MOURINHO: “Arbitro e VAR non mi lasciano tranquillo per domani. Berardi destabilizza il gioco, con me avrebbe problemi” (VIDEO)

87
1786

AS ROMA NEWS – Mister Josè Mourinho parla in conferenza stampa alla vigilia di Sassuolo-Roma, partita di campionato che si giocherà domani pomeriggio alle 18 al Mapei Stadium.

Queste le parole dell’allenatore giallorosso rilasciate ai cronisti presenti a Trigoria sull’impegno di domani e sugli strascichi del pareggio col Servette:

Con quattro o cinque giocatori con la testa di Sinner che Roma sarebbe?
“Nello sport individuale sei da solo, non puoi condividere responsabilità. Per questo mi piacciono tanto gli sport individuali, come il tennis, serve coraggio. Quando perdi non puoi guardarti intorno, sei solo te. Ma da quello che ho letto o da qualche rumors, perdete tempo se pensate che vi dica a quali giocatori mi riferivo l’altro giorno. Internamente sì. Quando più è positivo il rapporto con una persona, è più confortabile stare a dire cose brutte. Io ho detto quello che ho pensato e continuo a pensare, ma il rapporto è molto buono e questo ci fa di nuovo stare insieme e andare a Sassuolo a prendere un risultato in una partita che per diversi motivi non sono molto confortabile”.

Che insidie ci sono domani?
“Il Sassuolo, bel progetto, bravi calciatori e bravo allenatore. Si prepara da una settimana a questa partita, e arriverà al top. Abbiamo sempre difficoltà contro di loro. Sono onesto, l’arbitro mi preoccupa: l’ho visto tre volte come quarto uomo, non ha la stabilità emozionale per una partita di questo livello. Il profilo dell’arbitro non mi lascia tranquillo, così come il VAR: è un arbitro con cui abbiamo avuto sfortuna. E poi Berardi, è un giocatore assolutamente fantastico, amo quel giocatore, ma bisogna avere più rispetto degli avversari e per il gioco: quello che fa per destabilizzare il gioco, prendere tutti in giro, prendere gialli, rigori inesistenti…è troppo. Lo amo e lo odio. Se fosse un giocatore mio, avrebbe grossi problemi con me, non mi piace per niente”.

Come si porta la squadra a livello successivo e avere più continuità? Si può addestrare questa cosa?
“Ai giocatori oggi ho detto che se vogliamo avere l’ambizione di volere di più, è questo profilo che ti fa stare in una zona di conforto. A me non piace. Preferirei giocare in una squadra che deve salvarsi, e che deve lottare per ogni punto, piuttosto che stare in una situazione di tranquillità. Ai ragazzi ho detto che dobbiamo alzare il tono, essere meno superficiali, che è la parola che si adatta meglio. Io ho vinto il campionato col Real con 100 punti, e perso uno con 93. Dover vincere ogni partita è dura. Noi non abbiamo bisogno di vincere tutte le partite, perchè non abbiamo il potenziale di lottare con Inter e Juventus, ma lo abbiamo per stare quarti o quinti. Dobbiamo alzare il tono, ho spiegato che si può farlo lavorando in campo. Ma andiamo avanti, vediamo se riusciamo a migliorare questo aspetto. Fortunatamente dopo con la Fiorentina avremo una settimana di tempo per lavorare”.

Karsdorp ora è un titolare, quindi Mourinho dà una seconda possibilità a tutti…
“Seconda, terza, quarta…Possiamo parlare di Karsdorp, abbiamo avuto un problema, quasi divorzio, poi siamo tornati indietro. Domani gioca. Rick è Rick, ha le sue cose positive e le sue debolezze. Sta fresco, è uno dei pochi che può giocare in questa situazione di non stanchezza. Contro l’Udinese la panchina ha vinto la partita, mentre nell’ultima partita non ha cambiato niente. Ma non abbiamo pareggiato per loro, magari anche io ho sbagliato, ma non per i cambi ma per la squadra iniziale, ho scelto una squadra che non aveva compattezza sufficiente. Se stavamo 3 a 0 all’intervallo ora non stavamo parlando più di questo”.

Quale potenziale ha la Roma? A gennaio c’è da fare qualcosa per migliorare la squadra?
“In condizioni ideali, mi piacerebbe avere più opzioni, ma non voglio essere interpretato negativamente perchè conoscono perfettamente la nostra situazione. Siamo sottovalutati per tutto quello che abbiamo fatto: giocatori, staff, club. La mia squadra senza infortuni può lottare, ma senza Smalling per tre mesi, e ora metti due in più, perchè se non torna fino alla fine dell’anno, lui non ha fatto 68 allenamenti. Anche se torna nel 31 dicembre, ma torna a fare che? A giocare? Torna ad allenarsi. E non è che basta una settimana. Kumbulla e Smalling stanno fuori, Ndicka è venuto bene, fatto da Tiago Pinto, ma ricordo le sue parole: “Mister, è perfetto per panchina, e per crescere con te”. E ora è titolare fisso. Siamo in difficoltà lì. Però sono andato in una direzione mentale dove più che dire “voglio questo o quell’altro” sono in una direzione dove ho questi e cerco di fare il meglio con questi. Ndicka a gennaio va via, domani Mancini prenderà un giallo con Marcenaro dopo 10 minuti con Berardi e non lo avremo con la Fiorentina. Però andiamo avanti con forza”.

Internamente le è stato detto qualcosa sul mercato o sa già che non si potrà fare nulla?
“La situazione è complessa. Col FPF rischi che prendi un giocatore e poi non può giocare in Europa. E’ una situazione per proprietà e direttore a livello economico e giuridico, se poi a me arriva la possibilità di poter fare qualcosa, sarò molto contento. Se non è possibile, non è possibile, e andremo avanti. Vi saluto dicendo una cosa che mi ha detto un mio amico, che è anche un allenatore bravo: “Tu sai chi è davvero sfortunato del vostro secondo posto nel girone? La squadra di Champions che deve giocare contro di voi'”.

Articolo precedenteDIONISI: “Siamo sfavoriti, la Roma è forte e non molla mai. Volpato e Missori? Non basta essere ex giallorossi per giocare”
Articolo successivoSASSUOLO-ROMA: le ultime dai campi, le probabili formazioni e il meteo del match

87 Commenti

    • Ma di che parli?
      Uno che fa della scorrettezza un marchio di fabbrica delle sue squadre che accusa chicchessia di essere scorretto, da romanista che conserva una certa lucidita’, lo trovo surreale.
      Poche volte in vita mia ho visto il detto “il bue che dice cornuto all’asino” calzare piu’ a pennello di cosi’.
      Suvvia… Siamo seri…

    • ad Hammurabi chiederei quando Taylor ha fischiato la fine lui dov’era, quando Lukaku ha firmato per venire qui se lui aspettava Scamacca, quando a Tirana si festeggiava lui cosa faceva. Infine chissà a quale allenatore sta già pensando che farà di Paredes un mediano da fare invidia, Cristante un velocista, Dybala un ritrovato ventenne, Smalling un nuovo Lazzaro, e poi tutte le altre seghe e mezze seghe che affollano le nostre fila improvvisamente diverrano stelle….aò, la porporina la porta lui…..

    • Sta finendo?🤣🤣
      Mo viene il bello anzi Di Bello

    • ma ti rendi conto che siete 4 gatti livorosi e incompetenti…..o credete il contrario?

    • insopportabile secondo me sono le tue considerazioni ( ma hai tutto il diritto ci mancherebbe) ricorda il carro

    • pure voi state a fini , specialmente col caccola tra un po ve se perdemo altri 3 punti e lottate per retrocedere come è di vostra competenza la squadra abbonata alla serie B e ai scandali la vergogna del calcio e ancora avete fiato a parlare della roma .
      A poracci morirete rancorosi e de poraccitudine, altri 100 anni de lotirchio

    • Stesse lagne che avete detto in ordine sparso, contro Luis Enrique, Di Francesco, Garcia, Fonseca, perché non fai un corso a Coverciano e vedi di fare almeno ‘1% di questo allenatore?
      E t’aggio trattato dicendo solo 1%

    • Cose da pazzi, adesso non aspetta più la fine della partite per fare polemiche e casini, lo fa direttamente 24 ore prima. Allenatore indecente, e pessimo personaggio proprio quello che non serve ad una società seria. Via al più presto!

    • analfabetismo funzionale.
      Mou ha rimarcato che è un BANDITO. non un bravo ragazzo.
      Sempre Mou a suo tempo
      ” bravi ragazzi siatelo a casa, in campo servono i cattivi , quelli che vogliono vincere”.
      NB
      Quello di oggi è un grande complimento a Berardi .
      Magari averlo nella Roma , sia per me che per Mou

    • Infatti Mourinho fa riferimento alla mentalita’ .Il cattivo ragazzo per lui e’ uno che ha quella mentalita’ che non gli permette di essere appagato e per vincere se necessario e’ disposto anche a entrare duro sull’avversario. Invece il bastardo e’ colui che per avvantaggiarsi non esita a simulare a provocare e a truffare ,tipo Berardi Nedved ecc. ecc.
      Analfabetismo funzionale se era per me te lo potevi risparmia’

    • Quello che non ha capito Gianni per esempio, ha fatto bene Mourinho, ha messo pressione a lui e all’arbitro.

  1. Mi auguro tu sia coerente con quanto dichiarato alla fine della partita di Ginevra.
    Anche se a Sossuolo non sarà facile “togliere” le scorie di coppa…
    In bocca alla lupa..!!!

  2. Amo Mou sotto molti punti di vista, lo odio per piccoli aspetti, non trascurabili: uno di questi (purtroppo) è quello che senza domande dirette ha avvelenato il clima partita. Ha “sfiduciato” l’arbitro e accusato un avversario. Se domandi l’arbitro per ripicca ti fa quello che Mou ha ipotizzato e l’avversario colpisce duro un nostro giocatore, Mou avrebbe o no un pizzico di responsabilità pure lui, o ancora una volta, bravo lui e cattivi gli altri?

    • Ah se avessi la responsabilità per ogni parola che ho detto ad altri guidatori, oggi dovrei essere all’ ergastolo. Mou non mi piace, mi fa schifo come gioca la Roma, però ha solo detto la verità, Berardi è bravo a giocare a calcio, ma al livello di correttezza è uno schifoso, simulazioni, fallacci, ancora mi ricordo cosa fece a Kumbulla. Sugli allenatori mi pare che negli anni abbiano parlato anche altri, Totti, Garcia etc… arbitri vergognosi da almeno 50 anni, prima non saprei.

    • Per te lo ha avvelenato , per me gli ha messo pressione, del tipo vediamo fino a quanto siete sporchi dentro.

    • Alessà, ti rispondo che il politically correct non è mai servito a una ceppa, gli allenatori e le società che facevano pippa ad ogni ingiustizia e provocazione sono stati trattati bene quando non erano sportivamente pericolosi, come si rifacevano sotto in classifica ingiustizie arbitrali a non finire sia dirette che indirette (avvantaggiare le solite). Pertanto preferisco uno come Mou che non te le manda a dire che il politically correct che semplicemente chiamerò appecoronamento. Tanto ce bastonano uguale.

  3. Da questa intervista si viene a sapere che in sostanza, se prendono un centrale poi non sanno se potra’ giocare in europa. L’ allenatore vuole meno superficialita’ per andare oltre la confort zone con il lavoro di campo ma molti non ci stanno con le gambe e forse anche con l’atteggiamento. La Roma non ha molte opzioni, per cui vengono sottovalutati per il loro lavoro nonostante le difficolta’ degli infortuni. Se riescono a prendere un centrale che puo’giocare anche in Europa e non si sa come ( N’dika va via, Kumbulla e Smalling sono fuori) e recuperano alcuni esili e fragili avranno vinta la partita.

  4. “Tu sai chi è davvero sfortunato del vostro secondo posto nel girone? La squadra di Champions che deve giocare contro di voi’”. Questo è il mio allenatore

  5. Alcune dichiarazioni mi sembrano un po’ ” inquietanti”…. Sono sincero… Non vorrei che arbitro e Varista di domani se la siano legata al dito….Su Berardi non saprei cosa dire.. Può avere ragione ma non lo conosco così bene come Mourinho.

    • è un GENIOOOOO praticamente se fanno caxxate domani arbitro e var , fanno na figura di merxa perche gia glielo aveva detto che cosa avrebbero fatto , è un GENIO e ce chi non lo vuole piu e chi ce difende .
      I due MUTI???

  6. Senza parole.
    Una conferenza ai limiti del grottesco.
    Dopo aver sparato giorni fa sui propri giocatori ora se la prende con gli avversari.
    Le dichiarazioni su Berardi sono oggettivamente pesanti, inopportune e controproducenti.
    Fossi nel giocatore domani giocherei col coltello tra i denti.
    E poi pure un’attacco preventivo ai direttori di gara.
    I Friedkin non avranno gradito.
    Se si vuol far esonerare ……..

    • Mou ha gli attributi per dire quello che gli altri pensano ma non hanno il coraggio di dire. Non mi sembra che l’atteggiamento pacato dei Friedkin abbia portato risultati. Neanche aver firmato un accordo totalmente vessatorio nei nostri confronti relativamente al FPF ha portato risultati di alcun tipo.

    • E Mancini? Stankovic, Lucio, per non parlare del peggiore di tutti, Pepe, da lui allenati e molto apprezzati.

    • vegemite …..il mondo è bello perché è vario.
      io dopo quello che ha detto sul berardi uomo lo ammiro ancora di più.
      ” sai chi è sfortunato quella squadra che scende dalla Champios e prende la ROMA”…mentalità

    • A VEGE te damò che sei esonerato , prima non t annava bene pallotta poi te la prendevi co fonseca poi co mourinho , ma sei romanista ? o non cia un caxxo da fa e scrivi cosi qualcuno come me te risponde??

    • Trovo sempre sgradevole sentire un allenatore fare accuse pesanti contro un giocatore di un altra squadra.
      Anche perché chi critica non sta contestando un episodio specifico nel dopo gara, cosa che sarebbe legittima, ma proprio il modo di stare in campo del giocatore avversario.
      Mi dispiace ma non è un atteggiamento che apprezzo: lo trovo irrispettoso e poco elegante.
      Ho difeso e apprezzato Mou quando di fronte al mutismo della proprietà ha denunciato il furto subito nella finale contro il Siviglia, ma oggi su Berardi il tecnico ha esagerato.
      Quanto alle critiche preventive sugli arbitri è pacifico che ha espresso preoccupazioni condivisibili.
      Anche secondo me una Roma al 5 posto potrebbe dare fastidio e di conseguenza
      la situazione di Mancini preoccupa, ma Mou dovrebbe aver capito che i Friedkin non apprezzano per niente questa contrapposizione con i direttori di gara.
      Per questo chi vorrebbe il rinnovo di Mou non dovrebbe aver gradito le parole su arbitro e VAR che rischiano di aver messo una pietra tombale sulla permanenza del tecnico.

    • Gaeta se dimentica che hanno fatto a noi a favore del Milan le ultime 5 giornate se ricordano solo quello che gli fa comodo ,

    • @@@ Gaetano e Nando

      Il sottoscritto oltre ad oggi ha criticato Mou in maniera ferma e decisa solo in altre due occasioni.
      Quando diede del traditore a Karsdorp e quando nell’autunno 2021 sparó ad alzo zero sulla proprietà per il mercato fatto dopo che la stessa aveva speso ben 90 ml sul mercato (AsRoma tra le 5 squadre che avevano speso di più in Europa) e dopo che lo stesso Mou aveva avuto voce in capitolo sulle trattative.
      Quindi Nando risparmiami i tuoi commenti.
      Essere romanisti non significa aver portato il cervello all’ammasso.
      Io ho criticato quando c’era da criticare e lodato quando c’era da lodare.

    • Dai, rega’, Berardi è un infamone, quel giocatore etico che sulla linea di porta si butta come fosse stato fucilato a pallini e non contento scarica un calcione sulle cosiddette a Kumbulla che poi ovviamente perde la testa, ma l’arbitro pure ovviamente vide solo Kumbulla, tutto il resto del teatrino del signor Berardi nemmeno con tre VAR. Che pois questa non sia la strategia giusta nei confronti del cosiddetto palazzo… vabbè, ma tanto i torti te li fanno lo stesso…

    • il senso della conferenza, se non l’hai capito, è che c’è ancora qualcuno a cui non piace essere cornuto e mazziato. ma non sia mai!

  7. a giugno deve andarsene lui ma anche quasi tutta la squadra.
    giocatori scarsi con ingaggi mostruosi (solo Juve e Inter hanno un monte ingaggi superiore) che non battono il servette che ha un monte ingaggi totale di 7 mln
    serve una rivoluzione a partire dai dirigenti.
    serve gente preparata che sa di calcio giocato come Totti, massara e Boniek.
    quei tre costruirebbero una grande Roma, ne sono certo.

  8. Ciò che ha detto sugli arbitri va annoverato ormai nell’ordinaria amministrazione.
    Le parole su Berardi mi inquietano di più, di certo se fossi in lui avrei una voglia matta di andargli a esultare sotto la panchina, credo sia umano.
    Vorrei chiedere a Mourinho se lui sia assolutamente certo che tra i nostri non vi sia nessuno, ma proprio nessuno, che nel suo bagaglio professionale annoveri l’arma di stuzzicare e provocare il diretto avversario.
    Io almeno un paio li conto, uno di lungo corso e l’altro un cavallo di ritorno.
    E se Berardi avrebbe tutte queste difficoltà non mi spiego come abbia fatto Pepe a giocare con lui.

    • invece potrebbe succedere che gli si annebbia la vista…che faccia ancora di più il provocatore, e un arbitro onesto , e capace, dovrebbe espellerlo

  9. E anche oggi stoccata a pinto. Ha fatto bene perché il primo colpevole di questa situazione è proprio pinto. Se cacciano lui possiamo solo migliorare. Fare peggio è impossibile.

  10. Io invece l ho apprezzata, se non ho capito male ha fatto capire agli arbitri di non fare cazzate perché la Roma quest anno compete sul serio per un posto in champions. Su berardi parla così in virtù di quanto successo lo scorso campionato e a ragion veduta secondo me. Sui giocatori ha fatto ragionato da buon padre di famiglia: ti cazzio però nulla d’ irreparabile.Almeno io l ho interpretata così. Forza Roma

    • Ah, gli altri anni competeva per finta? Perché fino alla partita col Bologna eravamo in piena corsa, poi abbiamo tirato i remi in barca; forse, volendo azzardare una lettura diversa dal populismo imperante, se avessimo vinto il girone evitando magre in giro per l’Europa ed evitato il playoff, saremmo arrivati più freschi. Per tacere della Cremonese… mi lego le dita che è meglio.

    • Non competevamo per finta, però lui non s era mai esposto. Quest’ anno l ha dichiarato ” 4° 55° posto”. Anzi, negli altri anni quando Ointo parlava di champions Mourinho s incazzava proprio.

  11. con queste dichiarazioni sie propio tuffato in avanti sempre cosi in tre anni non ha mai detto andiamo li vinciamo perche siamo piu forti poi accusare prima di giocare e una cosa brutta

    • Ah già , deve dire Domani vinciamo in goleada, Così dopo inizia l’altro pianto con : dobbiamo essere più umili…

  12. io lo adoro ed è un genio… ma quanto sento la necessità di “normalità” e di conferenze banali e monotone! io penso che nel calcio gli arbitri e il palazzo sono come il banco nei casinò…. alla lunga vincono sempre loro! e il dargli contro sempre, e in questo caso addirittura preventivamente non è mai una cosa positiva.
    Una arbitro intelligente che sente oggi Mou direbbe: ah, Mou dice che non sono bravo? domani gli dimostro il contrario! ma i nostri arbitri sono l’opposto, sono ottusi….e di tutta risposta in campo ti massacrano.
    Su Berardi, ragazzi… mettiamoci una pietra sopra, domani si parte 1-0 per loro, il gol di Berardi dopo questa conferenza non sarà manco quotato.
    Siamo Tafazzi….Mou è Tafazzio…

  13. Concordo con VEGEMITE, conferenza che non ha nessun senso.

    SEMPRE POLEMICA, anche quando potrebbe non farla.

    Attaccare un giocatore avversario così non ha senso come continuare a prendersela con gli arbitri.

    Allenatore arrivato alla frutta.

    Un allenatore populista al 100%.

  14. Berardi non c’è bisogno delle parole di Mourinho per farlo giocare “col coltello tra i denti” contro di noi..lui giocherà in totale una decina di partite l’anno e le due contro di noi sono sempre tra queste 10…per renderlo innocuo basta usare la testa, certo se alle sue provocazioni reagisci dandogli un calcio in area di rigore gli fai un assist a porta vuota..Molto meglio queste conferenze stampa di quelle finte alla dionisi e palladino, piene di parole vuote e complimenti falsi

    • ben oltre i limiti direi. Non solo ha già trovato la scusa perfetta per domani, ma anche per i mesi a venire a quanto pare (quello sta male, siamo in difficoltà, ecc ecc ecc). L’unica cosa su cui concordo è quando parla di Berardi, che è veramente un pezzo di sostanza organica marrone e mi fa salire l’odio

  15. non sono assolutamente d’accordo con questa intervista. Non si fa altro che gasare gli avversari e l’arbitro contro di noi e sinceramente non ce lo possiamo permettere vista la scarsità dei nostri interpreti.

  16. Mi piace Mourinho
    Ma non ha senso dire certe cose. Non è fair.

    Dai dell uomo da poco a Berardi e ci sta, perché lo è…dirlo in televisione , però, non aiuterà domani perché metterà ancora più impegno.
    Sull’arbitro, boh, dire che non ha la struttura mentale mi sembra assurdo ed avventato.

    Queste sono cose che si dicono in spogliatoio, per indicare ai giocatori i rischi, ma se lo dici in tv, ti fai dei nemici.

    Oramai ha mollato gli ormeggi, sta giocando tutto, anche la provocazione, interna ed esterna, per arrivare ad un risultato e lasciare da vincente

    Ma probabilmente sbaglio, come sempre

  17. A dirla tutta, sono sempre più spettacolari le conferenze stampa di Mou che il modo in cui fa giocare la Roma. Almeno qui c’è un po’ di estro, fantasia e organizzazione del gioco semantico. Tutto torna.

  18. Le dichiarazioni su arbitro e var le avrei evitate, oltre che sembra che butti le mani avanti, sicuro l’arbitro non te lo sei fatto amico. Su Berardi ha detto quello che pensa trequarti d’Italia calcistica. Dalla sua intervista i presupposti per la gara non sono positivi, speriamo bene ma con questi giocatori che abbiamo è un terno all’otto.

  19. guarda Mou…
    per me puoi dire quello che vuoi, sei sempre il numero uno.
    però quando non si hanno giocatori tecnicamente e caratterialmente molto validi, bisogna aggirare il problema con schemi tattici.
    se zalewski non salta un uomo, va fatto un uno due con un compagno per aggirare l’avversario. e noi questo non lo vediamo mai. poi se Dybala sbaglia davanti la porta è un altro discorso.
    non abbiamo gente tecnicamente valida esclusi due o tre.
    servono schemi. e quelli sei tu che devi darli. var o non var

  20. considerazione razionale ed emozionale.
    razionale: Amo la mia ROMA
    che ha giocatori capaci di arrivare almeno tra le prime 4.
    in più ha un allenatore capace di ottenere il meglio dai suoi giocatori.
    Lo faccia come lo faccia ma lo faccia.
    Per me le sue critiche (anche nei propri confronti,come fatto oggi,alla faccia di chi dice che non critica mai sè stesso)sono sempre illuminanti e stimolanti.
    Emozionale: Amo la mia Roma
    ho l’impressione che questa squadra (con tutti i suoi limiti)abbia già superato i propri i limiti.
    Mi spiego.
    Abbiamo dato il peggio che potessimo dare,forse anche di più,ma stiamo a tre punti dal quarto posto.
    Ora che abbiamo già toccato il fondo non resta che risalire.
    Lo so che sono un ottimista.
    ma so anche che sono Romanista.
    Conclusione:
    Mourinho è l’uomo giusto al posto giusto nel momento giusto.
    Il momento è fatto (nel calcio)di una stagione intera.
    Cari amici romanisti siate pazienti e fiduciosi.
    Alla fine tireremo le somme e chissà…….
    FORZA ROMA SEMPRE

  21. vegemite …..il mondo è bello perché è vario.
    io dopo quello che ha detto sul berardi uomo lo ammiro ancora di più.
    ” sai chi è sfortunato quella squadra che scende dalla Champios e prende la ROMA”…mentalità

  22. questo comunicazione oltre ad essere controproducente onestamente ha stancato, vorrei un allenatore che pensi al campo a prescindere dai calciatori a disposizione, sarà benedetto il giorno in cui in questa piazza di ricomincerà a fare calcio.

  23. Il problema è che molti di voi non capiscono i limiti che un allenatore non deve mai superare, almeno davanti a tutti in TV.

    La Roma mostra continuamente il fianco a situazione ambigue arbitrali e situazionali con questi comportamenti.

    Secondo voi è stata casuale la finale di Europa luege o è stato il risultato di un accumularsi di comportamenti disdicevoli di Mourinho? le situazioni arbitrali in campionato?

    Come dicevo anni fa, puoi permetterti di dire e di fare, AL LIMITE, se sei allenatore del real, dell’Inter o della Juve (Mourinho nelle squadre dove ha militato aveva chi lo caz*iava, nella Roma no), nella Roma vai a subire sempre di più, sempre di più.

    Mourinho in questo caso è egoista, perché quello che pensa dice, senza avere freni.

    Dai traditori, alla panchina scarsa, agli arbitri venduti, fino ai giocatori avversari scorretti.

    Queste cose le possiamo dire noi, ma non chi deve RAPPRESENTARE una società.

    Mi sembra la storia dei cinque stelle, le quali unica strategia era dire cose scontate per farsi piacere dalla gente, senza però capire che il terreno sotto stava franando, cosa che poi è accaduto.

    Ecco, mou è così: dice cose scontate che direbbe il buon Mario brega ar baretto sotto casa, senza però capire che sta facendo solo del male alla società inclusa la squadra.

    Sostenere ancora questa politica dialettica vuol dire volere del male alla AS ROMA, ma volere del bene a Mourinho.

    Ma la domanda è: siete dell’AS MOURINHO o dell’AS ROMA?

    L’evidenza alle volte è complessa da cogliere.

  24. queste dichiarazioni non fanno il bene della squadra. ricordo che oggi un arbitro puo’ farti perdere una partita anche senza prendere decisioni nettamente a sfavore. basta cambiare l’interpretazione di un contrasto qualunque a centrocampo per farti perdere una partita.

  25. non capisco per domani tutta questa paura dell’arbitro. sembra quasi che quando venivano compiaciuti non ci facessero perdere ugualmente.

  26. Passare dalla ragione al torto nel giro di una frase. Mourinho è riuscito in pochi minuti a mettersi contro arbitro e Var prima ancora di giocare una partita (peraltro in trasferta). E in più ha caricato a dovere Berardi, qualore ce ne fosse stato bisogno. Su alcune pessime uscite fatte “a caldo” si può sorvolare, ma qui siamo all’autolesionismo.

  27. A prescindere se Mourinho ha fatto bene oppure male o malissimo a dire certe verità in un’intervista previa ripercussioni, sono più che d’accordo circa il suo pensiero su arbitro, var e su Berardi.
    Invece una cosa che non avrebbe dovuto dire è che i sassuolari hanno avuto una settimana di tempo per preparare la partita come dire di avere l’alibi che lui invece ha dovuto preparare la partita in 2-3 giorni, perché stavolta un alibi di questo tipo circa giorni di riposo e preparazione del match non devono esserci dal momento che se la Roma avesse vinto a Praga era matematicamente qualificata come prima del girone con 2 partite di anticipo e la trasferta a Ginevra sarebbe stata solo una formalità da potersi permettere di andare lì con la Primavera in blocco e preparare il match coi sassuolari per tutta la settimana ed avere una settimana di riposo come loro.
    Questo è ciò che comportano certe figuracce in un girone abbordabile, quindi avremo 3 partite in più di giovedì da giocare per vincere consumando energie dal momento che con lo Sheriff all’Olimpico si deve comunque vincere perché se poco poco lo Slavia toppa col Servette, una possibilità seppur remota bisogna sempre tenersela, si potrebbero evitare i sedicesimi di finale di EL ed andare direttamente agli ottavi.
    Poi, cosa ormai più che plausibile con oltre il 90% delle probabilità, ci saranno appunto le 2 partite in più dei sedicesimi da giocare.
    Il giovedì quindi si sarebbe potuta fare una specie di sgambata per 2 partite e giocare più tardi direttamente gli ottavi evitando le 2 partite-spareggio dei sedicesimi se fosse stato fatto il proprio dovere.

  28. Il Mister se parla così è perchè da diverso tempo gli arbitri hanno avuto degli atteggiamenti negativi. Speriamo non studiati a tavolino forse vogliono danneggiare la Roma con Presidente Americano. Certo non abbiamo un senatore come presidente. Visto l’arbitro di ieri che arbitaggio a fatto Lazie – Cagliari. Primo episodio: il giocatore della lazie spinge il giocatore del Cagliari lo fa cadere prende la palla con un fallo, crossa e fanno il gool. Secondo episodio: il difensore del Cagliari tira leggermente la maglia del laziale e lo lascia subito ma il laziale si getta perterra con una scena da cascatore seriale e fa espellere il cagliaritano, questo è gioco antisportivo del laziale e da ammonire tutta la vita, sono abituati a fare queste scene da sempre. Il Mister ha Ragione, dopo tanti episodi contrari, è una vergogna. Vediamo questa sera, siamo la ROMA, squdra della Capitale d’Italia e vogliamo RISPETTO.💛💝

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome