Le mosse della Roma: fuori in sei per Xeka e Parisi

26
1453

CALCIOMERCATO ROMA NEWS – Se le cessioni di Pau Lopez, Cengiz Under e Justin Kluivert porteranno nelle casse della Roma una somma di circa 35 milioni di euro, Tiago Pinto non sembra intenzionato a fermarsi per garantire a Mourinho una rosa più competitiva ai nastri di partenza della prossima stagione, scrive oggi la Gazzetta dello Sport (A. Pugliese).

E per farlo passerà per le cessioni di giocatori attualmente in prestito ad altre società che non rientrano nei piani del club: si tratta di Alessandro Florenzi, Gonzalo Villar, Robin Olsen, William Bianda, Ante Coric e Bryan Reynolds. Di questi quello che ha maggiori possibilità di essere riscattato è Florenzi, per cui il Milan è pronto a sborsare 4.5 milioni di euro.

Dagli altri 5 a Trigoria si spera di tirar fuori una quindicina di milioni: chi vale di più al momento è sicuramente Villar, da cui la Roma vuole ricavare 7-8 milioni di euro. Reynolds sta finalmente giocando, ma trovare qualcuno disposto ad investire 3-4 milioni su di lui non sarà facile. Non più di 2-3 milioni il valore complessivo di Coric e Bianda. Stesso valore per Olsen, che è il portiere titolare della Svezia ma con la Roma ha solo un altro anno di contratto.

I nomi che sta seguendo adesso Pinto sono sostanzialmente due: il regista portoghese Xeka (Lille) e il terzino sinistro Parisi (Empoli). Ovviamente una parte di questo tesoretto sarebbe investito su questi due nomi, considerando che Xeka costerebbe zero (ma l’ingaggio potrebbe essere pesante) e Parisi ha un costo di circa 4 milioni.

La parte restante del budget verrebbe reinvestito su altri ruoli, con 13 milioni già impegnati per il riscatto di Oliveira.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteSpinazzola all’ultimo step: giovedì la visita in Finlandia, poi il ritorno in gruppo
Articolo successivoRoma, è derby con la Lazio per Casale del Verona

26 Commenti

  1. Xeka non so chi sia ma Parisi magari giovane forte italiano veloce copre tutta la fascia, non credo però te lo danno per 4 milioni
    Minimo 15 ti sparano

    • Xela possiede una bella visione di gioco e vede bene la porta. Gli piace molto dialogare con il pallone. Quello che manca alla Roma. Su Parisi, punterei sui nostri giovani che sono forti e prenderei un top che può dividersi le partite con Smalling.
      Sempre Forza Roma!!

    • Onestamente credo che di questo giornalismo sarebbe ora di dire basta.
      “Pinto non si ferma nel garantire una rosa competitiva per la prossima stagione”..
      Domanda: ma quando ha iniziato??
      Riusciremo a recuperare da 3 cessioni di giocatori che erano costati alla società 54 mln di euro, meno di 30 mln di euro di giocatori (li abbiamo deprezzati di 24 mln).
      Abbiamo preso Shomorudov a 18 mln (inutilizzato) stiamo pensando di sostituire il terzino sinistro dopo aver preso Vina a 13 mln (rendimento altalenante), se riscattiamo Oliveira (rendimento discontinuo) altri 13 mln. Senza dimenticare i 12 mln per Reynolds (campione in erba..).
      Totale affari di Pinto 43 mln buttati via + altri 12 potenziali.
      Qui se non ci fosse Mourinho a far quadrare la baracca saremmo già belli che falliti..
      E’ evidente (da diverse stagioni) che senza un gruppo dirigente più capace noi la Champions la vediamo con il lanternino..

  2. Se devo prenderlo a zero il mediano prendo Grillitsch, Xeka è buono per la mezza classifica.
    Poi, ieri l’agente dice che la Roma non è interessata a Parisi (e vorrei ben dire, un terzino col 3% dico TRE% di cross riusciti ha semplicemente sbagliato mestiere) e gazzetta chi ci mette nel minestrone? 😂
    Comunque spero siano nomi buttati lì altrimenti non ci basta nemmeno la fusione tra Mourinho Guardiola e Klopp in panchina.

    • Davide dici il giusto. Xeka lo mandano via per motivi disciplinari e Parisi non mi sembra il fenomeno da pagare quasi sicuramente 15 mln. È solo fuffa…

    • Dimenticavo che c’è anche Paredes in scadenza, il miglior mediano tra quelli svincolati e comunque tra i migliori in circolazione…

    • Sono curioso di sapere il criterio con cui hai stabilito che uno è da mezza classifica e l’altro no.
      Quando poi quello che sarebbe da mezza classifica ha vinto lo scudetto davanti al psg e l’altro è arrivato…a mezza classifica.

    • Xeka non lo mandano via, se ne va, a zero, contratto in scadenza, il Lilla ha vinto con lui e Renato Sanchez 1 League 1 Coppa di Francia, non è uno da mezza classifica…. Tra le prime 4…

    • Davide, dici che Xeka è buono per la mezza classifica? L’ho visto giocare dal vivo e ti posso garantire che è forte. Se giocava per la Roma, eravamo sicuramente più avanti in classifica e senza scomodare Guardiola e Klopp, Mou ne era felice.

    • Grillitsch con Barnett costa ora uno sproposito in termini di commissioni ed a Barnett la Serie A interessa poco perché in Inghilterra può prendere commissioni molto più alte. Valutate che un calciatore a parametro zero non è sempre un affare a basso costo se per esempio c’è un Barnett che rispetto a Raiola o Mendes, lui pretende commissioni al doppio dei costi.

    • @sognidilatta
      Lo mandano via ..nel senso non rinnova la società volontariamente. Ha fatto due risse, litiga con l’allenatore…

  3. Se volemo un ragazzo per il futuro che gia gioca in Italia Hickey del Bologna è un buon prospetto.
    ma siccome c avemo Zalewsky è tutta fuffa, io credo che il maggiorbudget verra speso a centrocampo.
    Occorre capire chi abbandona la barcae chi resta.

    • Ma magari se ne vanno Diawara, Darboe (questo in prestito) e Veretout. Dentro R.Sanchez, Grillitch e Paredes. Poi se anche Cristante va via, abbiamo l’alternativa che è Oliveira da riscattare. In ogni caso un solo mediano non è sufficente.

  4. Visto che avremmo questa cosidetta alleanza con Mendes, mi aspetto che lui ci possa portare il centrocampista pezzo da novanta… io sperò in Ruben Neves che per me sarebbe il migliore in assoluto e fai così veramente un grande salto qualitativo. Prendere un calciatore nel mirino delle big inglesi sarebbe un colpaccio, non semplice come trattativa ovviamente ma è con calciatori come questi che fai anche un salto qualitativo non solo in termini tecnici ma anche di reputazione del club.

  5. Tutti sti giocatori saranno venduti ad un prezzo inferiore a quello di acquisto.

    I grandi affari della società di pallotto….

    Poi uno si chiede perché la società non puo’ comprare i gambioni a Mourinho,

    e lo stolto borioso pensa che il problema sia Mourinho “che non se fa rispettà” LOL

    La realtà e’ una sola : pallotto ci ha rovinato, ed e’ per questo che lui e’ stato

    IL PEGGIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DEL CALCIO.

    • Meh,
      un giorno sarebbe interessante conoscere la tua opinione su Pallotta sai?

  6. Quindi la Roma sta facendo la rivoluzione e vendendo mezzo vivaio per prendere uno svincolato e il terzino dell’Empoli.

    Mentre milanesi e gobbi, con la GdF in sede un giorno sì e uno no, con bond da centinaia di milioni in scadenza, con giocatori ieri valutati 50ML che oggi lasciamo a zero,
    senza cedere nessuno si prendono Haaland o Mbappè.

    Ma la stampa è seria, so’ io che sono malfidato eh….

    Ps: però con questi due sono arrivati a 100 nomi e vincono il peluche! Bravi!

  7. Pensavo che con tutti questi tecnici si potrebbe risparmiare ls spesa del D.G.-Oggi invece ,secondo me, abbiamo una proprieta’ seria e son sicuro che in breve tempo( 2/3 anni) ci dara’ molte soddisfazioni batsa lasciare il tempo perche’ il calcio non e’ una foto;guardare Pioli che sta’ venendo fuori dopo 2/3 anni di lavoro.Forza ROMA

  8. ragionare sul futuro della Roma, in questo momento, significa ragionare su 3 anni. le regole uefa che entreranno a giugno faranno si che fra 3 anni la Roma dovrà essere totalmente diversa. mi spiego: al momento la Roma spende per gli ingaggi 115 milioni, e incassa fra 100 e 110 a seconda delle annate.
    secondo le indiscrezioni, da giugno si potrà spendere il 90% dei ricavi, il giugno dopo l’80%, e poi dal giugno successivo il 70% per sempre.
    quindi, o vengono aumentati i ricavi di 45-50 milioni fissi l’anno, cioè un terzo in più, per mantenere una rosa come quella attuale, o si va verso un ridemensionamento. che poi sarebbe la strada che indico da mesi: 13-14 titolari forti, il resto solo vivaio. e data la Roma attuale, fra prima squadra e vivaio, non mi pare un ridemensionamento tecnico, ma solo di costi.
    per giunta arriva in un momento propizio: c’è la norma fifa che limita i prestiti (9 la prossima stagione, poi a scendere fino a 7. mi pare) e c’è una generazione del vivaio su cui prendere una decisione quasi definitiva, dato l’esiguo numero di prestiti, perchè dell’attuale primavera, in 7 l’anno prossimo saranno fuoriquota (Tripi, Ndyaie etc).
    io faccio l’esempio del centrocampo, visto che è il reparto che più va rifondato: se si prendono i due titolari, con Bove, Tripi, Darboe, Faticanti, Milanese, Tahirovic etc, oltre a Pellegrini che può abbassarsi, la squadra è fatta, li. dobbiamo provare giovani, e scegliere fra questi chi tenere e chi dare via, e nel farlo. valorizzarli prima di venderli. e si valorizzano di più con poche presenze da noi, che con una stagione in prestito.
    per l’attacco e la difesa stessa cosa: ci devono essere Felix, Zalewski, Volpato, Voljerling, spero Cancellieri di ritorno, dietro ai titolari. si può prendere un giocatore in più, che faccia 2-3 ruoli, ma poi devono giocare i ragazzini, non possiamo essere altrimenti. così come i terzini di riserva devono essere Calafiori (o Vina, c’è una scelta da fare li) e Missiroli, o Ndyaie che fa pure il centrale, Smalling, un titolare, Kumbulla, al centro, e un altro ragazzino che fa il quarto.
    questo è l’unico modo per permetterci titolari forti. prima iniziamo, dato che va fatto entro 3 anni questo cambio “culturale”, meglio è. e secondo me farlo ora, con una primavera che si sta dimostrando nettamente superiore alle altre, e che già sta dando alla prima squadra, è il momento ideale. ci ritroveremmo sani economicamente, forti tecnicamente, con la voglia di correre e di fare dei ragazzini. e il totem in panchina a insegnare e fare il parafulmine.
    fra 3 anni, con 75 milioni di tetto stipendi, altrimenti sarà un brutto risveglio, se non viene subito impostata così la Roma.
    per fortuna sembra che in società la pensino simile.
    ps: l’eca vuole far approvare la riforma champions, che darebbe 2 posti l’anno alle prime del ranking uefa non qualificate alla champions. chi è la prima? (con tanti saluti a federazione e lega)

  9. Personalmente non capisco il dare per scontato il riscatto di Oliveira….un trentenne che ha fatto due buone partite mentre nelle restanti ……..lasciamo perdere. Per assurdo confermerei Cristante prima di Riscattare Oliveira….se questo è il vero Oliveira…….Spero si decida liberamente senza condizionamenti esterni….vero Mendez????

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome