“ON AIR!” – BERSANI: “Nuova maglia col vecchio stemma, correrò a comprarla”, JURIC: “Le conquiste di Zaniolo? E’ bello e ricco, beato lui”, CORSI: “Sabatini ha devastato le casse dei Friedkin”

26
4458

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Andrea Pugliese (Rete Sport): “La Roma non può sbagliare con il Braga, sarà una partita molto complicata perché i lusitani stanno andando molto bene. Immagino delle rotazioni intelligenti di Fonseca, anche in vista di Benevento. Sceglierei la Roma migliore possibile domani, con due-tre cambi di formazione. Dzeko e Pedro sono due giocatori importanti, difficile considerarli riserve. Farei giocare il bosniaco anche a Benevento. Sicuramente Diawara domani giocherà…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “La Roma è in gruppo di squadre che sperano, nell’assenza del Re, di poter salire sul trono. Non possiamo fare una tragedia ogni volta che si perde una partita. La Roma ha una media di rendimento in questa stagione che è buonissima. Noi pensavamo che potesse farlo, altri no, ma il dato è quello. Concentrarsi su alcune cose, tipo che prendi troppi gol o gli scontri diretti, secondo me è fuorviante. Il Napoli ha una difesa nettamente migliore della Roma ma ha perso sette partite. Perdere sette partite per uno a zero non è meglio di perderne 3 per 4 a 0. Se non partiamo da questo dato, non andiamo da nessuna parte. Se ogni volta che la Roma perde una partita, quella sconfitta diventa più importanti dei risultati positivi di un mese, viene sempre considerata un’occasione persa e mai un’opportunità per confrontarsi a un certo livello che è un percorso che ti porterà ad affrontare quelle partite non solo alla pari, ma anche vincendole…”

Jacopo Palizzi (Tele Radio Stereo): “Il Braga è una buona squadra, è terza in classifica nel campionato portoghese, non è che veleggiano tra l’ottavo e il decimo posto. E’ una squadra di un altro livello rispetto a quelle affrontare nel girone…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Quanto manca il pubblico allo stadio…è tutta un’altra cosa, il calcio non è questo. Il PSG? Mi sa che questo è l’anno buono, non so come hanno fatto in questi anni a non vincere la Champions. Ieri Florenzi ha giocato bene, ha tolto pure due bei palloni, ha fatto l’assist… Non dobbiamo rimpiangere niente. Quella melma che ci ha portato l’altro presidente ora ce la dobbiamo levare, fine… Sui 114 giocatori che ha portato Sabatini, questi erano i più forti, ma li ha rivenduti immediatamente. Il problema di Sabatini è che ha dissanguato la Roma non con questi giocatori, ma con gli altri cento che hanno devastato le casse di Friedkin, e non di Pallotta che non ha mai pagato niente…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Se dovessi battere il Benevento, e poi perdi col Milan, pazienza…hai fatto quello che hai fatto fino ad adesso. Se invece pareggi col Benevento e poi non vinci col Milan, allora diventa più complicato. Villar? Non ho molto da ridire quando i giocatori arrivati qui ti dicono: “Tra cinque anni mi vedo nel Barcellona”. La trovo una cosa francamente normale, magari non è molto opportuno dirlo, ma non ci trovo niente di male. Nella nostra ingenuità, sentire uno che ti dice che tra cinque anni si vede ancora qui in una Roma più forte è una cosa bella. Anche quelli che sono voluti andare via, non p che non volessero restare, ma nella programmazione di una carriera c’è anche quella di voler crescere. E avevano capito che nella Roma, al di là del guadagno, non c’era una prospettiva di carriera e di vittorie…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se domani sera dovesse arrivare un risultato molto positivo, segnando gol e vincendo la partita, potresti giostrarti meglio la rosa a disposizione. L’intervista di Villar? Mi sembra un ragazzo interessante, che rompe il luogo comune del calciatore poco intelligente. Per ora mi sembra diverso, anche dai discorsi che fa. Mi ha fatto una bella impressione, è un personaggio positivo per la Roma, e che potrà dire la sua…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Mi scrivono: “Zaniolo cambia più fidanzate in un mese che metà della popolazione italiana in una vita“. E che dobbiamo fare? Che Dio gliel’accresca…se non ce l’ha lui… L’importante è che quando tornerà in campo sia quello che abbiamo quasi sempre visto. Ora è in un periodo un po’ così, e lo sta gestendo da par suo…speriamo di poter tornare a parlare al più presto possibile solo del campo…Sulla nuova maglietta della Roma, dai che torno a comprarmela…lo hanno detto, e io me l’aspetto la maglia con lo stemma vero…una delle due, anche che fosse la seconda, ma me la prendo…”

Marco Juric (Rete Sport): “Quest’anno purtroppo non siamo riusciti a vedere il vero Smalling per via dei continui problemi fisici. Io mi domando se non comincerà a essere un tema chi schierare nelle partite importanti come difensore centrale, se l’inglese o Cristante, che ti dà tutta una serie di vantaggi. Lo vedremo nelle prossime settimane quando non ci sarà più l’emergenza in difesa, ma io credo che si continuerà a puntare sull’italiano. In coppa giocheranno Dzeko, Pedro e penso Mkhitaryan, mentre a destra mi aspetto Bruno Peres. Non penso che ci sarà turn-over, andrà in campo una formazione molto forte… Zaniolo? Stavo rivedendo la galleria delle sue conquiste: complimenti, tanta roba. Si sta: giovane, bello, ricco…beato lui…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteFONSECA: “Non mi sono mai sentito in bilico. I problemi con Dzeko sono completamente risolti”
Articolo successivoBRAGA-ROMA, i convocati di Fonseca: out Kumbulla e Santon, solo due centrali in lista

26 Commenti

  1. Ma i lazziesi di radio pecora -pecora..? Oggi non ci sono?
    E’stata pesante a botta eh?
    Per il resto meglio parlare delle fidanzate di Zaniolo.
    O che Smalling non ha reso…
    Che sei matto a parlare delle porcherie di Lotito e i suoi tamponi.
    Ne parlo io. Gaetano da Sarno
    Eh già in Italia ci sono stati
    Antonello da Messina
    Peppino di Capri
    Nicola di Bari
    E Gaetano da Sarno…

  2. Nel frattempo, nel calciomercato del regno della fantasia: il perfido stregone Sabatini, dopo aver guardato nelle due palle di vetro per conoscere il futuro, devasta le casse di una persona che non è ancora arrivata a Roma. Zeniale

  3. Vuoi diventare un cesarone? Vuoi sentirti parte di un gruppo vincente e mai domo? Le iscrizioni sono aperte! We want us!

    In omaggio avrete:

    * La “patente del vero tifoso” con cui potrete guardare tutti dall’alto in basso;
    * “L’indice dei Marioni”, redatto nel 2018 dopo il “Concilio del Laurentino 38”, per aiutarvi a scovare e ghettizzare gli eretici;
    * Un cappellino da contabile e una calcolatrice nuovi di zecca con cui potrete esultare ad ogni punto percentuale;
    * “NANTUCKET”: un romanzo romantico ma allo stesso tempo drammatico e pauroso. Step che inseguiva Jimmy e non lo trovava mai. Da non perdere!
    * “L’Albo dell’Aristocrazia Romanista” redatto da Zenone;
    * La lista migliori interventi del forum: “li gambbioni! O’ Ssadio” (Step), “In Monchi We Trust” (Step), “AHHH MALOOOX DGDFGUYFV!!!” (G.da Sarno), “A Gheddafi l’hanno fatto crollà i francesi” (Amedeo), “l’attempato Ronaldo” (Amedeo), “L’Operazione Ronaldo renderà la Juventus Football Club povera. Ahi loro subiranno una triste e irreversibile sottrazione o meglio ancora, una dispersione delle capacità produttive o della sostanza costitutiva ” (Robbo1), “E ora la linea a Mimmo lo svotacantine” (Adelmo) and… and more…!
    * Tutti i post di Adelmo incisi su placche in oro a 24 carati. Applaudite ai suoi preziosi attacchi agli pseudo-tifosi!
    * L’indirizzo del porchettaro vicino Trigoria dove Amedeo è solito passeggiare;
    * Ed infine, una card valida un anno per rifornirvi ogni giorno dalla “Macelleria Rinaldi Otello”: tre chili de trippa e due de budello tutti pe’ voi!!!

    Ed ora cantiamo!!!

    🎵 Sai cosa c’è, c’è una girandola che ruota intorno a me
    Se non si ferma c’è un perché
    Perché soffiamo insieme 🎶

    Vi aspettiamo!

    • i Pallotta-boys sono stati foraggiati per anni a scrivere cantonate sui vari forum online per aumentare l’eco del loro Padroncino. Anche oggi continuano nel racconto della mediocrità . Che ci vuoi fare? Lasciamoli stare,tanto fanno pena già da sè.

    • Non me ne sono perso una puntata dei Cesaroni. E mi vedo pure le repliche delle repliche…

    • Perché nn pubblicare ste cose?
      Forse riuscirai finalmente a trovare i soldini x un biglietto o addirittura x un abbonamento.
      Così potrai uscire di casa e vedere l olimpico,forse.
      🤦🤦🤦🤦🤦

    • Cara Scimmia nuda la ringrazio per l’attenzione che ancora oggi riserva al sottoscritto e agli altri utenti segno palese che con i ns.interventi abbiamo spesso e volentieri colto nel segno . In questi anni con i ns. commenti abbiamo sempre invitato a guardare la luna e non il dito come sarebbe stato più popolare. L’avvento della proprietà statunitense con James Pallotta a cui va la mia eterna gratitudine sempre in prima fila ha consentito alla ns.Società di elevare il suo rango sportivo e di rimando la sua credibilità internazionale come mai accaduto nella ns.storia. Questa è l’eredità più preziosa che abbiamo in dote . Adesso spetterà ai Friedkin non disperderla ma consolidarla….

  4. “io me l’aspetto la maglia con lo stemma vero” Allora quello del 1927?
    No perchè mi da sempre fastidio sentire quelli che dicono “lo stemma vero”, quaondo è evidente che lo stemma è cambiato più volte… l’unico stemma originale è quello del 1927, tutti gli altri sono stemmi della Roma che partono da quello (escluso quello di Gratton che era un’altra cosa) e sono STEMMI DELLA ROMA.

    • ma alla fine lo stemma della roma non è mai cambiato , l’unica vota che è cambiato è quella parentesi negli anni 80 con Viola , poi è sempre stato fondamentalmente uguale

    • Ahi Tonino, inesattezza…il Lupetto lo dobbiamo, oltre che ovviamente a Gratton, al duo Anzalone/Gilberto Viti.

    • @Tonino Cerezo mi sa che non conosci la storia dello stemma della Roma…
      E’ stato rotondo, ovale, a scudetto, con diverse grafiche della Lupa, con solo il contorno, con sfumature minime, con sfumatore “grosse”, con la scritta “ASR”, ma anche solo A.S.
      e anche con la sola scritta “ASR” senza la lupa. Mio padre collezionava stemmi,quindi li ho tutti e li conosco bene, da molto prima che diventassero importanti perchè “qualcuno” fuori della Roma ci cominciasse a lucrare facendo concorrenza alla squadra che in”teoria” tifa e molto prima che la “questione stemma e data di fondazione ” uscisse fuori, visto che storicamente erano temi che non interessavano quasi nessuno… Quando uscì lo stemma di Gratton non ricordo proteste o altro, ad alcuni non piaceva, ma ancora doveva nascere il sottobosco della vendita di materiale “ultrà” su cui in troppi hanno lucrato per anni (e molti di questi non sono romanisti o hanno cominciato a occuparsi di calcio e della Roma solo per questo).

  5. Quindi per Corsi il problema della ROMA è Sabatini che è andato via e non lavora per la ROMA DA 4-5 anni?
    Mha un bel mistero e c’è gente che je da retta

    • non ha detto che il problema è sabatini, ha detto solo che Sabatini ha portato gente brava , ma ha anche fatto spendere tanto. i 300 milioni di debito che abbiamo oggi , provengono da quella gestione

  6. oggi si è portato l’amici da casa, stanno tutti con lui.
    aridatece O SSSTEMMA tifate ASR e no radio!

  7. Infatti ce ci fai caso sono i soliti tre + Nick multipli degli stessi
    🍅😂😂😂🍅🍅🍅🍅🍅🍅🍅🍅🍅🍅

  8. Il problema e’ Sabatini che ha fatto 250 milioni di plusvalenze e ciò nonostante, ha permesso alla squadra che restare ad un livello di competitività molto alto..😂..Corsi il problema sei tu ed il vinaccio scadente che consumi..posa il fiasco. !! sei nauseabondo, maleodori di fuffa, Forza Roma!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome