ON AIR – CARMELLINI: «Si parla di Longarini come nuovo socio», VALDISERRI: «Con Jovetic si può intavolare un discorso», PETRUCCI: «Dzeko? Lo andrei a prendere a nuoto», PRUZZO: «La Roma non può migliorare»

0
513

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!  

Luca Valdiserri (Rete Sport): “La Roma deve ragionare sul fatto che le uniche squadre in Europa ad essere imbattute sono quelle che appartengono al Gotha del calcio. Deve pensare a questo e non stare a sentire tutto il resto. Peccato per quel gol al 94esimo, perchè arrivare alla pausa così fa male, vorresti rientrare in campo già il minuto dopo. Io continuo a dire che la Roma si dovrebbe muovere per Jovetic, è un giocatore su cui puoi quantomeno intavolare una discussione. Poi c’è il problema dell’ingaggio da risolvere…” 

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il Napoli ha ancora dei margini di crescita, mentre la Roma non mi sembra possa fare meglio di quanto abbia fatto fino ad oggi. Se la Roma recupera Totti e mantiene questo livello, già fa tantissimo”.

Tiziano Carmellini (Radio Manà Manà Sport): “Il pareggio con il Sassuolo è derivato da una mancanza di personalità. A Natale ci saranno delle riunioni importanti per il nuovo stadio, nella Roma ci sarà l’ingresso del nuovo manager che curerà i diritti tv. Ci potrebbe essere ianche  l’ingresso di nuovi soci, si fa da tempo il nome di Longarini”.

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Dzeko alla Roma? Me l’andrei a prendere a nuoto facendomela tutta a dorso. Credo che ci si muova più sulla fantasia, anche se qualche cosa si farà, ma non mi aspetto cose clamorose. Il problema è di convincere gli americani ad aprire il cordone della borsa. Ma potrebbe essere sufficiente liberarsi dell’ingaggio di Burdisso per poter acquistare un altro difensore. Io credo che questa dirigenza abbia le idee molto chiare sul cosa fare. A Romagnolo farebbe bene andare a giocare da qualche altra parte, ma in una squadra che gli permettesse di fare il titolare, non come Nico Lopez che nell’Udinese non trova mai spazio”

Roberto Renga (Radio Radio): “Il calendario non conta perchè la Roma avrebbe dovuto fare il pieno in queste partite e non l’ha fatto. la Juventus è più forte ma io dico che ancora non sono così sicuro che la Juventus andrà in fuga visto che la Roma ha ancora un punto in più e gli manca Totti, quando ci sarà lui tornerà ad essere se stessa. La Roma può crollare se i giocatori si mettono in testa di essere vittima di un complotto. Chi parla di complotti odia la Roma”.

Franco Melli (Radio Radio): “Dopo la fantastica anomalia piano piano si sta rientrando nella normalità, hanno un peso importante anche gli episodi decisi tutti in un certo modo oltre che alla vera forza della Juventus, però guardando il calendario da qui alla fine la Juve ha la possibilità di andare in fuga”.

Max Leggeri (Radio Manà Manà Sport): “Ho poco da rimproverare a questa Roma. Contro il Sassuolo ha provato in tutte le maniere a vincere, ha tirato 17 volte in porta. C’è stato un corto circuito collettivo, un calo di tensione proprio in quei secondi finali. Ho visto per 93 minuti una grande squadra. “

(Continua…)

Articolo precedenteRoma, proposti gli scambi Kuzmanovic-Marquinho e Nocerino-Burdisso
Articolo successivoGarcia sorride: Borriello ok, Destro quasi pronto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome