Il momento difficile di Zalewski, tra insulti e quel gesto di umiltà con la Polonia

33
1356

ULTIME NOTIZIE AS ROMAMomento difficile per Nicola Zalewski, che dopo l’exploit del primo anno di Mourinho sta faticando a ripetersi ad alti livelli. Il 21enne sembrava destinato a soppiantare Spinazzola nel ruolo di esterno sinistro, ma il calciatore non ha spiccato il volo come ci si aspettava.

Il giocatore, che ha vissuto un momento molto difficile da ragazzo con la scomparsa prematura del padre, è stato però ingiustamente bersagliato dagli insulti sui social che hanno colpito l’uomo prima ancora che il giocatore. Attacchi gratuiti che Zalewski non si merita.

Il ragazzo è ancora giovane, sta attraversando un momento delicato e va supportato. Lo sanno all’interno di Trigoria, lo sanno i giocatori e lo sa soprattutto Mourinho, che al di là delle panchine riservate in questo momento all’esterno non ha mai fatto mancare il suo sostegno.

In questi due anni complicati Nicola è andato avanti, è cresciuto, e come è normale che sia ha vissuto i suoi momenti tra alti e bassi. Così come nel calcio. Adesso sta attraversando un periodo negativo tra motivi personali e pensieri, e le offese ricevute non stanno aiutando a tirare fuori il meglio anche sul piano sportivo.

Zalewski deve pensare a uscire dal vortice di negatività, allenarsi al meglio e poi riconquistarsi il campo in partita. Con convinzione e umiltà. Il primo gesto in tal senso è arrivato con la Polonia: quando ha saputo che non sarebbe stato convocato dalla nazionale maggiore visto il poco impiego nella Roma, ha accettato di buon grado di giocare con l’Under 21. Non una retrocessione, ma un gesto di buona volontà per ritrovarsi.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteLa SRL in soccorso di Mourinho
Articolo successivo“ON AIR!” – DAMASCELLI: “Lukaku? Da shock a sciocco il passo è breve”, PIACENTINI: “Col Chelsea c’è una mezza promessa di riparlarne a fine anno”, MORONI: “Mou resterà alla Roma con la Champions”

33 Commenti

  1. Forza Zalewski, non ti scoraggiare! Hai dimostrato di essere un buon giocatore: credo che potrai tornare ai livelli degli esordì.

    • Sono d’accordo. Io non conosco gli imbecilli che attaccano l’uomo, oltretutto ancora ventenne, che non hanno il senso etico e civile di capire che puoi attaccare il giocatore ma non l’uomo che c’è dietro.
      Su Zalewski, continuo a pensare che può anche esserci un problema di posizione.

    • è un bambino, come li chiama Mourinho, che si è trovato da un giorno all’altro a giocare insieme a quelli che guardava da dietro la rete a Trigoria. Diciamo che un momento di euforia di troppo ha condizionato la sua crescita, ma Mourinho i piedi te li riporta per terra in fretta.
      Lo rivedremo presto, fidatevi….

  2. Il mio preferito.
    Attaccato pesantemente sui social sul piano umano, con insulti che faccio fatica anche a ripetere.
    Attaccato anche qui dai sapientoni…. quelli che:
    “è na pipparsugo”
    “è n’cadavere”
    “è na sega”
    Zalewski non è niente di tutto ciò: è semplicemente un ragazzino che sta crescendo, e come tutti i ragazzi a volte sbaglia, a volte fa cose buone.
    Ma a lui ormai non si perdona niente.
    Forza amici, attaccatelo anche ora, un post solo per lui su questo sito, e quando vi ricapita. Non perdete questa ghiotta occasione. Sfogatevi……. Se non lo fate, vi chiamerò uno per uno (a partire da Girardi?)

    • Sì però ci vuole anche un po’ di equilibrio.
      Zalewski ha giocato benissimo gli ultimi 3 mesi della prima stagione di Mourinho.
      Davvero da applausi.
      L’anno scorso ci aspettavamo tutti la conferma, ma non è andata bene.
      E un anno storto può capitare a tutti.
      Quest’anno però va ancora peggio dello scorso anno.

      Io non attacco e non critico nessun giocatore che si impegna ed è serio,
      e direi che per quello che vedo lui lo è quindi forza e coraggio,
      però due cose vanno dette:
      Al livello attuale non è una valida alternativa.
      Continuare a farsi vedere in giro la notte per feste e festicciole non è una cosa intelligente.

      Poi ha davvero tutto il tempo di progredire,
      speriamo,
      ma come oggi davvero non va.

    • “è na pipparsugo”
      “è n’cadavere”
      “è na sega”
      Ma famme capì… ma quanno mai l’ho scritte ste cose?
      Ma perché me citi inventandote ste cassate? Nun solo non l’ho scritte io ste cose, ma nun l’ho lette da nessun altro utente der forum ste boiate che hai digitato. Forse le pensi te e l’accolli ar prossimo pe fa lo splendido.
      Quanno accusi co nomi e cognomi le persone, devi esse certo de quello che scrivi, perché sennò risurti solo che n’chiacchierone…

  3. Purtroppo contro gli idioti l’unico rimedio è la sterilizzazione per impedirne la riproduzione, ma è un compito improbo.
    Per quanti riguarda invece Zalewski, spero che in molti si siano convinti che il problema non è il ruolo ma qualcosa di più complesso che coinvolge il piano tecnico e non solo.
    E’ in una fase molto critica, quella che determinerà il suo futuro e il livello nel quale potrà svolgere la professione di calciatore.
    La decisione di giocare per l’U21 polacca va nella giusta direzione, l’importante è che sia stata presa con convinzione e non obtorto collo.
    Il ragazzo due anni fa ha mostrato qualità ma soprattutto carattere.
    Forse deve ritrovare più il secondo, le qualità torneranno in superficie come conseguenza.

  4. E’ un bravissimo ragazzo,solo che senza una precisa identità tecnica è spaesato. Mourinho dovrebbe farlo giocare nel ruolo dove rende meglio,ma ormai è da una vita che lo stiamo dicendo. Lui più che impegnarsi al massimo non può fare. Sicuramente può e deve migliorare in alcune cose ( come i cross,per esempio). Ma intanto che Mourinho lo sposti più avanti,magari al cross ci arriva meno spompato e più lucido. E’ solo una mia opinione.

    • Io questa cosa però proprio non ci arrivo a capirla. E sono anche l’ultimo qui dentro a fare sconti a Mourinho.
      Non mi sembra che il ragazzo due anni fa sia venuto alla ribalta da esterno alto e poi il tecnico lo abbia ottusamente arretrato di posizione.
      No, dopo il flop di Viña Nicola ne ha preso il posto e lo ha fatto via via con maggiore convinzione acquisendo praticamente la titolarità del ruolo.
      Non mi sembrava né spompato né poco lucido allora. Le prestazioni fornite da esterno a tutta fascia gli sono valse la convocazione per il mondiale.
      Mi ricordo che nell’unico derby vinto (purtroppo) con Mourinho in panchina Zalewski bullizzò F. Anderson.
      L’insistenza sul “fuori ruolo” è dovuta a ciò che faceva nella primavera? Ma quello è un altro sport, il mondo calcistico è zeppo di gente che nelle giovanili faceva un altro mestiere e da grandi si sono riciclati con successo in un altro ruolo.
      E non stiamo parlando di uno che da centravanti che era in primavera è stato messo a fare lo stopper.
      Zalewski deve ritrovare altro, non questo fantomatico “ruolo”.

    • Infatti @Max, il termine corretto è SPAESATO; a volte lo si vede sulla fascia e sembra che non sappia quello che deve fare. Se avanzare (suo ruolo naturale, ma se avanza troppo e non rientra Mancini lo cazzia) o se difendere (cosa che non è nelle sue corde). Non se ne esce. Bah

  5. era il primo che volevano vendere questa estate,ma nessuno si è spinto nemmeno lontanamente vicino ai 20 milioni che chiedeva la Roma.

  6. Non capisco come lo si possa insultare, è un ragazzo d’oro.
    Il suo problema è il suo allenatore che si ostina a continuare a posizionarlo dove è stato ottimo all’inizio per una questione d’entusiasmo ma dove alla lunga era chiaro che si sarebbe perso. Per me sarebbe perfetto come mezzala sinistra dove può palleggiare di più visto i piedi che ha, è bravo anche in copertura quando è in vena e sa attaccare se ritrova la fiducia. Speriamo non si perda del tutto prima dell’arrivo di un allenatore vero a Roma.

  7. Il problema qui è che non sappiamo aspettare, tutto subito. Lasciarlo in pace no eh, troppa fatica eh. Poi magari si rompe le balle e se ne va e di potenziale ne ha sto ragazzo, e poi lo rimpiangono. Il problema non è lui, semo noi.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  8. Non è mai una bella cosa attaccare e criticare troppo apertamente un calciatore, su questo sono dello stesso parere. Però vorrei sottolineare che a 21 anni, in altri paesi non sei più considerato un giovane e ci sono calciatori che a quell’età possono aver anche raggiunto le 100 presenze in campo in una massima divisione professionistica e partite di coppa, e già giocato tre stagioni e stanno affrontando la quarta stagione. Anche per questa mentalità di uno scoppio molto più tardivo di molti giovani qui da noi, perché qui a 21 sei ancora giovane mentre in diversi altri campionati, a 21 anni se non giochi titolare un tot numero di partite l’anno già da qualche stagione nel tuo club, pensano che non potrai fare una carriera a certi livelli. Per questo in passato ero positivo su una idea di una Roma U23 ma non come squadra secondaria ma di terzo livello in cui vai a svezzare i Primavera per 1 anno per valutarne poi il futuro ma anche poter mandare i più talentuosi a giocare lì di 16-17 anni ed avere un club satellite all’estero che giochi una prima divisione, tipo in Belgio il Kortrijk andava bene e li mandi i migliori giovani tra i 17-18 anni per giocare 1 stagione e se dopo questa trafila, se un giovane a 16 anni ha fatto la Serie C eppoi a 17 anni ha fatto bene in una massima divisione belga, a 18 anni può pure essere inserito nella Roma ed essere un calciatore di tutt’altre potenzialità rispetto ai giovani a cui siamo abituati, un calciatore da potenzialità reali da TOP. Sarebbe anche per me più formato a livello mentale se ha fatto una trafila di questo tipo, meno svaghi ed un piano molto chiaro dove devi crescere in questo percorso per arrivare poi ad essere un calciatore da Roma. Dobbiamo alzare l’asticella in questo senso e penso se Nicola avesse avuto modo di fare un percorso come quello di cui ho scritto, oggi sarebbe un calciatore di tutt’altro livello.

    • ” non è una cosa bella attaccare e criticare apertamente un giocatore ”
      Condivido.
      ” attaccato pesantemente sul piano umano, con insulti che faccio fatica anche a ripetere ”
      Giusto, condivido anche questo.
      ” ci stanno dei deficienti che insultano un ragazzino che ci ha aiutato a vincere il nostro primo trofeo europeo….
      Vero.
      ” gli attacchi personali conditi di offese di varia natura creano danni ….e spesso .sono un mero sfogo da parte di chi i problemi li ha nella propria testa ”
      Lapalissiano.
      ” a me pare che qui sul forum nessuno ha insultato nessuno ”
      ( tradotto dal romanesco )
      In effetti, la raffinatezza del linguaggio…..

      Potrei continuare, ma non voglio tediare i lettori.

      Solo una considerazione : chissà che ne penserebbe Zaniolo.

  9. Zalewsky e’ molto giovane e gioca in un ruolo non suo, sta maturando gradualmente e va bene cosi, nessuno puo’ pretendere la luna da lui.

    Mourinho sta facendo un grande lavoro con i giovani, inclusi Bove, Pagano, Pisilli e tutti quelli che si allenano e giocano con la prima squadra.

    Questi giovani e sopratutto quelli che rimarranno sono il futuro e quindi devono essere sostenuti e incoraggiati.

    FORZA ZSLEWSKY FORZA ROMA

  10. Ma come si fa a insultare sto ragazzo ?

    VERGOGNA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Con tutte la SEGHE che ci ha lasciato qual farabutto di PALLOTTO

    ci stanno dei deficienti che insultano un ragazzino che ci ha aiutato

    a vincere il nostro Primo Trofeo Europeo alla faccia del fruttarolo ?

    Abbiamo gente che scrocca un ENORME stipendio immeritato (pellegrini)

    e sti idioti se la prendono con un ragazzino low-cost della primavera (=gratis) ?

    E queste sono le conseguenze di aver avuto PALLOTTO per 10anni qua a

    manipolare le menti di gente che poretta era già parecchio scema di suo.

    Vabbé le solite cose, la faccio breve :

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO

  11. il diritto di critica è sacrosanto anzi è doveroso se la finalità è la risoluzione dei problemi che in questo caso vuol dire crescita del giocatore, gli attacchi personali conditi di offese di varia natura sono un altra cosa creano danni e spesso sono un mero sfogo da parte di chi i problemi li ha nella propria testa. Mi è piaciuta molto questa decisione di giocare con l U21 che non dimentichiamolo è un bene della Roma e va aiutato a crescere e non sfondato.

  12. Io non capirò mai perché si va sotto i profili social ad insultare i giocatori, soprattutto quelli giovani, che se anche sono dei privilegiati sono sempre degli esseri umani. Non parlo della gente qui sopra, ma se si gira un po’ per i social, si nota una maleducazione ed una cattiveria incredibile, è una cosa illogica secondo la mia educazione andare sotto la pagina di una persona ed insultarla. Che Zalewski non stia giocando bene e sta deludendo è sotto gli occhi di tutti, il primo a saperlo è lui. Da romanisti dobbiamo solo sperare che si riprenda ed inizi di nuovo a giocare, per il bene della Roma.

  13. Regà, na vorta pe’ tutte. Lo so che ve piacerebbe n’regime totalitario dove tutti devono tifà la Roma come dite voi e amà li giocatori che amate voi. Pure se ambite a diventà er trippone daa Nord Corea der tifo giallorosso, tutto questo sta solo ne la capoccia vostra. Come quell’artro utente che s’è risentito e così ha pensato bene de mollà er forum pe facce na grave offesa a tutti noi. Quello m’accusava der fatto che io “volevo scatenà na guerra sur Forum” contro a’ società,. Ma siccome leggeva solo quer che casso je pareva, nun aveva inteso che io la guerra la volevo scatenà sur forum contro li “tuttapposter” come lui. Mo s’accusano l’utenti de sm€rdà Zalewsky co “gravi offese”. Ma dove? Mo criticà le prestazioni de n’professionista ben pagato è diventata n’offesa grave. Ognuno se sceje er cocchetto suo. Ve sete scerti er polacchetto come Mito dell’epopea Giallorossa? Me fa piacere pe’ voi, ma nun potete costringe l’artri a fasse er tatuaggio der numero “59”, solo perché ve piace a voi. Ve sbrodolate pe Zale? Io me ingrifo pe BigRom e Dybala. Eppure nun rompo er casso a nessuno se quarcheduno parla male de Lukaku e Dybala…

    • Non so se il tuo commento è riferito anche a me, visto che viene dopo il mio, tra l’altro i commenti tuoi li leggo volentieri perché in romanaccio e fanno anche ridere. Sono anche d’accordo con quello che dici, ma fidati che se vai su instagram c’é chi usa parole pesanti, criticare è una cosa insultare un’altra. Poi a criticare si può criticare chiunque e anche io mi gaso solo con BigRom e Dybala. p.s. Tra l’altro regime totalitario anche no, vorrei che fosse ancora vivo il CHE figurati. Buona giornata 🙂

    • Ti facevo piu’ intelligente. Dopo stò commento me sei calato de botto. La critica è un diritto di tutti ma approfittare dell’anonimato per insultare e denigrare una persona è ben diverso. C’è chi la realtà l’affronta in un modo e chi per avè un pò de visibilità e consensi se costruisce un personaggio fittizio. Trova le differenze!

    • No Mamba, non è riferito a te ma a due personaggi der forum in particolar modo…
      Scusa Jó, ma chi ha insultato chi? Approfittando de l’anonimato poi….a me nun me pare che qui sur forum quarcuno ha nsultato nessuno, tantomeno Zalewsky….

    • Jokej a me sembra che il Maresciallo facesse riferimento solamente al forum di Giallorossi.net, non ai social in generale

  14. caro ragazzo, per diventare uomo devi passare attraverso la cattiveria degli stupidi, tieni duro perché chi ama la Roma sarà sempre con te
    💛❤️DAJE ROMA💛❤️

  15. chi offende questo ragazzo non merita un caxxo . è un ragazzo di 21 anni ,ha perso il padre da poco e sentire tutte queste cose su di lui non gli fa bene .mettetevi nei panni di genitori e pensate se fosse vostro figlio .
    VAI NICO ROMA È CON TE

  16. Probabilmente non è un momento difficile, ma solo che non è pronto per giocare in una squadra come la Roma. Il fatto che abbia indovinato una decina di partite un paio d’anni fa, non vuol dire che abbia fatto il salto di qualità.
    Il ragazzo, comunque, non sembra troppo sveglio per il modo in cui si comporta fuori dal campo.

  17. Per come la vedo io Zalewski è:
    1 – Bravissimo tecnicamente.
    2 – Veloce e agile, con un buon dribbling.
    3 – Con elevate potenzialità di crescita.
    4 – Ingenuo (o se preferite sempliciotto) e che si lascia facilmente trasportare.
    5 – Mal seguito dal suo entourage (ci vorrebbe un mental coach h24 per 6 mesi, non 2 partite in under21) e forse troppo incline (a detta di qualcuno, io non lo so) a festicciole notturne (vedi punto 4).
    6 – Con una grande paura di sbagliare (lo si vede nei tiri), anche se i cazziatoni in campo dei grandi non aiutano, anzi demotivano.
    Mettete insieme queste 6 cose e avete Nico versione 2023-2024.
    Se lavorasse su 4,5,6 (ed è assolutamente fattibile) e potenziasse ancora di più 1,2,3 sarebbe un calciatore fantastico.

  18. Daje Nicola !!!
    E lascia perdere quella m**da che sono i social, diventati ormai la rovina di tutti in generale.
    Zalewski può anche ricevere critiche ma gl’insulti sono una cosa indegna specialmente se non meritati ed il ragazzo non merita di essere insultato, criticare è una cosa, insultare è un’altra.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome