Kluivert verso Marsiglia, il Milan su Veretout, Calafiori via a titolo definitivo: Pinto si prepara a fare cassa

29
592

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA Tiago Pinto si muove e punta a fare cassa per poter poi tornare con più forza sul mercato in entrata. Le due situazioni più calde riguardano Kluivert e Veretout.

Il gm portoghese ha incontrato il presidente del Marsiglia, Longoria, per parlare da vicino dell’esterno olandese ma l’offerta iniziale (poco meno di 10 milioni di euro) è ancora lontana dall’idea della Roma (circa 15 milioni di euro). L’incontro con gli agenti del giocatore ha avuto poi modo di confermare come l’interesse sia concreto, la trattativa solo all’inizio e le parti fiduciose sulla possibilità di raggiungere un accordo.

Discorso diverso per Veretout: smentito l’interesse dell’Everton dai dirigenti inglesi, rimangono tiepide le manifestazioni d’interesse arrivate dalla Francia. Ecco allora spuntare fuori il Milan, dopo le difficoltà nel soddisfare le richieste del Lille per Renato Sanches. Il francese piace a Massara, i due ne hanno parlato a pranzo e i rossoneri si sono detti interessati. Le parti si riaggiorneranno la prossima settimana.

Tanti altri sono i giocatori che lasceranno la Roma: Villar è nel mirino del Monza, Diawara piace al Lecce mentre Calafiori è vicino all’addio dal club capitolino. A differenza di quanto sembrava, Pinto si è convinto di voler piazzare il giocatore a titolo definitivo o in prestito con obbligo di riscatto.

Il terzino piace a SalernitanaBasilea Cremonese. La Roma punta a tenersi una percentuale sulla eventuale futura rivendita. Queste le condizioni fissate a Trigoria, adesso si tratta di capire chi vorrà investire su Calafiori.

Fonti: La Repubblica / La Gazzetta dello Sport / Il Messaggero

Articolo precedenteBlitz di Paratici a Milano: Roma su Rodon, il Tottenham chiede informazioni su Zaniolo
Articolo successivoRoma, niente Dybala. Ma Ronaldo torna in quota Mou

29 Commenti

    • Romolo,
      ce lo accompagno io con la mia smart,a costo di farmi 10 ore di viaggio sotto il solleone della penisola salentina.

    • Ti ricordo che Corvino e’ il suo scopritore, quando giocava nel S Marino ed era l’ennesimo sconosciuto di turno che ha trovato fortuna.
      Ora il d.s. del lecce e’ Corvino.

    • E poi Zenone, mi fermo qui perche’ tra Corvino e Diawara ci sono stati accordi nei passaggi da una squadra all’altra un po’ chiacchierati che non sono piaciuti ad un proprietario di in club.
      Ti dico solo che Corvino e’ molto influente sui suoi interlocutori e’ uno che sa fare il proprio mestiere ed e’ un conoscitore di calcio come pochi in europa, purtroppo ma spesso e’ anche stato troppo amico di chi propone calciatori e questo irrita i presidenti delle sicieta’.
      Zeno’, a buon intenditore poche parole.

  1. Mi dispiace per Calafiori. Non sarà questo gran fenomeno per come si sperava potesse essere, ma mi sono affezionato a lui soprattutto dopo l’infortunio al ginocchio e dopo il suo goal pazzesco con lo Young Boys.
    Per quanto riguarda Kluivert, via subito

  2. Veretout 15-18
    Kluivert 12-15
    Florenzi 2-3
    Villar 4-5
    Diawara niente/qualcosa
    Coric niente
    Bianda meno de niente
    Calafiori prestito
    Darboe prestito
    Under, Pau Lopez e Olsen già venduti (25/26 già in attivo)
    Chi me sto a scordà?
    Molto meglio questi che dover sbolognare pastore nzonzi santon e compagnia bella…
    Io la vedo positiva.

    • Risposta semplice: Sì! Ma secondo te uno che gioca nella nazionale e ha vinto in Sudamerica e l’ha voluto Mou è uguale a uno che manco nel Genoa retrocesso ha trovato un MINIMO di spazio? Poi magari tra 5-6 anni diventa abbastanza bravo, ma che fai te lo tieni SPERANDO diventi un giocatore importante? Attualmente il pregio di Calafiori è stato avere Raiola come procuratore! Troppa acqua sotto i ponti deve passare perché sia pari a Vina.

    • Non c’è paragone.
      Abbiamo visto solo il peggio di Vina.
      Quando è arrivato alla Roma aveva appena finito una stagione massacrante con Libertadores e Coppa America giocate a Luglio 2021.
      Ultima partita giocata il 22 luglio 2021 col Palmeiras, poi a Roma già agli inizi di agosto senza riposo e senza preparazione in Algarve.
      Riprende il 19 agosto 2021 col Trabzonspor e poi Mou lo impiega sempre nelle prime 5 partite ravvicinate dove insieme a tutta la squadra fa molto bene, poi si infortuna, iniziano le trasferte intercontinentali per la nazionale dalle quali rientra sempre per ultimo, ma Mou è costretto ad impiegarlo proprio perchè Calafiori non è pronto.
      Da li in poi il rendimento di Vina crolla perchè è umano.

      Credo sia stata l’operazione peggiore di Tiago Pinto, non per il valore del giocatore, ma proprio perchè un addetto ai lavori deve sapere queste cose.
      Probabilmente Pinto nelle valutazioni ha sopravvalutato Calafiori, considerandolo in grado di
      far rifiatare l’uruguagio
      Mou invece non ci ha pensato 2 volte, visti i due si è subito affidato a Vina e non lo ha tolto
      mai dal campo fino a che non è scoppiato. Poi ha cambiato modulo prima con Elsha e poi con Zale.

      Calafiori può comunque diventare un buon giocatore. Ha ancora 20 anni, io ne terrei il controllo.

    • Ciao Kawa
      concordo che Vina non sia all’altezza della nostra serie A ed aggiungo che Calafiori se rinnova e va in prestito secco e’ meglio, perche’ lo dico adesso in tempi non sospetti tra , 2 anni Calafiori sara’ tra i migliori esterno sinistro in europa.

    • Migliore in Europa?? Ahahaha Ahahaha Ahahaha Ahahaha si come Luca Pellegrini… Ahahaha Ahahaha Ahahaha ma via subito sti 4 scarpari

    • e certo poi un blocchetto di buoni pasto , 4 pacchi di pasta barilla e 2 bottiglie di vino rigorosamente tavernello .
      Poi leggi ” Frattesi il sassuolo non si scosta da 35 milioni ” e ti chiedi io ne vendo due a 25 e uno me lo vogliono far pagare 35 …..
      PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
      al caro sassuolo direi” Tiettelo e se quest anno fa na mezza stagione prox anno te offro 15 che è quasi il valore giusto per un ragazzo che ha giocato un campionato buono .
      Il caldo cmq da alla testa

    • perché no? il sassuolo ha una rosa di 40 giocatori con panchinari a 2 milioni a cranio? ma va và…

    • In fin dei conti é abbatsanza ovvio che il Sassuolo per Frattesi parta da 30M, se vuole avere un poi di margine contrattuale (ricordiamoci che il giocatore vuole la Roma). Se, ad esempio, partisse da 20, levando il 30% pattuito per la rivendita (-6) saremmo a 14. Inserendo i prestiti di alcuni giovani (mettiamo Tripi e Volpato) sui 10-12.
      Capovolgendo il ragionamento, se il giocatore ce l’avessimo noi, e arrivasse chessó il bilan ad offrirci una cifra del genere inclusa “contropartita tecnica”, gli rideremmo in faccia, o no?!

  3. Mi sembra che dal primo luglio cambia qualcosa sul fatto dei prestiti per cui molti di questi ragazzi dovranno essere per forza venduti

  4. Calafiori, se non erro, ha uno stipendio da un milione netto. Per quanto dimostrato finora, oggettivamente pochino, non sarà semplice per lui trovare un club che gli garantisca quella cifra.
    L’ingaggio gli fu accordato senza che avesse mai giocato un solo minuto in serie A, grazie alla buonanima del suo procuratore, e alle solite pressioni della piazza, convinta di avere tra le mani uno tra le decine di “predestinati” che negli anni si sono dimostrati solo fugaci meteore.
    Il ragazzo ha ancora tempo per dimostrare il suo valore (ha da poco compiuto 20 anni), ma ancora una volta dovremmo riflettere sulla nostra attitudine nel (soprav)valutare questi giovanotti: la percentuale di coloro che mantengono elevato lo standard anche tra i professionisti rimane molto bassa.

    • Pija sette piotte. Er pòro Trippa ne chiedeva 1,2, la Magica ne offriva 500, se so venuti incontro a 700.

    • La Roma ha un eccellente settore giovanile MA i numeri, che valgono sia per la Roma che per tutti gli altri, ci dicono che ogni generazione 1 o 2 giocatori si dimostreranno di poter stare in prima squadra ( poi magari sono entrambi fenomeni oppure saranno 2 nelle rotazioni) una decina saranno da seria A e il resto farà una carriera modesta. I numeri sono questi. Ora la Roma potrebbe avere dalla precedente generazione Pellegrini e Frattesi, della attuale ha già Zalewski… Se ci va bene 1 o in caso eccezionali altri due potrebbero essere da prima squadra… Manco in Barca dei tempi d’oro ne ha portato insieme 3 di alto livello!

    • La migliore “covata” in assoluto resta quella della metà anni 50, che ci regalò in un colpo solo Francesco Rocca, Bruno Conti e Agostino Di Bartolomei.
      Da allora sono passati quasi 70 anni e tale evento non si è più ripetuto. Dovrebbe bastare questo per riflettere…

    • UBà,
      Bruno Conti c’ha adesso 67 anni.
      Secondo il tuo conteggio strampalato avrebbe giocato nella primavera della Roma 3 anni prima di nascere….
      uaaaahhhhh 🥃🍺🍻🤣

    • Scommetto i classici due cent che tu sei l’unico a non aver capito che mi riferivo all’anno di nascita, che è 1955 per Bruno e Agostino, 1954 per Kawasaki…per cui 67 anni appunto, cioè quasi 70. Che so’ sempre pochi in confronto ai tuoi 90…

  5. una cosa non capisco di tutte ste notizie sulle uscite, mi spiegate il Milan come paga Veretout se non avevano manco i soldi e quindi abbiamo dovuto scontare persino Florenzi, giusto se la Roma accettasse un pagamento in 10 anni credo che si possa fare questa operazione ma ne dubito. Forza Roma

    • Zalewsky impressiona per freddezza e lucidità, doti cha hanno in pochissimi giocatori al mondo.
      Potenzialmente è un crack assoluto viste anche le sue doti atletiche e tecniche.
      Io lo vedo l’anno prossimo ai livelli dei Catalani Pedri e Gavi e in prospettiva anche sopra.

      Zalewsky 10 in nazionale, tra un po anche nella Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome