La Roma Primavera vince sotto gli occhi di Mourinho: al Tre Fontane battuta la Fiorentina per 2 a 1

11
837

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma Primavera batte i pari età della Fiorentina al Tre Fontane per due a uno nel match di campionato che si è giocato oggi.

Vantaggio iniziale degli ospiti con Di Stefano, a segno dopo appena quattro minuti di gioco.

Nella ripresa però i giallorossi la ribaltano grazie ai gol di Pagano, a segno con un destro potente, e Padula, in rete con un tocco sotto porta dopo un cross di basso di Faticanti.

Da segnalare la presenza sugli spalti di Josè Mourinho, ormai un habitué del Tre Fontane.

Giallorossi.net – F. Turacciolo

IL TABELLINO DEL MATCH

AS ROMA (4-3-1-2): Del Bello; Louakima, Keramitsis, Chesti, Falasca; D’Alessio (63′ Mannini), Faticanti (C), Pagano (90′ Pellegrini); Cassano (40′ Vetkal); Misitano (63′ Ruggiero), Majchrzak (63′ Padula).
A disp.: Baldi, Marin, Faubert-Jacquemin, Ivkovic, Silva, Bolzan, Golic, Ienco.
All.: Guidi.

ACF FIORENTINA (3-5-2): Tognetti; Gentile, Comuzzo (46′ Krastev), Lucchesi; Capasso (72′ Presta), Berti (72′ Favasuli), Amatucci, Harder (87′ Caprini), Kayode; Di Stefano, Sene (72′ Vitolo).
A disp.: Leonardelli, Dolfi, Elia, Scuderi, Biagetti, Vigiani, Ievoli.
All.: Aquilani.

Arbitro: Sig. Alberto Ruben Arena di Torre del Greco.
Assistente 1: Sig. Massimiliano Bonomo di Milano.
Assistente 2: Sig. Fabrizio Giorgi di Legnano.

Marcatori: 5′ Di Stefano (FIO), 68′ Pagano (ROM), 84′ Padula (ROM)

Ammoniti: Cassano (ROM), Lucchesi (FIO), Sene (FIO), Faticanti (ROM), Falasca (ROM)
Espulsi: –

 

 

 

Articolo precedenteCalciomercato Roma, tutto fatto per Aouar a parametro zero: firme in arrivo
Articolo successivoDybala, messaggio ai tifosi: “Tutti insieme uniti, più che mai”

11 Commenti

  1. Ottima reazione dei ragazzi. Soprattutto dopo lo splendido gol di Pagano. Bravissimi! Oltretutto senza qualche ” pezzo da novanta”… Ma ormai sono abituati….

  2. Invece di andarsene al mare come facevano tutti i suoi predecessori ,nessuno escluso , l’umile Mourinho ,dal basso dei suoi 24 trofei vinti, è andato a vedersi la Primavera,anche perchè non è escluso che gli toccherà far giocare qualche altro “bambino” per arrivare agli 11 da mettere in campo.
    Ma Pinto invece,ndokazzo stava? A Fregene ?

    • Sono d’accordo con te Zenone. Sull’ umiltà di Mourinho niente da dire. Il problema è proprio la figura di Thiago Pinto che non è un Direttore Sportivo ma mi sembra che sia stato messo lì solo per abbassare i costi e quindi acquisti a parametro zero, vendita di giocatori che hanno mercato ecc. Da qui il conflitto tra Mourinho e la società…se tu prendi Mourinho dovevi sapere che non gli puoi comprare pippe al sugo perché lui ha il potere di mandarti a quel Paese dall’alto dei 24 trofei vinti. La cartina di tornasole di questa società sarà la conferma o meno di Mourinho. Se dovesse andarsene allora gli americani avranno dimostrato che dei risultati sportivi non gliene importa nulla

  3. Il problema della Roma è a livello societario: Pinto non è un vero Direttore Sportivo ed infatti neanche al Benfica aveva questo ruolo bensì un general manager… figura che non serve perché attualmente Mourinho non è solo allenatore ma si è ritagliato un ruolo di manager così come succede e succedeva in Inghilterra ( mi vengono in mente Ferguson e Wenger). Ora è evidente che lo stesso ruolo non può essere ricoperto da due persone altrimenti si va in conflitto. I Friedkin devono fare una scelta: o tenersi Mourinho concedendogli anche questo ruolo oppure andare avanti con Thiago Pinto. Al riguardo io non ho dubbi su chi scegliere ovviamente. Naturalmente lo devi accontentare riguardo ai giocatori da prendere perché non è un allenatore a cui va bene tutto e tutti. Se invece sceglieranno di tenersi Thiago Pinto e prendere un altro allenatore gli faccio i complimenti per il coraggio perché conoscendo la passionalità di noi tifosi romanisti alle prime avversità partirà la contestazione e saranno per loro caxxi amari.

  4. deve rimanere mou. .con lui faremo grandi cose. purtroppo non è un segnale indicativi perfetto professionista quale e darebbe tutto sono all’.ultimo minuto …comunque io ci credo e ci spero .daglie mou .i bambini hanno bisogno di te. forza Roma !!!

  5. Daje Ragazzi Lupacchiotti, battuti ancora i fiorentini dopo la vittoria contro di loro in finale di Coppa Italia e sotto lo sguardo di Mou.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome