“ON AIR!” – CORSI: “Che entusiasmo intorno alla Roma, merito di Friedkin”, AGRESTI: “La Conference League non è una vera coppa”, CATALANI: “Nzonzi crede di essere Falcao”, DAMASCELLI: “Sarri tornerà a bestemmiare nel derby”

26
874

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le  frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Jacopo Palizzi (Tele Radio Stereo): “Se riuscissi a far giocare una partita intera ogni tre ai vari Kumbulla, Smalling, Carles Perez, El Shaarawy, Borja Mayoral, se riuscissi a valorizzare anche le tue seconde linee, la rosa comincerebbe a essere più profonda. La stagione è lunga. E una Roma più forte non solo nell’undici, che comincia a contare su 15, 16, 17 giocatori, in un campionato così equilibrato può diventare prezioso…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La Roma quest’anno ha trovato equilibri, amalgama e voglia di giocare a pallone. Con equilibrio non parlo solo dal punto di vista tattico, ma anche dal punto di vista del gruppo. Ieri per la prima volta non c’era nessun laziale alla cena della Roma…finalmente tutti romanisti. Quest’anno il tifoso ha una curiosità morbosa nei confronti della squadra, non vede l’ora di vedere la Roma un’altra volta. Se la Roma di Fonseca giocava col CSKA, non c’era tanto entusiasmo all’idea di vederla, invece ora aspetto la partita di domani con un altro spirito. E questo è merito di una persona, che forse sottovalutiamo, ed è Dan Friedkin…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Io non sono convinto che sia così minima la differenza tra quello che vorrebbe Pellegrini e quello che offre la Roma. Da una parte c’è un calciatore che nel momento più importante della sua carriera, a 25 anni deve firmare il contratto della vita. Se vuole monetizzare, come fanno tutti i calciatori, lo deve fare in questo contratto qui. Pellegrini si da un valore, che è importante. La Roma però non vorrebbe dare uno stipendio troppo alto, perchè quello sarà uno stipendio guida per i prossimi…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il rinnovo di Pellegrini? Una questione è se il discorso è tra 3 milioni e mezzo e tre milioni e otto, e una cosa se il discorso è tra tre milioni e cinque milioni. Io spero sinceramente che si concluda rapidamente, l’allenatore lo ha chiesto esplicitamente. Mou ha fissato dei termini temporali, e credo che anche su questa spinta mi aspetto che la vicenda si chiuda a breve…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Ieri mi sono visto Villarreal-Atalanta anche per vedermi un giocatore che mi piace particolarmente e che la Roma aveva attenzionato, e cioè Koopmeiners. L’olandese è entrato nella ripresa al posto di De Roon. Io lo ritengo un grande giocatore, e lo hanno pagato 13 milioni. Per me è un giocatore superiore alla media, e non sapete quanto mi sarebbe piaciuto vederlo alla Roma. Per me l’Atalanta l’anno prossimo se lo rivenderà a 40 milioni… Anguissa? E’ un giocatore molto diverso, più fisico. Tra i due Koopmeiners è più un prospetto. Nzonzi? E’ talmente paradossale che un giocatore mediocre come lui possa rifiutare il Benfica quando dovrebbe baciare per terra che qualcuno lo abbia chiamato. Evidentemente lui pensa di essere Falcao…”

Jacopo Aliprandi (Rete Sport): “Nzonzi continua a rifiutare tutto, e questo è stato uno dei problemi per cui la Roma non è riuscita a prendere un centrocampista. Sarebbe bello poter andare da Nzonzi e chiedere perchè fa così. Perchè, pur sapendo che così resterà fuori a non giocare, preferisce restare qui…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Sarri? Giustifico le cose detto a Saelemaekers, ma non giustifico le cose dette dentro lo spogliatoio. Non sei un ragazzino, hai 60 anni, devi sapere che se dici certe cose vai incontro alla squalifica. E poi se sei religioso non dovrei bestemmiare, a se non lo sei a maggior ragione, perchè bestemmi?.. Mourinho? Lo sappiamo che sotto molti aspetti è il numero uno. Lui cura tutto. Andare sotto la Curva sono gesti importanti, non solo per la tifoseria ma anche per la squadra che ha bisogno di una guida certa. L’inizio della stagione della Roma è sotto gli occhi di tutti: le ha vinte tutte. E più di questo non puoi chiedergli…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Mourinho è padrone della situazione, riesce a coinvolgere anche i Friedkin…io non sapevo che partecipassero attivamente anche alle cene di squadra. Mou vuole rinsaldare il legame con i tifosi, e con i calciatori, per non avere grane durante la stagione, cosa che non è mai facile…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Cristante e Veretout non possono giocare tutte le partite, così come Abraham o altri. Devi permettere a tutti di essere in condizione fisica eccellente, altrimenti rischi che quando ti serve qualcuno poi ti entra in campo senza aver mai giocato. La Conference League secondo me non si può sentire, non è una coppa vera, è una coppa a mio avviso senza senso che la Roma deve sfruttare per far giocare chi non gioca mai…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Sarri? Tornerà a bestemmiare nel dery…il personaggio è quello, uno screanzato. E’ una cosa così ignorante e volgare di esibire il proprio pensiero…. Mourinho? E’ un uomo che capisce un minuto prima quello di cui c’è bisogno. Se lui ha fatto questo, è perchè ha capito che era il momento…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteConidi: “Gli occhi dei giocatori sono trasformati. Mourinho di una simpatia unica. I Friedkin hanno capito che la romanità è un valore”
Articolo successivoMOURINHO: “Il campionato è più importante della Conference, ma ci tengo a vincerla. Domani farò dei cambi”

26 Commenti

    • Hai ragione Trullo86, è da incompetenti, sputare, su una competizione internazionale, l’ idiozia è sempre presente… Iniziare magari, nel vincerla, per innaugurare un nuovo percorso, di una nuova ROMA! 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  1. Dan Friedkin era alla cena perché è una persona seria che ha rispetto per le 1000 panchine di uno degli allenatori più forti e iconici del calcio mondiale.
    Il presidente ne sa lo 0,1% di quanto ne sa Mourinho sul calcio, e per questo si dimostra umile nei suoi confronti.

    • Non saprà nulla di calcio, però hanno preso l’allenatore più forte del mondo.
      Prima ci spacciavano i vari Fonseca, Luis Enrique, come fenomeni.

      Umili. Ma anche intelligenti.

      Lo scorso anno molti di voi hanno criticato la scelta, dopo le visite mediche, di non ingaggiare Milik che si è rotto di nuovo.

      I Friedkin sono persone serie.

  2. La Conference non è una vera coppa Europea. Allora il tuo cervello non è un vero cervello. La Conference è una coppa Europea e io ricordo a questo signore che ci sono grandi squadre come il Tottenham

  3. Ieri per la prima volta non c’era nessun laziale alla cena della Roma…finalmente tutti romani

    😄😃 è proprio vero che il lupo perde il pelo ma non il vizio

    Però lo stemma è ancora quello laziale della mucca voluto da Pallotta

    Non se po’ fa, non se po’ fa

    😃😄

    • Ma non ti preoccupare basta perdere 2 partite poi Mourinho è peggio di Fonseca, Friedkin come Ballotta.
      Hanno deciso che il tifoso a Roma deve essere così.

      Loro quelli che ci comandano e decidono tutti
      I cosiddetti gran signori dell’ambiente

    • per capire mejo Luca, fai le affermazioni a te stesso o ti sei dimenticato i cambiarti il nick???
      cmq vedrai…
      che dopo 2 sconfitte di seguito giocate male, perchè quel che si è criticato in quest’ultimi anni non erano le sconfitte ma il modo in cui arrivavano con calciatori rinunciatari e senza mordenti, sarà lo stesso Mourinho a incaxxxrsi e a criticarsi visto che lui è uno che allena per vincere non per galleggiare li tra le prime quattro…
      che poi, non ho capito “il lupo perde il pelo…”, cioè, esser felici di non vedere lazziali in una cena di romanisti è una critica alla ASRoma???

  4. Se nella Roma attuale ci sono manici di pippe che prendono più di 3 milioni l’anno (ogni riferimento a Nzonzi è puramente casuale) è giusto,sacrosanto e perfino doveroso che il suo Capitano,che è anche nel giro della Nazionale, chieda per il rinnovo cifre senz’altro superiori.
    Anzi,se IO fossi in lui,chiederei 5 milioni,perchè questo è lo stipendio che si merita…senza se e senza ma. 😎

  5. Agresti, tifoso di una squadra che vale meno di noi in Europa da più di qualche anno, ora si fa anche portavoce della corrente di pensiero per cui “Conference = inutile”, eppure immagino che la se la vincesse la sua strisciata preferita farebbe i salti di gioia da qui all’anno prossimo

  6. Guarda che combinano le vittorie….
    Fino a qualche giorno fa, il presidente era un purcioso Nun se po’ permette de spenne 20 Pippi per un tizio…,Pinto non capisce nulla di calcio che andasse a venne li prosciutti… Etc.
    Ora?!?!?!
    Occhio che vi spingiamo giù in mezzo secondo eh💪💪💪💪💪💪🤘🤘🦉🦉🦉🦉

  7. Forza Roma e forza Friedkin, però purtroppo so tornati i papponi a Trigoria.
    Manca il comico pubblicitario.

  8. “E poi se sei religioso non dovrei bestemmiare, e se non lo sei a maggior ragione, perchè bestemmi?”

    Qui qualcuno ha bisogno di una lavatrice San Giorgio…

  9. Tra Palizzi e Focolazzi non so chi abbia maggiori problemi con i congiuntivi e i condizionali.
    Del resto è tutta un’opinione no ? 🙂

  10. Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La Roma quest’anno ha trovato equilibri, amalgama e voglia di giocare a pallone. Con equilibrio non parlo solo dal punto di vista tattico, ma anche dal punto di vista del gruppo. Ieri per la prima volta non c’era nessun laziale alla cena della Roma…finalmente tutti romanisti. Quest’anno il tifoso ha una curiosità morbosa nei confronti della squadra, non vede l’ora di vedere la Roma un’altra volta. Se la Roma di Fonseca giocava col CSKA, non c’era tanto entusiasmo all’idea di vederla, invece ora aspetto la partita di domani con un altro spirito. E questo è merito di una persona, che forse sottovalutiamo, ed è Dan Friedkin…”

    Memorizzate bene questo commento. Ora non ammetto più “strambate” da questo personaggio… Non c’è più il “nemico” da attaccare quotidianamente e da dividere la tifoseria per il proprio tornaconto personale… Oggi inizia l’era della glorificazione della nuova proprietà, dell’innalzamento di Dan Friedkin, qualsiasi cosa accada. Perchè non potremmo vincerle sempre (magari aggiungo!) e qualcuna la steccheremo, purtroppo, inevitabilmente…
    Non ammetto che si massacri la presidenza da questo momento in poi, soprattutto dal personaggio in questione. Non vorrei anche che si alzi l’asticella proditoriamente (come già fanno artatamente alcuni opinionisti, storicamente sbiaditi…) per poi attaccarla di nuovo, tentare di affossarla o banalizzare, come già succede, alcuni recenti comportamenti.
    Occhio adesso che siete tutti tanati, controllati da noi tifosi che siamo UNITI con la Roma e con Mourinho (è il primo che dice di “stare con i piedi per terra” e rimanere umili, passo per passo, giorno dopo giorno, di “cercare di vincere la prossima partita”), un motivatore, un eccezionale mental coach, che sta rigenerando una squadra distrutta da gestioni tecniche e societarie indescrivibili. Siamo all’inizio di un percorso, di un “progetto Vero”, sensato, logico.
    Sognare per noi tifosi non è vietato, la mentalità che spinge i giocatori a dare il 110% oggi è palese, visibile, tangibile e appartiene alla sfera dell’impegno, della dedizione e della pragmaticità. Quella corsa verso la Sud è l’inizio di qualcosa e non un punto di arrivo. E’ l’inizio di un viaggio che spero sia breve ed entusiasmante, che duri il minor tempo possibile per farne poi degli altri, per conquistare nuovi traguardi, nuovi obiettivi, nuovi sogni da realizzare.
    FORZA MAGICA ROMA SEMPRE E PER SEMPRE!!!💛❤

    • quindi te non vedi questo cambiamento di mentalità con calciatori che sembrano concentrati e determinati a perseguire l’unico obbiettivo che abbiamo, vincere la prox???
      perchè trovo banale e logico che se la squadra a gennaio avrà il solito calo verticale di concentrazione e determinazione debbano essere contestati…
      lo stesso Mourinho ha più volte già evidenziato come a gennaio servano almeno 2 rinforzi, titolari con esperienza, se non arriveranno servirà pressione da anche da parte di noi tifosi verso i Friedkin, l’averci liberato dal peggior Presidente della Nostra Storia non è un bonus eterno…

      ma a parte i preconcetti che si ha verso i radiolai e giornalai a me sembra evidente questo cambio di passo, con calciatori che per 8/11 sono li stessi dell’ultimi due anni… a questo punto invece di prendermela con i radiolai me la prendo soprattutto con i calciatori (e casomai con l’exproprietario che evidentemente non è stato capace di far rendere a 100 i propri dipendenti) ai quali ci sarebbe da chiedere spiegazioni… se poi mi dici che vedi la stessa grinta e determinazione dell’ultimi anni ovviamente il mio ragionamento non vale, però come tifoso avrò diritto a farlo e pensarlo???
      ricorda invece, tutto quello che è sotto il 100% non è niente!!!

  11. agresti, che sei simpatizzante laziese si sa … ma dire che la conference non è una coppa solo perché è una nuova coppa (questa è la verita) è ridicolo, anche perché non è molto diversa e nemmeno tanto più facile dell’ europa league. Che niente niente stai immaginando che la Roma può puntare a vincerla mentre le qugliette tue non vinceranno l’ europa league e stai a mette già le mani avanti? … agresti senza niente resti!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome