ON AIR – PETRUCCI: “La Samp giocherà la partita della vita”, PRUZZO: “Troppo divario tra le due squadre”, RENGA: “Borriello si, ma con Totti”, CARINA: “Pjanic non giocherà”

0
507

onair
GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo):“Se i giocatori della Roma pensano che vinto il derby hanno fatto tutto, sono degli stupidi. Lo ha ricordato ieri Garcia, adesso viene il difficile. Noi facciamo tanti discorsi ipotetici perchè non sappiamo bene come lavora Garcia con la squadra. Neanche noi li conosciamo bene attraverso il lavoro svolto all’interno dello spogliatoio. L’adrenalina che ti coinvolge in un derby è diversa dalle altre. Stasera sarà l’ennesima scoperta di una Roma ancora tutta da capire”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Questa estate, quando c’era il ballottaggio Mazzarri-Allegri per la panchina della Roma, non avevo dubbi. Ero un mazzarriano convinto, ma adesso tra lui e Garcia ci penserei.”

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “Secondo me ad uscire oggi non sarà Totti, ma Ljajic e Gervinho. Il tridente d’attacco potrebbe essere Totti-Borriello-Florenzi”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Io più che di Delio Rossi o della qualità della Samp, mi preoccupa la situazione generale: loro cercheranno di giocarsi la partita della vita. Mi preoccupa la cabala, la legge dei grandi numeri. La differenza tecnica invece è spaventosa ed è rimarcata dalla classifica, ma non sempre chi è più forte vince. Turn-over? Io non mi aspetto grandi cambiamenti, magari andrà fatto domenica contro il Bologna che è la terza partita consecutiva ed è forse più semplice”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Al pronti via, Garcia potrebbe già entrare nella storia della Roma. Nè Liedholm nè Spalletti sono riusciti in questa impresa. Stasera c’è la possibilità di vincere, ma la Samp, anche se è una squadra scarsa, ce la metterà tutta”

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “Garcia ha capito che se la Roma non avrà rilassamenti, alla lunga si noterà la differenza di valore tra le due squadre in campo. Se la Roma capirà questo dall’inizio e lascerà sfogare la Samp che di sicuro partirà forte, non dico che la porti a casa facilmente, ma sarà tutto molto più semplice”

Roberto Pruzzo (Radio Radio):La Roma è in un momento positivo, può vincere le prossime due partite e battere il suo record storico. La Samp? Gabbiadini è un giocatore importante, ma la squadra è in grande difficoltà. La Roma è favorita, c’è troppo divario tra le due squadre, ma vincere cinque partite di seguito in serie A non è mai facile”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “E’ una prova importante per la Roma, perchè gioca due partite ravvicinate e contro un avversario che ha bisogno di punti. Eppoi ha ragione Garcia, c’è il pericolo che qualcuno sia ancora sintonizzato sulla vittoria nel derby. Tutti motivi che rendono molto interessante questa partita.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Borriello al posto di Totti? Non ci credo. La Roma non ha le coppe, perchè deve fare il turn-over? Siamo solo alla quinta giornata. Piuttosto penso alla staffetta, metti Totti e se vedi che è stanco, nel corso della partita lo cambi. Garcia è uno sveglio, non è mica uno stupido. Borriello per me dovrebbe giocare sempre, ma non al posto di Totti”

Furio Focolari (Radio Radio): “Garcia a Totti non lo leva, il turn-over lo farà domenica contro il Bologna. Sulla carta stasera non c’è partita, la Roma è troppo più forte di questa Sampdoria. Ho parlato con Delio Rossi, e lui è molto preoccupato: da quanto ho capito lui sa che questa è la squadra più scarsa che abbia mai allenato”.

Stefano Carina (Radio Radio):Pjanic non sta benissimo, per me non giocherà stasera. Al suo posto scalerà Florenzi, con un tridente formato da Totti-Borriello-Ljajic. La Samp è una squadra priva di qualità, ha una mediana da mettersi le mani nei capelli. Un centrocampo più scarso del loro è difficile da trovare in serie A. C’è però Delio Rossi che sa preparare molto bene le partite e quando vede la Roma si esalta sempre”

(Continua…)

 

Articolo precedenteRoma e Napoli, quando cambiare premia: via Lamela e Cavani, ma la classifica sorride
Articolo successivoAg. Dodò: “Sta benissimo a Roma, avrà la sua occasione”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome