall’analisi finaziaria della ROma fatto da esperti, non da gornalisti: “in base ai dati fino al 31.12.2015, risulta che tra acquisto della società e successivo aumento di capitale, “Neep Roma Holding S.p.A.” ha investito circa 180 milioni di Euro.”… “Inoltre, nella semestrale al 31.12.2015 risulta un prestito finanziario di 7 milioni di Euro.” (quello di cui parli tu, sono 7M al 31.12.2015).
      “Nel bilancio di NEEP Roma Holding S.p.A e di AS Roma SpA è pubblicato lo stato patrimoniale del socio AS Roma SPV LLC che evidenzia come nel bilancio 2014 il totale dell’attivo, pari a 195 milioni di dollari USA, sia finanziato per l’81,1% con capitale di rischio, ossia con mezzi propri dei soci.”.
      “Conclusioni.Lo stadio, se ben progettato, costruito e gestito, potrebbe giustificare appieno il motivo dell’investimento effettuato anche nell’acquisto dell’AS Roma SpA da parte degli Americani. La mancata realizzazione dello stesso, di fatto costringerebbe a rivedere le motivazioni che erano alla base dell’investimento.”.
      Questi sono fatti non illazioni stupide, Pallotta e soci al 2015 ci avevano messo circa 180M di €, più il debito che in parte è a loro carico (quasi la totalità). Un discorso è essere scontenti del lato “sportivo”, altro è parlare a vanvera perchè il proprietario si è postulato “non ci piace” ( e i motivi parrebbero solo essere INDIRETTAMENTE legati alla Roma).

    • Caro Adelmo, ti confermo la bontà del mio teorema perché l’Inter, con Nainggolan, in champions ci è andata, Zaniolo, no. Una grande squadra, che vuole vincere, tiene naingollan e compra zaniolo. L’operazione va vista nella sua interezza. Naingollan viene ceduto, con i soldi si compra pastore (4,5 mln netti) Zaniolo e Santon. Santon non può essere visto come un elemento positivo, dato che hai strapagato una s€ga (10 mln) facendo fare all’inter plusvalenza, e che avresti preso tra un anno a 0. Nainggolan decise delle partite, e quei punti hanno fatto la differenza tra Roma e Inter.
      Caro Erik, se invece di fare copia e incolla da siti di dubbia provenienza, ragionassi, faresti dama. Società che ha sede nel Delaware, paradiso delle società fantasma. Fai una ricerca. Poi informati meglio. I finanziamenti di JJP, sono stati coperti non con beni suoi, ma con i futuri ricavi della Roma (diritti tv).
      Ti sono sfuggite le vagonate di milioni di euro (denunciate da Pinci) per le “consulenze” di Pallotta.
      Hai dimenticato l’emissione di 275 mln di bond. Proprio a copertura degli aumenti di capitale fatti dalla proprietà ma coperti dalla Roma, E ci avete abboccato.

    • @TifosoGiallorosso
      “Ti sono sfuggite le vagonate di milioni di euro (denunciate da Pinci) per le “consulenze” di Pallotta.”, non non mi sono sfuggite, ma quelle sono consulenze pagate che vanno a bilancio, ” I finanziamenti di JJP, sono stati coperti non con beni suoi, ma con i futuri ricavi della Roma (diritti tv)”, attenzione che questa è la “garanzia” sui finanziamenti, è abbastanza normale se prendo dei finanziamenti dare garanzia di liquidità dalla società comprata, però quei soldi vanno nella gestione della società, quindi Pallota per i finazianementi ha dovuto presentare ANCHE abbastanza garanzie. Quanto al “copia incolla” ho incollato un sito “semplice” che però sostanzialmente dice le stesse cose di altri, se vuoi vai all’analisi del sole24 ore o di altri, ma se poi leggi solo postulando una posizione, allora è inutile. Questo post è per chi legge e non per te che oramai hai “postulato la verità” come i talebani. Per mio conto preferisco ancora cercare di informarmi.

  1. Finito Pallotta con tutti i pallottiani! Game Over! Otto anni di nulla con un Impostore senza portafoglio che ci lascia con 272 milioni di debiti e un Bonsai vinto…..ora si spiega perché ha smembrato una squadra arrivata in semifinale di Champions e i suoi 530 giorni di latitanza, abbiamo semplicemente la conferma….della Roma a questo soggetto invisibile non je né mai fregato un caxxo! Speriamo che i nuovi interessati siano più determinati a costruire una Squadra per Vincere! Forza Roma!

    • Se arrivano i venditori di auto me vojo fa 4 risate co sti radiolari e pseudo tifosi falliti che s’aspettano i Gambioni……, chiunque arrivi alla Roma deve rispettare il fai play finanziario ah frascichi de sparloni, accendete er cervello!!!!!

    • Curvasudforteromana, non è roba per te, lascia stare i numeri, pensa a tifare.

      Mi fai quasi rimpiangere le acrobazie di tifosogiallorosso sui numeri 😀

      ci lascia con i debiti è fantastico, questo fa capire quanto funzioni il lavaggio del cervello da parte dei farabutti dell’etere sulle menti facilmente plagiabili.

      Chiunque venisse farebbe le stesse identiche cose, perché il FFP vale per tutti.

      Suning ha 100 volte i soldi di Friedkin, ma non mi sembra che si sia comprato messi.

      L’inter fattura 100 milioni più di noi, ma nonostante ciò il loro strapagato allenatore si lamenta di un mercato scadente, ed invece elogia il nostro, perché quando parla di “altri” che non sentono il peso degli infortuni (ben 7) si riferiva proprio a noi, elogiando quindi il nostro mercato, visto che per ogni ruolo abbiamo 2 o più giocatori che possono alternarsi degnamente.

      Non che possiate fare danni, perché nel corso degli eventi avete influenza 0, però sarebbe bello avere una tifoseria più intelligente, aiuterebbe sicuramente di più la squadra.

    • Sembra che ci sia anche un fondo arabo per l’as Roma, aoh!!!…poi famose a capi’,con i debiti che ha accumulato il bostoniano (280 ml. di euri) ,se gli fanno un’offerta di 400,01 milioni di eruri Pallotto vostro je incarta anche il bonsai con carta d’oro zecchino.

      560 giorni che non torna,Qualcosa che bolle in pentola c’e’…Pallo’ butta giu’ sti tortellini eheh

  2. Basta che si smuova qualcosa perché lottare per i quarti posti (per poi perdere comunque ogni anni 3 pezzi da novanta) è diventato francamente deprimente.

    • Non ci illudiamo,anche questi non vengono a buttare soldi,semmai li vogliono guadagnare,anche se non credo che possano fare peggio di James,ma non è una garanzia.Avrei fiducia solo negli Arabi,perche’ sono pieni di soldi e vogliono vincere nello sport come forma di riscatto,essendo noti solo per il petrolio.

    • Fabiano, non svegliarli dal mondo dei sogni, stanno a sognà come tutti i romani, la realtà è cosa de altre città fuori dal GRA.
      oTTIMA ANALISI LA TUA.

    • Mah,se sto Friedkin conduce la Roma agli stessi risultati dell ammericano Thomas Charles Werner con la sua innominabile…certo quest ultimo si è avvalso dell insostituibile apporto di Monchi e Pallotta..

  3. Che la Roma fosse in vendita era prevedibile, tanto più che lo stadio è in dirittura d’arrivo. Dopo 8 anni è giusto dare via la Roma, non tanto perché i tifosi ti contestano da anni ma perché la città Roma ti porta al collasso. La questione stadio è stata estenuante ma forse, finalmente, stiamo arrivando ad una conclusione positiva. PS: tutti che urlano come scimmie felici dell’arrivo di questo imprenditore americano, ma forse non hanno ben chiaro che come tipologia di presidente è come Pallotta. Gli unici che possono cambiare le cose sono gli arabi nell’effettivo. Speriamo nellentusiasmo del nuovo.

  4. Beh, il tweet del flier di Goldman Sachs non lascia dubbi sull’intenzione di Pallotta di vendere. Da qui al ‘closing’ ci passa un mare, chiaramente, ma il fatto che ci sia già uno interessato è un ottimo segno.

    Il buon momento della Serie A (tra cui l’arrivo di Ronaldo…), debitamente rimarcato, gioca a nostro favore: siamo un Club ‘appealing’ come si dice.

    E il prezzo sarà sicuramente alto. Il che è un bene perché taglia fuori figure di cartapesta e nomi impresentabili. Difficile pensare a una futura proprietà che non sia Straniera: paesi ricchi senza un campionato Nazionale all’altezza (Cinesi, Americani, Arabi…) penso.

  5. Nota riservata solo agli utenti del forum.

    Ho appena ricevuto un mandato ufficiale da parte di un emissario canadese del gruppo Friedkin per reclutare una decina di persone da inserire nell’organigramma dell’AS ROMA. Le referenze sono state girate da James Pallotta in persona, evidentemente soddisfatto del mio operato in questi anni. Il progetto prevede la costruzione di una speciale task force, l’UHF (United Hologram Fans) che possa in rete rispondere e ribattere ogni critica capziosa contro l’operato della Società, attraverso interventi mirati nei vari social.
    I candidati dovranno dimostrare una perfetta conoscenza dell’ambiente radiofonico e giornalistico romano, forte tendenza alla vis polemica e usare correntemente lo slang italo americano. Non è necessario essere tifosi della Roma. Le retribuzioni verranno riconosciute mensilmente secondo i dettami dei contratti collettivi della USMA (Unione Succhiaruote Magnauffa Associati) sotto forma di buoni pasto, cesti di formaggi e salumi, e biglietti di curva quali benefit.

    Essi verranno sottoposti a un breve esame trattante i seguenti argomenti:

    Programam d’esame

    1) Storia della comunicazione radiofonica, da Guglielmo Marconi a Furio Focolari
    2) Un breve profilo di Ugo Trani – si consiglia la lettura e l’esegesi di almeno cinquanta articoli recenti.
    3) Breve storia della Roma – testo prescritto “Da Testaccio a Piramide (a piedi)” a cura di Bruno Ripepi
    4) Costumi e tendenze nell’era social – programma: i selfie di mamma Zaniolo e le fettuccine di mamma Fiorella (a disposizione le dispense redatte da Orange)
    5) Conoscenza specifica delle dinamiche marioloniche
    6) Fregolismo e trasformismo nell’era del multinick

    In attesa dei vostri Curricula tanto vi dovevo, aggiungendo che non farò preferenze. Sono invitati soprattutto i vecchi anti societari.

    • Integrazione
      7)Conoscenza dettagliata delle mansioni di portavoce in pectore dei giocatori, allenatori, direttori sportivi dell’
      As Roma,da acquisire tramite soggiorni pluridecennali in prossimità delle abitazioni degli stessi

    • Caro Amedeo, hai omesso di specificare che in ambito UHF c’è una vera e propria elite di sceltissimi collaboratori, detta VHF (Very important Hologram Fans), l’organigramma viene diviso in bande, in cui la dirigenza della Roma sta in I e II banda, i VHF in III banda, e il resto del gruppo UHF in IV e V.

      Rimane il problema della banda bassotti, che sono fuori dal giro e si scagliano contro le restanti bande perché non gli arriva il segnale.

      Credi che con Friedkin potrà arrivare qualcosa pure a loro? perché mi sembrano convinti che sia così, secondo me non cambierà nulla e come dice Step, presto avremo un bel “Friedkin go home”.

  6. Quel giorno si avvicina… E allora andremo a disseppellire Dom… E brinderemo: “a ciò che siamo, a ciò che eravamo e a ciò che saremo!”.
    Daje Lupi, vi voglio magri e famelici! Forza grande Roma!

    • Questo argomento non mi riguarda:
      ho sempre detto e ribadito che non sono mai stato Romanista.
      Sono tifoso di Pallotta sin dai tempi della Massachusetts University.
      La Roma è solo una della tante Aziende rilevate a poco e che verrà venduta a molto.

      Se Pallotta accanna e si compra la Chiquita, divento tifoso delle banane.

    • Tranquillo Step, quando ho scritto quel post non pensavo a te. Però potresti cambiare il nickname in “Olbia club james pallotta”, così, a scanso d’equivoci…

    • Quando e se si pappera’ l’Olbia Calcio senz’altro.
      Adesso è il boss della Roma.

    • Nooo,e chi se la beve,Alessia t’ha fatto tana!
      Da fonti sicure (le stesse di Amedeo) , sembra che Pallotta,venda l’as Roma per rilevare appunto,niente popo di meno che,quote di maggioranza della Chiquita,scherzando scherzando, volendo(sicuro) diventi:
      Srep by step Chiquita banana, eeeh?…
      …Comunque sempre Forza Roma!

  7. Anche il Gruppo Friedkin è americano,Bamboli…sarebbe come saltare dalla padella nella brace.Tranquilli,però,che se arriva Friedkin, Zaniolo rimane.Gli serve per la pubblicità della loro concessionaria Toyota.

  8. Nel teaser c è Francesco Totti ( alla faccia dei rinnegati ) ma non c è menzione nè dello stadio nè del bonsai…meditate romanisti

  9. C’è da vincere la prossima partita di campionato, classica notizia per distrarre la Roma, si cercano investitori di minoranza, laziali e pseudo tifosi fate veramente ridere, pensiamo a battere il Brescia. Forza Roma società e squadra, tutto il resto è spazzatura

  10. Pallotta è abbastanza evidente che si sia rotto i c… e voglia defilarsi.
    E’ presumibile un passaggio soft, con acquisto di quote societarie e poi in un secondo momento di altre, con acquisizione del controllo.

    Francamente non vedo differenze né dal punto di vista della partecipazione emotiva né da quello finanziario.
    Non so perché questo Friedkin possa essere interessato a comprare la Roma, almeno Pallotta aveva origini italiane e in un certo qual modo questo era un motivo, ma questo, texano, che si occupa di auto, certo saprà di calcio come io di polo, e non mi riferisco alla caramella e nemmeno a quello geografico.

    Inviterei amichevolmente gli antisocietari a aspettare prima di cantare vittoria… che dalla padella alla brace è un attimo.

  11. Il calcio non è mai stato, almeno per i presidenti (tranne pochi casi) motivo di appartenenza e voglia di vincere qualcosa a livello sportivo. Ora, oggi, men che meno. Figuriamoci con Pallotta o con i prossimi. L’unica fede, amore, senso di appartenenza, identità ce l’hanno i tifosi, da quando quel bambino, scelse ai tempi i colori giallorossi. I colori più belli del mondo sportivo.

  12. FORZA ROMA!
    Pensate a tifare piuttosto, tutti specialisti in materia siete, peccato che allo stadio non ci venite e come allenatori e ds siete a spasso. Almeno spegnete le radio!!!!!!!

  13. Scusate, ma io tendo a dare poco peso a certe notizie “clamorose”: quando ci saranno le firme sui contratti di cessione della società, allora mi permetterò di esprimere liberamente – come tutti – il mio parere in proposito. Al momento penso esclusivamente alla partita con il Brescia, per ora il resto conta poco, almeno per me. Aggiungo soltanto che mi sembra un po’ stravagante (per usare un eufemismo) cominciare già a litigare e discutere tra noi tifosi giallorossi per un evento che FORSE avrà luogo tra chissà quanto tempo: quando ci sono in ballo centinaia di milioni di euro o dollari, le trattative non sono mai troppo semplici e veloci. IMHO

  14. Se veramente vende può essere che mettono Totti presidente decorativo e Marione suo porta borse personale così il sogno di molti si avvererà

  15. E ballotta e ballotta e ballotta se ne va. Se ne vaaaaaaaaaaaaa (prima di plusvalenzare, si spera).

    • Bottiglie vuote di spumante dappertutto, festoni, resti di petardi… 🍾🎉🎈
      Ma io dico, è modo questo di tenere una chat? Vergognatevi…

      (Poi lo spumante chi lo paga? Mandate la fattura a Ughello Trani!)

  16. Chissà se il “buon” james è consapevole di avere uno stuolo di “avvocati virtuali” sul web… certo, se lo merita, con tutto quello che c ha fatto vince…

  17. Si era capito abbastanza bene che l’intenzione di Pallotta fosse vendere.
    Ora se ne ha la conferma. A meno di smentite ovviamente, visto che in questo paese la verità vera non la conosce mai nessuno.
    L”impressione però era che fosse nell’aria, la latitanza del presidente era un sintomo.
    Non mi entusiasmo più di tanto però. Se questi che subentrano sono della stessa pasta di chi va via c’è poco da essere contenti.
    Attendo speranzoso ma sempre sospettoso.
    A naso non mi pare che si tratti di qualcosa che possa farci fare un grande salto di qualità. Ormai oggi servono i petrodollari…..

  18. Il patrimonio di Friedk ammonta a circa 5 miliardi mi sembrano un po pochini per gestire una società almeno secondo le aspettative di certi tifosi

  19. L’ultimo mercato è stato in leggero attivo dopo plusvalenze per 130 miloni (vado a memoria) che hanno ridotto il passivo al 30.6.19. Che alla Roma serva l’ingresso di un nuovo proprietario/socio mi sembra evidente. Speriamo che sia forte e motivato. F.R.!

  20. [ironia mode on]
    Quindi…ricapitolando.
    Per i “tifosi veri” si passerà da “fruttarolo di Boston” a “fruttarolo bostoniano e texano”.
    La cosa ironica è che la Roma sarà sempre in mano ad americani.
    Parlano la stessa lingua, hanno le stesse abitudini, sono imprenditori.
    Immagino come saranno “contenti” quelli che volevano lo sceicco di turno 😀

  21. proviamo a giocare…appena ci sarà ufficialità dello stadio non prima e non un minuto dopo…pallotta penso vende.. il vendor loan è davvero decennale, e i tempi scadenza di quest’azione finanziaria sono davvero agli sgoccioli( ora deve metterci i suoi soldi)…rimango colpito della scadenza del modulo di acquisto di pallotta e i tempi dello stadio sembrano maturi (a quanto ci è dato sapere) sono precisi uguali!! è come far un figlio e poi un fratellino alla stessa data di nascita…o è una combinazione rarissima oppure purtroppo la politica e le banche comandano il mondo…o il gruppo americano oppure gli arabi sono alle porte!!!…io dico sempre arabi e questa mi sembra una notizia per far lievitare il prezzo!! vedremo come finirà di certo finchè pallotta rimane al suo posto farò il tifo per lui, FORZA GRANDE ROMA!!!

  22. Forse non vi è chiara una cosa…x le regole del fair play finanziario può venire pure Bill gates non cambierà assolutamente nulla. Senza lo stadio rimarremo quello che siamo oggi. Una Rometta!

    • Caro Siffredi, sprechi tempo nel dire certe cose. Come saprai per esperienza diretta, al tifoso medio per certi concetti vale il mai troppo abusato “nel sedere si, in testa no” (versione depurata per motivi di netiquette). Quindi ora ci compra lo sceicco e coi petroldollari acquista Neymar, Mbappè e Casemiro (Messi no, che è un vecchio)

    • Suning vi smentisce, arabi, petrolieri, oligarchi, Mapei vi smentiscono. ll Monza (sì il Monza) vi smentisce. E noi siamo i tifosi medi. LoL

  23. Non sono di certo un fan di Pallotta, ma gli unici che possono cambiare realmente le casse della Roma (e con casse intendo il fatturato).. Sono gli arabi, ed in parte minore gli asiatici, l’arrivo di un altro americano in realtà cambia ben poco, la Roma continua a fatturare sui 250..Anzi anche meno, quei soldi continueranno ad essere le spese che la Roma potrà fare, possono cambiare mille presidenti ma l’unica cosa che deve cambiare realmente è il fatturato.

    Se venisse dal Qatar ci sarebbero le solite sponsorizzazioni farlocche che di fatto aumenterebbero il fatturato, in minima parte lo fanno anche gli asiatici come Suning ha fatto con l’Inter, ma un altro americano che non porta sponsor non serve a molto..

    Gli errori di Pallotta sono elencati giornalmente, li conosciamo tutti, il più grande è quello di non aver mai portato nemmeno un misero trofeo.. Ma mica vogliamo dire che ci sono solo errori vero?.. Nonostante la Roma non ha mai vinto nulla, grazie a pallotta la Roma è cresciuta tantissimo a livello finanziario, il fatturato è aumentato di quasi 100 mln, il valore della rosa idem.. La Roma (con lo stadio).. Ha un valore di quasi un miliardo, e questo particolare è importantissimo, perché tiene alla larga i Ferrero di turno.. E solo chi ha soldi veri potrà investire sulla Roma, la Roma a livello finanziario e su un altro piano rispetto a prima..

    Il vero problema della gestione Pallotta e la totale mancanza di vittorie.. E per qualsiasi tifoso è un particolare che non può essere trascurato..

    Ma se arriva un altro investitore che non cambia di fatto il fatturato della Roma, le cose non cambieranno, la Roma continuerà a vendere per fare plusvalenze, non si potranno comprare oppure tenere giocatori che chiedono 7 mln di stipendio..

    Poi chissà, magari arriva uno più bravo nelle scelte che ti porta un trofeo.. Perché obiettivamente pallotta ogni scelta sportiva la sbagliata..

    Onestamente spero, in un cambio, ma un cambio che possa portare dei veri cambiamenti in senso positivo, se no e tutto inutile.

    • Non credo ai miei occhi, Marco79. Un commento lucido e finalmente scevro di qualsiasi pregiudizio mortadellaro. Sottoscrivo in toto.

      La mancanza di vittorie non può esser trascurata come fatto in se, tuttavia non penso che una Coppa Italia o una Supercoppa in bacheca avrebbe cambiato di molto le cose dal punto di vista globale, anzi nulla. I laziali pur avendo fatto incetta di coppette vivono un’esistenza grama senza prospettive alcune, contrariamente a noi che non le abbiamo vinte. Avrebbe solo zittito per qualche giorno i latrati dei soliti cani microfonati e la muta dei loro leccapiedi.

    • Ciao Marco, una analisi assolutamente corretta la tua, ma mi chiedo: “Se venisse dal Qatar ci sarebbero le solite sponsorizzazioni farlocche che di fatto aumenterebbero il fatturato, in minima parte lo fanno anche gli asiatici come Suning ha fatto con l’Inter, ma un altro americano che non porta sponsor non serve a molto..” Davvero dobbiamo augurarci di essere comprati da un truffatore? sarebbe come dire che spero che l’impresa edile in cui lavora mio fratello venga comprata da un prestanome della mafia, così può arrivare a prendere appalti che ora non prende. La scorciatoia mediante metodi illegali è ciò che l’italiano medio si augura per ottenere ciò che desidera? di fatto le cronache ci dicono che è così, ma se per una vittoria di un titolo sportivo, che a un tifoso porta giusto un po’ di gioia e nessun guadagno, siamo disposti a sdoganare così facilmente i comportamenti illegali, allora non ci lamentiamo poi del paese in cui viviamo, perchè con lo stesso identico meccanismo di illegalità diffusa e tollerata, questo paese sta andando in rovina. Non ci indigniamo poi per la ex ministra che aggira le regole e si tiene una casa da 180 mq a 141 euro al mese…o quello conta di più degli sponsor falsi dello sceicco che tanti si augurano? una regola è una regola, una legge è una legge, sempre e comunque. Se non posso vincere con le mie forze, preferisco perdere, che adeguarmi a rubare anche io come altre squadre. Forza Roma!

    • Il vero problema della gestione Pallotta è la totale mancanza di allenatori VINCENTI.
      Co quello bravo ha fatto 87 punti.

    • Amedeo, concordo totalmente, anzi per come la vedo io, conta molto di più la qualificazione alla champioons che una coppa Italia, la coppa Italia non mi da nulla, ne abbiamo 9…Solo la stelletta mi piacerebbe, nulla di più, mentre la champioons ti porta a giocare partite stupende contro le più grandi realtà Europee, senza considerare che ti fa crescere come società, e quando riesci nell’impresa di arrivare in semifinale l’emozione e incredibile, arrivare tra le 4 migliori d’Europa, vale 10 coppe Italia.. Ma questo è solamente il mio parere, posso capire chi vorrebbe festeggiare una coppa..

      Criptico.. Io non chiedo di rubare, la Uefa permette hai proprietari delle aziende di poter sponsorizzare la propria squadra con una percentuale, se non erro il 30%… Di conseguenza non sto chiedendo di rubare, ma un presidente che possa mettere il 30% della propria società nella Roma.. Non so se ad esempio Friedklin lo possa fare con le sue aziende.. Ma già questo aumenterebbe il fatturato in maniera legale, cosa che fa suning con l’Inter, che ha portato il suo fatturato a 370 mln se non erro.. Non parlo di truffare, ma di migliorare l’unica cosa che conta nel calcio moderno, ossia il fatturato.

    • Marco, nell’Annex X del FPF vengono esaminati sia i rapporti tra proprietà e sponsor, che il cosiddetto “fair value”, cioè la giusta corrispondenza tra sponsorizzazione e ritorno economico allo sponsor. Se Jeep può dare 18 milioni alla Juve (con l’acquisto di Ronaldo vogliamo credere che una parte degli Juventini abbiano comprato almeno una Renegade), già i 22 milioni che Squinzi da al Sassuolo con Mapei puzzano parecchio, visto che non tutti i tifosi del Sassuolo hanno interesse a comprarsi qualche bancale di prodotti da edilizia. I modi per aggirare le regole ci sono, e il fiorire di pecette sulle maglie ha aggiunto nuove varianti, ma se guardiamo chi ha vinto qualcosa da quando c’è il FPF, vediamo che l’aggiramento sistematico e tollerato del sistema di controllo, ha di fatto ampliato il gap tra squadre blasonate, squadre gestite da sceicchi con le ben note truffe condonate, e i poveri stronzi che fanno i salti mortali e si beccano pure le multe. Il PSG non è la squadra con più tifosi nel mondo. Quello che fa Suning è “legale”, solo se l’Uefa decide che lo sia e chiude tutti e due gli occhi. A me certi giochetti fanno schifo e preferirei che la Roma resti pulita, come da nostra storia. Capisco che tanti altri la vedano diversamente, ma almeno non facciamo finta di credere che certe porcate siano legali, tutto qua

    • Criptico, come te anche io voglio che la mia squadra sia pulita, ovviamente spero che tutti i tifosi romanisti la pensino allo stesso modo, ammetto che non sono di certo un grandissimo esperto del settore, ma tempo fa leggevo appunto un articolo che diceva che il presidente di una squadra di calcio può sponsorizzare la propria società di calcio con un 30% del guadagno della sua azienda, d’altronde se non fosse così, Mapei non potrebbe nemmeno sponsorizzare per un euro il Sassuolo, stesso discorso per l’Inter, magari semmai le sponsorizzazioni vengono gonfiate, e questo probabilmente è il caso del PSG.. Ma credo che sia più che legale per l’ uefa che un presidente possa sponsorizzare la sua squadra con la sua azienda.. Chiaramente in modo legale… Poi che con il FpF il gap sia aumentato, su questo non c’è dubbio ed anche ovvio il perché.

    • Criptico i numeri ti smentiscono, le delibere Uefa ti smentiscono. Il rapporto fatturato/sponsor non deve superare il 30%. L’inter non subisce sanzioni perché gli sponsor cinesi costituiscono il 24,7% del suo fatturato. La Roma ha fatturato lo scorso anno 230 milioni senza plusvalenze, 360 con le plusvalenze. Poteva auto-sponsorizzarsi per almeno 103 milioni e l’Uefa non le avrebbe contestato nemmeno le camicie del suo presidente.

    • Embè, studia meglio o dilla tutta. La soglia del 30% non è l’unico fattore da tenere in considerazione nell’ambito di una sponsorizzazione, ma bisogna guardare anche all’equo valore della stessa. Una sponsorizzazione tra parti correlate può essere realizzata infatti sulla base o meno di quello che la UEFA definisce Fair Value. «Un accordo o una transazione sono considerati non negoziati a condizioni di mercato se sono stati stipulati a condizioni più favorevoli per entrambe le parti, rispetto all’accordo che sarebbe stato ottenuto se non ci fosse stata una relazione tra parti correlate» (fonte Calcio & Finanza). Tradotto, se Mapei non fosse di Squinzi, col cavolo che dava 22 milioni al Sassuolo. Solo che il Sassuolo non gioca le coppe e non va sotto FPF. Su Suning e FCA stendiamo un velo pietoso, idem per i qatarioti, ma se ti fa piacere credere che ci compra lo sceicco e ci regala 103 milioni (tradotto in termini calcistici, l’acquisto e lo stipendio di un solo giocatore di fascia medio-alta) fai pure…

    • @embe’ ha fornito dei dati corretti (il rapporto è sul fatturato del club e non su quello della società del proprietario). Però, se mi permetti, vorrei fare un distinguo. Suning vende elettrodomestici (quindi un bene), è il proprietario della sua azienda e ha tutto l interesse a rendere visibile e ad espandere il “suo” prodotto a nuovi mercati e quindi a nuovi potenziali clienti. In soldoni, deve vendere. Pallotta, per conto suo, gestisce un fondo di investimento (fa rendere i soldi degli altri), risponde a dei soci e, soprattutto, si rivolge a un certo tipo di clientela (di sicuro non a me, magari a te). In pratica il suo business non riguarda le masse, ma gente facoltosa che non ha bisogno di leggere Raptor su una maglietta per portaje i soldi. Neanche Elliot ha fatto una cosa del genere infatti.

    • @Temperino guarda che Suning usa il calcio solo per portare fuori soldi dalla Cina e dal suo sistema di controllo, non a caso i piani iniziali sono stati subito ridimensionati perchè il governo cinese ha messo regole più stringenti, e non è escluso che le renda ancora più stringenti i futuro. Non è un caso che hanno fatto All-Inn quest’anno, perchè non hanno garanzie che potranno continuare così, e comunque, anche se gestite a mezzo stampa per far “tacere i tifosi”, ricordo che hanno anche venduto Icardi e Perisic, (o meglio li hanno prestati con diritti di riscatto) per rimanere nel FPF e la quasi totalità degli acquisti (di cui Conte lamenta che sono pochi) li pagherà a fine anno. Insomma i Cinesi hanno fatto quello che il marchio inter gli rendeva possibile grazie agli intriti TV, allo stadio pieno e al giro di soldi che l’inter crea e la Roma no. Il vero problema è che ci vorrebbe qualcuno più “ammanicato” nel sistema Italia per creare le condizioni per vincere…

  24. Last day J.P. 30 giugno 2020, come ampiamente previsto in tempi non sospetti…. se ne va in bellezza, 😏 co le pezze ar gnulo, senza vince na cappa, dopo aver fatto a pezzi una SIGNORA squadra, CAMBIATO il SIMBOLO, mettendo alla porta la STORIA CALCISTICA DELLA A.S. ROMA… Però vabe’, competente lo è stato sul serio 😏, doumbia, goicoechea, marcano, bianda, n zonzo e compagnia cantante sono ascrivibili (di certo all avallo) al suo innato fiuto per i fuoriclasse… c è SOLO da ringraziarlo…😏

  25. Che bellooooooo daje a ballooooooo finalmente!!!! Non te Scorda de portarte appresso I tuoi cesaroni laziesi lobotomizzati perdentis boccalones FORZA ROMAAAAAAAA

    • …azz e io che avevo prenotato a Focene fino ar 2029?…
      vabbeh tanto fra 5 anni semo Reg(g)ina d’europa…
      ciao Zi Bah

    • dal numero di pollici in giù capisci che fare quel nome agita lo sdegno dell’80% degli utenti del sito, e questo la dice lunga su quanti veri romanisti ci sono, e soprattutto chi è il loro leader.

  26. E’ una notizia che mi provoca un po’ di amarezza mista a soddisfazione.

    Da una parte, la nota positiva è che questo ci conferma ancora di più che siamo vicini allo Stadio della Roma che è fondamentale per diverse cose, non ultima cominciare a vedere una partita della Roma come il cielo comanda (nel 2020 sarebbe pure ora). Poi c’è un’appetibilità alta della società che è abbastanza normale con quello visto in questi anni, ma che incredibilmente sorprende qualcuno (o forse è il solito modo di rompe le scatole).

    Dall’altra c’è un’incertezza fisiologica quando si cambia la testa, non sai mai prevedere al 100%. Pallotta in questi anni, oltre a risultati economici e di brand pazzeschi (che hanno alzato l’appetibilità di cui sopra), ha raggiunto risultati sportivi significativi pur non avendo mai vinto niente: una semifinale di Champions, una costante presenza nell’elite del calcio italiano, un miglioramento della rosa quasi sempre costante (con qualche buco nell’acqua, che ci può stare). Poteva fare meglio, ma ha fatto molto meglio di tanti altri. Senza contare la lotta continua a quelle frange di pseudotifosi che hanno provato, e provano ancora, a infangare la Roma per i loro porci comodi.

    Speriamo ci sia continuità, comunque vadano le cose.

    FORZA ROMA!

  27. Intanto se viene uno che ci trova degli sponsor subito al posto di farci stare senza sponsor per 6 anni sarebbe già un passo avanti : qua nessuno si aspetta che il presidente metta i soldi di tasca sua (solo qualche residuo degli anni ’90 pensa ancora al calcio in quei termini) ma pallotto era quello che ci doveva insegnare come rendere redditizia una società di calcio attraverso il marketing e gli accordi commerciali…. ricordate ?

    I tempi in cui si diceva “Rosella ci gestisce come una trattoria ” (che e’ vero) e “ora con gli americani avremo sponsor, soldi, caviale, champagne e un sacco di figa” (ok non proprio cosi’ ma il senso era quello) …. e invece ? 6 anni senza sponsor ! E l’unico motivo per cui abbiamo trovato lo sponsor era perché eravamo in semi-finale di champions, NON per le capacità manageriali dei SETTE DIRETTORI COMMERCIALI IN SETTE ANNI a cui si e’ affidato pallotto.

    Quindi riassumiamo pallotto : 8 anni, zero trofei, zero sponsor e un botto di debiti, senza contare l’ umiliazione del 26 Maggio, i 7 anni di fila di sconfitte al rubbe-stadium e la vergogna di essere una succursale della rubbe.

    Questa e’ stata la ROMA di pallotto: qualsiasi tifoso normale non vede l’ora che sto strazio finisca e sto cialtrone incapace non si faccia mai piu’ vedere.

    • criPtico, sottoscrivo in toto il tuo post delle 11:11, ma la mia risposta a quest’ultima domanda è: NO, non basta.

    • Kawa, la mia risposta era solo alla domanda se Pallotta ha insegnato a qualcuno come rendere redditizia una società. Come tifoso certo che non mi basta, visto che degli 800 milioni non mi entra manco un euro, e mi auguro di vincere qualcosa. Però, come si discuteva più su con Marco, il problema forse è più nelle “regole” del gioco che nelle strategie di Pallotta. Chi ha speso centinaia di milioni in due o tre anni (leggasi le milanesi) mi pare che stia come noi o quasi, quindi via Pallotta e tutti i filistei, ma siamo sicuri che col prossimo cambia la musica? o dovrebbe cambiare chi detta le regole? perchè mi pare che a vincere siano sempre e solo i soliti (e sappiamo anche come)

  28. Gli americani x tradizione non sono degli spendaccioni. E giustamente dico xche c è un bilancio da preservare. Non sarebbe cambiato niente neanche se comprava Bill Gates. Sicuramente questo Friedkin ha più soldi di Pallotta a vedere i numeri ma è la strategia alla fine che conta! Sinceramente avrei preferito il Qatar o la famiglia reale Saudita od un magnate dell est. Di fatto sono più pomposi più egocentrici e mirano a primeggiare subito! Oltre ad avere una barcata di soldi!vedremo.. Ci sta sia ancora tutto in corsa. O magari è una bufala e Pallotta non vende.

  29. per Sciabbbbboloneeeee …..Secondo me sei complessato, devi avere avuto un trauma letale. Non hai altri argomenti se non i prosciutti? Io sono pagante da 40 anni in casa e in trasferta, se proprio vogliamo dirla tutta, ho pagato e me ne vanto anche molte delle coreografie che hanno supportato la Roma, quindi taci, sei patetico!! Di tanto oneeeee di cervello non si direbbe, di altro mah…..chi si loda si sbroda! Salutame Jimmy er Fenomeno!

  30. …è sempre divertente leggere alcuni commenti…quindi vediamo, queste sarebbero le regole del bravo presidente per alcuni: 1) avere un sacco di soldi da buttare (letterale, da un commento) con assoluto divieto di trarre profitti 2) spendere centinaia di milioni per comprare giocatori e staff tecnico (campioni) e pagargli stipendi milionari 3) pagare lo stipendio milionario pure a giocatori pippe, stravecchi o rottami se sono romani, perchè bisogna “sarvaguardà er romanesimo” 4) prendere la residenza a Roma e soggiornarvi (fisso!) almeno 335 gg/anno stando sempre appresso alla squadra e ovviamente sempre allo stadio (magari regalando biglietti ai soliti beoti appendistracciperoma) 5) avere lo stadio…anzi no! questo “nun serve pe’ vince”….meno male che l’eventuale cessione della Roma la cura Goldman Sachs…domenica c’è il brescia! sempre forza Roma

    • Magico Magico60! “Er romanesimo” è stupenda!

      Spesso chi si appella a una particolare identità proviene invero da un mondo a essa periferico dal quale mitizzarla e farla propria. E’ stato così per il ciociaro Cicerone cantore della grandezza di Roma, il corso Napoleone campione dell’idea nazionale francese, il nizzardo Garibaldi eroe italiano, il georgiano Stalin fautore del russismo, l’austriaco Hitler folle sognatore di una Grande Germania, il montenegrino Milosevic fervido nazionalista serbo e decine di altri esempi più o meno illustri. Spesso l’estraneità e la voglia di quell’appartenenza ha spinto alle imprese più audaci e criminali. Per tornare a noi e parlare terra terra possiamo menzionare il tosco ligure Viola, limpida figura di campione assoluto della Roma calcio come idea sportiva legata proprio a Roma città, o il frascatano Amadei, per anni simbolo romanista per eccellenza. Chi oggi parla di romanità con tanta nonchalance, senza sapere in realtà cosa si tratti, ha spesso origini abruzzesi, marchigiane, calabresi e altro. Quindi resta un concetto vuoto e privo di ogni valore.
      So di aver fatto un discorso accademico associato a cose in fondo sarcicciare di natura, ma volevo dirti che ben hai fatto a storpiare in “romanesimo”.

    • …Ciao Amedeo…grazie, hai colto il lato ironico del mio post..e grazie per aver rievocato anche il Grande Dino VIOLA… ogni volta che viene nominato mi emoziono, ha segnato un grande solco: c’è una Roma (la Rometta) prima di Viola e una Roma (consapevole di essere grande) dopo Viola….oggi si batterebbe ancora per la giustizia e lo stadio di proprietà….

  31. AHò..MA BASTA VEDè LA FACCIA..questo è un..malandrino coi fiocchi..quell’altro sembra mastrociliegia..questo i tuffi invece che a le fontanelle li fa nell’oceano..eh eh

  32. Il peggiore Presidente ( se fa pe Di) da storia da roma no scempio, il bello è che mo molti cambieranno nick ahahahahahahah ahahahahahahah che spettacoloooo, se il nuovo che verra fara come ballotta da focene, io lo crtichero ancora peggio del ristoratore, perche io so romanista, io tifo la maglia, non I Presidenti…. Come fanno alcuni qui…. Forza roma forza curva sud basta zucchine e cefali e Coppefocene

  33. per Nonno Adelmo……io lascio stare, grazie del consiglio, io Tifo Roma, è Robbbbaaaa per te scienziato eletto! Scrivi qualcosa di più concreto a Difesa di Pallotta, non la buttà in caciara, ricordando a tutti che non cambia niente perchè arriva un’altra Prorpietà americana che farà esattamente la stessa politica del tuo Idolo che Evidentemente, Palesemente,Indubbiamente ha Fallito! Io ho sempre messo in Discussione Pallotta e il suo operato ma noto che il disprezzo che hai per i tifosi e il disinteresse del raggiungimento di un obiettivo sportivo restano i tuoi argomenti prediletti. Passo e chiudo. Spero di non essere più tra i tuoi pensieri, sennò diventi come Sciabbbbolone!

  34. Nooo,e chi se la beve,Alessia t’ha fatto tana!
    Da fonti sicure (le stesse di Amedeo) , sembra che Pallotta,venda l’as Roma per rilevare appunto,niente popo di meno che,quote di maggioranza della Chiquita,scherzando scherzando, volendo(sicuro) diventi:
    Srep by step Chiquita banana, eeeh?…
    …Comunque sempre Forza Roma!

  35. Magari! Se sono in grado ed hanno intenzione di fare un acquisto da un miliardo, allora c’è da ben sperare sia per lo stadio che per un passaggio ad una proprietà più facoltosa. Speriamo che siano anche capaci, o te li dai in faccia i soldi. Comunque sia, sono ben contento se la Roma ne giovasse, al di sopra di tutto.

  36. Comunque due pallottisti rimasti(forse uno con più Nick).
    Rispondere allo scienziato è inutile.
    È noioso e ripete sempre le stesse cose da 10 anni.
    Si preoccupa un sacco per i prosciutti perché lui ci campa ovviamente.

  37. Come era ampiamente prevedibile appare chiaro a tutti anche a coloro che non lo vogliono vedere per partito preso come As Roma oggi sia diventata una Societa’ molto appetibile sul mercato . Oggi siamo in presenza di un sodalizio cresciuto in modo esponenziale e sotto tutti i punti di vista . Una serie di piazzamenti davvero ragguardevoli in campionato corredati da una semifinale Champions lo stanno a testimoniare con una rosa di calciatori costantemente di grande levatura tecnica e cosi’ come tutti gli indicatori finanziari che volgono al positivo sono li’ a dimostrarcelo. Il progetto dell”impianto di Tor di Valle il cui iter pare giunto agli ultimi tornanti ne aumenta l’attrattivita’ in modo ancor piu’ rilevante. Se si pensa a cosa si trovarono di fronte gli investitori statunitensi dieci anni fa quando rilevarono un Club ormai in rigor mortis pare di sognare . Grandi gruppi internazionali adesso battono alle porte con risorse finanziarie sempre piu’ imponenti e tutto questo da tifoso romanista non puo’ che rendermi felice….

  38. Cosa?!?! Ma step, zeno’…. come farete senza il vostro presidentissimo??? Senza il vostro james? Quello che nn ha vinto nulla in tutti questi anni?? A si dimenticavo. . il bonsai. . e poi diventerete tifosi dei Celtics! Okkkk! Auguroni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome