“ON AIR!” – TRANI: “C’è una grande offerta del Milan per Zaniolo”, MAGNI: “Le parole del suo agente volgari e irrispettose”, CORSI: “Mkhitaryan meglio di Isco, preferisco uno vivo”, CARINA: “Neves? Solo una suggestione”

32
1213

ÀULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Ugo Trani (Centro Suono Sport): “Per quanto riguarda il mercato in uscita, ed è una cosa vera, c’ è una grande offerta del Milan per Zaniolo. So anche quanto offrono alla Roma ma non posso dirlo. C’è un giocatore di mezzo, un giocatore di centrocampo, ma non posso dire niente fin quando non verrà ufficializzata a Mourinho e a tutti gli altri. Il Milan aveva offerto qualche giorno fa Saelemaekers ma la Roma ha detto di no. I soldi? Tra i 28 e i 35 milioni, poi dipende dal giocatore che avrà comunque una valutazione tra i 20-22 milioni. La valutazione totale sarà intorno ai 60, quella che vuole la Roma. Isco? Lui è peggio di Pastore, per cui attenzione a Isco. Alla Roma servono giocatori come De Paul, anche se non è un parametro zero. E’ però un calciatore con grinta, classe ed età”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport): “”Differentemente da quello che si dice a Milano a me risulta che ci sia qualche speranza che Mkhitaryan possa rimanere alla Roma, il fatto che lui stia trattando lascia una spirale aperta ad una sua eventuale permanenza. Su Senesi se n’è parlato ieri, c’è stato un riavvicinamento tra le parti anche se c’è ancora differenza tra domanda e potenziale offerta, detto ciò è un giocatore che piace molto a Mourinho anche perché eventualmente per un ritorno alla difesa a 4 lui e Smalling formerebbero una bella coppia centrale. La Roma secondo me farà un acquisto da 40 milioni circa ma non sarà Bremer, questa cifra verrà investita non per un difensore centrale ma in altri reparti. A centrocampo i primi della lista del mister sono Douglas Luiz e Ruben Neves…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Isco è stato un top player, ma ad adesso io preferisco Mkhitaryan allo spagnolo. Io preferisco sempre uno vivo a uno che non c’è più. Pedro ha avuto problemi con Fonseca, quest’anno ha fatto bene. E’ un ex giocatore, ma non è che è venuto a morire qua in Italia. Isco è un bel giocatore, ma lo è ancora? Questo è il problema: lui non la prende più, non gioca più. Se poi con Mourinho ritrova la voglia di giocare, la verve, se è vivo, Isco è buono eh… Pastore tecnicamente la incarta a duemila giocatori, ma non si reggeva in piedi, girava con l’ossigeno appresso. Isco sta come Pastore? Perchè il discorso è tutto qua…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Io avverto un po’ di stanca sul mercato, ma non bisogna avere fretta, è appena passata una settimana… Ma quando sento dire al procuratore di Zaniolo che l’interesse del Milan è una bellissima notizia, sono quelle cose che mi fanno dire: “Lo sai che c’è, portatevelo via, levatemelo di mezzo“. Ma come ti permetti di dire una cosa del genere, ma come ti permetti? “E’ una bellissima notizia”…ma vaffan…A me queste cose mi fanno uscire di testa, sono una mancanza di rispetto, di riguardo, sono una sciatteria, una volgarità… E purtroppo ti mettono di traverso anche nei confronti del calciatore, perchè comunque il procuratore ti rappresenta…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Le parole dell’agente di Zaniolo? Io penso che sia una cosa concordata col giocatore, non penso che il procuratore agisce per conto suo senza sapere la volontà del calciatore, e se ha detto una frase del genere vuol dire che rispecchia il loro pensiero al momento. Che ci sia questo reciproco interesse tra Milan e Zaniolo forse non è nemmeno una notizia, ma poi devono verificarsi le condizioni. Se lo vogliono non è che possono presentarsi con 20 milioni e Saelemaekers… La Roma ha una alta valutazione di Zaniolo, e se lui vuole andare al Milan devono dargli quello che la Roma chiede…A me se viene il Milan, io gli chiederei 80 milioni per Zaniolo, che è la richiesta iniziale della Roma. Tra i giocatori prendibili del Milan io chiederei Bennacer, e 50 milioni. Oppure un altro che alla Roma potrebbe essere utile è Rebic come primo cambio per l’attacco…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Non vedo più eccellenze nel nostro calcio, non ci sono giocatori lontanamente paragonabili a Totti, Buffon, Cannavaro, Pirlo, Del Piero… A parte Donnarumma, Verratti, Spinazzola e forse Zaniolo, non vedo grandi cose. Ero sicuro che questo lasciar comprare solo stranieri avrebbe portato alla fine della nazionale. Le prossime partite di Nations League le vedo molto male… Mkhitaryan? Alla vecchia macchina ci tieni fino a quando non ti arriva la nuova. Ma molto dipende da che macchina nuova ti compri. Dipende da qual è l’asticella, il discorso è sempre lì. Sento parlare di Neves, che è ottimo. Il Il Wolverhampton, squadra di seconda o terza fascia del campionato inglese, ha due centrocampisti centrali come Moutinho e Neves, due giocatori che noi faremmo carte false per averne uno…ne vogliamo parlare?…”

Stefano Carina (Radio Radio): “La Roma per Zaniolo chiede 60 milioni, e allora il giocatore pretende uno stipendio adeguato a quel prezzo, altrimenti va a scadenza. E’ questo il ragionamento che fa il procuratore… Gli obiettivi della Roma sono abbastanza noti. Innanzitutto bisogna vedere come finirà la questione Mkhitaryan, la Roma potrebbe prendere un giocatore simile per esperienza come Isco, avvicinabile grazie al Decreto Crescita. Ma l’obiettivo è il grande regista: Ruben Neves secondo me è una pista molto difficile, è una suggestione, vale 50 milioni ed è nel mirino del Barcellona. Più avvicinabile Douglas Luiz. A destra si fa il nome di Celik, mentre in attacco se dovesse restare Zaniolo potrebbe arrivare Farias, altrimenti è Guedes l’obiettivo. Si è invece raffreddata la pista del centrale difensivo, a meno che non arrivino offerte per Ibanez…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma chiede 60 milioni per Zaniolo? Ancora con questa storia…Ma ragazzi, secondo voi c’è qualcuno che glieli dà 60 milioni per Zaniolo?…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Penso che la Roma si debba rinforzare, necessità di 4-5 giocatori, e se cominci a perdere Mikhitaryan e pure Zaniolo, ma come fai. Così non andresti bene, perchè poi devi trovare giocatori migliori di quelli che hai. Su Zaniolo io penso che un compromesso si può trovare, due anni di contratto non sono pochi e non puoi sederti col coltello dalla parte del tavolo, secondo me non ci si può sedere proprio al tavolo. Secondo me un altro anno alla Roma può essere una soluzione… A centrocampo non c’è più Oliveira, Mkhitaryan rischi di perderlo, Veretout è in partenza…ti resta un solo giocatore, che è Cristante…”

Xavier Iacobelli (Radio Radio): “Questa è una Roma che non può che crescere alla luce del lavoro fatto da Mourinho e dei risultati ottenuti in stagione. Su Zaniolo, bisogna vedere se e come arriverà un’offerta concreta. Un’altra stagione in maglia giallorossa certamente risulterebbe molto opportuna per un giocatore molto importante sia per la Roma che per la Nazionale…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La questione è tra Zaniolo e la Roma e per ora i giallorossi non stanno mettendo fretta al giocatore di rinnovare il contratto. La sensazione che la Roma non sia convinta del giocatore ce l’abbiamo noi e ce l’ha anche Nicolò. Il Milan è interessato e nei prossimi giorni potrebbe mettere sul tavolo proposte più convincenti per Zaniolo…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteCoppa Italia 2022-2023, pubblicato il tabellone: ecco le possibili avversarie della Roma
Articolo successivoZaniolo, Milan pronto al rilancio e le possibili contropartite per far cedere la Roma: le ultime

32 Commenti

  1. Spendiamo altre due parole, serie, su Paolo Bargiggia.

    Parliamo di quello che si era proposto come DS dell’Inter, quello dello scoop degli arabi con 1 miliardo e mezzo per rilevare la Roma, quello da cui perfino Mediaset ha dovuto prendere le distanze, dopo l’ennesimo schizzo (in quel caso in odor di razzismo). Del resto, vai a vedere che scrive per “Il Primato Nazionale”, e già capisci che aria tira…
    Di Paolo dicono che è uno senza peli sulla lingua, attributo che in genere figura come la classica scusa per le persone maleducate. Siccome non possiede stile, è incapace di dire quello che pensa con la classe di un Marino Bartoletti. Significa, per uno che campa di parole, che non sa fare bene il suo mestiere.
    Del resto lo spessore umano del soggetto è quello che è: attacca Mourinho da due minuti dopo il suo annuncio alla Roma, a fine stagione José vince e il suddetto giornalista è incapace di dire: “scusate, mi sono sbagliato”. Anzi, al pari di bambino di sette anni, rilancia con la Coppa Terzo Mondo.
    Io penso che sia brutto vivere di astio e invidia.

    Comunque, il nostro Tosatti con la barba dice che la Roma ha vinto la coppa del Terzo Mondo. Vorrei allora chiedergli il nome della coppa vinta quest’anno dall’Inter, che per alzarla ha fatto 5, (dico 5!) partite distribuite in questo modo:
    – l’ottavo rischiando di andare fuori contro il Vitesse, pardon, contro l’Empoli.
    – il quarto contro la squadra che ha vinto la Coppa del Terzo Mondo.
    – le semifinali contro il Milan 45esimo nel ranking Uefa (dietro Feyenoord e OL)
    – la finale contro una squadra eliminata dal Villareal in coppa.

    Ecco, nel 1992 Paolo Bargiggia si occupava di fantacalcio, per campare. Forse avrebbe dovuto continuare.

    • Purtroppo è l’arroganza di posizione.
      Qualcuno mi ha dato spazio in un giornale o in una radio? E io ne approfitto, faccio quel che mi pare, tanto nessuno può toccarmi.
      Spesso poi è gentaccia che volutamente aizza il pubblico. In questo caso, gli indaisti la cui coppa vinta penso sembri un po’ come il gamberetto di Zaniolo rispetto alla Conference League Cup. Bisogna rincuorarli, e un sistema è deprezzare i trofei altrui. Stesso metodo dei depressi sbiaditi.
      Un minimo di barlume dovrebbe spingere a raffrontare le quattro finaliste della Coppa del Terzo Mondo e di quella del Secondo Mondo, ma è esigere troppo, certo, poi se c’è la malafede… Roma e Feyenoord sono da meno rispetto ad Eintracht e Rangers? Secondo me, in uno scontro diretto, se le sarebbero magnate.
      Naturalmente è la mia personale opinione, scritta civilmente su un forum e non berciata maleducatamente in qualche studio televisivo.

    • Risposta eccellente e…….. senza un un filo di maleducazione. Complimenti!!! Possiamo dire che la vittoria della Roma ha dato veramente fastidio….. Ce ne faremo una ragione!!!!

    • Devi capirlo,fascio bargiggia,a forza di usar la stessa coca del figlio, s’è bruciato il quarto di neurone che aveva negli anni ottanta…

    • Idi, hai colto nel segno. Aggiungo solo una cosa. E cioè che, purtroppo, questa brutta propaganda (perché altro non è), fatta mille volte peggio di come veniva fatta anni fa anche dai giornalisti che hai citato tu, dai e dai ha fatto breccia anche fra i nostri. Finché non l’abbiamo vinta, questa “coppetta”, quanto siamo stati a dibattere e a discutere di quanto erano “meglio” quelle meravigliose semifinali perse col pallottoliere a favore degli avversari, piuttosto che vincere la Conference… Vuoi mettere, un bel 5-2 o 6-1 con risate generali di tutta Europa, piuttosto che alzare al cielo un trofeo europeo che alla Roma mancava dal 1961?… Poi ovvio, la vittoria, la meravigliosa onda giallorossa che ha invaso Roma, insomma i fatti nudi e crudi, quindi tutti (forzatamente) muti: ma questo genere di argomentazione (idiota: tu lo hai spiegato benissimo il perché di ciò) fa capolino appena possibile. C’è gente che non si è “arresa”, ovviamente fra questi propagandisti e “giornalisti” da strapazzo, ma purtroppo anche fra una minoranza dei nostri. È doloroso dirlo, ma è così.

    • Bar Lume e Bar Giggia stanno vicino a Tabarlotto, fra Torpigna e Quadraro?
      ieri parlavo con un milanista su fb. cercavo di spiegargli il mio punto di vista, dato che loro so ancora convinti di aver vinto uno scudetto non solo meritato, ma meritato a maggior ragione, dati i torti arbitrali subiti.
      ho evitato di partire dai regali contro di noi, in fondo è una persona onesta. parlare con una mattonella da più soddisfazione intellettuale, ma è onesto.
      quindi ho cercato di fargli capire che non puoi giudicare un arbitraggio dai soli episodi var. i soliti discorsi: se una squadra può picchiare e senza ammonizioni, è favorita; se una squadra ad ogni possibile fuorigioco, viene fermata, e non si lascia finire l’azione come da regolamento, è sfavorita, e ste cose che al var non ci vanno.
      poi iniziamo a parlare dei Roma-milan, e lui per dimostrarmi che non è vero che gli episodi erano stati giudicati a loro favore, che fa? mi posta un articolo di commento al var, dove c’è la foto che mostra Theo Hernandez con due mani al collo di Karsdorp, che non prende nemmeno il giallo.
      so così… abbiamo sbagliato noi a cercare di correggere la Gallia cisalpina, ci dovevamo fermare ad Aretium, e ripartire direttamente da Massilia, verso Tarraco.

  2. Si focolazzo

    Nik è un grande campione….

    Sono 80mln più bonus

    Ma se resta sarebbe perfetto

    Forza grande Roma ale’

  3. A Carina…… il buon Zaniolo ha percepito 2 anni di contratto a 2.8 se non sbaglio senza giocare e quest anno tolto qualche partita non mi sembrava il giocatore devastante di 3 anni fà dove la gente se la portava a spasso per il campo tipo bud spencer , quindi glieli darei 5 all anno se me restituisce i due anni AGGRATISSE , magari questi giocatori dovrebbero pensare anche a cio che danno o hanno dato alla squadra prima di chiedere , quindi se la roma chiede 60mi mi sembra giusto ad esempio Leao che vale secondo il milan 70 milioni prende 1.8 adesso lo potrebbero portare a 3.8 milioni ditemi perche zaniolo dovrebbe prendere 5 milioni

    • L’anno dell’infortunio in nazionale, come quello di Spinazzola, credo li abbia rimborsati la figc.

  4. Io vorrei veramente sapere come fanno le valutazioni su zaniolo…. 25 del Milan sono congrui… 🤣😂🤔😡🤮…
    Poi arriva er scarna de turno e te dice 60 🤣😂🤔😡🤮
    Poi so 80……ma diventano 50 con bennacer 🤣😂🤔😡🤮….

    Tutti che dicono che zaniolo 💛❤️sarà venduto
    Che la ROMA 💛❤️non lo vuole…. Che a mou je sta sulle ⚽⚽…

    P. S. Ciò che oggi dice è solo oggi… Sono d’accordo con il magni….
    Vojo che prendano a calci nel c…. Il procuratore svigorselli…. 😡🤮😡🤮

  5. In pratica per i santoni qui delle radio abbiamo venduto mezza rosa a rivali strisciati per due noccioline e quattro patatine, e abbiamo sostituito questi calciatori con dei cacciaviti pagandoli a peso d’oro.
    Quello poi che mi tira fuori Rebic come sostituito di Zaniolo. Perché non vendere Abraham a 4€ e prendiamo nuovamente Destro dando 40/45 milioni?
    Il male della Roma proprio.

  6. Il tempo ci dirà se zaniolo festeggiava così animatamente sul bus scoperto per la conference o per la sua futura cessione…. non mi fido di nessuno!

  7. FocoLazio come al solito non ha capito un cazio. Per Zaniolo chiedono 60 milioni e ti dirò, o FocoLazio, anche in più una partita tecnica (leggi 60 + un giocatore) indovina perché? Fai un piccolo sforzo e usa quella capocchia di spillo che chiami cervello. Ti aiuto io : forse che? Vuoi vedere che non hanno tutta sta voglia di cederlo? Vuoi vedere che se lo cedono je devono portare un baule di soldi e je li devono fa’ porta’ da un Bennacer mica da un Salamelek. Tanti saluti FocoLazio a te e Baciccia

  8. D’accordo con chi sostiene che le parole dell’agente di Zaniolo siano volgari e irrispettose.
    Il giocatore è di proprietà dell’AS Roma, contratto in scadenza 2024, club che lo ha sostenuto e atteso due stagioni per i noti brutti infortuni.
    Per me la Società dovrebbe tenere Zaniolo perchè è un potenziale Campione che ci ritroviamo già in casa, altrimenti scottato dal recente passato il timore che siano arrivati altri a vendere frutta ci sarebbe. Dovrebbe trovare il modo di toglierlo dal mercato e stop.
    Se invece l’AS Roma realmente non fosse convinta del calciatore, allora non la tirassero per le lunghe e ponessero fine allo stillicidio vendendolo e portando un Campione VERO il giorno stesso.
    Altrimenti ti indebolisci e ridai fiato agli apostoli dell’ortofrutta.

    • Zaniolo ha avuto due infortuni importanti ed è meglio non rischiare la sorte, se qualcuno è disposto a pagare cash 60 milioni lo venderei immediatamente.

  9. Non capirò mai perché certi giocatori non vanno bene a Roma e altrove si….se so richiesti vuol dire che valhpnp e allora devo tenerlo.io

  10. Ieri un idiota sbiadito che si definisce “il santo”…. su youtube ha definito la conferenze un “porta crisantemi” e che dopo il 26 maggio noi siamo morti… la REALTA’ è un’altra. LORO sono devastati, sono morti dopo questo TROFEO INTERNAZIONALE. Anzi non sono mai esistiti…..
    A ROMA C’È SOLO LA AS ROMA💛❤🏆

  11. Se partono Mikitharian e pure zaniolo devi prendere altri 2 giocatori in più oltre a quelli già in lista.. Terzino dx. Centrale. 2 cc. E una punta al posto di Perez. Significa praticamente rinnovare mezza rosa. E questo vorrebbe dire che Mourinho giudica la vittoria della conference un fatto estemporaneo e la rosa attuale non adatta ad ambire a trofei più importanti.

    • La vittoria della Conference è in linea con la forza di questa Roma, che più o meno equivale quella della stagione passata (corsa europea finita in semifinale di Europa League e risultato simile in campionato): dopo qualche annetto dovremmo averlo capito che con i Cristante (e altri che non cito perché FORSE hanno qualche margine di miglioramento in più) non ci andiamo in Champions…

      Anche se poi ripenso a tutte le zozzate che ci hanno combinato quest’anno e allora cambio: forza Bryan! Portaci al tricolor!

    • Fratello Fra😂 se vendono zaniolo e miky è mi portano matic guedes solbaker e con i soldi incassati prendono neves e bissouma per. Me ci rinforziamo poi con soldi degli altri giocatori vedi veretout a quel punto pui prendere un bel terzino dx

    • Anacronistico, davvero un settimo posto distante anni luce dal sesto e una semifinale di EL persa col pallottoliere a favore degli avversari, per te più o meno equivalgono a quello che è successo quest’anno? Cioè un sesto posto (che è piazzamento EL) ad 1 punto dal quinto (ottenuto grazie ad una partita rubata, letteralmente: Spezia-Lazio) e un trofeo europeo in bacheca, con Roma tinta di giallo e di rosso, sono simili al demenziale e depressivo campionato dell’anno scorso (ripeto, distante anni luce in classifica finale, la Roma, dal sesto posto) e al brutale massacro di Manchester? Più o meno stavamo così, l’anno scorso? Per me no. Sarà, ma io quest’anno ho visto una squadra che sul piano fisico, atletico e mentale, pur con tutti i suoi limiti, c’è stata “sul pezzo”, e tutto l’anno, mentre la passata stagione abbiamo smesso di giocare a calcio e di correre ai primi di febbraio. Quest’anno “i Cristante” hanno retto la baracca, cantato e portato la croce, l’anno scorso giocavano centrali difensivi e si facevano perlopiù autogol, mentre i giocatori si mettevano le mani addosso negli spogliatoi, la fascia di capitano non si sapeva di chi era e gli allenatori (quelli “bravi”…) facevano sei sostituzioni in Coppa Italia. Insomma qualche… differenza io la vedo, e forse anche perché un valore aggiunto ce lo abbiamo, oggi, soprattutto in panchina. E poi, guarda, “andare in Champions” a me, da tifoso, piace e diverte, ma se ci si va con una squadra minimamente competitiva. Se ci si va come la Lazio un paio di anni fa, ad esempio, beh anche no grazie: mille volte meglio le competizioni cosiddette “minori” (adesso testa alla EL, ad esempio) ma in cui non si va a fare da sparring partner.

    • Mah, Dandalo, secondo me la Conference l’avremmo vinta pure l’anno scorso se fosse esistita e ci avessimo partecipato.
      La Roma è praticamente la stessa: uno Spinazzola in meno e uno Smalling e uno Zaniolo in rodaggio in più. Abraham per Dzeko, meno esperienza e tecnica “pura” ma più determinazione e voglia. Rui Patricio dà più esperienza e carisma rispetto a Pau Lopez.

      Mourinho senza dubbio è un valore aggiunto:
      – la sua buona stella ha spinto sul palo le conclusioni degli olandesi in finale;
      – quest’anno non si sono viste le vagonate di infortuni degli anni precedenti;
      – quando gli arbitri ci massacrano non fa il “signore”, ma gliene canta quattro in mondovisione;
      – ha riportato entusiasmo nella tifoseria;
      – la squadra non può metterlo in discussione vista la disparità di spessore tra i giocatori e lui ed è “costretta” a seguirlo su ogni virgola.

      Ma dire che la vittoria in Conference è tutto merito di Mourinho, per me, è un’esagerazione da tifoso con gli occhi a cuoricino per il bel Josè: la Roma è sempre stata la favorita dall’inizio alla fine della competizione.

    • Ah, Dandalo, dimenticavo: nel 2018 eravamo dati come sparring partner, come dici tu, praticamente da tutti.
      Poi ci sono voluti due gol in fuorigioco e un portiere volante per farci fuori in semifinale.

    • Anacronistico, nel 2018 avevamo una signora squadra, incomparabilmente più forte nella rosa di quella attuale, e ci davano come sparring partner perché stavamo in un girone con Chelsea e AM. È diverso, se permetti, così come la vittoria col Barcellona, di cui non a caso ha parlato tutto il mondo, e come di cosa più unica che rara. Si chiama “eccezione che conferma la regola”, e la regola è appunto quella che ho esposto prima, cioè che senza una squadra coi contro….i fai da sparring partner 9 volte su 10, o fai presenza e poco altro. E la Conference l’abbiamo vinta con Mourinho (che è un grande allenatore, convincetevene, altro che “buona stella”…) non con Fonseca: di quel che avremmo potuto fare anche con Fonseca io non so nulla, e nemmeno tu od altri, perché non facciamo gli indovini. Magari uscivamo ai quarti col Vitesse dopo aver preso quel golletto all’Olimpico, perché la squadra si sgonfiava e in panchina avremmo avuto non Mourinho ma quell’ectoplasma pettinato bene, e inoltre continuare a dire che abbiamo vinto facile in Conference e che ce la portavamo a casa pure con Serse Cosmi in panca, è solo una menzogna. Basta. Ma poi quali “favoriti”? Era il Tottenham il favorito, anzi il super favorito. O davvero mi vuoi dire che la nostra rosa è migliore di quella del Tottenham? E sai quando è uscito il Tottenham (di Conte, che ha fatto un signor campionato in Premier)? Ai gironi, e stava in quello del Vitesse. La verità è che vincere una competizione europea è difficile, molto difficile, sempre, e non a caso le italiane, dai tempi dell’Inter di… Mourinho, nulla avevano vinto. NULLA. E non mi dite che l’EL è chissà cosa di più rispetto alla Conference perché non è affatto vero. Prova ne è che quest’anno se la è portata a casa l’Eintracht, 14esima forza del campionato tedesco, e che in passato è stata vinta dal Siviglia (molte volte) e dallo Schaktar, ha avuto come finalista anche il Marsiglia, semifinalista ad es. il Salisburgo, cioè buone compagini, ma nient’affatto superiori (anche come blasone) a Roma, Feyenord, Marsiglia, Leicester, cioè alle squadre che hanno fatto le semifinali di Conference.

  12. Ora seriamente

    Carina….se friedkin e José vogliono Ruben neves…lo prendono….nn è una suggestione

    La lazzie fa reati suggestivi…. la as Roma alza i trofei

    Ora nella concretezza….se il presidente vuole..lo compra casch…. come tammy

    Se no…. vendita di Jordan kluivert Olsen Florenzi…..

    Dan friedkin è imperiale

    Forza grande Roma ale’

  13. Pronto Trani? Siamo il Milan , volevamo informarti che stiamo per preparare una mega offerta alla Roma per Zaniolo.
    Grazie, come farei senza le vostre soffiate….

  14. Prima cosa erano la bellezza di 12 anni che le squadre italiane non vincevano nemmeno la coppa del subbuteo parlando di titoli internazionali, seconda cosa hanno avuto le opportunità affrontando squadre anche inferiori a loro sulla carta ritrovandosi a fare solo figuracce, qualcuno si è scordato dell’Inter penosa in EL che perdeva contro una squadra israeliana, i ricottari contro i greci dell’Egaleo, ecc…, terza cosa il Napoli è giustificato ad aver perso col Barça ? Anche no, il Barça è stato buttato fuori dall’Eintracht che in Bundesliga è finito a metà classifica, quindi una decima-undicesima del campionato tedesco fa molto meglio di una terza in classifica della serie A ma forse la terza anzi tra le prime 2 della serie A sarebbe invece stata proprio la Roma se il campionato fosse stato regolare togliendo 7 punti all’Inter ed aggiungendone 17-18 alla Roma.
    Poi, veniamo a questa Conference, qualcuno ha omesso che c’era un certo Tottenham di Conte che è stato buttato fuori nel girone del Vitesse contro il quale aveva vinto e perso oltre a perdere 2-1 contro il Mura, squadra mai sentita in vita mia e che nella prossima edizione ci sarà niente popò di meno che il Villareal vincitore della passata EL e semifinalista di Champions buttando fuori il Bayern Monaco e la rubbentus tanto lodata che si è tanto sbrodata di zero tituli ma perdere allo stadium 0-3 contro i settimi e dico settimi in classifica della Liga spagnola è tuttavia cosa emblematica.
    Quindi chi sminuisce questa coppa vinta dalla Roma si sciacquasse la bocca nel wc e tirasse bene lo scarico.
    In un decennio praticamente la Roma è l’unica squadra italiana a vincere una coppa europea e questa è la sacrosanta verità !!!

  15. Io vado controcorrente a costo di prendermi una vagonata di spolliciate: Zaniolo lo venderei.
    Perché? Ci sono tanti motivi che secondo me superano i motivi per cui dovrebbe restare.
    Non credo che andrebbe venduto per fare cassa (se è vero come pare sia vero che tramite cessioni di secondo piano si può arrivare a 80 milioni circa), ma più che altro per la situazione che si sta andando creando. Il procuratore è un personaggio viscido, irrispettoso e irriconoscente verso una società che “ha creato Zaniolo dal nulla”. Tecnicamente e inseriti in un complesso di squadra il giocatore è del tutto anarchico.
    Ci ha fatto vincere ma conference? Altro motivo per cui andrebbe venduto. Lo dissi qualche giorno fa parlando dell’armeno: squadra che vince QUALCHE VOLTA si cambia.
    Tutti i ragionamenti sopra esposti VALGONO SOLO E SE arriva qualcuno più forte: io non mi innamoro più di questi tatuati, ho già la Roma, poi viene mia moglie e tanto mi basta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome