Ndicka a riposo, in campo tra un mese

34
576

AS ROMA NEWS – Evan Ndicka sta bene. Il difensore ha già fatto ritorno nella Capitale, con tanto di capatina a Trigoria. Il peggio è alle spalle, e l’ivoriano è già rivolto col pensiero al delicato finale di stagione della sua Roma.

L’ex centrale dell’Eintracht Francoforte dovrà osservare adesso qualche giorno di riposo prima di poter tornare ad allenarsi: ieri è stato dimesso dall’Ospedale dove i controlli hanno scongiurato problemi cardiaci o neurologici, evidenziando un trauma toracico con minimo pneumotorace sinistro”.

Nella giornata di ieri il giocatore ha ricevuto messaggi di sostegno da parte dei Friedkin, ma anche dell’ex allenatore Josè Mourinho, oltre a quelli dei giocatori della nazionale ivoriana e quelli dell’Eintracht Francoforte.

Per Ndicka ora riposo assoluto, poi nei prossimi giorni potrà ricominciare gradualmente ad allenarsi. Una data per il rientro in campo ancora non c’è: stando a quanto scrive oggi la Gazzetta dello Sport, potrebbero essere necessarie circa tre o quattro settimane di tempo, anche se per la certezza serviranno altri esami approfonditi.

Anche Leggo conferma tale ipotesi, come spiega il cardiologo dottor Colizzi: “I sintomi avvisati potevano far pensare a un infarto, decisiva la tempestività degli interventi. In assenza di altre patologie il recupero è sui 30 giorni.

Di certo Ndicka salterà i prossimi impegni con la Roma: il Milan in coppa, le gare contro Bologna e Napoli in campionato, e forse anche quella contro la Juventus. Il calciatore potrebbe tornare in campo per lo scontro diretto contro l’Atalanta di metà maggio. Ma la notizia migliore è che Ndicka sta bene e potrà tornare molto presto a giocare.

Fonte: Gazzetta dello Sport / Leggo

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSERIE A – Il Verona rimonta l’Atalanta (2-2): bergamaschi a -4 dalla Roma. Pari anche tra Fiorentina e Genoa
Articolo successivoMontella: “La Roma di De Rossi coraggiosa ma equilibrata. Mi rivedo in Dybala. Celik? Tutti gli allenatori lo vorrebbero”

34 Commenti

  1. L’ importante è che stia bene, tornerà quando è pronto. La Roma fortunatamente ha 4 centrali, magari non vedremo definitivamente mai più la difesa a 3, anche il coro dei fratelli ad Udine mi pare sia stato chiaro.
    Un augurio ad Evan di pronta guarigione!

    • il rientro tra un mese è una sciagura! Pensa te, io speravo contro il Bilan…
      Maledizione!!!

    • Sti commenti proprio non li capisco. Ma vi rendete conto di quale trauma abbia subito e quale percorso di riabilitazione dovrà affrontare? La sciagura era se ci restava secco. Non è importante il rientro, l’essenziale è che stia bene!

  2. Ma la notizia migliore è che Ndicka sta bene e potrà tornare molto presto a giocare. Questa è la bella notizia che aspettavo. FORZA MAGICA.

  3. Al limite, quando rientrerà in campo,se riprendesse a giocare con una sorta di “protezione pettorale” ,sarebbe una cattiva idea?

  4. La tempistica del ritorno in campo di Ndicka l’avevo anticipata IO,senza avere in mano lostraccio di una cartella clinica,basandomi sulla mia leonardesca esperienza.
    Dedicato agli Abbocconi del Sito.
    Rosicate fratres…

    Zenone 😎
    15 Aprile 2024 At 11:16
    Ndicka potrebbe avere una pericardite post traumatica che ha causato una fibrillazione atriale con calo pressorio, che lo ha costretto a sdraiarsi i campo. In tal caso bisogna aspettare il riassorbimento del versamento per tornare ad allenarsi. Prognosi 1-2 mesi.

    • caro Zen….come ti ho già detto internet non è ” leonardesco “quindi non ti si addice.Diagnosi alla cieca…ndo cojo cojo….evitarle sempre.Calo pressorio??? Pericardite???Mancava solo pleurite traumatica o conseguenza vax.Parla di calcio dove sono solo opinioni…..se poi fossi uno studente di medicina ripetente …ripresentati a settembre prossimo appello.Comunque come vedi ti leggo e mi piace discutere con te….ma le cose serie lasciale stare .Ti abbraccio….ma piano …non vorrei procurarti danni….

    • L’opinionista capo Cheyenne Estiqaatsi si pronuncia in materia:”Estiqaatsi di Zenone…pensa che essere persona di grande esperienza e affidabilita’ e sapienza millenaria..augh!”

    • Ciao Zenone, perdonami se vado a fare una osservazione, premesso che non sono un medico, ma purtroppo ho avuto a che fare personalmente sia con la pericardite e con il pneumotorace.

      Tra le due eventuali sopravvenute patologie da trauma c’e’ differenza, sono entrambe delicate.
      Il pericardio e’ il velo che avvolge il cuore che si infiamma e provoca la pericardite, le cause di come si manifesta ad oggi sono ancora studiate dagli specialisti.

      Il pneumotorace e’ un collasso del polmone
      (in questo caso fortunatamente lo definiscono piccolo)

      Sono due cose ben distinte.

      Dalle dichiarazioni dell’ospedale di Udine parlano di minimo pneumotorace, poi le cose come stanno non le vengono a raccontare a noi.

      Nei prossimi giorni il nostro Evan sara’ sottoposto a verifiche di approfondimento dove ci auguriamo che possa riprendere l’attivita’ agonistica nel piu’ breve tempo possibile.
      La cosa certa e’ che abbiamo preso tutti un bello spaghetto.

    • caro Zenone io spero per te e per i pazienti che tu non sia un medico perche’ hai confuso un pneumotorace per una pericardite

    • @Bertogna (uno dei giocatori più scarsi della storia della Roma…emblematico di chi l’ adotta)…il mio consulente di campo Stokà ,a te non sconosciuto, mi dice di lasciar perdere.

    • allora ” nessuno tocchi Zenone”…propongo una associazione. Doctor Zen spesso si avvicina a certa stampa….ipotizza,giudica,inventa,diagnostica,decanta e biasima,confonde,spiega….. però almeno si legge volentieri…non è mai banale nemmeno quando le spara grosse.Classico amico col quale una cena non sarebbe mai noiosa…..e poi siamo nell’epoca dei “tuttologi”….almeno lui scrive bene e non sai mai cosa inventa.

    • Peccato che un pneoumotorace non è una pericardite. Zalonesca figura direi…hai pure il coraggio di citare una diagnosi medica completamente ciccata com’è vanto.

    • Nuovo intervento dell’opinionista Grande Capo Estiqaatsi :”Estiqaatsi di Zenone…conosce grandi competenze cardiologiche apprese da Stoka’,grande uomo di medicina della tribu’ Lakota ,nonche’ grandi capacita’ profetiche apprese da Nuvola Rossa,grande stregone della tribu’ Navajo di capo Aquila della Notte (Tex Willer)”

  5. Sta fuori un mese o può tornare a giocare molto presto?
    Come sempre non sanno che scrivere, articolo contraddittorio
    Forza Ndicka

  6. signori ma a me quando diccono ste cassate mi viene da ridere ma non si fa prima a dire che ha finito questo campionato coerenza 0

  7. per me può tornare anche tra 10 anni.
    è fortissimo e ci serve come il pane ma niente vale la salute. specialmente di un ragazzo di 24 anni.
    e lo dice uno che in Kosovo ha visto commilitoni di 25/26 anni passarsela brutta

  8. dopo le immagini post partita quando verrà squalificato Lucca?…… ha provocato il pneumotorace, ha sgomitato in più di un’occasione e allora dov’è la tutela e la protezione? sanzioni da rivedere, assolutamente

  9. ma i pennivendoli anche in queste occasioni devono sparare cavolate in libertà? se ancora deve fare ulteriori accertamenti come da comunicato ufficiale della società, come è possibile ipotizzare tempistiche di guarigione?

    non sono poi d’accordo con il massacro mediatico a Lucca. il calcio non è uno sport per signorine. le botte si danno e si prendono. basta che non ci sia dolo. allora e non voglio ricordare i nomi, i giocatori che hanno massacrato le gambe di totti, di zaniolo di chiesa di strotman e di centinaia di altri, dovrebbero avere l’ergastolo?
    un po di equilibrio e pensiamo al milan

  10. Comunque abbiamo una sfi ga di proporzioni cosmiche. Questa cosa si avvicina per peculiarità all’infortunio di Abraham proprio all’ultima giornata di campionato o alla frattura di Winaldum

    • Non esiste squadra che non abbia giocatori infortunati, a questo punto della stagione soprattutto.
      Il Liverpool ha una decina di giocatori fuori uso, Alisson è rientrato solo adesso e guarda quanto è costata la sua assenza.
      La Roma in questa stagione non è stata particolarmente tartassata, anzi ci metterei la firma se andasse sempre così.
      Pure su Ndicka, se pensi a quello che poteva succedere, è andata fin troppo di lusso.

  11. Ndicka, ci hai fatto prendere un bello spavento, ma sapere che stai bene è la cosa più importante, alla faccia di una emittente di fede opposta alla nostra che ha sostenuto che la partita non andava sospesa. una cosa che non si può commentare.
    Olandese non in campo, mi sa che lo rivediamo giovedi insieme a Mancini.
    Contro il Milan spero nelle contromosse di De Rossi, mancherà Cristante sotto con Bove.
    A tutti i romanisti, giovedi un solo grido Forzaaa Romaaa, anche per Ndicka.
    Daje

  12. “Mancini si gode!!!
    15 Aprile 2024 At 21:40
    Lo stesso problema capitato a Pietro lo zar… essendo da trauma e non spontaneo non desta problemi a parte il riassorbimento dello stesso (che di solito viene drenato); anche se una volta avuto in qualunque modo traumatico appunto o non , ci sono più possibilità che si riverifichi rispetto a chi non ne ha mai sofferto. Per esperienza personalale pneumo torace dovuto ad incidente stradale con perforazione da parte delle costole della pleure più graffio sul polmone, ero stato 13 giorni con il drenaggio ed in più feci un mese di nuoto per la completa riestenione polmonare. Parliamo del 1993 , quindi probabilmente adesso ci saranno tecniche più innovative. L’ assenza dal campo dipenderà dall’ assorbimento del versamento, non credo che lo rivedremo prima di una mesata se tutto andrà bene. Non parlo da medico ma ad intuito, quindi molto possibile che sbagli.”

    Tanto per dire che a volte l’ esperienza qualcosa conta, non è una questione di essere bravi o meno.

  13. La gazzetta dello sport pensasse ai ca**i suoi. Ndika ha avuto in sostanza un trauma da contusioni e come tale verrà trattato. Il trattamento che ha avuto in campo è stato giustamente da protocollo per scongiurare un infarto cardiocircolatorio. Appurato che non si tratta di problema cardiaco potrà tornare in campo tra una settimana…

  14. Daje Evan !!! Gran bella notizia finalmente. Ndicka sta bene ed è la cosa più importante dopo lo spavento che ci ha fatto prendere, può tranquillamente tornare in campo appena si sarà ristabilito nei tempi previsti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome