“ON AIR!” – CORSI: “Coronavirus? Tanti morti in Italia, è una strage”, GALOPEIRA: “Non voglio fare il complottista, ma questi numeri non mi convincono”, MAGNI: “Dai dati di ieri si è aperto uno spiraglio”, AUSTINI: “Speriamo che il peggio sia passato, altrimenti è dura”

28
3105

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Credo sia chiaro quale sia il problema: siccome questo un virus è molto aggressivo, gli ospedali non sono pronti a curare tutti insieme… Ci stanno chiedendo uno sforzo incredibile e piuttosto lungo, attenzione a non tirare troppo la corda…Speriamo che i dati oggi siano in discesa perchè c’è proprio il bisogno di vedere una luce e di pensare che il peggio sia passato, altrimenti diventa dura…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Il virus esiste, il virus uccide. Ma sono combattuto sul panico che ci hanno trasmesso in questa storia qui. Da un paio di giorni comincio a farmi domande sui numeri, e non lo dico per andare contro il decreto che ci impone di stare a casa. Sui numeri c’è qualcosa che mi crea malumore… L’Italia a differenza di altri paesi decide di fare tutti i giorni il quadro di quanti morti ci sono stati in quella giornata con il Coronavirus…altri paesi come la Germania dicono invece chi è morto per il Coronavirus… Non voglio fare il complottista davanti a una tragedia come questa, ma vorrei capire un po’ di più… Il sapere che la percentuale dei morti in Italia è la più alta del mondo mi fa vivere ancora peggio di quanto non sto già facendo…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Sul calcio siamo alla resa dei conti…qualcosa deve cambiare per forza, e infatti si parla di modifiche al Fair Play Finanziario, di defiscalizzazione… Sono due cose che potrebbero avvicinare Friedkin alla Roma…

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Qualcosa non quadra…non so la spiegazione…non quadra perchè ci sono troppi galli a cantare. C’è una guerra di virologi che stanno tutti i giorni in televisione e ci raccontano cose diverse… I numeri poi non li capisco. Io vedo soltanto che in Italia è una strage, i numeri sono imbarazzanti…sono davvero tanti i morti… Si parla di oltre 5 mila morti, il 10% dei contagiati… La Spagna che sta nel terrore ha il 6%…La Francia ha il 4%, gli Stati Uniti addirittura l’1,34%…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “E’ un dato che lascia qualche spiraglio il numero dei contagiati, ma anche delle vittime, che sono ancora un numero enorme ma in calo rispetto a quello del giorno prima …è un po’ presto, ma se non si comincia a invertire la curva…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Calcio? Si va verso lo stop definitivo. Immaginiamo che vada tutto bene e a maggio si ricominci il campionato…qualora dovesse arrivare un nuovo positivo tra i calciatori si fermerebbe tutto, e allora pensa quante speculazioni potrebbero esserci…pensate a una squadra, prendo la Roma come esempio: si ricomincia a giocare, superi l’Atalanta e tac…”Lo sai che ora ho un positivo in squadra? Ora sono quarto, e la Champions è mia”… Ma come fai a pensare che non ci sia più un positivo con un virus che si diffonde in questa maniera… Se la Roma dovesse scegliere un manager da affiancare all’attuale management, quale figura migliore di Malagò ci sarebbe in un’eventuale gestione Friedkin…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Chiedo attenzione…c’è gente che ha dovuto rinunciare a esami medici e a cure importanti perchè non ti rispondono più…mentre ogni giorno stiamo tutti a sentire il bollettino, quanta gente c’è in difficoltà pur non avendo il Coronavirus… Ora chi è malato di altre cose, state tranquilli e aspettate la morte a casa… In un momento come questo si vede che la nostra sanità barcolla e va ricostruita completamente…la salute non fa distinzioni…”

Furio Focolari (Radio Radio): “E’ evidente che ci sono carenze nel sistema sanitario nazionale, che non si aspettava questo tsunami…ma che colpa ne hanno i medici? La colpa non è loro, ma dei politici!…”

Redazione Giallorossi.net

28 Commenti

  1. Lo Monaco pensa ancora a supera’ l atalanta… quell’ artro dice che i numeri nun je quadrano… la potete mettere COME volete, i camion militari che trasportano feretri sono un dato oggettivo/visivo INCONFUTABILE… PRIMA pensiamo a campare, POI a TUTTO il resto…

    • Se vi è una cosa che non riuscirò mai a comprendere è la “malevolanza” umana Non vogliamo credere a taluni dati riguardanti le vittime mi stà anche bene ma spolliciare simili commenti ti fà veramente incazzare e di brutto Stamattina nonostante su Roma tirasse una bella “arietta” da Tramontana, dal balcone notavo la “ragazzetta” che in maniche corte correva beatamente – Una coppietta che chiaccherava tranquillamente con un automibilsta che aveva appena fermato la macchina, una madre col figlioletto che accudiva il girardino, un’ altra ragazza che puliva l’androne delle scale, chi portava a passaggio il cane e via dicendo… Tutti senza la benchè minima protezione (Guanti o Mascherina)
      Ti credo che gl’Ospedali sono intasati ed i Cimiteri Strapieni Ma come si fà a combattere una Pandemia di simili proporzioni quando l’imbecillità umana non ha limiti? Non vogliamo credere ai dati riguardanti l’Italia? “Spagna, 33.000 casi e 2.182 vittime Vicepremier ricoverata in ospedale!”
      E questi insieme alla Germania son stati i primi a sottovalutare la situazione
      Proprio vero – Chi è causa del suo Mal Pianga se stesso…
      Possono spolliciare o insinuare quanto vogliono, però ricordassero una cosa:
      “Di pelle ve ne è una sola – Non esistono ricambi e se v’infettate voi mettete a rischio anche chi è vicino sopratutto se anziano o malato Senza piu’ parole Provo solo rabbia e vergogna!”

    • Il the guardian ha fatto una analisi del perché i numeri italiani so così alti. Uno scienziato della comunicazione come er galopeira de solito ste cose se le legge e le commenta…boh, magari gli è sfuggito l’articolo…
      Quanto è ingiusto sto mondo che fa magnà sta gente pe di fregnacce con un microfono…speriamo che sto mondo cambi…

    • al cosiddetto Flaco:
      non ti rispondo con considerazioni scritte di mia sponte perché sarei meno lucido di alcune frasi prese qua e la e, a beneficio di una tua più profonda riflessione, spero, specie quando decidi di lanciarti a scrivere un post. Non cito la fonte ma sappi che sono di autorevoli persone. Poi aggiungo questa considerazione invece assolutamente mia: non lasciare mai la lingua precedere il tuo pensiero, sempre che ce ne sia uno..e mi taccio sui runners, perché è molto probabile che tu non sappia proprio cosa sia questa passione.
      Inoltre non ti snocciolo la questione dei numeri di morti per corona virus, con il corona virus ect., per quello c’è già l’ISS, chi ne ha voglia può andare sul loro sito, li si può leggere altro da quello che si sente dappertutto.. ma questo è un’altro problema e qui siamo su un blog di calcio…
      1:”Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Soltanto gli imbecilli sono sicuri di ciò che dicono”
      2: “La scienza è tale perché ci si mette sempre in discussione, non si è mai certi di nulla”
      3: ““Essere eretici. Avere il coraggio e la modestia di mettere in discussione tutto e onorare il dubbio”. Questa è un’infezione che fa ammalare il 10% degli infettati e provoca la morte non come causa primaria”

  2. I morti, come è stato detto in TV e come posso testimoniare, sono di più. La gente muore in casa perchè non vanno a prenderla con le ambulanze e in ospedale non c’è posto. Quando muoiono non fanno il tampone e classificano la morte come polmonite. Se qualcuno non crede basta confrontare il livello “normale” di decessi nel periodo e quello attuale: la differenza è coronavirus (direttamente o indirettamente). Speriamo che la curva cominci a piegare e certe zone vengano preservate. Forza Italia!
    PS ma se un calciatore dovesse essere intubato per settimane: dopo quanto tornerebbe a giocare, sei mesi, un anno, mai?

  3. Molto semplice, Marione, abbiamo un numero di infetti non conteggiati dieci volte superiore ( 450000 più o meno)…parlare del calcio che verrà in questo momento , è una masturbazione mentale, come le macabre orge dei film di Pasolini

  4. Siamo in guerra,contro un nemico invisibile,e ogni guerra pretende le sue vittime.Dipende da noi non fare da bersagli e rispettare le disposizioni che vengono date.Ne usciremo ,ma non si sa quando,ma sicuramente ci porteremo dietro profonde ferite per lungo tempo,sia materiali che morali.Prepariamoci a passare la Pasqua chiusi in casa, perche’ secondo me le previsioni fatte per la ripresa delle attivita’,sono solo una barzelletta,.

  5. Parlano a vanvera praticamente 365 giorni all’anno …..
    almeno la decenza di non mettere bocca su un argomento così delicato …..

  6. Il Bollettino di oggi dello Spallanzani,preso dal sito dell’Ospedale,indica 4 casi in più rispetto a ieri,di pazienti ricoverati per COVID-19.
    E’ un dato parziale ma indicativo di come procedono le cose a Roma. Soprattutto sono dati CHIARI e inconfutabili. In questi ultimi giorni il TREND allo Spallanzani è di 4,dico quattro ,malati in più al giorno…
    Nel Bollettino danno notizie anche delle novità più significative sul problema,preferendo le notizie POSITIVE.
    E chekazzo…se uno legge il Bollettino della Protezione Civile,finisce nel panico totale senza inoltre capirci un’emerita ceppa…
    W LO SPALLANZANI, sia per le cure che ci dà,sia per l’informazione,chiara e corretta…

  7. Il problema è divenuto chiaro anche ad Austini; c’è quindi speranza per tutti. Infine, non posso non notare l’affinità cognitiva tra Galopeira e il nostro Amedeo.

    • Almeno er galopeira nun ce fà l’anilisi socio-psicologica quotidiana come quello..eh eh eh.n

    • il tuo post è l’ennesima e plastica dimostrazione di come la pecora segue quella che la precede e cosi tutto il gregge…fortunatamente ci sono persone che pensano in altro modo altrimenti l’umanità sarebbe ancora…sugli alberi!

  8. Un parere personalissimo: quando noi italiani – a partire dagli “addetti ai lavori”, ma non solo loro – cominceremo a dare meno spazio e importanza alla dietrologia, probabilmente vivremo tutti un po’ meglio.

  9. Galopeira….nato come guitto dalla faccia tosta, comincia a farsi domande sui numeri.
    Lui, che ha sempre gridato ai 4venti, e con malcelato sarcasmo, la sua poco avventurosa vita scolastica, oggi vuole capirne di più su certe cifre. Forse perché non si fida di chi fa i…conti!
    Da fiero epigono di Gasperino er carbonaro, li vuole vedere…. sti conti!
    Con quale competenza?…la solita, quella della chiacchiera tipica del pensiero sbrigativo.
    Galope’, da retta, lassa perde li nummeri, nun è robba pe te! Perché alla fine, la verità è che uno nun se fida de quello che nun capisce! Chi oggi, purtroppo, ci fornisce numeri emotivamente inaccettabili, lo fa perché, prima è chiamato a farlo, poi perché usa calcoli basati su modelli matematici che dimensionano la curva del contagio su scala logaritmica, in modo da valutarne la progressione esponenziale….insomma Galope’ parla d’altro….tanto l’unica cosa che potrai di, è che la matematica non è un opinione…….almeno questa sembra essere l’opinione dei matematici, quindi non la tua!

    • Tresenza, te sei uno gajardo… sei simpatico, arguto e ironico al punto giusto… con Cattivik, Kawa, high sunt, blouson, Meh (anche se è un po che nun se sente) el Flaco, e TANTI altri (perdonatemi, vi segnalerò la mia stima, per quel che può valere, SICURAMENTE alla prossima occasione) me ce trovo a meraviglia… e colgo l occasione per salutarvi…😉👍🤝🙌

    • Paolo B(ambolo)…non capisco perchè non m’hai messo nell’elenco di quelli con cui ti trovi a meraviglia…

  10. Giorgio Gori ha detto che a Bergamo e dintorni c’è gente che muore sola a casa,gli ospedali sono pieni e che,confrontando i dati all’anagrafe del suo e di altri 12 comuni,i dati dicono che ci sono molte più persone morte per polmonite a cui non è stato fatto il tampone e,visto che il tampone viene fatto a chi arriva in ospedale già in condizioni gravi,i positivi saranno molti di più di quelli calcolati nei dati ufficiali. Sulla situazione del Lazio e di Roma,in particolare,quanto contano i dati? Il virus circola da un po’ ed è circolato in posti che facilmente fanno da detonatore,conventi,ospedali,soprattutto tanti ospedali,protezione civile,centro del 118…il fatto è che i tamponi non vengono fatti se non a chi arriva a condizioni gravi,forse sanno che sarebbe inutile visto che ne uscirebbe un numero tale di cui sanno già di non potersi fare carico? La Corea del Sud sta affrontando l’emergenza in modo differente dalla Cina,effettuando tamponi a tappeto.Quale è la prassi qui a Roma?Se hai un aumento di temperatura senza atri sintomi preoccupanti chiami il medico di base che ti dice di monitorare la temperatura e che se continua ad essere sopra i 37,5 farà la segnalazione,a quel punto la ASL di competenza ti dice di rimanere in isolamento,ma nessuno ti viene a fare il tampone a quel che ho capito(vedi il giovane ragazzo morto ieri a Roma),nè viene fatto ai famigliari che devono rimanere in quarantena,sarebbe diverso se chi accusasse sintomi venisse monitorato e seguito da personale medico competente prima di arrivare ad insufficienza respiratoria? Mi chiedo da profana.A vip e politici vengono fatti i tamponi su richiesta e monitorati se hanno avuto un parente o sono venuti in contatto con persone positive,noi,comuni mortali,dobbiamo solo incrociare le dita e sperare di sfangarla? Mi auguro stiate tutti bene,mi sono limitata a leggere altri articoli ed altri post senza commentare,ma apprezzando diversi commenti come quelli del Flaco,un caro saluto a tutti voi ed un in bocca al lupo a tutti noi!

    • Il tampone naso-farinegeo (doppio,ossia con 2 sedi di prelievo) DEVE essere fatto in casi mirati. Non può essere fatto a tappeto o come screening della popolazione per vari motivi:
      1) oggi ti può dare una negatività,domani il contrario. Ha un valore cronologicamente limitato.
      2) per il risultato occorrono 48 ore ; 24 per il primo test; altre 24 per il test di conferma (se il primo risulta negativo).
      3) il costo della metodica
      4) la disponibilità dei tests in termini quantitativi.

    • @Momica approvo ogni singola parola di quanto hai detto Sopratutto la parte riguardante i tamponi
      Per quanto concerne i Pollici verso emessi da coloro che evidentemente ancora non credono a tutto ciò che stà avvenendo Gli auguro solo che il peggio Nulla mi toglie dalla mente che questi soggetti agiscano premidatamente, fregandosene altamente della vita altrui
      Mi sovviene solo una perplessità Chi tramite il Covid19 – mette a rischio l’incolumità degl’altri (sopratutto se intenzionalmente) non meriterebbe pene severissime? Leggevo quest’articolo:
      ((“Positiva al virus, litiga al market e tossisce in faccia alla cassiera
      È successo in un supermercato di Mestre e ora la dipendente è in isolamento. La cliente ora rischia una denuncia!”)) Perchè solo – Rischia!
      Pensa, tutto il Personale finisce in Quarantena e il Supermercato viene costretto alla chiusura per poter essere bonificato! Forse non fanno poi cosi’ tanto male quelle Nazioni tipo: Giappone – Russia – Cina etc… che a riguardo della vita umana antepongono pene “severissime”
      Non vedo il motivo onde per cui questi “soggetti” possano agire liberamente mettendo a rischio l’incolumità altrui Il “futuro” appartiene a tutti, non solo a st’invertebrati che della Libertà e della Democrazia, ne fanno un arma a loro vantaggio
      Distinti saluti 🙂

    • Giuste considerazioni Zenone,ma mi chiedo se le persone a contatto con un contagiato non dovrebbero essere sottoposte a tampone.Credo che all’inizio si facesse per cercare di rintracciare i link epidemiologici ed isolarli mentre oggi il virus è
      ormai troppo diffuso,anche se un soggetto che manifesta sintomi evidenti e vive in famiglia finirà per contagiare tutti se non ha metri quadri a disposizione tali da potersi isolare in un’ala dell’appartamento. Vip che,purtroppo,hanno avuto parenti colpiti dal virus,hanno chiesto e ottenuto il tampone e vengono monitorati anche in assenza di sintomi significativi come i calciatori,ma,in quel caso,sono seguiti dai medici delle società. Ho letto questa mattina della sperimentazione al Gemelli per un test rapido,nei prossimi giorni i risultati,vedremo. @El Flaco condivido,qui in zona da me mi sembrano tutti abbastanza impauriti,mia mamma ha interrotto la fisioterapia e dovrebbe camminare un po’,ma come si fa? Si sta a casa,spesa a parte,visto che farla online è praticamente impossibile. A chi pesa stare a casa,basti pensare a quelli che,invece,escono perché in prima linea o perché devono uscire per lavorare rischiando di contagiarsi e contagiare i propri cari,dalle forze dell’ordine,ai commessi,ai trasportatori e corrieri che sarebbe il caso di non far girare per consegnare beni non di prima necessità,anzi,direi approfittiamone per aspettare e fare acquisti utili ma non indispensabili ad emergenza finita andando nei negozi fisici,di zona che dovranno risollevarsi!

  11. Angelino e Corsi che parlano di medicina so veramente incresciosi… Non so se me fanno più ride o piagne…. Di sicuro Abusano alla grandissima dell’articolo 21 della Coatituzione…

  12. Oh, anche se si parla bene STRANAMENTE qua so’ in parecchi che so contrari…😏 (daje cazzia’, che oggi pe voi è il 40° anniversario de n giorno storico… auguri… 😏)

  13. Che bel lavoro fare i giornalisti.
    Emettono dubbi sentenze ma non si DOCUMENTANO non leggono.
    In Germania NON si fanno test POST MORTEM.entrano nel decorso malattia.
    Fino a 1 settimana fa età media malati 40 anni.
    O i giovani sono cagionevoli o i vecchi sani.
    Il panico ?
    La Merkel ha detto ” il 60/70 per cento si ammalerà” ma tutti hanno fiducia nelle istituzioni.
    In Italia l’opposizione accusa cercando voti e l’ altra lavora cercando di FARE.

    • Ma l’ultima frase era ‘na battuta vero?
      Mi pare che tra ritardi, contraddizioni, retromarce, annunci via Facebook e decreti fantasma abbiano già fatto abbastanza.
      Ma d’altronde da un Gieffino, un bibitaro e un avvocaticchio di uno sperduto paesello, che altro ci si poteva aspettare?

  14. Giriamola come vogliamo ma x me l errore è stato non aver blindato subito la Lombardia.. E non a parole ma con l esercito.. A presidiare svincoli autostradali stazioni e qntaltro.. Una vera e propria cintura attorno alla regione come la Cina ha fatto con Wuhan. Invece I lombardi andavano dove gli pare. Sono fuggiti ed hanno portato il virus un po’ ovunque. Sicuramente ci sarebbero stati casi cmq in Italia ma non a questo livello. E oltretutto il virus non avendo colpito le altre regioni dava modo a queste di aiutare la Lombardia inviando mascherine guanti respiratori ecc. Un blocco di un area è un blocco! Punto! O si fa x bene o non serve a niente.

  15. Zeno’, ammazza quanto sei piritoso… a te nun te ce posso mette nell elenco perché primo fai SEMPRE il bastian contrario a prescindere; 2° perché sei un adepto incallito di pollotto, colui il quale ha sotterrato l orgoglio dei ROMANISTI E IL ROMANISMO; (a mio avviso, considerazione puramente soggettiva, naturalmente) 3° perché dall alto dei tuoi 67 anni (come tu stesso affermato in più occasioni) pensi SEMPRE che la tua parola è il verbo e, tecnicamente, non funziona così…. di conseguenza, 4°, ci chiami TUTTI bamboli perché CHIARAMENTE, rispetto alla tua anngrafe, te potemo esse figli e nipoti… sì la pensi SEMPRE così perdonami, ma come cazzo famo ad anna’ d accordo?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome