“ON AIR!” – CORSI: “Vincere domenica cambierebbe tutto”, PRUZZO: “Napoli difficile da affrontare, mi prenderei il punto”, FERRETTI: “Sono loro ad avere più da perdere”

28
1252

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Kvaratskhelia nell’uno contro uno ti può umiliare. Non dico che la Roma deve fare le barricate, ma devi contenere il loro giocatore più forte. E viva Dio che la Roma ha un tecnico che si preoccupa anche delle squadre avversarie, perchè ci sono allenatori che pensano solo a fare “il loro calcio” e poi fanno sistematiche figuracce… La Roma deve essere chirurgica. Sto palesando un disagio in vista di Roma-Napoli: un partita tra due squadre in salute, con due ottime classifiche, tra due grandi allenatori, e ancora si parla della querelle Totti-Spalletti…ma basta…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Sale forte il rumore dei nemici, che esistono, vivono di te. E far vivere gli altri di odio è straordinario. Mou se ne fotte, e gli altri muoiono… Da oggi si interrompono le critiche ai nostri, Mancini deve fare muro, Ibanez deve essere stra-concentrato, perchè se te la levano da quelle parti è un dramma. Non ci saranno i più forti, ma c’è Zaniolo… La cosa più importante sarebbe vincere, perchè cambierebbe tutta la storia di quest’anno. Se perdi invece non cambia, si modifica un po’, ma non cambia. Penso che Mou stia curando questa partita molto, molto bene…”

David Rossi (Rete Sport): “Zaniolo da questa situazione deve imparare molto. In una Roma ideale, schiero Zaniolo, che è l’uomo giusto per una partita di attesa, accorta, perchè sai che il loro potenziale offensivo è molto alto. Nel mio modo di vedere le cose, con palla a loro, Pellegrini va su Lobotka, e Zaniolo va a dare una mano sulla fascia per Kvaratskhelia, perchè quello una volta che ingrana, non lo fermi. Lo devi solo sdraiare. Zaniolo è il primo che deve andare a contrastarlo, poi Karsdorp in seconda battuta, e per ultimo Mancini. E’ vero che così a Zaniolo gli si chiede un grande dispendio di energie, ma nel calcio moderno la differenza tra un grande attaccante e uno potenzialmente forte è questa, la partecipazione al gioco di squadra soprattutto in fase di non possesso palla…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se devo vedere lo stato di forma, Belotti si fa preferire a Abraham, ma non penso che Mourinho sia dello stesso avviso. Tutti puntano sul 3-5-2, ma non è da escludere anche un 3-4-2-1 con Matic e Cristante a centrocampo, Pellegrini e Zaniolo dietro Abraham o Belotti. Il dubbio quindi è doppio, sia sugli uomini che sul modulo…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Un duello chiave sarà a destra, meglio Karsdorp di Zalewski per arginare Kvaratskhelia. Ma da Trigoria mi dicono che al momento a destra sia in vantaggio il polacco, con Spinazzola a sinistra… Camara potrebbe darti una mano in più a raddoppiare, secondo me Mourinho ci penserà fino alla fine se schierarlo dal primo minuto. Zaniolo? Andrà in campo per scelta e non per necessità. Mou non mi sembra uno che si fa condizionare da certe cose…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Il lento avvicinamento a Roma-Napoli è concentrato sull’indovinare la formazione della Roma. Ci sono varie ipotesi. A destra dovrebbe giocare Zalewski, con Spinazzola a sinistra. Sembra scontato il ritorno di Zaniolo, ma da quando non c’è Dybala ha sempre giocato titolare Belotti, e questo è un dato che non va ignorato. Il grande dubbio è a centrocampo, Mou potrebbe anche decidere per una mediana di posizione, di attesa, con Matic al posto di Camara. Il Napoli in questo momento è la squadra che ha più da perdere domenica…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Chi farei giocare tra Abraham e Belotti? L’inglese, ha grandi potenzialità, ha delle qualità che possono farti cambiare marcia insieme a Zaniolo. Questa è la speranza. Io lo ripeto: il punto me lo prendo. Un Napoli a questo livello non è facile da affrontare…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Io lascerei Zalewski, ha un passo che può opporsi a Kvaratskhelia. Le ultime apparizioni ci farebbero pensare a Belotti in attacco, ma il titolare resta Abraham. Le scelte comunque cambiano poco: sono giocatori diversi ma simili. Alla fine cambia poco…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteNapoli schiacciasassi, ma la Roma può farcela: meno due allo scontro che può cambiare tutto
Articolo successivoGolden Boy 2022, trionfa Gavi del Barcellona. Zalewski il più votati dai tifosi

28 Commenti

  1. Ho una convizione mia, la sorpresa MOU, davanti iniziano GALLOTTI – ELDOR, li spompano e poi li finiscono, ZANIOLO – TAMMY. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  2. Tutti a di che dovemo fa le barricate…..

    Ma il Napoli gioca contro la cremonese?!?!?..

    Perché loro pensano de fasse Na passeggiata de salute?!?….

    Chi è che fermerà zaniolo, Abraham, pellegrini, zawleski?!?!?….

    Invece credo che la ROMA 💛❤️farà una grande partita…. 90 minuti senza tregua… Je faremo tanto male….

    Non sono più forti della magggica 💛❤️… L’unica differenza è che loro attraversano uno stato di forma eccezionale… Mentre noi… Ancora no, ma siamo là però…..

    • ho dato uno sguardo alle loro gare, coppa compresa, il NAPOLI quasi sempre segna DOPO la mezzora iniziale, la maggior parte dei casi nel recupero del 1T, spesso nel 2T inoltrato.
      Alcune ECCEZIONI, Torino (infatti fu sottolineata dalla loro stampa) o magari la prima col Verona.
      Generalmente, pure nelle partite stravinte, se col LIVERPOOL trovano già al 5 il rigore di Zielinskj, gli altri 3 vengono tardi.
      Come la goleada alla CREMONESE (Raspadori al 18esimo…), o con l’AJAX 5 dei 6 goal, fatti tutti nel 2T.
      Vero che ogni gara fa storia unica, ma questa é sicuramente la tendenza, e una tendenza é una caratteristica da tener presente.
      Cosa significa? Cosa farà la ROMA (e di contro SPALLETTI…), domenica? Aggredisce da subito o aspetta si scoprano? Io non saprei, dipende pure tanto dall’11 di partenza.
      So che il mister e il suo staff conoscono questi (e altri) dati, e ne tengono conto.

    • Se Abraham resuscita è nettamente superiore a Belotti, lasciandolo in panca non sapremo mai quando e se risorgerà. Credo che questo ragionamento lo faccia pure Mou

    • Io direi 352 con rui difesa Mancini smalling ibanez centrocampo a 5 da ex kardrops matic camara Pellegrini zalenski zaniolo tra la trequarti e attacco centravanti boa abraham ( secondo tempo belotti) in fase di difesa zaniolo si allarga a sx e copre in prima battuta la zona poi indietro kardrops… camara centrocampista di “ gamba” pronto a raddoppiare e Pellegrini coprire zona centrale insieme a matic … fase attacco zaniolo pronto a sgroppare sulle sponde di abraham e sui lanci di Pellegrini e/o matic … camara deve sapersi inserire nella zona centrale pronto a ribattere o rilanciare… sarà questa la tattica per dare scacco matto al napoli

  3. Sale forte il rumore dei nemici, che esistono, vivono di te. E far vivere gli altri di odio è straordinario

    Ma che sono queste cose dell’odio, discorsi proprio da recinto del raccordo annullare solo qui si sentono.
    Ma poi non sono neanche veri Mourinho è molto diplomatico, non odia nessuno e abbraccia tutti prima e dopo la partita.
    Le grandi squadre i grandi club, non odiano nessuno, possono avere delle rivalità e poi si fermano lì, si gioca la partita se vinci bene, se perdi, c’è subito un’altra grande partita.
    Chi parla di odio e perché è rimasto fermo con la testa agli anni 70 oggi è fuori tempo, anche basta questa propaganda la Roma ha svoltato e ora è una società internazionale non più legata alla idea dell’odio e del raccordo annullare

    • Quando vai al San Paolo e per un paio d’ore non senti altro che insulti ed il ticchettio della roba che ti lanciano contro dagli spalti e non vedi altro che gesti orrendi ed hai paura di uscire a riprendere la macchina l’odio ti viene te lo assicuro. Bisogna vedere se la gente che parla dalle radio ha mai provato l’esperienza della trasferta.

  4. alla fine ci giochiamo 3 punti, esattamente come faremo contro Verona o Torino…certo, battere una diretta concorrente fa morale, ma non farei tragedie se dovesse andare male. Sicuramente il gioco del Napoli, se non ci travolge nei primi minuti, può lasciarci quegli spazi in ripartenza in cui siamo maestri…speriamo solo in una grande prova di concentrazione e di sacrificio, e giochiamocela fino alla fine

  5. qualcuno riesce a spiegare cosa volesse dire Focolari affermando che “Belotti ed Abraham sono giocatori diversi ma simili “?

    • Capi’ che vvole dire Focolari?
      Romulus mio… fuss’anche… che ce frega?
      Chi vvo’ ssciala’ er ciarvello ne la bbega
      de cuer che vònno di’ li pecorari?

      S’avrebbe a ave’ er diproma de somari,
      p’accapicce cuarcosa… nun ze spiega…
      so’ tutta na ggenia, tutta na lega
      de sgrinfie, sartaquajja e zzampoggnari!

      “Simili, ma ddiverzi…” cche vvor di’??
      Ggnente… è ‘n upri’ bbocca pe dda’ fiato
      co la lingua che tajja a anna’ e vveni’!

      Lassalo rescita’ sta filastroccola
      pe fasse crede furbo a bbon mercato…
      nun te ce sta a ‘ntonti’ la sciriggnoccola…

    • avrà notato una evidente somiglianza a livello fisico, non si spiega altrimenti…del resto è noto per essere sempre molto lucido nelle sua analisi

  6. Ma un po’ tutti dicono che giochera’ cristante…!!!! ma ancora?? non oso immaginare come lo salteranno e umilieranno …accendiamo un cero a san pietro!!!
    Che qualcuno da lassu’ ci assista, ma cristante con giocatori avversari mediocri fa il compitino da 6 in pagella…ma come incontra gente che sa’ giocare a calcio …eccoli li’ subito a prendere 4/5 in pagella, per carita’ sara’ pure un bravo ragazzo, ma giocare a calcio e’ un’ altra cosa.
    Meno male che a gennaio torna gini, cosi’ se ne sta in panca,forza ROMA

  7. Ancora co sto 3-4-2-1… se ce lascia in mezzo solo Cristante e Matic piamo la sveja. Se lo mettessero in testa. Senza Dybala si scende in campo con il 3-5-2 e non è detto che Zaniolo non parta dalla panchina.

  8. Partita da giocare 11 contro 11.
    Da evitare schieramento 10+1.
    Per questo le tante lodi ai 21 minuti di Zaniolo
    ” devastante , mancato il gol ( come sempre ) “.
    Fa coppia con
    ” i difensori serie A superiori a quelli della Conference League o bassa Uega league” .
    Entrerà gli ultimi 20 minuti e titolare contro HJK.
    MOU sa preparare e motivare.

    anche lo scorso anno
    14/04/22 Roma 4 Bodo 0 .Zaniolo devastante con 3 gol
    18/04/22 Napoli nullo , non tocco palla ( anche se c’ era 1 rigore su Zaniolo ).

    Discorso analogo a Camara .Buona prestazione contro il centrocampo della Sampdoria = preservare esperienza lucidità
    pulizia di gioco Matic .
    PS
    unica sorpresa ?
    magari vedere a dx Karsdorp più avanti Zalewski.
    Zalewski aiuterà certamente meglio a contenere Kvara , più portato ad assist ed a giocare di squadra

  9. N.d.r.”Il rumore dei nemici” è un iperbole di Mou.Ovvio sono parole rubate a ben altri contesti ma mi tengo uno che parla cosi’ da un finto buonista falso diplomatico.quanto all’ odio che non esiste tra le grandi squadre….provate ad andare a vedere barca- real o un derby inglese…

  10. Ovvio che preferirei vincere, ma come dicevo ieri, io un pareggio me lo prenderei.
    Spero di arrivare alla sosta per i mondiali con un distacco del genere dalla prima, poi ci rientrano Wijnaldum e Dybala, Abraham e Zaniolo riprendono a segnare e Spinazzola torna a essere il giocatore devastante nell’uno contro uno e vediamo che succede….

  11. L’unica cosa che non mi fa stare tranquillo è la stipsi dei ns attaccanti ma, se si sbloccano… Zero paure..!!!
    💪🧡❤️

  12. Sono scioccato per quel che è accaduto a quel povero ragazzo la scorsa notte su Via Cristoforo Colombo.
    Attraverso Giallorossi.net voglio mandare un abbraccio virtuale fortissimo a Luca Valdiserri, che probabilmente ho spesso rampognato su queste pagine, e alla madre, anch’essa giornalista.
    La tragica scomparsa di un figlio è la cosa peggiore in assoluto che può accadere a un genitore.
    Sia maledetta la guidatrice assassina; guidava ubriaca, e secondo le cronache ha perso il controllo del mezzo. Il che vuol dire che correva, per investire un pedone sul marciapiede.
    Vergogna per l’ennesima volta al sindaco Gualtieri e ai suoi sottoposti, che hanno lasciato il corpo di Francesco per cinque ore lì dov’era stato travolto.

  13. Io penso che la palla è rotonda, si gioca sempre 11 contro 11, si parte da 0-0, si può vincere con un gol casuale, non sempre vince il piu forte.
    Seguitemi per altre banalità.

  14. HSL, concordo col tuo messaggio, ma quando c’è una vittima è necessario attendere l’arrivo di un magistrato che guidi le operazioni di misurazioni e raccolta prove, per poi dare il via libera alla rimozione del corpo. Essendo accaduto di notte, probabilmente i “tempi tecnici” si sono dilatati, ma se ti è mai capitato, quando ci sono incidenti con vittime in autostrada, ad esempio, questa resta chiusa per ore e ore proprio per questa procedura…non credo sia stata mancanza di rispetto per la vittima, nè disorganizzazione, ma solo una “normale” procedura operativa…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome