ON AIR – PETRUCCI: «I ‘diversamente romanisti’ sono tornati», VALDISERRI: «Occhio all’infortunio di Benatia», FOCOLARI: «Gervinho senza Totti sarà meno dirompente», MELLI: «Il Cagliari può fare male. E Daniele Conti…»

0
469

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento! 

David Rossi ( Tele Radio Stereo ) : “Spero veramente che si possa riconquistare un po’ di tranquillità dopo gli ultimi due pareggi. Serve serenità, non è tutto da buttare. La Roma può superare qualsiasi ostacolo se scende in campo con la voglia che ha messo nelle prime partite. Dobbiamo evitare di venir risucchiati, e non aggrapparci alle probabili assenze di De Rossi e Benatia. Il Cagliari può vincere contro chiunque e perdere contro chiunque..è molto ostica. Pinilla mi preoccupa, quando è in giornata, così come Ibarbo.”

Roberto Renga (Radio Radio): “La sosta non ha fatto bene alla Roma, ma benissimo. E’ servita per far ricare le batterie che forse qualcuno aveva scariche. Garcia ha potuto recuperare alcuni infortunati, e ha avuto tempo di studiare schemi e idee per sopperire all’assenza di Totti. Poi però c’è il mistero Ljajic, che sembra più un giocatore da partita in corsa.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Gervinho mi sembra una freccia ma nell’arco di Totti, e senza di lui penso sarà meno dirompente. Sulla carta quella con il Cagliari è una partita abbordabile, la Roma non è in crisi. Come si fa a parlare di crisi per una squadra che è ancora imbattuta? E’ normale che ci sia una leggera flessione, nemmeno il Barcellona di Cruyff poteva vincerle tutte. Questa con il Cagliari è una partita che arriva comoda per dimostrare che la Roma non è in crisi. Il Cagliari fra l’altro ha due assenze pesantissime, quelle di Agazzi e Nainggolan”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Mi aspetto uan ripresa della Roma dopo i due pari. Credo che questa pausa sia servita a scaricare la tensione di aver perso questi punti di vantaggio.”

Franco Melli (Radio Radio): “Non ho avuto la sensazione che la Roma fosse a corto di fiato. E’ diminuita la pericolosità offensiva e perchè gli episodi gli sono andati nel verso sbagliato. Il problema è tornare a vincere con la maggiore disinvolutra possibile, e da questo punto di vista quella con il Cagliari è una partita delicata. E’ una squadra strana, che può farti male, e con quel Daniele Conti che alla Roma ha sempre segnato… Si è passati da una situazione da favola, a una meno grande e più prosaica”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo):Oltre agli errori dell’arbitro, mi preoccupa il fatto che le squadre avversarie sono quasi contente di perdere con la Juve. E invece quando giocano dalla Roma sputano sangue. Roma – Cagliari sarà una partita difficilissima, che i giallorossi affronteranno da secondi in classifica perchè la Juve a Livorno vince facile, manco portano il pallone… Dopo Roma Sassuolo hanno ripreso fiato tutti, anche i diversamente romanisti, sono riusciti a galla. Ieri su certi giornali la Roma sembrava un supermercato: partono tutti, Strootman Benatia, Pjanic…Se la Roma vince il Campionato, che fa, smobilita?”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo):La Roma ha le sue responsabilità ma non colpe, e andare giù con la critica dopo il pari con il Sassuolo sarebbe inappropriato. Caprari al posto di Pjanic l’abbiamo visto tutti e tutti abbiamo pensato, “Mister, che fai?”. Ma con quattro secondi di partita in meno quella gara l’avresti vinta, e avremmo scritto che saremmo riusciti anche grazie a Caprari che aveva portato vivacità. Succede sempre così”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “L’importante è che Rudi Garcia riesca a mantenere alta l’attenzione dei suoi ragazzi, perchè quella contro il Cagliari è una partita da vincere. Lo era anche quella contro il Sassuolo, ma la Roma c’ha provato e non ha sbracato con il Sassuolo”.

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Un po’ dispiace che Jedvaj e Romagnoli non abbiano trovato spazio nonostante l’assenza di Benatia e Castan. Bisogna però anche vedere come si allenano, con quale costanza. Sugli allenamenti di Burdisso credo che da quindici anni non ci siano dubbi. Strootman centrale al posto di De Rossi? Nell’under 21 olandese lo faceva, perciò non vedo problemi. Occhio invece al problema al polpaccio di Benatia: bisogna stare attenti, perchè una lesione al polpaccio ti tiene fuori a lungo. Roma – Cagliari sarà una partita difficile, da affrontare al 100%. Speriamo che la Roma abbia la testa giusta e quel pizzico di fortuna in più che col Sassuolo è mancata”.

(Continua…)

 

 

Articolo precedenteRoma su Sandro, le voci si susseguono
Articolo successivoDe Rossi si allena su un tappeto antigravitazionale sviluppato dalla NASA

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome