MOURINHO: “Rispetto il Feyenoord, ma credo nei miei giocatori e nel mio stadio. Dybala? Non so se può giocare dall’inizio” (VIDEO)

32
1758

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho torna a parlare in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Feyenoord, gara di ritorno dei quarti di finale dell’Europa League.

Queste le dichiarazioni dello Special One sull’impegno che attende i giallorossi domani sera:

La Roma è la squadra che ha preso più pali in assoluto. Si è sentito sfortunato? La Roma dove avrebbe potuto essere senza tutti quei pali?
“Prima di tutto siamo una squadra difensiva e abbiamo 27 pali, è un po’ contradditoria come cosa. Non voglio dire che siamo stati sfortunati, dobbiamo essere più bravi. Possiamo dire che il portiere ha fatto una bella parata, però per me significa che creiamo ed è importante quando vai ad affrontare una partita che inizia Roma 0, Feyenoord 1 e questi pali mi dà un feeling positivo, perché siamo capaci di creare”.

Come sta Dybala? 
“Onestamente non lo so se può giocare dal primo minuto. Abbiamo fatto un po’ di organizzazione tattica a bassa intensità, abbiamo deciso di dare 24 ore di più, prima di capire se potrà scendere. Domani mattina faremo qualcosa di intenso per capire se giocherà o andrà in panchina o se niente”.

Abraham? 
“Sta sempre bene. È un ragazzo che sembra sempre molto felice, sempre a dire e scherzare, molto positivo all’interno del gruppo. Lo vedo sempre bene dal punto di vista umano, poi segna o non segna”.

Quanto è importante in questo momento della stagione avere fiducia nelle alternative? 
“Certo che sono importanti. Llorente e Bove hanno bisogno di crescere. Bove non ha storia da titolare in Serie A e cresce ogni partita, è sempre più giocatore anche se ogni tanto può sbagliare. Llorente ha già una grande esperienza. Ha avuto bisogno di tempo per imparare a giocare con noi. Quando è arrivato il nostro gioco era strano per lui. Adesso gioca già con stabilità ed è perfettamente integrato. Sono due giocatori in più, ma ci sono anche altri ed è importante. Mancano 8 partite di campionato, con domani 9 che possono arrivare a 11-12, sono tante partite in poco tempo ed è impossibile far giocare sempre gli stessi giocatori”.

Anche se non sa se giocherà o meno, sta valutando se far partire Dybala dalla panchina?
“Non è facile, la pressione è sta bene o non sta bene, perché se ho un dubbio sarà sempre un dubbio. Se inizia magari non giocherà 90′ o magari si fa male dopo 10 minuti e perdi un cambio. Se va in panchina ed entra e si fa male, poi non hai altri cambi. Per me la decisione è più gioca o non gioca, però non è che abbiamo tante opzioni e magari in una situazione estrema non dico che sia impossibile che possa andare in panchina e in una situazione nei limiti, che possa giocare. Vediamo, aspettiamo fino a domani. Sarà impossibile per voi sapere chi giocherà, perchè nemmeno io lo so”

Qual è la migliore strategia per battere il Feyenoord? Dovrete avere pazienza?
“Dobbiamo fare due gol più del Feyenoord. Hai parlato del Salisburgo, ma non ha senso, perché sono due squadre diverse. Avere pazienza o non averla, l’importante è fare due gol in più del Feyenoord per vincere, non importa se farli all’inizio, alla fine, durante i supplementari. Non lo so. Quello che so è che abbiamo una squadra che ha fiducia, e uno stadio che vuole giocare la partita insieme a noi. C’è differenza. Rispetto il Feyenoord, ma credo nei miei giocatori, e nel mio stadio”.

Articolo precedenteCRISTANTE: “Io insostituibile? Do sempre il meglio che posso. Ora c’è una grande società dietro la Roma”
Articolo successivoDi Francesco: “Prima dell’esonero della Roma ho litigato duramente con qualche giocatore. Il 3 a 0 al Barcellona? Pare mi abbia portato sfortuna…”

32 Commenti

  1. Inciteremo, sosterremo la squadra come e più del solito..!!
    Vogliamo arrivare a Budapest..!!
    Vogliamo una supercoppa europea…!!
    Vogliamo riempire il museo dello stadio nuovo, con molti trofei..!!!
    💪🧡❤️

  2. L’osservazione sui pali dovrebbe essere posta ai detrattori di Mou.
    Con un po’ più di fortuna, questa squadra, sarebbe al di sopra della Lazio e sicuramente con un passo in semifinale.

    Onestamente, non so se il mister resterà nella Roma…e credo che se dovesse vincere l’Europa League, quasi sicuramente, lascerà la squadra.

    Resta il più grande allenatore.

    • Penso che se vinciamo EL poi a Mourinho venga in mente di vincere anche la CL sarebbe un record ineguagliabile
      SFMROMA

  3. Non fatico a credere che il nostro gioco sembrasse strano a Llorente. Parecchi anni in Spagna e poi al Leeds, voluto dal “Loco” Bielsa, figuriamoci, si sarà chiesto in quale universo parallelo fosse capitato.
    Ma poiché i buoni giocatori si adattano a qualsiasi modo di giocare, e lui sembra esserlo, si è messo a studiare di buona lena l’antica arte del catenaccio con discreti risultati.
    Immagino però che domani tocchi di nuovo a Ibanez, come è anche giusto che sia.

    • beh, ieri , con l’antica arte del catenaccio il Milan è andato in semifinale contro un Napoli che ha attaccato per 100 minuti.

    • Non mi sembra di avere fatto valutazioni di merito. Ho solo puntualizzato che passare da Bielsa a Mourinho è come farlo dal giorno alla notte e non è semplice.

  4. Bisogna giocare come contro l’Udinese, pressing alto e tirare spesso in porta con cros fatti dalla linea area laterale, con la possibilità di colpire di testa e girarla in rete, centrocampo liberarsi velocemente per la linea di passaggio del compagno, non gli dovete permettere di giocare. daje Roma siamo affamati di risultati, noi ci siamo e lo sentirete allo stadio.

  5. VAI MOU VAIIIII !!! DAJEEEE CON QUEST’UOMO CAMMINEREI ANCHE ALL’INFERNO !❤️💛❤️💛❤️FORZA ROMAAAA!!

  6. Grande Mou, a livello comunicativo ha giocato facile stavolta 👊

    per me è ribaltabilissimo e l’eventuale passaggio sarebbe un’iniezione di fiducia enorme per il finale di stagione.

    E pensare che qualche mentecatto qui voleva uscire dalla coppa il prima possibile… mentalità piccola piccola, mentalità pippanera…

    AVANTI MOU

    ❤️🧡💛

    • Mammalucco che non sei altro, se non capisci il senso recondito delle mie parole, limitati a mettere i cuoricini alla Baci perugina 😱

    • “…il senso recondito…” Cioe’ l’hai condito due volte, il senso? Ma non ti e’ uscito troppo salato?
      🤣🤣🤣🤣🤣🤣🧡🧡🧡🧡🧡💛💛💛💛💛

  7. Dybala 90 minuti non li avrà sicuramente e 5 giocatori difficilmente Mourihno li ha mai cambiati in una partita, quindi a questo punto meglio inserirlo nell’intervallo così almeno non ti bruci uno slot.

  8. La storia del catenaccio mi fa quasi ridere.
    Per attaccare, per far gioco, per recuperare palla, per arrivare sul fondo e crossare, per temporeggiare, per favorire le caratteristiche dei propri giocatori, per tutto insomma, occorre solo un ingrediente magico:
    ORGANIZZAZIONE !!!
    MOURINHO è un maestro della fase difensiva!
    Che poi è la 1ª arte che occorre conoscere.
    Il gioco è nelle tue mani quando parti da dietro, non quando parti davanti.
    Prima non prenderle è SACROSANTO!
    E devi essere bravo, tant’e’ che non è che la cosa riesca a tutti.
    Anche Sarri, se vogliamo, attua questo principio.
    Non lo considero al livello di MOU, come mister, per carisma, esperienza, ascendenza, appeal, comunicazione e via dicendo.
    Ma lo discuto poco come mister.
    Alla fase difensiva, aggiungiamoci la capacità interpretativa dei match.
    Li’, a sto giro ha toppato Spalletti per es.
    Bravissimo nel proporre un bel calcio, ma che ha sbattuto inerme contro il Milan che ha attuato la sua contromossa (una solida fase di copertura, più o meno come le nostre solite partite), senza avere un’alternanza, un piano B.
    Che poteva essere una coppia di attaccanti per es.
    Quindi, lo si chiami come si vuole, ma io definisco la tattica solo come ORGANIZZAZIONE.
    Poi, ovviamente, la qualità dipende dagli interpreti.
    E quando abbiamo avuto più alternative, abbiamo alzato il nostro livello di qualità.
    Zaniolo doveva essere il nostro Leao, ma vale un terzo con una testa in meno…!
    Ma diamo a Mou un plus di qualità e vediamo poi che succede.
    Un conto è il Faraone e Tammy, un altro Eto e Milito…
    Tutto qua.
    Ora testa, gambe e cuore in un’unica direzione: Europa League!
    Arriviamooooooooo!
    FORZA ROMA

  9. Allora io mi auguro che il mister MOURINHO lasci già quest’anno significherebbe aver vinto l’Europa league questo è il mio augurio

  10. Manc Small Ibanez
    Zalew Cristan Matic Spina
    Wijnaldum Pellegrini
    Abraham

    io partirei così e mi giocherei Dybala nell’intervallo al posto di uno tra Wijnaldum/Matic/Cristante potendo poi contare cmq su Bove (se poi c’è da difendere) e tenermi il Jolly Elsharawy fresco per Spinazzola se la benzina lì a sx dovesse finire o di Pellegrini. Belotti e Celik pronti per Abraham e Zalewski (quando sarà scoppiato)

  11. cristante ha giocato e tirato un rigore con un occhio così? Folle ma l’ho rivalutato, diciamo che con Mou i giocatori prettamente difensivi stanno dando il meglio.

  12. Come un rito quasi religioso ieri sera me sò magnato le patate condite con una bella spolverata di paprika e curcuma 😋😄♥️💛

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome