ON AIR – FERRETTI: “Delio Rossi se la giocherà sui nervi”, CERBONI: “Con lui davanti, Ljajic potrebbe esaltarsi”, MAIDA: “Nessun turn-over domani”, BALZANI: “Garcia come Conte”

1
634

onair
GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Pino Cerboni (Centro Suono Sport): “La Roma fa il suo gioco a prescindere dal gioco degli avversari. Il fatto che abbia segnato solo nel secondo tempo è un caso. Turn-over? Non capisco perchè, la Roma non ha nemmeno le coppe, non credo che Garcia lo farà. Io continuerei su questa strada, bisogna battere il ferro finchè è caldo. Il gol di Balzaretti? Lui non è uno che segna tanto, mi è piaciuto come ha reagito, altri avrebbero mostrato l’orecchio dopo tutte quelle critiche. Spero che torni il terzino che era, quello che ha guadagnato la nazionale. Ljajic deve trovare continuità, è un giocatore molto umorale, dovuto anche alla sua età. La personalità e i numeri non gli mancano: chissà che domani davanti al suo fustigatore Delio Rossi non si esalti”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Non dimentichiamoci quello che ha combinato l’anno scorso Delio Rossi, i suoi cenni verso il pubblico. Io credo che lui cercherà di non buttare la partita sul piano propriamente tecnico, perchè se la mettono sulla tecnica perdono sicuro. Cercherà di giocarsela più dal punto di vista fisico e nervoso, chiamando a raccolta il proprio pubblico”

Francesco Balzani (Centro Suono Sport)“Oggi ennesima conferenza stampa di Garcia senza alcuna sbavatura. Mi è piaciuto tantissimo. Difende la squadra e il suo operato senza esaltare niente e nessuno. Lui ha capito tante cose di Roma e della Roma che in molti allenatori non hanno capito. De Rossi bene oggi ma a me era piaciuto anche con Luis Enrique. Solo l’anno scorso è andato sotto ai suoi livelli, ma ha sofferto anche la contrapposizione con Tachtsidis. Garcia sta facendo il lavoro di Conte, bravo a livello di testa e di motivazioni, e questo serve molto ad una squadra di alto livello”

Enrico Maida (Rete Sport)“Un turn-over domani mi sorprenderebbe. Secondo me Garcia si affida ormai all’undici che fin qui gli ha dato grandi soddisfazioni oltre a quelli entrati dopo. I laziali? Io li vedo in giro e sono dispiaciuti di aver perso questo derby. Non capisco, però, perchè sono entrati a partita iniziata. Lo trovo inquietante”

Federico Nisii (Tele Radio Stereo)“Siamo già proiettati alla Sampdoria. Concentratissimo Rudi Garcia e la squadra. Oggi qualcosa di particolare è stato provato anche se sono sempre prove. Oggi è stato provato Borriello con Florenzi e Gervinho e non Pjanic ma Marquinho. Se c’è un aspetto che mi piace di quest’uomo è la chiarezza sfrontata nel far capire la naturalezza delle sue considerazioni, non fa pretattica inutile. Credo che lui punti a battere il ferro finchè è caldo con la formazione tipo e poi con il Bologna all’Olimpico penserebbe a fare le barricate nell’area di rigore. Con la Samp credo che vedremo una Roma con un marchio di fabbrica di queste prime quattro giornate”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Questa è una squadra che può andare avanti, perchè i giocatori stimano l’allenatore. A me la Juve non mi sembra quella dell’anno scorso, resta una squadra forte, ma vincere tre anni di seguito è tosta. Sento dire in giro che la Roma gioca solo venti minuti, che sciocchezza. Certe cose le possono fare solo il Barcellona o il Real Madrid, ma in serie A non si possono fare cose simili. Capisco l’odio che c’è verso questa squadra, perchè una cazzata così non si può dire. Ancora continuano a dire che quando incontreremo squadre forti le cose cambieranno. Intanto abbiamo incontrato la Lazio e gli abbiamo fatto un secchio così’. La Roma è tornata a fare innamorare il pubblico e noi dobbiamo sostenerla: sono sicuro che continuerà a vincere”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “So che qualcuno ha fatto notare a Garcia che potrebbe essere il primo tecnico della storia della Roma a vincere le prime cinque partite del campionato di serie A. La Roma aveva bisogno del cuoco che sapesse miscelare gli ingredienti nel modo giusto, e Garcia ha dimostrato di essere l’uomo giusto da questo punto di vista”

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “Molti dicono che è un bene rigiocare subito, io invece avrei aspettato un po’, perchè magari c’è un po’ di rilassamento e c’è bisogno di tempo per ricaricare le pile. Questo potrebbe essere un rischio per domani sera”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Nella Roma funziona tutto, è una squadra compatta ed esperta. Mi sembra un po’ scarna in attacco, a meno che non recupera Borriello è un poì leggerina. E’ una squadra molto pratica, è perfetto per il campionato italiano.”

Max Leggeri (Radio Manà Sport): Dopo aver giocato contro squadrette, domani arriva la Sampdoria che ha un allenatore molto antipatico in panchina e motiverà i suoi ragazzi.  Storicamente Marassi non è un campo benevolo nei nostri confronti: se vinciamo anche a Genova, i se e i ma devono lasciar spazio alle convinzioni“.

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Contro la Lazio, dopo aver fatto il gol dell’uno a zero, la Roma ha giocato ancora più avanti. Vedevo Balzaretti e Maicon sempre molto alti. La Roma non ha lasciato fiato alla Lazio, questo mi sembra molto importante, è un grande cambio di mentalità. Ora c’è la Samp e bisogna vedere se Garcia deciderà di fare turn-over. Sono sicuro che Delio Rossi giocherà per fare un punto, fermare la Roma che ha sempre vinto sarebbe un ottimo risultato. Io penso che la Roma abbia speso più dal punto di vista nervoso che da quello fisico. Un solo gol subito da Inter e Roma ti fa capire che lavoro incredibile stanno facendo Mazzarri e Garcia. E’ la dimostrazione che non servono anni per costruire un gioco, soprattutto difensivo”

Roberto Renga (Radio Radio):Napoli e Roma in testa al campionato è un bel segnale. Ormai le sette sorelle sono diventate cinque, anche se credo che la Lazio potrà rientrare nel giro. Io penso che Garcia sia l’elemento nuovo nella Roma. E’ un signore con i piedi per terra: è arrivato e ha capito cosa stava succedendo, e cioè che c’era una squadra depressa e ha fatto gruppo. Poi ha capito che era troppo giovane e ha messo gente esperta, ha capito che prendeva troppi gol, e ha rivisto la fase difensiva. Io penso che questo cambiamento sia attribuibile più a Garcia che non a Sabatini. Lui per esempio ha voluto il portiere esperto. Poi c’è la mossa tattica, quella di aspettare il secondo tempo per giocare davvero. Bisognerà però vedere se sarà sempre così e cosa succederà quando la Roma dovrà affrontare le big del campionato.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Juve e Inter hanno gli stessi punti di Roma e Napoli, perchè si sono incontrate tra di loro. Perciò vorrei smorzare l’entusiasmo. La Roma mi ha colpito positivamente, non mi aspettavo questi livelli. Di Benatia e Maicon ero sicuro, l’ho sempre detto in tempi non sospetti. Ho dei dubbi sulla fase offensiva. L’allenatore è bravo e concreto, non posso però ancora dire se è un grande allenatore. La Roma gioca venti minuti a partita, ma lo fa in modo devastante.”

(Continua…)

Articolo precedenteSAMPDORIA – ROMA: dove vederla, probabili formazioni, pronostico e quote
Articolo successivoJosé Angel: “Alla Roma mi sentivo solo dopo l’addio di Luis Enrique”

1 commento

  1. Quello che ha detto Furio Focolari non si commenta”“Juve e Inter hanno gli stessi punti di Roma e Napoli, perchè si sono incontrate tra di loro. Perciò vorrei smorzare l’entusiasmo.etc. etc.” La Roma non ha mai perso,quindi non è che Juve e Inter potevano avere più punti della Magggica. Poi se si sono incontrate tra loro o hanno pareggiato o una delle due ha vinto almeno penso che sia cosi oppure hanno dato i 3 punti a tutte e due.Pure giornalista te definisci………Mahhhhhhhhhh

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome