“ON AIR!” – ROSSI: “Mi piacciono pochissimo le parole di Mourinho su Aouar”, PIACENTINI: “Sta stroncando i giocatori presi da Pinto?”, PRUZZO: “Non ho sensazioni positive per Cagliari”

53
1875

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Rete Sport): “Diciamo da subito che una vittoria a Cagliari non restituirà una classifica adeguata alla Roma, che resterebbe abbastanza lontana dai posti che contano. Se la Roma vincerà, farà la metà del dovere suo, ma va anche detto che nell’ultimo blocco di 7 partite avrebbe fatto 5 vittorie, un pareggio e una sconfitta, con Genova come unico vero passaggio a vuoto. Io continuo a sentire un Mourinho molto preoccupato sulla situazione infortunati. Devo dire che mi è piaciuto pochissimo quello che ha detto su Aouar, dopo aver stroncato Ndicka dicendo che gioca solo perchè non ce ne sono altri… Se tu prendi un giocatore sul mercato è perchè ti servono quelle caratteristiche, e da una parte mi fa sorridere maliziosamente e dall’altro preoccupare il fatto che Mourinho stronchi una parte del mercato fatto dalla società…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Celik bene ieri, sempre con le molle visto l’avversario… Domenica secondo me rigioca Aouar, quelli sono rimasti a centrocampo… i calciatori in quel ruolo sono finiti. La Roma doveva prendere un difensore centrale in estate e non l’ha fatto. Se giochi a tre sono pochi 4 centrali, ora la coperta è corta. Ma Mancini non può fare una partita da centrale con Celik come braccetto di destro? A me preoccupa molto come Mourinho parla di Aouar e Ndicka. Se volessimo fare dietrologia, dovremmo dire che sta stroncando i giocatori presi da Pinto, ma quanto può essere credibile o utile?…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Mourinho è il mio allenatore e spero che resti altri dieci anni, poi non è San Filippo Neri o Padre Pio, anche lui fa i suoi errori… Ieri in conferenza è stato onestissimo dicendo che in Europa la Roma gioca meglio perchè in Italia non ci sono pippe come Servette o Sheriff… Io non vedo differenza tra Kristensen e Karsdorp, anzi, io farei giocare sempre titolare Karsdorp. Bove è insostituibile, sia perchè gli altri non ce la fanno a finire un tempo, sia perchè lui ti dà fegato, cuore, coratella…tutto. E’ un intruppone, ma non molla mai…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Kristensen nelle partite che ha giocato è stato migliore del Celik che abbiamo visto ieri sera? Anche Mourinho sbaglia…ha puntato su un calciatore che da quello che abbiamo visto è poco o niente, non punta mai l’uomo… Almeno Celik e Karsdorp vanno e mettono la palla dentro…ieri Celik ha messo due palle dietro e la Roma ha fatto due gol…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Pinto va in conferenza a settembre a fare il fenomeno dicendo che Sanches era una sua ossessione, ma a me che prendi i giocatori perchè sono una tua ossessione… Celik meglio di Kristensen? Sì, ma bisogna rapportare le prestazioni anche alle squadre contro cui ti misuri: Celik col Milan è stato asfaltato… Io continuo a dire che di questo mercato non avrei preso né Azmoun né Sanches… Rugani? In questo momento sarebbe titolare fisso nella Roma, perchè Smalling manca da 40 giorni e Llorente si è rotto 5 partite fa…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La Roma ha fatto un primo tempo veramente brutto, il tifoso resta con le palle per terra a vedere certe cose… Ma come mai questi entrano così in campo? Lo stesso Mou lo dice: senza Dybala questi non sono buoni proprio. Pellegrini bravo, ma dopo che esulta si fa male, Aouar non si può guardare, Celik ha fatto un paio di passaggi e ha preso nove e dieci sulle pagelle, El Shaarawy arriva solo a marzo-aprile… Bravo Belotti, che ce la mette tutta con costrutto, è un generosissimo, in questa Roma ci può stare. L’importante è aver vinto, 4 a 0 giusto, non hai mai sofferto a parte il primo minuto. Il Servette è ottavo in un campionato dove ci sono 12 squadre, ci mancava pure che non vincevi…”

Lorenzo Pes (Tele Radio Stereo): “Aouar è ancora molto indietro di condizione. Si vede che ha qualità, ieri un paio di belle giocare le fa. Lui ha bisogno di fiducia, e penso che contro il Cagliari possa affrontare questa sfida da titolare…”

Alessio Nardo (Tele Radio Stereo): “Mourinho è stato piuttosto duro con Aouar e non sono così sicuro che possa giocare titolare domenica. Non escludo che possa inserire Celik in difesa e riportare Cristante in mediana, ma Mourinho ha detto di non gradire molto questa soluzione. Contro il Cagliari sarà durissima, loro si giocano la strada di casa, e prevedo una partita molto difficile…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Cagliari-Roma? La squadra che esce peggio da questo tour di partite è proprio la Roma, non per il risultato di ieri ma perché ogni partita lasci un paio di giocatori. Aouar è in una condizione che non ti puoi permettere, e allora anche quella di domenica diventa una partita complicata. Il Cagliari è all’ultima spiaggia. La Roma non so: davanti non ci sono problemi, sono d’accordo, ma negli altri reparti c’è un problema dietro l’altro e non ho sensazioni positive proprio per questa situazione. Pellegrini entra in campo e dopo dieci minuti si rifà male. Situazione molto complicata… Pronostico di Cagliari-Roma? Due…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Per la Roma ordinaria amministrazione, il Servette è davvero poca roba. Sono bastati 10 minuti a Pellegrini per cambiare la partita, poi si è fatto male ed è uscito… La Roma ha dei problemi a centrocampo: Apouar è inguardabile, Pellegrini si è fatto male, Sanches è ancora agli arresti domiciliari e Paredes è compassato, lento…Il centrocampo della Roma senza Cristante è troppo lento. Non facciamoci influenzare dal 4 a 0 sul Servette, che è una squadra inesistente. Poi però davanti è una grande squadra. Pronostico di Cagliari-Roma? Dico due…”

Xavier Iacobelli (Radio Radio): “Il Cagliari ha delle carenze offensive, ma Ranieri risponde con un impianto di gioco che c’è, e secondo me prima o poi si sbloccherà. La Roma deve stare attenta, è una trasferta da prendere con le molle…Pronostico? Io dico uno…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma ha dei problemi a centrocampo, questo è fuori da ogni dubbio. Ma una squadra che si presenta con Dybala e Lukaku… Ok la partita di Cagliari non sarà semplice, Ranieri te la può incartare, ma i valori tecnici devono emergere. Se il Cagliari è ultimo e non riesce mai segnare vuol dire che non è competitiva. Sarebbe sorprendente se la Roma non vincesse, ha dei calciatori che una partita del genere la devono vincere da soli. Pronostico? Due…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteVIDEO – Mourinho chiama D’Alessio davanti alle telecamere: “Da bambino stava fuori dai cancelli di Trigoria, e ora…”
Articolo successivoRanieri: “Mourinho grande uomo e allenatore, posso dirgli solo grazie. Quella del dopo Spalletti la mia Roma più bella”

53 Commenti

  1. Rossi magari quello che dici è anche vero.

    Ma qualche mese fa non lo avresti mai detto… è tutto un riflesso di credibilità che poi viene a mancare. Solo le monete hanno due facce

    • bravo 007
      bisognerebbe spiegare a Rossi che quando ascolta un’intervista deve fare attenzione.
      Mourinho dice sempre, e non ci vuole un genio per capire il significato, che la serie A è il campionato più tattico al mondo, infatti, il primo anno nel nostro campionato è stato spesso difficile anche per campioni di calibro assai diverso.
      se non gli piacciono le parole di Mourinho, poco capisce di calcio e mi rammarica pensare che è uno che dà giudizi.

    • esattamente…purtroppo non lo sento più…paga essere stato al.soldo di pallotta …non ha più credibilità

    • Quello che dice Rossi è vero ma leggendo tutti continuano a cadere nella trappola di Mou e tutti continuano ad addossare le colpe a giocatori e DS. De Laurentis lo avrebbe preso a calci nel culo ad esempio ma stiamo parlando di un grande presidente. sono arrivato a dire che aveva ragione Di Canio, ho detto tutto. Penso che dopo Andreazzoli sia stato il peggior allenatore che abbia mai visto. Dopo Ranieri penso di averli contestati quasi tutti, tranne il primo Garcia (grande Roma) e Spalletti che ho difeso a spada tratta contro L immenso, ma Mou è il peggio del peggio. penso che a Lui non interessi l aspetto tecnico tattico, anzi se ne fotte proprio. Andrebbe alla grande in una Superlega dove giochi praticamente 40/50 finali con supercampioni.

  2. Perché non cambiate mestiere. Giornalisti, opinionisti, o….. altro E pensare che l’agricoltura ha bisogno di tanta gente. Per raccogliere pomodori piselli non occorre una particolare intelligenza, ma tanta buona volontà. se non avete neanche questa… datevi all’ippica

  3. Mah, io non ho sentito Mou distruggere Aouar, leggo invece che si vuole creare un caso attorno a questo calciatore. Certo, l aroma adesso non ha tempo per aspettarlo, ma francamente mi pare eccessivo. Entrerà in condizione e farà vedere quello che vale. Anche Kristensen ha messo dentro due cross e due goal, qualche partita fa, qualcuno ha la memoria corta.
    Vediamo cosa succede, certo che ormai ogni volta che non prendi i 3 punti ti condanni, e se li prendi tanto li fanno anche gli altri e risalire è difficilissimo.

  4. Rossi: se tu (mourinho?) prendi un giocatore sul mercato è perchè ti servono quelle caratteristiche, e da una parte mi fa sorridere maliziosamente e dall’altro preoccupare il fatto che Mourinho stronchi una parte del mercato fatto dalla società…”.
    Quindi il mercato chi l’ha fatto?
    Ma, soprattutto, se il tecnico ha indicato le caratteristiche dei giocatori di cui la squadra aveva bisogno e la società ha preso giocatori con quelle caratteristiche ma non del livello adeguato?
    Un esempio:
    – mi serve un regista
    – eccolo, villar
    In questo caso il tecnico avrebbe indicato il tipo di giocatore necessario e la società s’è presentata con una pippa.
    Di chi la colpa?

    • Io penso che un allenatore come JM verifichi eccome, soltanto che quelli che vorrebbe lui costano.
      Infatti la dimostrazione è che prendi Lukaku e ti sfonda la porta almeno una volta a partita.
      Se invece prendi mayoral è manna dal cielo per i cesaroni e le loro inconcludenti, inutili e risibili discussioni bizantine: e, ma nun è adatto ar gioco daa allenatore, ar modulo, a aaambiente che nun c’ha pazienza etc.
      Stupidaggini del genere.

  5. Non commento le radio perché ritengo che molti che scrivono su questo forum farebbero analisi più approfondite però ho letto le parole di Rossi e sono andato ad ascoltare Mourinho.
    Signori miei Mourinho ha bocciato seccamente Auoar…dopo aver bocciato Ndicka !!
    Praticamente buona parte del mercato di Pinto.
    Qui continuiamo a raccontare la favola del DG e allenatore che vanno d’accordo ma sarebbe ora che la società facesse chiarezza..
    e sia ben chiaro la vedo come Mourinho..

    • Non avevamo dubbi che la vedessi come Mourinho. O meglio, come ti piace pensare che la pensi Mourinho, ovviamente…

    • Attendo da 4 anni che Pinto mi faccia ricredere e mi faccia vedere che è un bravo DS che sa scoprire bravi giocatori.
      Vina.. no
      Shomurodo ..no
      Solbaken.. no
      Celik.. no
      Camara.. no
      Niles.. no
      E per favore non mi raccontare Lukaku, Dybala.. li sono serviti i soldi.. non li ha scoperti lui.

  6. PRIZZO COME AL SOLITO NON HA SENZAZIONI BUONE PER IL CAGLIARI ( gatto nero ) laltro mou sta stroncando i giocatori presi da pinto,,, ma so tutti rotti ma che deve fa?

  7. E niente, bisogna sempre trovare qualche giocatore da distruggere. Oggi sono Aouar e Kristensen…
    Ieri Mou non ha bocciato un bel niente. E’ stato onesto dicendo che i nuovi hanno bisogno di tempo per integrarsi e che con tutti gli infortuni non si può dar loro tempo. Punto.

  8. Coi bambini, con gli zoppi, con il pullman davanti alla porta, ma a Cagliari si deve solo e soltanto vincere. Certo è che ad oggi la mirabolante campagna acquisti ha un solo ed unico faro: Lukaku. Tutto il resto francamente, ad oggi ripeto, è desolante

  9. Mou parla benissimo di Lukaku e di Paredes, ad esempio, anche loro sono arrivati trattati da Pinto; se vogliamo anche di Sanches (anche Belotti e Dybala, arrivati però non quest’ anno); allora?

  10. Gianluca Piacentini (Rete Sport): A me preoccupa molto come Mourinho parla di Aouar e Ndicka. Se volessimo fare dietrologia, dovremmo dire che sta stroncando i giocatori presi da Pinto, ma quanto può essere credibile o utile?…”

    mo i servi della proprietà gli diranno:” a Mourinho fallo tu il DS, compratela te l’AS ROMA

    • Peggio……..se tu dicessi di pensarla come JM i cesaroni direbbero a te” A Romano (etc) fallo tu il DS, compratela te l’AS Roma.
      Uno dei loro “argomenti” per difendere l’indifendibile, infatti lo usavano abbondantemente all’epoca della miserrima gestione ortofrutticola.

    • Ilario già me lo hanno detto, mi hanno dato dei laziale, mo uno dell’ atalantino e interista.
      loro invece so romanisti… arriviamo settimi e so contenti

    • E lo so, Romano.
      Purtroppo quando non si hanno argomenti la si butta in caciara e si dicono solo corbellerie.
      Sarebbero della Roma loro che mentre ballotta la distruggeva riempendola di buffi, pippe e allenatori da circo lo veneravano pure, il fruttarolo.
      E dicevano che era una grazia avere ballotta con la sua gestione oculata, che invece milan, inter e napoli (bilan, inda e napulè nel loro linguaggio da bambini delle elementari) sarebbero ben presto fallite e dopo la juve ci saremmo stati solo noi avincere titoli. Con ballotta.
      Morale: ballotta se n’è andato, i buffi e le pippe ci sono rimasti sul groppone, inter, milan e napoli sono state scudettate una dopo l’altra e l’inter è pure arrivata in finale di CL.
      Ora, a fronte di questi fatti chi ha sostenuto le sciocchezze di cui sopra sarebbe dovuto sparire per dignità, invece ce li ritroviamo ancora qui a pontificare, a criticare JM e a invocare dionisi, italiano e i ggggiovani per ritrovare la dimensione provinciale-focenense in cui sguazzavano.
      Il mondo al contrario, insomma.
      Per cui….non ragionar di loro.

    • Calmi romano e romanista e Ilario per me sono stranoti, li conosco bene, contraddizioni viventi usi a cambiare nick, a spolliciare e quindi necessariamente a provare a insultare sparando delle frescacce che non hanno limiti e confini e più sono messi con le spalle al muro, privi di argomentazioni sostenibili, più schiumano non rendendosai conto che sostenendo l’impossibile non fanno di certo il bene dell’AS Roma; hanno sostenuto all’impazzata Pallotta e Monchi mentre si pappavano e distruggevano la AS Roma condannandoci a questo mortificante Fair Play e ora guai a chi gli tocca Pinto senza dubbio una brava e onesta persona ma non certamente il DS che serviva e infatti conseguenti i risultati.
      Ora tocca persino a Mou ferma restando l’ignominia di massacrare tutti i giocatori venduti, anche campioni o ottimi giocatori alla Alisson, Salah, Dzeko, Pjanic,Styrootman, il Ninja o giovani di sicuro avvenire per esaltare sostituti assolutamente inadeguati e ben poco utilizzati.
      La favola poi che si giustifica Pinto coinvolgendo Mou nelle scelte di mercato è indiscutibilmente smentita dalle stesse, reiterate, dichiarazioni di Mou. Un saluto

  11. Peccato che Rossi quando stava a Roma Radio era un giornalista “aziendalista” che non criticava mai nessuno, né i giocatori né tanto meno l’allenatore…ora invece in ogni cosa che dice Mourinho va a cercare significati oscuri. Ha detto solo che Aouar deve interpretare attivamente il suo ruolo. PUNTO. Non ci vedo niente di sbagliato, dato il primo tempo inguardabile che ha giocato ieri sera. E’ il richiamo che ogni bravo tecnico DEVE fare a un giocatore capace ma che non si esprime ancora al meglio.

    • Rossi era aziendalista, infatti.
      Ma ai tempi della sua azienda (una frutteria…) le cose andavano diversamente.
      Anzitutto in panca sedevano in genere tecnici che la stavano facendo loro la scuola guida, per cui chi è di per se discente è difficile che possa insegnar qualcosa a qualcuno.
      In più i giocatori erano villar, diawara, bianda, moreno etc……e tu stesso hai affermato giustamente che un bravo tecnico deve richiamare un giocatore CAPACE che ancora non s’esprime al meglio.
      Ecco, quelle erano delle pippe, degli incapaci per i quali l’unico trattamento possibile in una realtà che si chiama ROMA era quello di mandarli ad allenare sul campo B, praticamente da fuori rosa, in attesa di essere sbolognati.
      Anche in questo caso dovremmo ringraziare JM che ha messo i puntini sulle i, e non sperare che arrivi un altro allenatoruncolo provinciale che si prende quelle seghe e, da aziendalista senza alternative visto il suo scarso spessore, le avalla e dice pure che so boni….

  12. Rossi, sono 20 anni che Mourinho usa questa tecnica della “provocazione” verso giocatori sotto rendimento proprio con l’obiettivo di spronarli. Poi ci sono quelli che reagiscono e quelli che se ne vanno, ne potrei citare parecchi (Shurle, Salah i casi eclatanti in negativo o Karsdorp in positivo nel recente passato). Me ne sono accorto io possibile che questi che lo fanno di mestiere ancora non lo hanno capito?

  13. E’ sempre circolata la baggianata,mai confermata da una sola parola di Mourinho,che gli acqusiti della Roma sono stati decisi in sintonia tra il tecnico e Pinto.
    Forse per alcuni,assai rari,ma per la stragrande maggioranza sono frutto delle iniziative autonome di Pinto,che ha fatto queste scelte in base a criteri puramente economici e mai tecnici.
    Prova ne sia che anche i ragazzini delle elementari sanno che alla Roma servono esterni ( validi e non arronzati) ,che puntualmente non vengono acquisiti mentre i cosidetti trequartisti o mezze punte ,sani o invalidi , abbondano nelle file giallorosse.
    Personalmente non suona come una novità il fatto che Mourinho abbia bocciato Ndicka e Aouar ,presentati come fenomeni dalle grancasse abbocconiche, che in realtà sono giocatori che oscillano tra il discreto e il mediocre.

    • Mi associo Zenone e non solo Aouar e N.Dicka ma alle orde abbocco-cesaroniche vanno sempre rammentati senza perdere occasione i bei soldoni butttati per i vari Shomu,Vina,Reynolds, Celik non certo avallati da Mou come neppure Solbakken di cui ora sarà difficile liberarsi. Per me, a parte Dybala e Lukaku,per i quali di è spesa in prima persona la Proprietà, l’unico voluto espressamente da Mou è Rui Patricio e graditi Paredes e Belotti.

    • Quindi uno dei migliori allenatori del mondo accetta giocatori senza il suo cavallo? Stiamo in confusione, Non è più Di Francesco l”allenatore della Roma ma Mou. Aggiornatevi 😁

    • Cara Lorena più di dirtelo MOU e dimostrarlo non utilizzandoli e sbolognandoli subito sucosa ci dovremmo aggiornare? MOU si sta comunque dimostrando un signore che rispetta la parola data ai Friedkin ma pensi veramente che possa aver aìvallato Shomu o Celik o Solbakken per es. oltre a N.Dicka che già ci ha impiccato la partita a Torino o Aouar?

    • Ma cara Lorena sinceramente mi hai preso in castagna, non so infatti se Mou, non essendo Di Francesco, accetta giocatori senza il SUO CAVALLO, probabilmente no ….penso, il cavallo è importante!

  14. David Rossi quando era a Radio Roma era aziendalista più di Pallotta. Servile e leccaculista.
    Oggi va di moda sfondare Mourinho, per una parte di “tifoseria”, e quindi non perde occasione.

    Veramente le radio, per la maggior parte fatte da veri incompetenti, in cerca solo della polemica, sono la parte peggiore dell’ambiente.

    Salvo solo Radio Romanista.

  15. ho visto il primo tempo dell’ Atalanta uno spettacolo,
    ho visto highlights dell’ Inter l’hanno presi a pallonate col 352,
    la Roma ha vinto 4 a 0 me so addormito.
    di chi è la colpa società allenatore giocatori?

  16. e basta Rossi. i nuovi ancora non determinano nulla a parte Lukaku. cosa deve dire. tranquillo che siamo in corsa per lo scudetto il campionato e lungo

  17. ma petruzzi ragazzi che birre beve??? anche kristensen ha fatto 2-3 assist, in una psrtita se non ricordo male ben 2, come celik, adesso celik è tornato di moda???? piantamola di foraggiare queste radio non dovrebbero neanche avere spazio sul sito per tutte le castronerie che sparano,nel resto d italia vi assicuro che sarebbero nella categoria comicità

    • no, se gioca kristensen danno addosso a mourinho perché non fa giocare karsdorp o celik, se gioca celik perché non fa giocare karsdorp e via così il teatrino

      e ancora borbottano che “non salta l’uomo”, quando il gioco della Roma non gli chiede di farlo ma solo di appoggiare l’azione.

      d’altro canto, come farebbero a saltare l’uomo se le mezzali vanno a occupare proprio la zona di campo in cui il quinto dovrebbe “saltare l’uomo” e trova tutta la corsia intasata?

  18. Mou e’ uomo troppo intelligente . Se ha detto che “ e’ Aouar a doversi adattare al gioco della Squadra e non il contrario” fatevi una domanda e.. datevi una risposta. Con MOU sempre👏👏 Questo non e’ “stroncare i giocatori” ma insegnare il rispetto per il Team.

  19. “Aouar sta facendo fatica a crescere nella nostra direzione, perché non saremo noi ad andare nella sua direzione, è lui che deve venire nella nostra. Abbiamo bisogno di tempo, ma non abbiamo tempo perché abbiamo bisogno di punti”. A me sembra voler spronare il giocatore, che lui deve capire la “squadra” e non la “squadra” lui. Addirittura dice “non abbiamo tempo”.
    Io in questo inizio di campionato sono stato duro con Mou, ma qui onestamente si sta esagerando un po’ appena dice qualcosa.

  20. Caro Vito ti rispondo in merito all’ ippica, avendo vissuto molti dei miei anni in tale ambiente, ti assicuro che fatica,sudore e cervello sono fondamentali per avere risultati. Quindi i personaggi da te consigliati a frequentarlo sarebbero sicuramente presi a calci prima dai cavalli e poi dagli stessi che ci lavorano. Ciao.

  21. In classifica ci stanno sopra (e avevamo un calendario facile): Monza, Torino, Sassuolo, Frosinone, Bologna, Lecce ecc. ecc. con terzo monte ingaggi, e giocatori “non male” vedi Lukaku, Dybala, ed altri che in mani sue rendono zero e con altri allenatori che danno un gioco farebbero sicuramente meglio. Questo sarà il terzo anno (su tre) che non entreremo in CL ma gli basta chiamare un primavera e fare un intervistina che fa venire la pelle d’oca (parole testuali che sopra qualcuno ha scritto) e vi fa idolatrare questo allenatore. Contenti voi…ognuno ha quello che merita. E vedrete col Cagliari che altra batosta prenderemo…(spero di no…)

  22. Credo che in parte sia colpa dei Friedkin e di Tiago Pinto perché hanno lasciato a briglie sciolte Mourinho di dire ciò che vuole.
    Ripeto Mourinho è un grande allenatore ma ha un grosso difetto che se non gli compri i giocatori che dice lui ti denigra i giocatori che gli dai a tal punto che poi non riesci più a rivenderli e cosi ti ammazza il mercato.
    Sinceramente non amo il gioco di Mourinho ma è pure vero che in coppa è un grande maestro per me il suo deficit è il campionato.
    Come pure lui ha affermato la Serie A è un campionato difficilissimo a livello tecnico e bisogna dire che negli ultimi anni anche a livello fisico.
    Dimostrazione che anche le piccole squadre bastonano le grandi.
    Il fatto che in europa riesca bene e solo che il suo gioco non è seguito assiduamente come in serie A che è ben studiato sulle caratteristiche degli schemi che metti in campo.
    Oramai il suo gioco in campionato non ha più storia è telefonato e tutti gli allenatori delle squadre avversarie questo lo sanno perciò prendiamo bastonate in continuazione.
    Se vince delle partite in campionato è solo merito di alcuni giocatori che hanno grande classe tipo Lukaku e Dybala con i vari inserimenti dei singoli che sia appoggiano a questi due fuoriclasse.
    Denigrare Ndika e Auorar ne va a svantaggio solo della squadra che poi fa un peso e una misura delle parole del proprio mister e tanto meno dalla bocca di un allenatore che ha vinto tanto. Lo ritengo poco professionale da parte sua dato che utilizza gli stessi giocatori in campo e poco motivante per gli stessi. Potrebbero sentirsi inferiori al resto della squadra. Io credo che prima o poi alla fine i Friedkin non approveranno questo tipo di dichiarazioni pubbliche e che alla fine prenderanno provvedimenti.
    Anche perché ne va dei soldi che loro spendono e investono.
    Mourinho è un grande se questo non c’è alcun dubbio ma alla fine sono i risultati che contano in campionato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome