Mirante, l’eroe (non) per caso cerca conferme

13
1799

ULTIME AS ROMA – Doveva essere la notte di Dzeko e Zaniolo da un lato e di Lukaku e Martinez dall’altro. Venerdì la vetrina l’ha rubata invece Mirante, 36 anni, reduce da una flebite al ginocchio.

Due le parate decisive: la prima in avvio su Lukaku, l’altra nella ripresa a mano aperta su Vecino. L’uomo giusto al posto giusto che la scorsa estate poteva salutare Trigoria.

La Roma, infatti, aveva deciso di promuovere Fuzato come secondo dietro Pau Lopez, a tal punto che Petrachi aveva fatto cadere l’offerta del Gil Vicente per il brasiliano. Poi qualcosa è cambiato dopo il rinnovo di Dzeko – sia nelle dinamiche di mercato che di spogliatoio – ed eccolo lì nuovamente a difendere i pali giallorossi.

Anche nella passata stagione Mirante s’era adeguato a fare il secondo a Olsen. Ma con Robin mai diventato Batman, Ranieri lo aveva ripescato nel finale di campionato, ricevendo in cambio le solite garanzie. Che sono confermate dai numeri: quella a San Siro è stata la presenza numero 15 con la Roma: 10 gol subiti ma ben 7 partite concluse con la porta inviolata e soltanto in due casi ha subito più di una rete (in Europa col Plzen e contro la Fiorentina). Secondo sì, ma solo per caso.

(Il Messaggero, S. Carina)

13 Commenti

    • Vale il primo no, basti vedere la differenza nelle uscite o i rinvii sbagliati. E con questo non sto dicendo sia scarso. Ma pau Lopez è superiore.

  1. Mirante è fortissimio e i portieri possono giocare tranquillamente fino a 40 anni.

    In píù è un professionista che non crea cssini se sta in panchina. Quando entra si fa trovare pronto.

    Bravo

    Per me lui è un titolare al pari di Pau Lopez e non a caso anche Mancini lo convocò in Nazionale lo scorso fine campionato

  2. Grazie Mirante per averci messo la faccia (e le mani) in una partita delicatissima. Gran portiere. Questa tua partita me la ricordero al lungo.

  3. Professionista eccezionale. Non vedo grosse differenze tra lui e pau lopez (che tra l’altro non me sembra sto fenomeno con i piedi) . Credo sia giusto che in europa league giochi lui.

    • No vabbè, sparare cagate a buffo passi pure, ma dire che Mirante coi piedi è uguale a Pau è da ritiro della patente calcistica.
      Porcoddue, ma da dove uscite?

  4. Io continuo a dire che Mirante e’ superiore a Pau Lopez, con l’ Inter ha sbagliato un rinvio ma e’ capitato anche allo spagnolo un paio di volte,e comunque giocando una partita all’ anno che si pretende!
    Tra l’ altro con Mirante ho anche qualche possibilita in piu di parare i rigori, dove Pau Lopez e’ negato.In sostanza non dico che debba essere il titolare,ma neanche aspettare che si infortuni Lopez per giocare.Almeno la coppa Italia!

  5. Bravissimo a farsi trovare pronto. E non è la prima volta.
    Professionista esemplare.

    Ma benissimo fra i pali, però con i piedi è quello che è. Portiere vecchia scuola.

    Delle tre palle gol dell’Inter una gliel’ha offerta lui e le altre due ho la sensazione che cercassero di non coinvolgerlo nel palleggio e per questo abbiano rischiato di più.
    Con Pau abbiamo mai rischiato così?

    Pau Lopez con i piedi è un’altra cosa.
    E per il gioco di Fonseca è importante.

  6. Alcune testate ed alcuni giornalisti o pseudo giornalisti, operano costantemente, professionalmente nel mettere zizzania tra la tifoseria della Roma.

  7. Jonhny B, forse con Pau Lopez non avremmo rischiato cosi,ma io chiedo avrebbe fatto le due parate che ha fatto Mirante? Non potremo mai saperlo…..ma intanto Mirante lo ha fatto!

  8. Ma infatti, non capisco perchè Pallotta continui ad affidarsi a professionisti del settore, per ingaggiare/ricercare calciatori in giro per il mondo, invece di consultare questa prestigiosa rubrica che pullula di intenditori e talent scout ?
    Eddaje Pallo’ hai comprato Pau quando c’avevi ernovoyashinMirante!
    Poi te lamenti se te insultano?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome