Il vento dell’est. Sorridi Roma: è l’ora di Under e Mkhitaryan

3
29

AS ROMA NEWS – Evidentemente, il vento dell’Est sa emozionare. C’è gente che ci ha girato dei film (Godard, Gorin e Martin: 1970), chi ci ha scritto libri (Kaye: 1963), chi ci ha scritto canzoni (Pieretti: 1966; Gianco e Battiato: 1989). Più prosaicamente, Paulo Fonseca vorrebbe sfruttarlo per costruire una Roma di qualità in vista della ripresa del campionato, quando i giallorossi saranno impegnati a Genova contro la Sampdoria. Per questo l’allenatore portoghese confida nel recupero di due assi dell’attacco, Henrik Mkhitaryan e Cengiz Under (…)

Parliamo dell’attaccante turco, che il 5 settembre ha accusato, nel ritiro della sua nazionale, una lesione al bicipite femorale della coscia destra. Una tegola per la Roma, che ha perso il vero titolare di quella fascia. Adesso Under continua ancora a svolgere lavoro differenziato, ma nei prossimi giorni potrebbe finalmente ritornare in gruppo. Discorso diverso per Mkhitaryan, che ha problemi agli adduttori, accusati tra l’altro anche in passato all’Arsenal. Il club giallorosso ne era conscio e quindi ha optato sempre per una gestione oculata del calciatore, (…)

Il paradosso, in fondo, è che la produzione di tiri della squadra giallorossa è rimasta alta. Dzeko, ad esempio, è il numero uno della Serie A, con 24 conclusioni effettuate. Quello che è mancato è la precisione, segno forse di una certa imperfezione anche nel servire il compagno nel modo giusto al momento giusto. In questo senso, i rientri di Under e Mkhitaryan potrebbero essere assai proficui per il fronte offensivo, anche perché la Sampdoria ha per il momento la peggiore difesa della Serie A.

Per questo, visto che Dzeko potrebbe essere ai box per via della doppia frattura dello zigomo, e Kalinic è ancora alla ricerca della forma migliore, è il momento giusto per cercare alternative, sperando che anche Perotti – in via di guarigione – possa tornare a disposizione dopo il lungo infortunio che lo sta tenendo fuori dall’inizio della stagione. (…)

(Gazzetta dello Sport)

3 Commenti

  1. è quasi inutile parlare di recuperi, se non salta fuori la causa dei così tanti infortuni sarà sempre il gioco della sedia…ma di sedie ne mancano almeno 4

  2. Secondo me è un mercato interessante, quello dell’est. Uno dei pochi dove puoi ancora comprare calciatori a prezzi ottimi.

    La Polonia ha fatto un gran lavoro a livello di giovanili, ad esempio. E qualcosa di buono esce sempre anche in ucraina. In turchia ci sono dei calciatori molto tecnici.

    Ma sono rimasto impressionato dal Marocco. Quando sono andato in vacanza li, un paio di anni fa, ho visto dei ragazzini giocare sulla spiaggia: tecnica sopraffina, driblomani. Ce n’erano davvero tanti.
    Secondo me andrebbe monitorato molto, il Marocco.

  3. Mi trovi d’accordo nella nostra primavera c’è Zalewski giovane italo-polacco profilo interessante personalmente mi sembra forte e ha fiuto per il gol come pochi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome