ON AIR – GALOPERIA: “Ancora oggi firmerei per il terzo posto”, TRANI: “Preoccupato per Benatia”, FOCOLARI: “Destro non è al livello della Nazionale”, VALDISERRI: “No a Kuzmanovic, meglio Pereira”

0
515

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!  

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Io non capisco quando in tv e sui giornali parlano di Roma in calo. Contro il Sassuolo, gran bella squadretta che pensavo meno catanecciara, la Roma non ha giocata male. E’ stata sfortunata. E’ bello vedere che gli avversrai vengono a giocare contro la Roma temendola come poche. Nonostante la Roma sia ancora prima in classifica, firmerei per il terzo posto”

Luca Valdiserri (ReteSport): “Ieri non ho visto la nazionale perchè mi interessa poco in generale, niente quando ci sono le amichevoli. Vedo in giro tanta voglia di Inter. I media stanno spingendo tantissimo questo Thoir, che non è uno sceicco, anzì, la sua impostazione societaria sarà molto simile a quella imposta da Pallotta. A gennaio spero che si intervenga prendendo due tre giocatori utili a puntellare la rosa. Serve almeno un centrale di difesa e un centrocampista duttile per gennaio. Almeno un centrale di difesa e un centrocampista duttile va preso a gennaio. No allo scambio Marquinho-Kuzmanovic, al limite dall’Inter prenderei Alvaro Pereira”

Furio Focolari (Radio Radio): “Per la Nazionale proprio non ci spero in Destro: nella Roma di Zeman non giocava, era una riserva. Non è al livello della Nazionale, in questo senso spero in Totti”.

Massimiliano Magni (Rete Sport): “La parabola di Burdisso alla Roma è giunta alla conclusione: è bene lasciarsi nel momento migliore, quando si perde qualche colpo ma quando c’è ancora l’amore. C’è affetto tra Burdisso e i tifosi, esporlo a brutte figure incrinerebbe il rapporto”

Ugo Trani (Rete Sport): “Burdisso? La sua intervista mi è piaciuta. Penso che se ha deciso di andare via questo è il momento giusto, perchè la gente ancora lo ama e lo acclama. Sono invece preoccupato per Benatia. Ieri il marocchino ha detto che non sa se sarà convocato per la prossima sfida interna contro il Cagliari. Ora, una domanda mi viene spontanea: perchè ad ogni infortunio di un giocatore della Roma i tempi di recupero indicati sono sempre di gran lunga più corti di quelli poi effettivi?. Possibile che c’è qualcuno che sbaglia la diagnosi ogni volta?”.

Tiziano Carmellini (Radio Manà Manà Sport): “Le parole di Burdisso mi sembrano parte di un’intervista un pò “trattenuta”. Lui chiaramente non è felice avendo la consapevolezza che non ha spazio per giocare. Per quanto mi riguarda spero che Garcia dia spazio ai giovani difensori che abbiamo!”.

Fabio Maccheroni  (Radio Manà Manà Sport): “La Roma ha bisogno di soluzioni tattiche con il rientro di Destro, abbiamo un’arma in più. Si recuperano due giocatori di movimento come il ragazzo marchigiano e Gervinho. Garcia dovrà studiare bene le soluzioni onde evitare dubbi tattici, ma lo ripeto, tutto ciò può e deve rappresentare solo una risorsa”.

 

Articolo precedenteViviani erede di Pirlo in azzurro, ma fuori in B
Articolo successivoStrootman: “Per qualcuno prima era incomprensibile che fossi costato tanto…”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome