ON AIR – CORSI: ”Destro è innocente”, ROSSI: ”Si riscrive la giurisprudenza”, VALDISERRI: ”Non ho sensazioni positive”, TRANI: ”Siamo obiettivi, ha sbagliato”, RENGA: ”Nessuna squalifica, l’arbitro dirà di aver visto”, PRUZZO: ”Incredibile rigore non dato alla Juve”

0
70

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “De Rossi è stato squalificato dalle televisioni e da Prandelli. Adesso se squalificano Destro, è ancora peggio. Si vede chiaramente che non guarda, che ha gli occhi chiusi. Secondo me Destro non può venire squalificato, sarebbe la prima volta che succede una cosa del genere. Ma se dovesse accadere, mi auguro che la Roma faccia un comunicato durissimo. Chiellini dà gomitate in bocca, calci, pestoni, ma la telecamera quando c’è la Juve ha l’ordine di non calcare la mano. Se lo fa uno della Roma invece rimandano duemila immagini da diverse angolazioni. Lo slogan deve essere: ”Lo Stato calcistico mente, Destro è innocente”. Se la Juventus passa a Udine, penso che sarebbe finita. Se dopo la partita di Coppa riuscisse anche a battere l’Udinese, che è la partita più difficile che le rimane, allora credo che non ci sarebbe più nulla da fare”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Ieri quella della Juve non era una partita dove potevi pensare di recuperare punti. I turni decisivi sono i prossimi due. Quello che mi auguro è che la Juventus non venga a vincere lo scudetto qui all’Olimpico, sarebbe una cosa brutta. Destro? Ha fatto una stupidaggine. Noi dobbiamo essere credibili su questo, te devi pensare sempre se la cosa te l’avessero fatta a te. Dobbiamo essere obiettivi. Altrimenti dopo ti incastri nel discorso: ‘Ce l’hanno tutti con noi’. E invece se Destro non dava quella manata, nessuno ce l’avrebbe avuta con noi.”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Questo calcio è figlio di Calciopoli, avoglia a dire che è finita, i poteri sono sempre gli stessi. E oggi a Destro gli daranno quattro giornate, perchè è della Roma. I meccanismi sono sempre gli stessi. La Roma non era simpatica prima, figuriamoci adesso. Proveranno a dire che Destro va squalificato su un fallo fischiato a favore del Cagliari, cioè riscriveranno la giurisrudenza a danno della Roma. E tutto questo con la complicità di tv e stampa. Il presidente del Livorno ieri ha detto andiamo allo stadio col pallottolliere! Qualcuno s’è indegnato? No, tutto apposto così…”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “A differenza dei dirigenti della Roma, non ho sensazioni positive sul caso Destro. Le regole mi sembrano chiare. Massa non deve favorire la Roma, ma ha solo valutato male quel contatto. Se Rudi Garcia è furbo, va da Destro e gli dice: ”Stavolta c’è andata bene, la prossima volta sta attento…”. La situazione mi sembra chiarissima, la prova tv non può essere usata in questo caso. Ma vedo che ci sono interpretazioni diverse, e allora magari mi sbaglio io. Prese di posizione del club giallorosso? La Roma non può fare delle sparate prima della sentenza. Se ci sarà la squalifica, immagino che si farà sentire.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Livorno punti 25, Juventus punti 84. E noi stiamo pensando se gioca Paulinho o non gioca Paulinho? Ma di che stiamo parlando? Come pensate che queste squadre possano impensierire la Juventus? Non possiamo andare avanti così, basta! Destro? Non scatterà la prova televisiva perchè l’arbitro ha visto, ma bisogna dire che la sciocchezza l’ha fatta e non deve farla più. Media gol di Destro? Ha fatto cose fantastiche, ma in un numero ristretto di partite…mo già lo vogliamo paragonare a Messi e Aguero? Ma che vi siete bevuti il cervello?”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Leggo che Destro rischia di non partecipare al Mondiale per questa storia di Astori…ma che ha fatto? Ha ammazzato qualcuno? Ma vogliamo darci le martellate da soli? Non si può far passare questo ragazzo per delinquente…”

Roberto Renga (Radio Radio): ”Destro ha fatto una cretinata, l’ha fatta eh…Ora tocca vedere cosa dirà l’arbitro Massa a Tosel, se cioè ha visto o meno quel colpo di Destro ad Astori. Perchè se dirà che non l’ha visto, allora Destro rischia 4 giornate di squalifica. Ma secondo me non finirà così, perchè l’arbitro non dirà mai di non aver visto, farebbe una figuraccia. Il codice etico? Ma semmai gli fanno saltare una partita, mica non lo convoca in Nazionale…anche perchè sennò non dovrebbe convocare nessuno. Un altro attaccante alla Roma il prossimo anno serve, uno solo non può bastare. Ne serve un’altro, e pure bravo”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “L’episodio di Destro? L’arbitro non l’ha visto, non l’ha visto! L’arbitro dovrà dire la verità, e cioè che non ha visto e che ha ammonito il giocatore sbagliato. Ieri al 90′ alla Juventus non è stato dato un rigore incredibile, Tevez era infuriato. Questa è una squadra che non concede nemmeno le briciole”. 

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Non capisco perchè si debba usare la prova tv con Destro. Sarebbe un dover ammettere che serve la moviola in campo. La prova tv si applica quando l’arbitro non vede. In questo caso si sconfessa clamorosamente questa norma. Perchè? Perchè lo chiedono a gran voce certi giornali. Questa Roma un po’ disturba, rompe le palle, perchè non fa celebrare lo scudetto della Juve, che sarebbe dovuto arrivare con largo anticipo visto che ci sono i Mondiali e non si vogliono stressare troppo i calciatori. A questo punto spero che qualcuno della Roma si inca**i.”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Le immagini della manata di Destro sono state vivisezionate più dell’omicidio di Kennedy. La Roma dovrebbe dire basta, anche a livello mediatico. Bisogna far qualcosa a un certo punto”. 

(CONTINUA…)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome