La cura Pellegrini: uno staff personale per tornare a brillare

10
240

AS ROMA NEWS – Non è un momento particolarmente felice per Lorenzo Pellegrini. Per cercare di tornare a lucido già dal prossimo impegno contro l’Inter a San Siro, scrive oggi la Gazzetta dello Sport (M. Cecchini), il capitano ha scelto il suo personale quadrato Magico a cui affidare il proprio rilancio in tempi stretti.

Nel gruppo di lavoro del capitano c’è una nutrizionista (Sara Farnetti), un osteopata (Maurizio Mafrica, collaboratore del Coni), un fisioterapista e preparatore (Piergiorgio Luciani, che in passato ha collaborato anche con Federer), e un dentista che lo aiuta a livello posturale (Daniele Puzzilli).

La Farnetti, più che fornirgli una dieta specifica, si occupa che l’alimentazione del capitano sia sempre equilibrata e funzionale agli sforzi che lo attendono di volta in volta. Mafrica invece, si occupa di curare l’aspetto articolare di Pellegrini, soprattutto alla luce delle tante sollecitazioni a cui lo scheletro viene sottoposto.

Particolare cura poi, da parte di Puzzili, va all’aspetto muscolare e del recupero dagli infortuni. Le fibre del capitano sono molto delicate e in passato a Lorenzo è capitano di doversi fermare per periodi non brevissimi. Infine Puzzilli è quello che, attraverso l’impiego anche di bite, possono assicurare che la postura del giocatore sia sempre corretta e che quindi non vada incontri a infortuni.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteBove non brilla con l’Under 21: causa un rigore e viene sostituto all’intervallo, l’Italia perde 2 a 0
Articolo successivoPromessa tradita: Zaniolo, il rinnovo ancora in stand by. E le pretendenti tornano in pressing

10 Commenti

    • Serve veramente uno staff fisico, no mentale, sennò non se ne esce… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  1. Me lo stavo a vedè in barca co Cristante e Mancini. E’ n’ossobuco, c’ha er petto de pollo. Ma mettesse su n’po de massa muscolare, che appena lo toccano, vola come na foja d’ottobre…

    • I calciatori odierni come i cestisti nba ,hanno muscoli non funzionali .Ecco perché si infortunano ,e nei casi gravi Pato in maniera particolare e kaka anche finiscono anticipatamente la carriera agonistica.
      Cosa serve ad un calciatore un petto e spalle e braccia da culturista? Perfino nel pugilato vediamo un palestrato come A.Joshua prendere sberle da chi ha fisici da scaldabagno.
      Dai retta a me te non ce capisci proprio na fava de sport.

  2. Ahiaiai… Che sono tutte queste critiche per il vostro immenso Capitano? 202 presenze 35 gol in totale (per lo più segnati con Squadre di medio/basso livello)! Una media da vero Capitano… Da Serie B però! Ma dai però, non scoraggiamoci… Prima o poi esploderà! È quello che ci si aspetta no? Da quanto? Questa è la sua sesta stagione… Lo scrivo da molto oramai… È il nuovo Capitan Futuro! Tanti soldi… Tanta fuffa! Ma alla fine basta un gol al Derby e tutto passa! Giusto? Una vena che “esplode” e tutti “pazzi per mary”… Boh! Comunque… Spero che se ripija perché iniziava ad essere meno peggio… E poi… C’avemo solo lui in “multi-ruoli” e peraltro con quello che prende nun se lo pija nessuno!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome