“ON AIR!” – CATALANI: “Stasera la Roma deve scendere in campo per vincere”, FALLICA: “Abbiamo 4 gladiatori che devono trascinarci in finale”, FOCOLARI: “Un errore ritenere i giallorossi superiori al Leicester”

17
984

ÀULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Luca Fallica (Roma Radio): “I nostri Rui Patricio, Smalling, Mkhitaryan e Pellegrini sono l’asse centrale su cui dobbiamo costruire il passaggio del turno. Devono essere quei gladiatori che ti devono portare in finale. Noi di gladiatori ne abbiamo più di loro, il Leicester ha solo Vardy, noi invece ne abbiamo di più. Ne abbiamo almeno 4. Come forza Roma e Leicester grosso modo si equivalgono, ma la Roma ha qualcosa in più del Leicester, e questi quattro devono trascinare la squadra per batterli…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Le cose sono due: o i Friedkin accontentano Mourinho, oppure lui se ne va. Però ho sentito l’allenatore abbastanza tranquillo, per cui lui forse già sa che comunque si cambierà storia. Il Leicester? Mi preoccupa la velocità degli scambi che fanno lì davanti quando c’è Ibanez. Però magari lui tira fuori una partita attenta. Il Leicester è cinque volte più forte del Bodo… Zalewski titolare anhe stasera? Il mister ha questo a disposizione, Vina non lo fa giustamente più giocare. Mi preoccupa un po’ il fatto che il lavoro di copertura non sia il suo forte. Lui è forte nel dribbling, ha visione di gioco, speriamo che riesca a fare valere di più le sue qualità in attacco…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Noi prima della partita dell’Inter dicevamo che forse tre giocatori della Roma avrebbero avuto spazio nei nerazzurri, ora mi chiedo quanti giocatori del Leicester giocherebbero titolari nella Roma. Secondo me giusto un paio… Se la Roma uscisse a testa alta col Leicester per me il voto sarebbe un sei stiracchiato. Se invece arrivasse in finale di Conference e quinta in campionato, la sua stagione sarebbe da otto…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il Bologna che batte l’Inter? Io so che le partite non sono tutte uguali, che non si possono paragonare. Però vedere il Bologna che vince e noi che invece dobbiamo prendere tre fischi tutte le volte un po’ mi secca… Io non ho delle buonissime sensazioni per la partita di stasera, ma spero di sbagliarmi…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “La Roma si gioca la possibilità di andare in finale. Ieri Mourinho non fa una conferenza banale, dice delle cose, che non conta nulla arrivare in semifinale se dopo esci. Lui da qualche giorno, al di là delle parole di facciata, era concentrato sulla partita di stasera più che sul campionato. Secondo me si aspettava i risultati di ieri, e lui due conti se li era fatti…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Stasera devi andare lì per vincere, come fanno tutte le squadre inglesi anche modeste come Brentford o Southampton quando affrontano il Leicteser. Ora o giochi con Zaniolo o Abraham con contropiedi veloci, o con una metodologia offensiva come nel derby, ma devi andare lì per vincere. La Roma deve avere la convinzione di non uscire da quel campo senza la vittoria. Sono curioso di vedere cosa farà Mourinho. L’ultimo trofeo vinto dalla Roma è il Bonsai, mi viene da ridere a pensarci, e quindi la Conference me la prenderei più che volentieri. Sarà pure la coppa dei poveri, ma c’è gente che manco quella riesce a vincere…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il Leicester è un club che può disporre di un budget molto superiore alla Roma, ma anche a tante altre big italiane. Le inglesi hanno un potenziale superiore anche per quello. La partita? Ogni qual volta andavamo a giocare in Inghilterra andavamo sotto, eravamo coscienti della loro aggressività, della loro determinazione, ma non riuscivamo mai a metterci mano. La partita stasera devi giocarla al meglio, anche a costo di mandare palle in tribuna. Se ti metti a giochicchiare, può diventare una partita molto complicata…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Ragazzi, la cosa che deve far più paura è il ritmo del Leicester. Le squadre inglesi non danno tregua, la Roma deve evitare erroracci difensivi, e ha dei difensori che gli errori li fanno. Ma Mou conosce bene le difficoltà di questa partita. Sbaglieremmo a dire che la Roma è più forte del Leicester, sono più o meno equivalenti, forse la Roma è leggermente più forte, ma deve stare attenta al ritmo degli inglesi…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Il Leicester come tutte le squadre della Premier ha un ritmo agonistico che è difficile affrontare. Ma la Roma sa, grazie a Mourinho che conosce molto bene il Leicester, che sarà una partita da controllare con intelligenza. Perchè se la mette sul ritmo, può andare in difficoltà…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteUna Joya per Mou: Friedkin pensa a Dybala ed pronto ad offrire più dell’Inter
Articolo successivoROMA-BOLOGNA: l’arbitro è Fabbri, Piccinini al VAR

17 Commenti

  1. Segnare verso fra il 25esimo e il 35esimo del primo tempo e andare negli spogliatoi in vantaggio.
    E poi 0-2 fra il 4° e 9° minuto del II tempo.

    Poi sono anche disposto a accettare che accorcino le distanze negli ultimi 10 minuti, soffrire, ma portare a casa la vittoria.

    (con una evoluzione del genere vuol dire che passerò la notte in bianco, ma mi sacrifico)

  2. E basta co’ sto Leicester, sembra che dobbiamo giocare contro il Brasile del ’70 misto all’Olanda del ’78.
    Questi sono decimi in campionato, hanno vinto a malapena 11 partite, perse 12 e pure in differenza reti negativa. Hanno due partite da recuperare, ma seppure le vincessero entrambe – ipotesi alquanto remota . al massimo sarebbero noni e sempre sotto al Wolves.
    Eddaje su, è un avversario da rispettare ma ‘sto clima da impresa eroica/improba mi manda fuori di testa.
    Non è il City o il Liverpool, è ampiamente alla portata.

    • Forse non conosci il divario enorme tra il loro calcio e il nostro. Non oso neanche pensare la posizione della Roma in Premier.

    • @Romano, il divario lo conosco bene.
      Se vi piace tanto la mitizzazione del calcio inglese – anzi, di qualsiasi squadra del calcio inglese – fate pure.
      Anche al netto delle storiche delusioni già subite, io non mi faccio trascinare in questi atteggiamenti da perdenti e/o vittime predestinate.

  3. Noi siamo x la terza volta in 4 anni in semifinale
    Fate il piacere de sta zitti e muti e pensate alla vostra squadra che ha più caccole che biglietti venduti…..
    Forza Roma 💛❤️

  4. A cornacchieeeee tutte ste belle parole me le memorizzo !!!!!
    A domani
    Daje Roma zittiamole per l’ennesima volta ste cornacchie

  5. Corsi dice sempre il vero, vero tifoso della ROMA, non come quelli che tifano i presidenti, senza motivo poi.
    Solo la maglia forza ROMA

  6. Oh rega…..e’ una partita che si gioca in 190 minuti se tutto va bene, si gioca 11 contro 11 noi siamo sicuri loro pure,spero che non si faccia male nessuno che non ci siano casini, e che vinciamo noi!!! Daje Roma Daje

    • Certo, che ne sai che partita sarà. Se siamo lì tutti e 2 qualcosa vorrà pur dire….È una coppa minore?È la nostra coppa e questa ci giochiamo,tutto il resto è fuffa

  7. @JulianB (e a tutti quelli che la pensano come lui)

    Il Leicester ha un valore della rosa che noi ce lo sognamo. Per fare un confronto con la ns serie A, siamo a livello di Inter, e cmq superiore di oltre 100 milioni (MIJONI DE EURI!!!) rispetto alla nostra. Mettici pure che giocano in casa e le inglesi ci hanno sempre fatto soffrire… Insomma, non raccontiamola come una passeggiata

    Dico questo solo per dare il giusto valore e quella che sarà la prestazione di questa sera, comunque vada🤞🤞🤞

    FORZA ROMA!!! 🐺🐺🐺

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome