Mourinho, il contratto record: ingaggio, bonus, clausole e diritti d’immagine

60
5557

AS ROMA NEWS – Come te nessuno mai, scrive l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport (E. Esposito). Come te, José Mourinho, ma soprattutto come il tuo contratto, visto che alla Roma non si era mai visto niente di simile. Per la durata, per la tipologia, per la sostanza.

Siamo di fronte a una prima assoluta, non soltanto perché nessun allenatore della storia giallorossa ha mai guadagnato tanto (7 milioni l’anno), ma anche perché questo potrebbe essere il contratto ideale per rilanciare l’intero futuro romanista.

La Roma e Mourinho hanno deciso di sottoscrivere un triennale. Per dare continuità al suo lavoro, certo, ma anche per godere dei benefici del Decreto Crescita, che scattano nel caso in cui l’interessato abbia lasciato il paese un minimo di due anni prima del ritorno e decida poi di restare almeno per altri due. In questo modo la Roma potrà avere una tassazione al 25% anziché al 45% e i famosi 7 milioni netti di ingaggio l’anno diventeranno circa 9 lordi.

Poi ci sono i bonus. Tanti, ricchi, che se dovessero maturare tutti porterebbero Mou ad avvicinarsi e di molto al generosissimo stipendio londinese. Sono ovviamente bonus a rendimento, legati al raggiungimento di determinati obiettivi, come la vittoria dello scudetto o della Coppa Italia, la qualificazione alla Champions League o alla prossima Europa League.

Ma qualcosa scatterebbe anche in caso di record di squadra o al raggiungimento di una finale. C’è poi la questione diritti d’immagine, che è piuttosto articolata. Mourinho, infatti, quando tornò al Chelsea – nel 2013 – li cedette al club di Abramovich fino al 2025. Quelli personali, però, non quelli legati alla squadra. Se invece si sfruttasse la sua immagine al servizio della Roma, allora ne godrà solo il club giallorosso.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteFonseca torna al 4-2-3-1. Darboe con Cristante, in porta c’è Fuzato
Articolo successivoRoma, nuovo stadio a Ostiense: spunta il vincolo “Ocean’s Twelve”

60 Commenti

    • Sì ma non mettessero sempre ‘sta foto de Mourinho… Pare che c’ha una paresi! Capisco che è una foto “famosa” ma ce ne stanno tante altre!

  1. In questi giorni non si è parlato di una Lazzie, con tanti jugadori forti…

    Con Nonno Leiva-Pippinkovic-Lupo Pipperto el mejor centrocampo do mundo.
    Con Ci(R)o Immobile, el King de Torre Annunziata, el mejor rigorist… ehm centravanti d’Europa.
    Con Patric-Hoedt i nuovi Maldini-Baresi.
    Con l’ex Salernitana Spiazone Inzaghi el mejor entrenador do mundo.

    Y che chiuderà la stagione con SSSSSSSZERU TITULI

    • Invece, a proposito di Lazzietta e della partita di ieri, io un pensierino su Vlahovic lo farei, ma anche più di uno… Io sono due anni che “sto” su Vlahovic: secondo me è forte e adesso comprarlo, con Mourinho in panchina, ha senso. Dzeko (grandissimo giocatore per me) non è riproponibile ancora un anno a mio avviso per ragioni di età e di parabola discendente e tra Belotti e Vlahovic (nomi che circolano: vedremo se a ragion veduta o no, magari no per carità) io preferirei Vlahovic. Peraltro è un contropiedista, tecnicamente è fortissimo, ha tiro (tira anche punizioni e rigori), fisico, velocità, personalità (anche troppa, forse…) e alla Fiorentina fa reparto da solo. Forse solo di testa non è granché. A me, comunque, piace tantissimo.

    • Vlahovic per me sta segnando tanto anche perchè alla Fiorentina non hanno interpreti per farlo. tra rigori rimpalli eccetera sta sempre là.
      A quel prezzo non lo prenderei proprio, nun se scordamo Shicckh l’acquisto più costosa della storia della Roma costato più di Mitra Batigol…ed è stato un flop pazzesco. Non mi fido di sti giocatori nè di Commisso.
      Io l’ho detto da oggi me fido solo di Mou e Friedkin, se ce lo portano vuol di me so sbaiato io.

    • Se Vlahovic mi fa la doppietta alla lazie sale in cima alla mia lista

  2. I soldi sono competenza di Friedkin…
    Nn mi interessa nulla…. dopo anni di tifosi commercialisti…

    Ora abbiamo un mister che ci fa fare il salto di qualità.

    Ora mi aspetto calciatori importanti.

    Forza grande Roma

    • A proposito di soldi…. chiedete a zhang.
      . titolavano… è arrivato il grande presidente con 250mln….

      Oggi il cinesino… cerca sponsor e ha chiesto ai calciatori di ridursi gli ingaggi… risposta negativa…

      Quando paga gli acquisti e gli stipendi?

      Noi abbiamo friedkin….e siamo gli unici che possono investire

      Forza grande Roma

  3. Se i fredkin pagano 9 cucuzze annue all’allenatore, significa che hanno deciso di investire sulla rosa…ci aspettano grandi colpi…
    E tutto questo è bello…lo aspettavamo da 15 anni più o meno

  4. Sì, appunto, non ce ne frega niente. Se proprio dovessimo cogliere qualcosa è il desiderio di Dan & Ryan a legare quanto più possibile dello stipendio di tecnici e calciatori al raggiungimento di determinati obiettivi di squadra. Cosa più che sacrosanta.

  5. Ogni volta che leggo di taluni articoli mi vengono in mente le parole espresse da @Andrea Fiorini (https://www.giallorossi.net/friedkin-da-magnate-a-sprovveduto-secondo-la-stampa/) “Mi domando come si possano anche solo pensare certe corbellerie. E’ vero, la “pausa delle nazionali” (che io sostituirei con: Mancanza di notizie certe) costringe un po’ tutti ad essere fantasiosi per creare argomenti di cui dibattere, ma a tutto deve esserci un “limite!”. Perchè così si rischia di passare per fessi. E soprattutto di farci passare un uomo “d’affari di grande successo” che viene raccontato come un pivello alle prime armi! Ovvio che riguardava argomenti diversi, però la sostanza è quella Alla faccia di Repubblica (e altri che dipingevano i Friedkin come “idioti” Meditate gente “Meditate”. La “Nuova Era è Appena cominciata. Son convinto che ne vedremo delle Belle!”

  6. La società seria che dici te ha ingaggiato Fonseca dall alto di Londra come quarta scelta.
    Non aveva appeal, non aveva competenze, mancava a Roma da 2 anni.
    Fonseca lasciato solo con l avvento del covid la. Società nuova non andava a spendere sulle scelte sciatte della Pallirchio Team.
    Si riparte dalla comunicazione e lo si fa con intelligenza.
    Il campo parlerà da se, mou finito?
    Noi ancora dobbiamo cominciare con la società nuova.
    Pia i poppe corne e mettete comodo questo non è un Gasperino qualunque

  7. Una sola cosa… Cristante, quando viene fatto giocare in prossimità della porta avversaria, segna quasi sempre.
    Invece quando sta in difesa se la cava, ma non benissimo e commette, talvolta, errori gravi.
    Eppure difensori puri ne abbiamo.

    • Perché Cristante ha un bel tiro, potente, preciso. Infatti non capisco perché non tira le punizioni. Almeno quello… Ah, già, le deve tira’ Pellegrini…

    • Infatti la difesa è il reparto che necessita una sistemata più di tutti. Ibanez a me personalmente, non mi piace, ha una clausola da 80 milioni che reputo esagerata rispetto al valore di Mancini, unico e vero pilastro della difesa giallorossa. Fazio e Juan Jesus ormai sono due vecchietti. Peres andrà in Turchia.. per Santon voglio stendere un velo pietoso. Spinazzola è molto bravo ma necessita di un sostituto. Cristante deve rimanere anche il prossimo anno, mi piace il suo spirito di sacrificio ma è più un mediano di centrocampo che un difensore. Tra Pau Lopez e Mirante, bisogna scegliere chi tenere come secondo portiere. Serve un portiere di prima fascia, almeno un difensore centrale con i fiocchi e di caratura europea, un terzino e un mediano di centrocampo. Florenzi ancora non ho capito se è un terzino o un’ala ma nella prima ipotesi meglio lui di Santon e Peres. Non mi aspetto acquisti faraonici ma intelligenti.

  8. La questione contrattuale, i diritti di immagine e i bonus non mi smuovono neanche il più minimo interesse.
    Una sola considerazione: si è trovato il modo di pagare il giusto per ottenere l’ingaggio di un allenatore altrimenti irraggiungibile sul piano economico, dunque non significa necessariamente una svolta nella volontà di spesa della Società, quindi sul fronte calcio mercato non ci sarà da attendersi spese importanti, magari con qualche piccola eccezione.
    Quel che invece conforta è che Muorinho abbia accettato il progetto tecnico; a meno che non sia del tutto bollito e incapace di comprendere cosa gli conviene e cosa no, la vera garanzia per il futuro è solo questo aspetto, si spera che a 58 anni non abbia alcuna voglia di fare figuracce.
    Si può sperare che si costruirà una squadra che in un anno o al massimo due due possa cominciare a lottare per il vertice.
    A mio parere di più non si può, dopo due-tre anni
    di transizione si perde definitivamente l’abbrivio e l’entusiasmo, non si cresce più, ci si adagia nella mediocrità e si va a fondo.
    I Friedkin per motivi non tutti dipendenti da loro hanno mancato l’occasione di dare una scossa all’ambiente nel primo anno, ora non possono perdere molto altro tempo, devono cominciare a costruire in grande senza indugio.

    • Certo i in piena Pandemia, i FRIEDKIN dovevano spendere e spandere.
      Nessuno lo ha fatto . Tranne rarissimi casi. Tipo 80 mln x Osipippa ( che segna solo contro difese a centrocampo )
      Sono imprenditori non Giocondi
      Hai scritto tutto e il contrario di tutto.
      Lasciando aperto qualsiasi risultato.
      Bravo, so buono pure io a scrivere cosi
      Il calcio e’fatto x sognare.
      Ho sognato la finale chanpions
      Ho sognato di vincere l’Europa League. Non e’stato possibile.
      Ora sogno una GRANDE campagna acquisti.
      Non sarà possibile?
      Tiferò a prescindere.
      Come fatto fino a oggi.

    • In effetti non sono riuscito a spiegarmi molto bene, conseguenza anche delle sensazioni contrastanti che ricevo dagli ultimi eventi e di una situazione in cui io vedo molte ambivalenze.
      Preso un allenatore da top team e ci ritroviamo con una squadra che non riesce ad essere sicura del settimo posto e che per circa metà degli elementi non dovrebbe essere confermata.
      Non credo che i Friedkin si daranno alle spese pazze, tipo Inter, non me lo aspetto neanche con lo “Special One”, ma allo stesso tempo non si può pensare di aspettare troppo per cominciare a fare sul serio, dunque serve un programma di medio termine, uno due anni al massimo, non per vincere, ma per cominciare a concorrere seriamente e creare l’ambiente e la mentalità giusti.
      Ho detto che in questo primo anno i Friedkin non sono riusciti ad incidere, hanno tutte le ragioni per non averlo fatto, ma questo può avere conseguenze negative se ancora un altro anno rivedremo la stessa mediocrità; i padroni devono cambiare decisamente marcia dal prossimo calcio mercato, o l’investimento Muorinho rischia di essere inutile.

  9. Mah… A me sembra che ha capito di avere di fronte persone poco esperte di calcio e ha trovato l’america! Vive ancora sui trofei di dieci anni fa… È solo un’operazione mediatica.

    • staremo a vedere.

      l’importante Linus e’ che tu non sparisca nel caso contrario, dato che parli come nostradamus senza pero’ dirci da dove derivino cotante certezze?

      Intano mi permetto di correggere un paio di castronerie che hai scritto:

      Gli ultimi trofei datano meno di 4 anni fa.
      Il balzo del titolo in borsa (+30% di capitalizzazione in 2 giorni) sono risvolti finanziari concreti, non operazioni mediatiche.

      Il tempo e’ galantuomo Linus. Basta saper aspettare.

    • Il titolo e’volato in borsa
      +37% saranno tutti scemi?

  10. Il grande colpo è lo smaltimento di queste seghe tutte insieme: Pau Lopez, Fuzato,Bianda, Fazio, Ibanez, Olsen,Nzonzi, Schick, Kluwer.
    Pensate,solo questi costano oltre 22 milioni NETTI di stipendio l’anno, che sommati a quelli dei JJ,B.Peres e Mirante in scadenza fanno 29 circa (lo scempio ereditato dal faccendiere), il NETTO di quella cifra può portare Un vero portiere, calcolando poi il lordo per acquistare da subito Borja Mayoral e ne rimane qualcosa.

    Pinto provvedi!

    • Ma Fazio chi se lo prende?… Tipo qualche neopromossa o il Benevento se rimane in serie a, o qualche squadretta portoghese o spagnola… Ma lui sicuramente non ce vorrà andare e… ricominciamo daccapo. Stavolta lo mettessero fuori rosa davvero, però, perché vederlo giocare con le ciabatte e la bombola d’ossigeno due tre volte all’anno è uno spettacolo troppo brutto. Schik invece mi pare che l’abbiamo… smaltito definitivamente ormai. Olsen e Fuzato invece hanno mercato per me e alla fine pure Nzonzi da qualche squadraccia turcomanna o uzbeka lo piazzi in prestito: Fuzato poi, guarda, poraccio, io vorrei rivederlo meglio e come secondo portiere per una stagione why not? Bianda e a ‘sto punto pure Coric invece, all’Atlético Leonzio tutti e due e è pure troppo per loro… Ibanez lo vendi invece e secondo me manco male ma vediamo che ne pensa Mou. Idem per Kluivert. Il guaio vero è Pau Lopez, perché per quanto l’hai pagato chi se lo prende? E adesso è pure sfasciato… Lì davvero ce vo’ un mezzo miracolo. Con Pastore invece un miracolo tutto intero…

    • Per quanto riguarda Pastore, adesso, sono del parere che HA risolto il problema con l’anca, vogliamo mettere in discussione le sue qualità tecniche?
      Potrebbe tornare utile, comunque mi rimetto alle decisioni dello SpecialOne 🙂

    • Nzonzi credo sia, deo gratias, all’ultimo anno di contratto e non credo possa essere spedito in prestito, a meno di novità sul piano regolamentare di cui non sono al corrente.

  11. Stanno cercando un motivo di speranza… Da qualche giorno, a questi tremano le gambe al pensiero che la Roma faccia sul serio. E allora: è bollito, costa troppo, lo hanno preso per gli sgravi fiscali…
    Ve state a cahkà sotto, eh!?!
    Forza Roma

    • Il bollito lo faremo noi il prossimo campionato, con i FEGATI SPAPPOLATI di avversari e pennivendoli vari. ..

    • Ma a scazzie quest’anno che azz vince?
      Mica e’successo qualcosa ieri sera?
      Noooo
      Normale amministrazione
      Intanto 2 polpette dalla derelitta fiorentina. .e addio Champions…

  12. Faccio sommessamente presente che nel 1968 ad Helenio Herrera la Roma fece un contratto triennale di 240 milioni netti.L’allora presidente Alvaro Marchini ,che se lo ritrovò dopo aver preso la Roma da Evangelisti, cercò a più riprese di non fargli onore, fino ad arrivare a ricorsi in Tribunale.
    Mi chiedo,240 milioni di allora,quando un impegato statale prendeva 70mila lire al mese,a quanto corrispondono adesso? Anche considerando che allora,in assenza di sponsor e televisioni ,il peso finanziario di un contratto del genere era 100 volte maggiore.
    Per me,a occhio e croce ,era ben più il contratto di Herrea che quello attuale di Mourinho.
    Al giornalista che ha sparato alla cieca questa notizia,consiglierei di consultarmi prima,altrimenti la notizia diventa automaticamente una Balla.

    • ci riprovo senza link (pero’ redazione siete troppi fiscali, era un link innocuo…)

      per inofrmazione, 240 milioni di lire nel 1968 equivalgono a circa 2,5 milioni di euro oggi.

    • 😄😄😄ertmmolo…meglio dire erbambolo…ho memoria che un appartamento di pregio fine anni sessanta-inizio settanta di 140-150 mq costava a Roma zona Poggio Ameno 1.400.000 (unmilionequattrocentomila lire)…Il Mago Herrera si sarebbe potuto comprare all’epoca un intero quartiere di Roma in un anno…mo va là
      🙀

    • Zeno’ mica ho capito…

      Hai chiesto a quanto corrispondono 240 milioni di lire nel 1968 al giorno d’oggi.

      Ti ho risposto circa 2 milioni e mezzo di euro…

    • Zenò c’hai ancora una mano al boccione e l’altra al bicchiere,sui prezzi sarai confuso,fine anni 60 app. 80 mq. a Ostia levante, appena ultimato, poco più di 8.000.000 di lire

    • Ancelotti finito mentre Mourinho è un fenomeno…
      Sono stati due grandi allenatori con un presente ridimensionato dalle ultime esperienze negative (Napoli e Tottenham) .
      Ora sono entrambi alla ricerca di un successo che possa rilanciarli io potendo avrei scelto Ancelotti.
      Con Mourinho non ci sono mezze misure ti fa vincere o lascia macerie.
      I Friedkin dovranno essere bravi a gestirlo e i tifosi dovranno avere pazienza se i risultati non saranno subito positivi.
      La società dovrà chiarire che gli obiettivi del prossimo anno visto l’attuale livello della rosa non può essere senza obbligo che il 4° posto.
      Questo per smorzare il livello di esaltazione e fanatismo propedeutico all’ennesimo fallimento che sta imperversando tra i tifosi.

    • Full Albara,
      con quel Napoli super rinforzato, tutto acchitato per la vittoria ed erede degli schemi di Sarri imparati a memoria, Ancelotti non doveva far altro che ricamare partita dopo partita lo scudetto sul petto di ciascun giocatore… e invece li ha lasciati soli con le loro illusioni e paure, senza un obiettivo e una guida si cui contare. Fu così che al posto dell’allenatore, salirono in cattedra gli Insigne e i Mertens con tutta la loro supponenza su come si debba allenare una squadra e con quali titolari debba scendere in campo. La colpa è solo dell’opportunistica insofferenza di Ancelotti, adagiato sull’oro di De Laurentis e indifferente al dramma che si stava consumando nello spogliatoio, giorno dopo giorno. Fu penosa la dichiarazione da lui rilasciata in lega quando cominciò a prendersela con gli arbitri nel vano e ridicolo tentativo di nascondere le proprie enormi falle professionali e caratteriali. De Laurentis ne trasse in seguito le evidenti conclusioni… e il resto è storia nota e vergognosa per un allenatore che mostrò la dovuta serietà con juve, milan, Real Madrid, Bayer Monaco, PSG e Chelsea… e nessuna col Napoli poiché arricchitosi ormai mostruosamente e non avendo più stimoli, decise segretamente di ritirarsi in pensione alla corte dell’ignaro ma vulcanico De Laurentis.

  13. Ribadisco: nessun presidente investirebbe tali cifre così a lungo in un allenatore di gran fama senza garantirgli una squadra di gran livello. Non ha senso… sia per Friedkin che sa di impegnarsi fin da ora in una LUNGA ed ONEROSISSIMA spesa che per uno sprovveduto rischierebbe di rivelarsi pericolosamente “infruttuosa”… e sia per Mourinho stesso che ha tutto l’interesse a far rivalutare la propria fama evitando un flop che possa bruciare per sempre la propria carriera da allenatore.

    Reputo Friedkin e Mourinho due persone molto intelligenti ed accorte, consapevoli di rischi e limiti (precedentemente calcolati) in questo cammino da percorrere insieme.

    Insomma… perché il ricco padrone arabo dell’Everton che ha puntato su un allenatore molto più deludente (Carlo Ancelotti al Napoli, ricordate?) con un contratto quadriennale di 6 milioni all’anno deve per forza essere più arguto del nostro Friedkin che ingaggia l’allenatore degli allenatori?

    L’Everton ora è 8vo in Premier e l’altr’anno era quintultimo. Tutti sanno che Ancelotti al Napoli era “in pensione”, aveva campato di rendita con gli schemi di Sarri e trasformato lo spogliatoio in una polveriera. Perché ora con un presidente serio e molto diverso quindi da quel pazzo focoso di De Laurentis, un più che spompato Ancelotti (lui sì che è veramente finito come allenatore!) ha riportato l’Everton ad una posizione di classifica dignitosa?
    Forse perché il proprietario arabo aveva garantito ad un deludentissimo ma ben pagato Ancelotti una squadra tecnicamente valida con cui competere in Premier (campionato di livello ben più elevato rispetto al nostro)…
    E così è stato infatti. Da Moise Kean agli altri…
    Ora, proviamo a fare lo stesso ragionamento nel più modesto campionato italiano e con un allenatore di maggior fama ingaggiato a delle cifre leggermente superiori…
    Beh… cari romanisti come me, o questo Friedkin è un imbecille o è un imprenditore serio e capace.
    E dal modo discreto e cauto di agire, qualcosa mi dice che è la seconda delle due ipotesi quella che si rivelerà…

    • Secondo me non è vero che Ancelotti è “finito”. Qui appena si toppa una stagione diventi da rottamare. Che ca….a, scusa. Varrebbe pure per Mou ‘sto discorso… alla Di Canio. Peraltro all’Everton Ancelotti ha fatto un buon lavoro, certo anche supportato dalla società. Ma insomma ha preso una squadra che l’anno scorso stava messa maluccio e che da anni era sottotono e l’ha riportata nella fila sinistra della Premier League, che è un campionato “leggermente” più competitivo del nostro. In un percorso di crescita progressiva, che credo continuerà. Quanto all’esperienza di Napoli, il primo anno ha fatto bene, poi gli si è ammutinato lo spogliatoio, cosa che è successa pure a Gattuso, peraltro, perché i “capetti” alla Insigne, Mertens, ecc., avevano deciso così. Ed anche Gattuso sta saltando, infatti.

    • Mourinho, se non erro, è stato esonerato dal Tottenham verso il 20 di aprile.
      La fulmineità della trattativa con la quale i Friedkin lo hanno condotto a Roma lascia intendere che gli argomenti devono essere stati convincenti.
      Poiché lo stipendio, pur principesco, è comunque di gran lunga inferiore a quanto precedentemente percepito dallo Special One, immagino che una minima garanzia sul piano del budget a disposizione il tecnico l’abbia ricevuta.
      Ovviamente non significa che assisteremo a colpi dai 50 mln in su, ma che arriveranno rinforzi validi, anche a prescindere da quante e quali zavorre riusciremo a piazzare.
      Senza dimenticare che non dovendo, ahinoi, partecipare probabilmente ad alcuna competizione europea, il margine di manovra della società sarà maggiore.

    • Gattuso è un allenatore alle prime armi che nella sua modestia ha però convinto (coppa Italia vinta col Napoli) e resiste ancora nonostante lo spogliatoio annientato da Ancelotti. Quest’ultimo invece, appena approdò al Napoli si sedette sugli allori come un emerito pensionato riuscendo a campare di rendita per un anno sugli automatismi precedentemente imposti da Sarri e vantando inoltre di innesti molto importanti e costosi eseguiti da De Laurentis. Con una squadra del genere (tutti avevano accreditato il Napoli come la squadra favorita per lo scudetto), tutta a puntino e preparata su misura per l’allenatore, ad Ancelotti bastava fungere da motivatore, da “buon padre di famiglia” e invece ha pienamente fallito su tutta la linea per la sua mancanza di carattere, tipica di chi ha tanto avuto e non sente più la necessità di rimettersi in gioco. Per quanto io non abbia ma potuto soffrire Capello, devo dire che questo, ad esempio, nell’anno del nostro scudetto, seppe come gestire un pezzo da 90 come Montella, sacrificato spesso in panchina. Al di là dei moduli e della flessibilità tattica, un grande allenatore è anche colui, a mio avviso, che riesce a vincere titoli negli anni con squadre zeppe di campioni poiché il vero problema è quello di saper gestire, accontentare, conciliare e spronare continuamente ben più di 11 “prime donne” viziate e in lite ta loro. Da uno come Ancelotti ci si aspettava ovviamente molto di più a Napoli… perché se i baroni dello spogliatoio partenopeo mandarono all’aria tutto, lo si era dovuto ad uno strapagato Ancelotti disinteressato a lavorare su certe dinamiche psicologiche che un allenatore della sua fama ed esperienza DEVE conoscere a menadito e saper affrontare dopo aver allenato in tutta la sua carriera squadroni come juve, milan, Real Madrid, Bayern Monaco, PSG e Chelsea!
      Ancelotti è finito per questa più che ovvia ragione.

  14. Vedendola da un certo punto di vista direi che l’Italia per Mourinho si sta rivelando più che il bel paese il paese della cuccagna…
    Per noi comuni mortali sono cifre astronomiche, e specialmente di questi tempi direi anche inappropriate per non dire oltre.
    Fortunatamente i soldi non escono dalle nostre tasche, altrimenti Mourinho se fosse per me probabilmente dovrebbe cambiare mestiere. Ma tornando al dibattito sportivo direi che il suo arrivo probabilmente rappresenta l’ultima chance che abbiamo di mettere qualcosa nella ormai nostra scricchiolante e poco oliata bacheca, altri in grado di farlo non ne vedo all’orizzonte, se fallirà anche lui rassegnamoci a un destino da comprimari da qui all’eternità, senza appelli….

    • No, aspetta, Alekos,
      le opinioni di King possono essere opinabili, discutibili ma i timori che trapelano dalle righe potrebbero essere quelli di un romanista ferito come noi che da 10 anni ad oggi non ha gioito neanche per la conquista di una coppetta Italia.
      Lo capisco eccome… (è troppo che ingoiamo amaro) anche se ORA il sottoscritto si è fatto un’idea molto più ottimistica riguardo al primo vero colpo di mercato assegnato dal discretissimo Mr Friedkin.
      Mi sento invece di replicare alla giusta precisazione di King in merito ai “tanti soldi spesi” per ingaggiare il Mou con la seguente osservazione:
      proprio perché Friedkin intende spendere tutti questi soldi per il Mou a LUNGO TERMINE (3 anni non sono pochi…), è auspicabile che ne investa tanti altri per allestire una rosa che SODDISFI l’allenatore stesso. Se si ingaggia uno Schumacher per anni e a cifre esagerate, non lo si fa per metterlo alla guida di un go-kart!
      Cioè, qui in gioco non c’è solo la reputazione dello special one… ma soprattutto quella di Friedkin! Si parla tanto del Mou… ma il vero enigma è: cosa vuole fare “da grande” (battutina) Friedkin?
      In poche parole, dalla prossima campagna acquisti cominceremo a capire finalmente di che PASTA sia fatto il magnate americano… Vorrà fare il “padre padrone” che decide tutto fino a soffocare al Mou manovre e richieste di mercato (e credo proprio che non sarà così) o lascerà al proprio allenatore “carta bianca” (magari!)?
      Nel secondo caso, quello che mi auguro e prevedo, la delega ad agire non la si è data ad un Pioli o tantomeno ad un Pirlo… ma al numero 1 di tutti gli allenatori!
      E ripeto, Friedkin tutto sembra tranne che un fumantino presuntuoso alla De Laurentis o alla Lotirchio da voler sempre comandare senza ascoltare…

      Teniamo presente che l’attuale inter campione d’Italia, fatta eccezione per Lukaku (grandissimo top player) non è che per il resto abbia chissà quale armata imbattibile rispetto alle altre 4 di alta classifica. A Conte sono bastati 2 anni per vincere… e visto che il nostro campionato è molto più modesto rispetto a quelli inglese e spagnolo… la scelta di Mourinho poco prima dell’imminente sessione estiva di calciomercato ha preoccupato non poco i presidenti strisciati e tutti i loro addetti mediatici. Ci sarà un motivo, no?

      Quindi, caro King, aspettiamo cosa accadrà questa estate e poi, da lì a 3 anni, vedremo tutti se si scioglieranno puntualmente le ali di Icaro al sole o se ci si involerà verso orizzonti di gloria…

      In bocca al lupo GIALLOROSSO!

  15. Mourinho, se guadagnerà tanto è perché probabilmente è ancora il miglior allenatore in circolazione e una volta preso Mourinho, l’idea di fare una grande squadra per me esiste, altrimenti si andava sul solito allenatore giochista e stavamo qui a discutere sul gioco e l’importanza delle trame di gioco,ora con Mou del gioco non parla più nessuno,perché si sa benissimo che per vincere non serve il gioco, servono i giocatori forti e più ne hai forti, più è probabile vincere

  16. Questa società ha fatto un capolavoro!
    Ma il regalo ce lo ha fatto…Conte.
    Si, avete letto bene, Conte.
    Lo dico oggi, sono contento che il leccese non sia venuto soprattutto alla luce delle sue ultime dichiarazioni auto-celebrative!
    Conte rimarrà sempre una bomba a orologeria, che a ROMA sarebbe già esplosa.
    Ma la sua vittoria “ha convinto ” i Friedkin sull’efficacia di un grande manico!
    E MOURINHO è la perfetta sintesi del meglio delle virtu’ di Conte più MOLTO ALTRO…senza gli “effetti collaterali “.
    FORZA JOSE ‘ E FORZA ROMA

  17. Voglio scrivere solo una cosa a riguardo di Mourinho.
    Amo il suo coraggio, non pensavo che avrebbe mai allenato una squadra meno blasonata rispetto le top big europee o con un progetto più solido della Roma e invece mi sono sbagliato. Chiedo umilmente scusa a José Mourinho a prescindere da come andrà la Roma nel prossimo campionato. È stato un nemico onorevole, per questo Roma (sponda giallorossa) già lo adora.

    • A questo punto, sempre Friedkin permettendo.., la Roma potrebbe finalmente liberarsi di quella sfortunata nomea di “squadra meno blasonata”.
      E allora, potremo veramente cominciare a divertirci…

  18. Vi consiglio di vedere il documentario “All or Nothing” su Amazon Premium uscito nel 2020.
    Non so se è stata rilasciata una versione con sottotitoli in Italiano,stando all estero l’ho vista in lingua originale, si vede tutto l’allenamnto del Tottenham e le fasi di tattica nello spogliatoio degli Spurs col nostro nuovo Mister.
    Così vi rendete conto del perchè da ora in poi questi giocatori saranno sotto la lente di ingrandimento per un bel pò, finalmente sgobberanno !

  19. Ragazzi ma per la questione terzini come la vedete la cessione di Bruno Peres e Santon, Reynolds e Cala in prestito ma sempre in serie A e poi il ritorno di Florenzi a 0 e Hysai a 0 che può fare anche il terzino sinistro. A me sembra un buona idea.

    Poi 2 grandi colpo a centrocampo e in porta.

  20. Ma speriamo bene, tutti sono contenti ma mourinho viene da un esonero e se capita pure nella Roma che non è ambiente facile con radio e giornali esagerati lascia un bel buco economico, già che siamo messi male. Speriamo torni quello di 10 anni fa.
    Forza Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome