MOURINHO: “Troppa Inter, noi non siamo stati perfetti. Con Sozza al posto di Di Bello a Napoli avremmo vinto”

102
2324

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho si presenta davanti ai cronisti per commentare la prestazione dei suoi giocatori al termine di Inter-Roma.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese ai microfoni dei giornalisti:

JOSE MOURINHO A DAZN

Avete tenuto bene il campo la prima mezz’ora, poi cos’è successo?
“Prima di tutto loro sono troppa Inter, la squadra più forte del campionato, con giocatori forti sotto tutti gli aspetti. Con rispetto ci sono tanti animali, in senso positivo, nella loro squadra. Per vincere contro di loro o vinci quando sono in difficoltà o devi essere perfetti. Noi non siamo stati perfetti, siamo stati bravi ma non perfetti. Abbiamo avuto una grande palla gol di Mancini sullo 0-0, 10 secondi dopo segnano cercando la profondità. Nel secondo gol abbiamo perso una palla a centrocampo e di nuovo profondità. Siamo stati bravi ma abbiamo avuto un vuoto di fiducia e concentrazione alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo preso gol da palla inattiva, dove i miei giocatori sapevamo perfettamente. Senza Cristante ne abbiamo perso uno su palla inattiva. Poi abbiamo avuto la palla e coraggio di giocare. Perdere una partita dopo 12 partite e 3 mesi preferisco farlo contro una squadra più forte di noi. Sozza ha avuto una partita difficile, penso abbia 19 partite di Serie A, sono contento per lui. Penso anche che i giocatori abbiano fatto un buon lavoro per aiutarlo. Adesso riposiamo, seguiamo il sogno di andare in finale di Conference, giovedì sarà una partita durissima. Sono orgoglioso dei miei. Ripeto, se devo scegliere di perdere una partita, meglio perdere contro una squadra più forte di noi”.

Analizzando la partita ci sono due squadre che vengono da un momento importante e l’hanno giocato, il gap è la differenza tra una big e una che vorrà diventarlo. Quanto manca alla Roma per avvicinarsi?
“Manca tempo, lavoro, crescita dei giocatori. Zalewski ha tanta qualità ma è un bambino che fa degli errori. Ci sono squadre come l’Inter che pagano per avere Gosens in panchina, noi non lo facciamo ma noi lavoriamo con Zalewski per migliorarlo, stiamo parlando di un esempio isolato. Penso che la Roma sia più squadra rispetto a 3 mesi fa a tutti i livelli, la nostra proposta di gioco oggi è stata molto molto positiva. Se non abbiamo avuto più palla, più palle gol è merito loro. Abbiamo cercato di creare strategicamente situazioni, ma loro sono brave. I difensori sono bravi, sulle fasce sono fisicamente fortissimi. Sono una squadra molto brava, non sono dispiaciuto con i miei. Se oggi non avessimo affrontato l’Inter ma un’altra squadra avremmo vinto”.

Il cuore le suggerisce anche che se deve perdere preferisce farlo con la sua ex squadra…
“No, non è vero. Amo l’Inter, l’Inter mi ama ma voglio vincere tutte le partite. Non giochiamo più con Inter, Milan, Juve, Napoli e oggi mi piacerebbe dire che l’Inter vincesse il campionato. Oggi posso dirlo, prima della partita volevo vincere e cercare di dimenticare dove stavo giocando. Amo l’Inter, ma amo Roma e il mio lavoro. Siamo pagati per vincere”.

L’atteggiamento della Roma era di una squadra coraggiosa. Cosa aveva pensato nella preparazione della partita?
“Noi volevamo prenderli alti, ma quando prepari una gara contro l’Inter trovi sempre problemi. Hanno una cultura tattica da 3 anni, prima con Antonio (Conte, ndr), ora con Simone (Inzaghi, ndr). Sanno fare gioco diverso: se crei un problema, loro ne creano uno diverso. È difficile da affrontare. Anche se il risultato è simile all’andata e alla partita di Coppa Italia il modo in cui abbiamo giocato è completamente diverso. È una squadra che cresce. Ovviamente il risultato è sempre importante, ma il modo in cui giochiamo nell’evoluzione della squadra è importante per me. Se avessimo segnato 1-0 loro avrebbero avuto la pressione. Ma il calcio è così: quando giochi con un avversario più forte non puoi sbagliare e hai bisogno di una piccola stella dalla tua parte. Complimenti a loro, a Sozza che è un giovane ragazzo che ha fatto bene, magari ha sbagliato qui e lì ma la sensazione globale è che ha fatto bene. La settimana scorsa se fosse stato lui l’arbitro invece del signor.. come si chiama, ho dimenticato…”

Di Bello?
“Si, Di Bello… Avremmo avuto 3 punti a Napoli”.

Continua…

Articolo precedenteINTER-ROMA 3-1: le pagelle del match
Articolo successivoINZAGHI: “Brava Inter, temevo molto questa partita. Mourinho speciale, è stato un piacere conoscerlo”

102 Commenti

    • MOU ha ragione in tutto, avessimo noi, uno Skrinyar, un Brozovic, un Barella, un Lautaro, allora si, allora è tutto differente… Hanno venduto un Lukaku e Hakimy per completarsi. Noi chi dobbiamo sacrificare?

    • Ne abbiamo già sacrificato tanti..non è rimasto nulla da sacrificare..ora dobbiamo sperare di trovare altri Nainggolan,strootmam ,Salah ecc. Sacrificherei pinto

    • Ora basta Mou!
      Ami gli strisciati.
      Con loro hai fatto il triplete.
      Non fai che parlarne bene.

      Alleni la Roma, per la modica
      cifra di 7,5 ml di €.
      Personalmente penso che non ti
      sentirai mai UNO di NOI!

      Ne parli, ma non con il cuore.
      Non sarò mai una tua VEDOVA
      quando andrai via.

      Potrai anche vincere e sarò contento
      solo perchè TIFO ROMA,
      MAGLIA E COLORI!

      FORZA ROMA SEMPRE!🐺💛💖

  1. Ottima analisi.
    Loro più forti,
    Noi dovevamo essere precisi e concentrati e non lo siamo stati.
    Non cambia nulla.

    Un paio di spunti:
    Mancini è scemo, a prescindere dalla qualità buona o meno.
    Oliveira non vale i soldi del riscatto.
    Elshaa va bene solo come riserva.

    • Ale roma lascia perdere Fonseca non centra più con Roma e anche lui ne ha fatte di baggianate con una squadra più forte rispetto a quest’anno andarlo a rimpiangere dopo lo scandalo dell’anno scorso non serve a niente se la società non compra i giocatori seri è inutile che si pretenda risultati.

    • “Fonseca aveva una squadra più forte” merita la palma di migliore battuta della serata, a paletti…

  2. Nonostante l’Inter sia superiore e in maniera evidente le partite con gli episodi possono cambiare.. serve più concretezza davanti si sciupa troppo😡 ora concentrazione massima contro il Leicester sarà davvero dura serve il 200%💪💪

  3. Proposta di gioco. ..
    Siamo stati bravi ….il sig mourinho e’ stato preso proprio per questo cioe’ per mistificare la realtà,,ma quale proposta di gioco ??? E’ l’esatto contrario, questa squadra non ha una manovra ,i giocatori prendono la palla e non sanno cosa fare, ma dai ….solo passaggi laterali, all’indietro,e poi un lancio lungo nel deserto, ma fino a quanto si potrà continuare con questa totale distorsione delle risultanze obiettive del campo,?? Le parole di mourinho sono veramente indecenti per la loro falsità! Col solito riferimento all’arbitro…
    Evidentemente a questo ambiente va bene così ,va bene questo ovvero la mediocrità!!

    • Luis illuminaci ti risulta che abbiamo dei fenomeni in squadra? Siamo una squadra da primo o secondo posto oppure forse per la lotta al quinto o sesto posto? Se vuoi risultati concreti devi prendere i giocatori forti validi e non le seconde linee strapagate e pretendere lo stesso risultati non funziona così a prescindere da chi hai in panchina come tecnico.
      Inoltre alla Roma gli mancava oggi un certo Zaniolo squalificato a posta da Di Bello e cristante infortunato e chi ha di valido al posto loro o di altri a parte gli 11 titolari fissi.
      Io non me la prendo mica per il risultato di oggi perché l’ Inter mi dispiace dirlo è superiore a noi per rosa giocatori, ma per quello di Napoli che me la prendo dove Ibanez come al solito ne combina una delle sue e per l’arbitro che ci ha negato un rigore oltre a farci squalificare Zaniolo, tutto questo per non farci avvicinare alle zebre torinesi inguardabili insieme agli altri punti rubati quest’anno scandalosi.
      Mourinho non è esente da colpe per carità ma con questa rosa e con i dirigenti incapaci miracoli non te li può fare se non gli prendi i giocatori validi buoni e poi mica era una novità il suo amore verso l’inter visto che ci ha vinto un triplete

    • Invece la Roma comincia ad avere un bel gioco concreto sia dietro che davanti. Oggi e’ stata molto brava l’Inter a chiudere le linee di passaggio.
      Alla Roma manca qualità’, l’impegno ed il gioco ci sono.

  4. Se consideriamo che stasera mancavano due pezzi da novanta come Zaniolo e Cristante in una rosa risicata come quella della Roma,almeno n termini di qualità,tutto sommato non si può gettare la croce addosso a nessuno,anche a chi in campo ha commesso errori abbastanza pacchiani (tipo Zalewski sul primo gol). Sullo 0 a 0 ,la palla buona ce l’ha avuta la Roma con Mancini,non lo dimentichiamo.Infine la reazione finale,con il classico gol della bandiera c’è stato e voglio ancora una volta fare il nome di Bove,che mi pare cresciuto fisicamente oltre che tecnicamente. In conclusione è stata una battuta d’arresto, onestamente prevedibile.
    Giovedì sera sono sicuro che sarà un’altra Roma e ci sarà un risultato ben diverso. 👍

    • Tutto giusto anche, e soprattutto, quanto scritto su Bove: cresciuto anche fisicamente. Personalmente, vista la penuria a centrocampo, lo farei giocare di più.

  5. Ottima disamina: loro, ancora, troppo più forti per noi. Ci è mancata quella “cattiveria” agonistica, quella fame che ti permette di giocare, questo genere di partite, alla pari. Proseguiamo nel percorso di crescita: queste sconfitte ti fanno capire dove devi migliorare.

  6. Non facciamo drammi. Giovedì è la partita che conta! Questa serviva più all inda che a noi.tanto 4 non ci avrebbero fatto arrivare cmq con i gobbi di mezzo.

    • Guarda che devi lottare per il 7′ posto non per il 4′, forse non è chiaro, abbiamo un calendario pessimo. Fiorentina e Atalanta devono recuperare una partita. Se non vinci domenica col Bologna sarebbe deleterio. Altro che Champions.

    • ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

      E sbagli,
      Adeesso tocca tifare, Salernitana e Udinese, per non dire anche i MIlanari…guardiamoci dietro per la prossima stagione!
      Le gare con Nap e Int dovevano portare a noi dai 2 ai 4 punti ( nella peggiore delle ipotesi ) ma ne abbiamo solo fatto 1, Fiore partita in meno…è vero che abbiamo la Conference e il bologna nelle due partite delle semifinali, ma è anche vero che io il prossimo anno in Europa ci voglio andare e finora non sarà na passeggiata classifica e calendario alla mano…

    • Ma fatela finita, ovvio che dica cosi, e’ un uomo schietto ed onesto.
      Fagli vincere un trofeo a Roma poi riparliamo di amore…..quello vero.

  7. Anche qui mou dice in piche parole che l indar ha i campioni e noi no , cosa deve ancora aggiungere mou? Friedkin che dice tutto a posto? Ha gia’ in mentre a giugno quali scarti comprare? Oppure rinnova a quella sega di oliveira?
    Per una grandissima tifoseria come quella della ROMA ,ci vorrebbe un presidente all’ altezza ,e friedkin non lo e’.
    Shomu, reynolds,kumbulla,vina, oliveira, niles etc..
    Solo la maglia, forza ROMA

    • Shomurodov non gioca mai e potrebbe giocare di più, Kumbulla era in ascesa, stava giocando bene ma gli è stato preferito Ibanez, Bove, che è cresciuto anche fisicamente, non gioca se non pochi minuti….

    • Zibah, 72 dislike. Non sono d’accordo. Quindi vuol dire che la Roma è forte. Ed infatti lo schema è quello, prima Mou era bollito, e poi sono passati al var:” ci ha tolto 15 punti”. Quindi la Roma è da scudetto, sono troppo forti, tanto da non ascoltare neppure quello che dice mou, dalla conferenza di presentazione:”la Roma è scarsa”.

  8. Troppo amico dell’inter, in tutte le dichiarazioni. Quello che apprezzo del mister e che finalmente, dopo anni di allenatori mollaccioni, ne abbiamo uno a cui rode la sconfitta. Con l’inter mi sembra sempre troppo morbido nell’accettare la sconfitta. Lo sappiamo tutti che un gap c’è ed è evidente ma proprio per questo in certe gare bisognerebbe stare sempre col coltello tra i denti, a partire dal tecnico.

    • Dai su l’impegno c’e’ stato, la squadra in campo era messa bene, manca la qualità in piu che hanno loro.
      Quando gli hanno fatto i cori era piu incazzato del risultato.

  9. Semplicemente era ovvia la.scomfitta perché non siamo superiori alle prime 4. Pensavate di vincere? Stessa scoppola prenderemo con il leicester. Appena si alza l asticella non ce arregge la pompa. Ma tutto sommato nel complesso non possiamo lamentarci. Ma non pensate di poter vincere la conl

    • Il Napoli quindi è una squadretta giusto ?

      Perchè mi sembra che al San Paolo la Roma non abbia perso…

    • Non me pare che hai vinto o che hai dominato. Hai fatto una partita normale senza chissà che

    • Slimer che casso stai a dì?? Col Napoli meritavamo sì di stravincere la partita per tanto a 1 per noi. Dal rigore di Insigne il Napoli si è spento completamente e abbiamo fatto solo noi la partita contando che a noi mancava un rigore grosso come na casa su Zaniolo e che il Napoli doveva stare in 9 con espulsi Zanoli e Lozano. Per non parlare delle altre (specie Milan e Rube) che usano l’arbitro per batterci e non ci mettono del loro come ha fatto l’Inter ieri e all’andata. Col Milan all’andata rigore regalato al Milan per contatto inesistente su Ibra e non hanno fischiato il rigore per noi per il contatto Kjaer-Pellegrini e al ritorno non hanno fischiato un rigore per noi con Tonali che strappa la maglietta a Zaniolo. Con la Juve all’andata hanno annullato un gol regolare di Abraham per dare poi un rigore a noi sbagliato che doveva anche essere ribattuto con Chiellini entrato in area di rigore prima che Veretout lo calciasse e al ritorno il secondo gol di Locatelli era fallo in attacco di Locatelli. Derby di andata rigore non concesso a noi del potenziale 1-1 per contatto Hysaj-Zaniolo con conseguente 2-0 di Pedro (e menomale che al ritorno abbiamo fatto 3 pere alle quaglie). Negare cose evidenti come queste è malafede assoluta oltre a dare la dimostrazione di non vedere le partite.

  10. Intervista che purtroppo mi è piaciuta ancora meno della partita, non capisco onestamente il senso di ribadire varie volte che ama l’Inter, tanto da farmi domandare chi fosse a pagarli il lauto stipendio se i Friedkin o I cinesi…

    Sulla sua preferenza di vittoria dello scudetto, sempre da parte degli interisti, stendiamo un velo pietoso. Un leader avrebbe risposto che per quest’anno è indifferente, mentre dal prossimo c’è anche la Roma!

    Intervista da amaro in bocca per chi ama la Roma, per non dire altro…

    • E’ un tifoso, ma dell’Inter. Sono io che dico che debba fare il professionista e parlare della Roma ( visto che gli paga lo stipendio ) e non dell’Inter…

  11. Pensare che il sole di Roma e un’amatriciana possano essere sufficienti x surclassare il rapporto che Mourinho ha avuto in primis con Moratti (che lo ha accontentato in tutto), poi con l’Inter che gli ha dato la definitiva consacrazione internazionale ed infine con i tifosi interisti che lo hanno osannato x 13 anni di fila in qualunque squadra sia andato…è da ingenui. Forse un giorno, raggiungendo dei risultati (leggi trofei), potremo avere il nostro appeal, anche perché vincere a Roma è 100 volte più difficile. Lo sa bene Capello che si è rilanciato (dopo gli ultimi pessimi anni al Milan) alla grande proprio vincendo a Roma. A me che la Roma sia amata da Mourinho interessa il giusto, mi auguro che lui sia il mezzo per tornare a festeggiare, questo è quello che ci deve interessare

    • Il sole di Roma e l’amatriciana sono i motivi di chi guadagna 1200 al mese ma fa i sacrifici per restare a Roma e pagare il biglietto per andare allo stadio, io sotto la voce Mou leggo 7mln di motivi e allenatore più pagato della serie A insieme ad Allegri!

      Eddaje su

  12. Inter troppo forte ma mancini iniziasse a segnare di testa e poi vediamo.
    veramente un giocatore inutile: non sa difendere, prende un giallo a partita per falli inutili e come se non bastasse non segna mai.
    gli saranno capitate 15 occasioni in questo campionato..zero gol fatti, appena uno in conference

  13. Sono romanista dal 1975…. vedo una squadra molto scarsa purtroppo. Karsdorp poteva avere una carriera da centometrista. Carriera mancata. Pellegrini giocatore da 6 politico. Vina molto scarso tecnicamente. Mikitharian completamente fuori ruolo. Tutto da rifare.

  14. Io con tutti i difetti che abbiamo, tutta questa differenza non l’ho vista! Siamo dei polli, questo sì! Non si può concedete due contropiede e non contrastare Lautaro che e’ più’ basso dei difensori, non può’ il nostro Italo polacco far cadere Smalling! Va bene!Rmango convinto che con un po’ di attenzione e cattiveria e determinazione, non vincevano facilmente! Andiamo avanti!

  15. Queste partite vanno giocate come.le.provinciali catenaccio e contropiede ….ma Mourinho per i suoi amici nero blu mette gente fuori ruolo e karsdorp si fa surclassare ….anche perisic se ke molli na pezza negli stinchi vedrai se ferma ma se.lo guardi. E poi lautaro che segna in Italia in questo campionato di scarsoni in Europa è ridicolo così come chi oggi lo marcava. Vanno presi due centrali cattivi e due terzini tosti no forti solo contro le piccole…

  16. Mi chiedo dopo questa intervista che rivela, se ce ne fosse ancora bisogno, quale è la squadra che lo Special ama veramente, perché i tifosi della Roma debbano ancora adulare un uomo come Mourinho, uno che ha vinto in tutta Europa con le più grandi e ricche squadre, e viene qui da noi a svacanzare dopo vari esoneri, nella città più bella del mondo, dicendo peste e corna dei suoi giocatori.
    Facciamo la figura dei poveracci provinciali, possibile che non ve ne rendete conto?
    Altro che fino all’inferno.
    Questa intervista è un umiliazione per un tifoso vero.

    • Ti suggerirei piuttosto di chiedere ai grandi ftiedkin di comprare i giocatori forti a mou, senza quelli non si vince…
      Mo a giugno il granfe friedkin spacca tutto e ce compra li campioni giusto? Arriva benzema no?
      Solo la maglia forza ROMA
      P.s aspetti i friedkin che ce compra li campioni stamo belli che freschi

    • Ma sei un troll, Fra’? Non ce credo che le pensi “veramente” quelle cosacce brutte che hai scritto… e poi uno manco ve lo dovrebbe di’ che siete della Lazio. Ok, della Lazio magari no, ma non me veni’ a di’ che sei della Roma, perché non sei… credibile!

    • Franco.. Perdonami però eh..

      Con l’Inter ha avuto una storia che lo ha portato a fare qualcosa di grandioso.. Cosa ci sarebbe di tanto sbagliato a dire che ama l’Inter..

      È un professionista, non è un tifoso, cerca di vincere indipendentemente da chi affronta..

      Oggi era l’Inter, poi sarà il Porto.. Poi sarà il Real.. Lui cerca di vincere per la Roma.. Dato che la Roma non può vincere mi aspetto che dica frasi del genere..

      Io preferisco l’onestà.. Un allenatore che dice chiaramente cosa pensa.. Non uno che ti riempie di parole.. Come quello che ripeteva che amava la Roma ed avrebbe sempre voluto allenarla.. Ma poi non è mai venuto, neanche quando poteva.. Preferisco la sincerità a false parole..

      Per quanto riguarda esoneri e bollito.. Andate dietro a ciò che dicono alcuni media senza fare mezza analisi con la vostra testa..

      In primis.. Tutti gli allenatori vengono esonerati.. Anche i migliori subiscono più di un esonero.. Non bisognerebbe nemmeno parlare di esoneri quando si parla di allenatori..

      Per continuare.. Mister Mourinho e stato l’unico nel dopo Ferguson a portare trofei a Manchester.. Prima di Mou il vuoto, dopo Mou il vuoto..

      Al Tottenham probabilmente non doveva nemmeno accettare.. Perché era odiato prima di firmare.. Tuttavia dopo le 3 squadre più forti la sua squadra è stata quella che ha fatto più punti.. Conquistando anche una finale.. Ergo un altro possibile trofeo..

      Vedi Mourinho non è il mio allenatore preferito per modo di giocare.. Ma questi sono fatti.. Fatti che nessuna parola può cambiare..

      Vorrei essere bollito come lui.. Con 25 trofei e con varie squadre che lo cercavano.. Real Madrid tra queste..

      La Roma sta subendo un processo di crescita.. E dovrebbe essere evidente a tutti.. Un processo che richiede anni.. Per portare giocatori diversi.. Per far crescere quelli che abbiamo..

      Abbiamo cambiato 80 allenatori in 10 anni.. Se non si dà tempo nemmeno ad uno con un esperienza del genere.. Il problema non sono gli allenatori.. Siamo noi..

      Non possono essere tutti sbagliati e noi quelli giusti.. Il problema è che non si vuole dare tempo.. Ma il tempo è necessario..

      Non capirlo ora ci porterà a guardare gli altri vincere per i prossimi 10 anni.. Mentre noi ogni volta.. Ricominciamo..

      Basta..

      Forza Roma

  17. Secondo me la formazione era sbagliata. El sharawy e oliveira( giocatore che deve essere rimandato in Portogallo)non dovevano giocare.Non capisco poi perché Bove giochi così poco. Speriamo di azzeccare la partita giovedì

  18. 1) non capisco le critiche per “io amo l’inter”. vogliamo lobotomizzarlo e cancellargli la sua storia dalla testa? ok.
    2) il problema psicologico secondo me è evidente con l’inter: 3 partite, 3 volte che entriamo in campo intimoriti. quel che c’è da capire è se la cosa venga dalla squadra, o se Mou ancora non riesce a dare la stessa carica che da nelle altre partite.
    3) le critiche a Pellegrini ingiuste: le gioca tutte, una sbagliata l’ho vista fare financo a Totti, è invece è ripartito il massacro gratuito. ho letto addirittura a fine primo tempo “co Smalling e Pellegrini le perdiamo tutte”, complimenti per l’oggettività, e pensare che fino alle 17:59 Smalling era il baluardo.
    4) le critiche a Zalewski: ma che non si sapeva che quello non è il suo ruolo? marcatelo voi Dumfries, poi me dite, pare Tyson.
    5) in generale: progetto di 3 anni, la squadra deve crescere, ci sta sta sconfitta. e quanto mi rode, con tutti i furti degli ultimi anni…

    • Lasciamoli stare gli pseudo tifosi che non fanno altro che aspettare che la Roma perda una partita per criticare, fino a giovedì se dovessimo fare un risultato utile a casa loro o addirittura vincere vedrai come cambiano idea. Fortuna che Mourinho non li tiene in considerazione..

    • 23 presenze su 34 mi sembra. Pellegrini non le gioca mai tutte, semplicemente perché un paio di mesi li salta quasi sempre causa infortuni.
      Karsdorp ha giocato praticamente sempre, lui sì…

    • Sul punto 2, sbinf, secondo me il problema è solo che entriamo “intimoriti” perché l’Inter è più forte, la squadra lo sa e soffre puntualmente. È successo pure col Milan, tutto sommato, quindi credo che la “psicologia” di Mourinho, ovvero il suo essere stato il mister del triplete nerazzurro, ecc., al netto di tutto, c’entri poco o nulla. C’entra proprio un divario oggettivo che “pesa”, alla fine, su tutta la squadra: è il presente, insomma, non il passato. Concordo invece con tutti gli altri tuoi “punti”.

  19. Io in questo campionato avrei voluto solo più minuti per Bove ,Shomu ,kummbulla ,sono le uniche cose che non capisco di Mou

  20. Inter superiore quindi non si combatte all’arma bianca per cercare di contrastarla. Una partita che a tavolino è stata persa dalla tattica scelta da Mourinho. Poi quando ormai nn c’era più nulla da fare si sono sciolti i ranghi. Pensavo che avessimo superato o meglio cominciato a essere qualcosa di concreto.

  21. E anche oggi Mourinho si è scansato, in fondo ci ha anche goduto intimamente che l’ Inter ha vinto, questa è la triste verità

  22. Bene così, MOU, ormai le imbarcate e il gettare la spugna contro l’Inter spero siano terminate, e i ringraziamenti pure.
    Il prossimo anno voglio un un aggressione anche fisica contro l’Inter.

  23. Scusate… Ma sul terzo gol (quello di nano lautaro lasciato solo come una spia) solo io ho notato quell’inetto di Ibanez tirare giù da dietro Smalling?

  24. Chiedo a tutti i pasdaran (quelli per i quali Lui non sbaglia mai) di Mourinho, ma così, sinceramente: si sarebbe mai permesso di dire ste cose qui se fosse andato, e ci sarebbe andato, da professionista qual è, ad allenare la Juve ? Io credo mai nella vita.
    Vi sembra che mostri la solita vis pugnandi quando affronta gli strisciati nerazzurri? Prende tre gol a botta senza muovere ciglio, non si arrabbia con nessuno, consola paternamente i suoi che escono dal campo. Saluta ovviamente i suoi ex tifosi che lo inneggiano sopra di tre pappine (e grazie direi io).
    Proprio uguale uguale l’atteggiamento dei nostri ex che si farebbero togliere un rene pur di batterci. Ma come fa a non darvi un minimo di fastidio quest’atteggiamento?

    • UB ci sono delle cose che vanno oltre il professionismo. Abbiamo visto il ninja tornare a Roma da avversario facendo partite insulse e applaudendo la curva all’uscita dal campo. Abbiamo visto Ranieri (da avversario) commosso mentre la curva l’inneggiava. Mourinho ha vissuto all’Inter la parte più fulgida della sua carriera, con tutto quello che ne è seguito. È a Roma da qualche mese, con una squadra discreta…si forse avrebbe dovuto fingere più indifferenza…ma non è proprio la parte romantica del calcio quella che ci piace di più? Va accettato anche quando accade a parti invertite. I pochi trionfi li abbiamo vissuti con allenatori legati ad altri colori: Liedholm nato calcisticamente e vissuto nel Milan e idem il Capello (allenatore). Speriamo che sia così anche stavolta

    • Il suo rendere omaggio al pubblico nerazzurro è una tassa che sapevo di dover pagare a San Siro in questa stagione.
      Non mi hanno dato fastidio queste effusioni amorose in Coppa e forse non me l’avrebbero dato nemmeno oggi se avessi visto un’altro atteggiamento in campo.
      L’Inter quest’anno ha rifilato 3 o più pappine in casa alla Salernitana, Empoli, Cagliari, Bologna, Genoa e Napoli.
      Tranne i partenopei che a San Siro persero 3:2 si tratta di squadrette.
      E da squadretta abbiano giocato oggi.
      Francamente mi aspettavo un’altra verve ed una personalità maggiore. Non c’è tutto questo divario tecnico tra noi e l’Inter.
      Sull’endorsement verso i nerazzurri invece ti dó ragione.
      È stata un po’ una mancanza di rispetto verso la società e noi romanisti.
      Questo avviene quando alle spalle non ci sono una proprietà ed una dirigenza autorevoli.
      Mou quest’anno ha sparato a zero su società (siamo piccoli), GM (errori di mercato), squadra (siamo scarsi) senza che si sollevasse una voce per fargli abbassare i toni e ricondurlo nei limiti del suo ruolo.
      La realtà è che nel deserto di comunicazione, dirigenza e competenze che è attualmente la Roma, Mou è diventato la Roma.
      Se ribadisco non è piacevole rilevare l’accondiscendenza verso la sua ex squadra allo stesso tempo mi chiedo cosa sarebbe la Roma senza Mourinho: ben poca cosa.
      Accettiamo il fatto di non essere ancora i suoi preferiti: in fondo l’importante è che Mou ci faccia vincere non che diventi romanista.

    • Sì Chico, capisco, ma ci sono delle differenze. Ranieri da nostro avversario non ha mai tralasciato nulla per batterci, non l’ho mai visto così remissivo.
      E che dire di Mazzone allora? Un altro che quando si batteva contro di noi non sembrava uno sfegatato tifoso giallorosso. Ma potrei dirti pure Serse Cosmi, che il massimo che ha fatto è stato quello di dire ai suoi di rallentare dopo averci rifilato quattro pappine col Lecce.
      E io lo trovo giusto così: uno sportivo e un professionista deve sempre “rosicare” quando perde, a prescindere dai legami affettivi.
      Impressione che non mi dà Mourinho quando affronta la sua “squadra del cuore”.

    • Fino a che non all estiranno una squadra degna del nome ROMA e dei suoi tifosi unici, noi ci scanneremo ogni qualvolta si perde, cosa inevitabile se non hai una squadra ai massimi livelli.
      Ora vi diro la formula magica per vincere e metterci tutti d accordo:
      Ce vojono grandi sessioni di mercato per allestire una squadra di campioni cosa che per ora non siamo.
      Anzi vi diro di piu’ per poter vincere dobbiamo allestire squadre superiori alle contendenti al titolo perche’ alla pari non te lo fanno vincere.
      Te non puoi vincere te devi stravincere perche ti chiami Roma e ti metteranno sempre i bastoni tra le ruote.
      Pero’ quando trionferemo la nostra sara’ una vera apoteosi:
      Ma non l avete visti i tifosi intertristi oggi che hanno vinto una partita importante per loro ai fini della lotta scudetto pare che stavano a anna a nfunerale.
      A poracciiiiii!!!

    • Scusa UB40, ma cosa ti dà tanto “fastidio” (a parte Mourinho…)? Che lui abbia riconosciuto che l’Inter è più forte e che oggi ha vinto meritatamente, cioè la verità? Che quando i tifosi di San Siro, ad uno che ha scritto la loro storia, facciano un tributo, lui per un attimo alza la mano e contraccambia? A me, a dire il vero, è sembrato tutt’altro che “contento” di aver perso così male quest’anno contro il suo passato, sempre, e sostenere, come tu fai, che in pratica Mourinho resta un “interista” sotto sotto, è solo una bassezza, una illazione gratuita, davvero. Ti metti ai livelli di Ilario Ilario e Focolazietto, con ste “sottili” analisi… psicosomatiche e sul fatto che oggi abbia perso senza “arrabbiarsi”, non so come tu faccia a dirlo. Ah già non ha bestemmiato, non ha “rosicato”… ah beh allora…! È solo un processo alle intenzioni, il tuo, ma Mourinho ti sta solo sullo stomaco, quando vince, quando pareggia e quando perde, così come ti stava sullo stomaco Dzeko: se giocava bene a te dispiaceva e il fatto che abbia comunque segnato un fracco di gol con noi per te era ed è un dettaglio. Si chiama antipatia, o pregiudizio, se preferisci. Perché fare la “sottile” (si fa per dire…) analisi psicologica delle smorfie facciali di Mourinho o di quel che avrebbe dovuto fare e dire e pensare quando dovresti, invece, chiederti perché il povero Mou ti sta tanto sul ca…, sempre. Psicanalizza te stesso, piuttosto! Fai prima! Peraltro, anche Dzeko oggi era svogliato, aveva il muso, non gioiva… vuoi vedere che ci ama ancora!? Oddio!… Liedholm, peraltro, ogni volta che andava a Milano veniva “omaggiato”, e lo abbiamo fatto noi quando tornò sulla panchina del Milan, all’Olimpico, addirittura coi mazzi di fiori prima della partita… E si è vinto e perso e pareggiato e Liedholm resta Liedholm, per noi e per loro. E quindi? E Ranieri è un romano de Roma tifosissimo della Roma da sempre, e non ha vinto nulla, comunque, con noi e non puoi paragonarlo a.. Mourinho al’Inter. Vabbe’ su Serse Cosmi e Mazzone (altri tifosi della Roma, comunque, che è ben diverso, se permetti) glisso, perché sono esempi che non c’entrano un tubo. Perfino Fonseca (che tu hai rimpianto per metà campionato) quando incontrammo lo Schaktar, disse che quella squadra e quella esperienza rimanevano “scolpite” nel suo cuore e fu omaggiato dai tifosi ucraini e lui fu contento. Palesemente. Nessuno se lo ricorda, però. Sai perché? Perché giocammo bene e vincemmo facile con lo Schaktar. Tutto qui. Ecco quel che “conta”. Il resto è fuffa. Parola di pasdaran…

    • Ma infatti abbiamo perso perche l’atteggiamento del mister è stato remissivo non perche hanno una rosa da cinquecento milioni di euro e in panchina tengono gente come :D’Ambrosio, Darmian, Bastoni, Gosens, Gagliardini, Vecino, Correa, Sanchez ecc

    • Stai tranquillo Dandalo, non c’è nulla da psicanalizzare, anzi te lo metto nero su bianco. Il podio degli avversari sportivi da me più detestati di ogni tempo è questo (mi servono però 4 gradini invece di tre):
      1) Mourinho
      2) Nedved
      3) Lippi
      4) Bettega
      Vedi quant’è facile? Mourinho è uno che mi ha defraudato e mi ha anche preso per i fondelli in modo insopportabilmente arrogante. Poi se vogliamo non mi entusiasma neanche la sua filosofia di gioco, ma ti giuro che questo è proprio l’ultimo dei pensieri.
      E’ anche incidentalmente l’allenatore più pagato della storia della Roma, per cui per quale motivo devo fargli degli sconti? Siete già così numerosi in questo senso!
      Per quanto riguarda l’episodio in questione, ci ritorno per l’ultima volta e chiudo: il comportamento composto e impeccabile di Mourinho quando affronta l’Inter è quanto meno diverso dal solito, inutile che scomodi Liedholm che non faceva mai una piega ovunque e contro chiunque.
      Salutare i tuoi tifosi da allenatore di una squadra che sta perdendo male è altamente sconveniente in quel momento. Non avrei nulla da ridire se lo avesse fatto all’inizio e alla fine, ma in quel preciso momento TI DEVI astenere perché sei tenuto ad avere più rispetto di chi ti paga e BENE. Chiaro adesso il concetto?

    • Appunto, UB40: Mourinho sta in cima alla tua black list, ovvero quel che si capisce leggendo i tuoi commenti da inizio campionato. È come se a Putin gli dicessero che Zelenski è diventato il fidanzato di una delle sue figlie… Come reagirebbe? Più o meno come te quando hai saputo che Mourinho diventava l’allenatore della Roma. Sei poco… sereno, insomma, nelle tue valutazioni. E lo sei per tua stessa ammissione. È chiaro che ti dà fastidio un po’ tutto di questo povero allenatore e vedi il “male” pure dove non c’è: questa storia degli omaggi degli interisti, del “non doveva sorridere”, del “sotto sotto è rimasto uno dei loro” ecc., è davvero una ca….ta, ma grossa come San Siro. Ma tu ed altri ci credete perché ci “volete” credere, appunto per partito preso, perché Mourinho in pratica è… interista. Non condivido nulla di questa posizione, ma almeno tu hai il buon gusto di ammetterlo che la tua è una “guerra di religione”. Altri no.
      P.S.: come mai Capello non sta nella tua black list? Insieme a Moggi, Giraudo e Bettega truccava i campionati pure lui e in quanto a “nordismo”, beh, a Mou gli dà una pista. E come ci tratta tuttora, poi! E come “filosofia di gioco” lì siamo, anche con Capello. Ma lui ti sta simpatico… ah già ha vinto uno scudetto con noi. E beh ma non ti dovrebbe interessare, stando al tuo discorso. Oppure gli scudetti lavano i peccati? Le Coppe, invece?… Come funziona?

    • Se fossi stato più attento sapresti che anche Capello mi sta pesantemente sui marroni, l’ho dichiarato più di una volta. Ma un podio ha tre gradini e io ne ho già messo uno in più.
      Quindi hai sbagliato la mira della tua bordata.
      E come accaduto con Capello scenderò tranquillamente in piazza a festeggiare con e per Mourinho, quando e se accadrà. Ma nel frattempo sono severo con lui, come e più di altri e come lo sono sempre stato con Capello; perché è il più bravo e il più pagato e me lo deve far vedere. E non sono disposto a fargli nessun tipo di sconto preventivo per i motivi di cui sopra. Non per nulla rimprovero a Capello ancora due scudetti persi.
      Non ci vedo nulla di strano in questo. Per te e tanti altri andrebbe invece bene anche se Mou improvvisamente si mettesse a strillare “forza lazio” nel bel mezzo della partita.
      Sono sicuro che riuscireste a trovare una giustificazione pure in quel caso, perché “Lui” non può sbagliare, mai…

    • Ahahahahah… No, “forza Lazio” no, dai… ma sono sicuro che se qualche giornale dovesse attribuirglielo, tu ci crederesti subito. Ma mica per partito preso, no. Solo perché con Mourinho sei davvero molto “obbiettivo” UB40, davvero… Io intanto tocco ferro, con rispetto parlando.

    • E, comunque, st’idea della black list è una figata, me attizza ‘na cifra! La mia è questa:
      1) Giampiero Boniperti: viscido lecca…o degli Agnelli, nordista infame e gran maneggione di arbitri e campionati ante litteram. È il capostipite di quel che abbiamo visto poi, fino ad oggi, e Moggi & Co. sono dilettanti, in confronto.
      2) famiglia Agnelli al gran completo, compresi avi, ecc., per ovvie ragioni.
      3) famiglia Moratti: erano loro a consentire a Mourinho o a Mancini, Ibra, ecc., di comportarsi in quel modo con noi. I “responsabili” veri, per me, sono i Moratti non i loro dipendenti.
      4) Sven Goran Erikson: ci ha fatto perdere uno scudetto già vinto col… Lecce e ha pure avuto il coraggio di andarlo a vincere co’ quell’altri.
      5) Gianni Breeeearaaaaaa… nuntereggae più! Nordista sfegatato e anti-romano con punte esplicitamente razziste. Che scrivesse bene era un dettaglio, per me.
      La Lazio invecd e tutto quel che è, dall’inizio, non la calcolo proprio in quanto feccia.

    • Io sono estremamente “obiettivo”. Ad oggi, e ripeto oggi, cosa ha fatto Mourinho più di Fonseca? Niente, e con una squadra migliore.

  25. Che l’Inter fosse più forte lo dice la classifica. Le partite vanno giocate, non si può uscire dal campo dopo 30 minuti. Il secondo tempo è stato un allenamento, la dirigenza riflettesse sulla pochezza tecnica di questa rosa

  26. In realtà fino al vantaggio interista la partita era equilibrata, la Roma ben messa in campo stava giocando alla pari con l’Inter, è andata anche vicina al vantaggio con Mancini, alla rimessa dal fondo c’è stata quella ripartenza interista che ci ha tagliato le gambe, forse se Zalewsky avesse fatto un passo in avanti un attimo prima dell’assist avversario avrebbe potuto mettere in fuorigioco Dumfries in modo da evitare lo svantaggio.
    Col risultato di 1-0 il match poteva anche non essere compromesso ma Pellegrini invece di dare il pallone di prima a Karlsdorp ha preferito mettersi a fare il co***one sposandosi la sfera fino a perderla per la ripartenza dell’Inter culminata nel 2-0 che dopo mezz’ora certo che a quel punto è una bella mazzata tra capo e collo.
    Il resto, ovvero il 3-0 anch’esso evitabile lo hanno reso possibile i soliti 2 Mancini che riesce pur essendo più alto a far colpire di testa Lautaro Martinez alto un ca22o e 2 barattoli ed Ibanez che va addosso a Smalling invece di marcare gli avversari.
    Partita quindi che per l’Inter si è indirizzata sul velluto fermo restando che probabilmente avremmo perso lo stesso in quando abbiamo affrontato la squadra decisamente più forte del nostro campionato che ha pure per nostra sfortuna ritrovato il momento di forma e le vittorie.
    Poi basta vedere Barella che è superiore a Pellegrini, per non parlare di Brozovic e parliamo di centrocampo quindi dove loro hanno qualità e fisicità, intensità superiore nei singoli mentre qui l’unico forte è Mkhitaryan, così come in difesa noi di forte abbiamo solo Smalling mentre l’Inter ha tutti i difensori centrali di livello e la questione terzino dx dove tra Dumfries e Karlsdorp non c’è storia.
    Per non parlare poi dei cambi a disposizione dove l’Inter può permettersi in panchina un certo Alexis Sanchez emettiamoci pure Gosens.
    Alla Roma mettiamoci in conto che per quanto forse non avrebbero fatto la differenza in tale partita, però per ciò che è la rosa oggi erano assenze importanti quelle di Zaniolo e Cristante e Spinazzola seppur recuperato ed a disposizione, non ha ovviamente minuti nelle gambe.
    Ergo da questa partita non potevamo aspettarci tanto di più, forse solo più una speranza ma almeno 2 dei 3 gol relative a qualche solita scemenza dei singoli si potevano evitare, principalmente il 2-0 ed il 3-0.

  27. Sveja rega’, basta criticare squadra allenatore e presidenti. Stanno facendo il massimo con una carenza di giocatori di ruolo ( 4 centrocampisti e 2 difensori di marcatura) come fareste funzionare una squadra che è monca?

  28. Non so quante volte ho sentito Ancelotti dichiarare amore per la Roma ma nn me pare sia mai venuto eppure è andato a Napoli,Mourinho è venuto è il nostro mister,nn possiamo cancellare la sua storia e fare le fidanzate gelose dell ex,gli comprassero i giocatori vincemo no scudo poi ne riparliamo uno scudo da noi vale 10 triplete ovunque..a San siro se sentivano i 4000 nostri più dei 65000 loro ma pe fa la storia tocca vince

    • Intervista penosa, termini da evitare, leccate senza senso, ricordati che t’hanno fanno tre pere pure stavolta.

  29. Allo stato attuale questa è la Roma
    Oggi l’inter è prima in classifica ,è più squadra
    Noi purtroppo cocommettiam”errori” che ci costano caro ai fini del risultato non bastanon30′ di concentrazione li dobbiamo avere fino a quando l’arbitro fischia la fine, anche oggi le occasioni che abbiamo avuto sono state sprecate scarsa concentrazione e precisione, altra cosa l’inter ha sfruttato i nostri errori in fase difensiva perché lasciati soli nel tirare nel replay vedere le teste dei nostri difensori scansarsi ,anche i piedi ,hanno sfruttato i nostri errori

  30. Come al solito ci si scatena contro tutto e tutti quando si perde, molti messaggi infatti sono il copia e incolla di bodo Roma. Scusate ma manca equilibrio. Personalmente ho visto, per quello che siamo, una discreta partita. Le barricate le abbiamo fatte all’ andata e sempre tre ne abbiamo presi.La battaglia in campo non la puoi fare perché se te se rompe qualcuno viene giù il cielo, e se metti le riserve ne prendi 7. Sulle dichiarazioni pro inter post partita francamente non me ne frega nulla, ma se vi andate a risentire quelle post coppa Italia forse cambiate idea. A chi invoca i campioni, infine, dico che può solo continuare a sognare perché non puoi offrire né ingaggi top né la C.L. allora idee ed intuizioni, tipo Zalewski terzino sinistro, e per questo confido in Mou.

  31. Quanto.je piace essere adulato..fa il piacione.. ha goduto al saluto dello stadio .. a mouri’ t hanno salutato perché erano 3 a 0 non l hai capito. ? Ma tiu sei vanitoso a prescindere .. va beh è vero sono più forti in tutto giocatori fisicità, cattiveria ma ste leccate evitale . Fai più bella figura .. qui sei di passaggio come tanti … sarai un vecchio ritornello che nessuno canta più .. d’ immortale. Solo il.ns sentimento solo as Roma. Non sarai mai sola..

    • condivido tutto, è molto sensibile alle lusinghe altrui ma era cosa risaputa. e nemmeno troppo empatico nei confronti dei tifosi della Roma, dato che si è sciolto in parole di zucchero per l’inter dopo che quelli per tutta la partita hanno cantato che a Roma c’è solo la lazio, e non si rende conto che se fosse stata la Roma a vincere 3-0 quei cori i milanesi non glieli avrebbero fatti. c’era un mio amico che si era messo con una nota peripatetica, e si infastidiva perché questa si comportava in modo troppo intimo con alcuni dei suoi ex. ma se ti metti con una “che ha fatto molta esperienza” non puoi lamentarti quando questa si fa pagare la cena da te ma poi flirta innocentemente con uno dei suoi tanti amori passati.
      non è stato bello, ma ci si passa su se il mister porterà titoli a iniziare dalla Conference.
      Triplete o meno con quegli sfigati che allestiscono squadroni senza pagare gli stipendi e facendola franca grazie al sistema, alla fine della sua esperienza romana, come capita a TUTTI, quello innamorato di Roma e dei romanisti sarà Mourinho, e quelli che guarderanno avanti saremo noi 😉

    • Io mi sento fortemente offeso del comportamento di quest’uomo. A Mourì… il fallo su Pellegrini era da ammonizione pure in Inghilterra e tu fai i complimenti all’arbitro? Se non fosse stata L’iNTER T’ERI FATTO PRENNE LE CONVULSIONI IN PANCHINA. Ridicolo.

  32. Certo avremmo vinto…se …poi…mai…forse…può darsi…etc etc etc bla bla bla…. capisco distogliere le attenzioni dalla mediocrità del nostro centrocampo…ma basta però!!! Ormai è andata come è andata….anche contro il Genoa, il Verona, il Bologna c’era di bello? E dai su…basta….portate a casa la coppa piuttosto. Invece di bla bla bla bla…

  33. Che l’Inter in questo momento sia superiore a noi non lo discuto, ma questo non significa che essendo superiore vai lì e perdi… no no no… non sono d’accordo, quindi, faccio un esempio, il torino che ha fatto 1-1 o il sassuolo che addirittura ha vinto 2-0 a san siro sarebbero superiori a noi? Ditemi che hanno fatto preparazione e puntare sulla conference league e ci credo altro no, questo è un mio pensiero. Buona domenica a tutti e sempre FORZA ROMA

  34. Che sono più forti lo sapevamo, anche la SALERNITANA LO SAPEVA E CI HA FATTO VEDERE I SORCI VERDI. Ed il Venezia pure. Dopo questa ennesima figuraccia VOLUTA, per la quale mi sento fortemente offeso, se Mou non porta la CL ha solo che fatto ridere per tutto il campionato, altro che nuova mentalità … Tre partite contro l’Inter, mai scesi in campo. “Attenzione ai contrasti, mi raccomando, questi devono vincere lo scudetto, mi amano e io li amo”

  35. Io mi sento fortemente offeso del comportamento di quest’uomo. A Mourì… il fallo su Pellegrini era da ammonizione pure in Inghilterra e tu fai i complimenti all’arbitro? Se non fosse stata L’iNTER T’ERI FATTO PRENNE LE CONVULSIONI IN PANCHINA. Ridicolo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome