Roma, è derby con la Lazio per Casale del Verona

18
1201

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – Le parole dell’ex agente di Jordan Veretout (“C’è un nostro giocatore, e non è Parisi, su cui la Roma sta riflettendo, io sarei felicissimo di portarlo in giallorosso“),  hanno scatenato la curiosità dei tifosi sull’identikit del calciatore corteggiato da Pinto.

Stando a quanto scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport (J. Aliprandi), tutti gli indizi portano al nome di Nicolò Casale, 24 anni, difensore centrale dell’Hellas Verona.

Tra la Roma e il club veneto i rapporti sono ottimi, ricorda il quotidiano, ma non bisogna dimenticare che il nome di Casale è da tempo anche sulla lista di Maurizio Sarri per la Lazio.

Ed ecco che allora Verona potrebbe essere lo scenario di un nuovo derby dopo quello che i giallorossi si aggiudicarono qualche anno fa per Marash Kumbulla.

Fonte: Corriere dello Sport

Articolo precedenteLe mosse della Roma: fuori in sei per Xeka e Parisi
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Xeka, Casale e Parisi? Se così fosse, stiamo messi malissimo”, CATALANI: “Veretout mi sembrava un uomo maturo, da lui non me l’aspettavo”, PIACENTINI: “Roma fin troppo di classe nel gestire questa situazione”

18 Commenti

  1. Se è vera questa cosa mi fa piacere, perché finalmente si cercano calciatori italiani
    Non c’è nessun derby se lo vogliono tutte e due scelgono sempre la Roma senza neanche pensarci

    • Casale mi sembra, come caratteristiche il nuovo Acerbi, prenderlo è una fortuna…

  2. Servono giovani e pronti, Casale più di Parisi, visto che già Vina copre Spinazzola… Prendere Barak non sarwbbe male…

    • il problema è che in Italia , tutti parlano di calcio ,anzi quelli che non ci capiscono nulla, parlano pure più degli altri

    • Che poi co’ ‘sto nome sembrerebbe perfetto per i cugini di campagna…

      Scherzi a parte, anche i giocatori forti (mai visto giocare tal Casale, preciso) da qualche squadra devono uscire fuori.

  3. Solo perche ieri Giuffredi ha detto che ci sta un giocatore suo che ci interessa…immagina invece quanti ce ne ha Mendes…
    non credo a una sola stupidaggine!

  4. Fini i giocatori inglesi e portoghesi,
    gli scribacchini erano indecisi se buttarsi sugli spagnoli, visto che è vicino al Portogallo,
    o tornare in Italia.
    Oggi i nostrani allora.
    Domani Nacho.

  5. Fonte transfermarket:
    Casale (24 anni) DC squadra Verona, 28 partite, 2 assist, 0 reti, 6 gialli, quotazione 6 milioni, ex under21 Italia
    Mancini (25 anni) DC Roma, 27 partite, 0 assist, 0 reti, 12 gialli (1 doppio giallo) quotazione 25 milioni, nazionale Italia.

    Riflessioni: Il VERONA rientra nel gruppo di squadre che gioca un calcio più simile a quello di Mou, facile inserimento, e ha fatto un buon campionato ad oggi.
    Se posso dire la mia, fuori Mancini (a 25/30 milioni, magari), dentro Casale (a 8/10 milioni, perché no?)
    Con l’ingaggio “promesso” a Gianluca, a Casale ne paghiamo 2, di ingaggi.
    Con 15/20 milioni di avanzo si guadagna un ottimo margine da aggiungere al budget per un CC di prima fascia.
    Fisicamente sono simili, e come marcatore non può esser peggio del nostro.
    A me piace come idea, MANCINI in campo non mi lascia mai tranquillo.
    Comunque, e non é un modo di dire, fiducia nel mister e nel DG.

  6. io dissento da voi come sempre..un Casale fa comodo a tutti non negate..non amate la natura in campagna forse?..eh eh eh

  7. Il fatto che Casale come legho dai commenti sia un buon calciatore italiano e bla bla.bla ci sta semmai il problema e capure cosa sia meglio per la Roma ae si volesse provare a.vincere o meglio partecipare per la vittoria ecco mettiamoci d’accordo su questo punto che non mi sembra proprio un dettaglio perche nel caso volessimo competere dal quinto all’ottavo questi ipotetici acquisti darebbero in linea con il progetto tac tiramo a campa

  8. Forse il calciatore seppure non giovane è Faraoni del Verona, più volte accostato come potenziale colpo last minute, calciatore versatile e che contro noi ci ha sempre fatto vedere i sorci verdi. Se costasse poco e l’ingaggio è anche abbordabile, potrebbe essere utile in ottica di turnover, ma altrimenti se si vuole vincere qualcosa, servono altri nomi ed al limite gli italiani o giovani da lanciare e testare in prima squadra, sono diversi elementi della nostra Primavera, tra cui da valutare Milanese che rientrerà dal prestito, già calciatore nostro come giovane italiano da valorizzare. Sarei contento dell’arrivo di un Xeka a parametro zero, ma poi almeno 3 calciatori di grandissimo peso internazionale, ad esempio Lisandro Martinez dell’Ajax per la difesa; Ruben Neves del Wolverhampton per il centrocampo; Alexander Isak del Real Sociedad per l’attacco. Allora un Faraoni come terzino destro (turnover con Karsdorp) e terzino sinistro (dietro a Spinazzola e si contende il posto come ricambio con Vina), potrebbe avere senso. Così si potrebbe incominciare a ragionare che possiamo vincere qualcosa.

  9. Casale viene a trigoria, chi difetta dell’indice di liquidità non può permettersi neanche I parametri zero…..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome